UN PUNTO, SANABRIA E TANTO LAVORO DA FARE

3 Feb 2019 by Giovanni Porcella, 78 Commenti »

Subito il 4-2-3-1 poi Prandelli dopo pochi minuti cambia e passa al 4-4-2. Lavori in corso nel pari con il Sassuolo che porta un punto, conferma le buone doti tecniche di Sanabria ancora in gol e con un paio di buone giocate, e poi il tanto lavoro che attende i rossoblù. La tattica ha il suo peso ma Radovanovic e Lerager arrivati da pochi giorni hanno potuto fare qualcosa ma non di piu’. Si vede che hanno autorevolezza e voglia ma hanno quantomeno bisogno di tempo. Il match con gli emiliani ha messo in risalto un ottimo Romero, squalificato pero’ per il Bologna, un Biraschi nella “quattro” ancora in difficoltàò anche se migliorato rispetto ad Empoli, un Lazovic e Bessa sottotono e un Kouame’ che sulla fascia è sprecato, molto meglio a fianco di Sanabria. Gia’ il paraguaiano risponde con i fatti alle difficoltà di sostituire uno come Piatek. Una buona notizia, almeno finora è così.

78 Commenti

  1. salve
    buon punto dato che, dopo i primi cinque minuti, temevo di perdere.
    Non esprimo giudizi sui nuovi però il danese lo vedo con la faccia (cattiva) giusta.
    Romero migliore in campo ma l’ammonizione poteva evitarla, adesso chissà chi gioca da San Petronio, nell’orario dei tortellini e dell’erbazzone.
    Irritante Berardi e odioso il loro 9 tal Djuricic
    Manganiello usa lo stesso metro: non fischia falli evidenti ad entrambe, in compenso fischia falli che vede solo lui …
    Prandelli, che mi stava antipatico, mi sta piacendo sempre più
    un saluto
    Piero e famiglia

  2. Finnrico says:

    Veramente Prandelli in persona ha detto che all’inizio si era partiti con un 4-3-3 (con Radovanovic davanti alla difesa e Lerager e Bessa mezzeali).
    Questo dimostra come i moduli sono davvero relativi, anch’io ho avuto in realtà l’impressione che Bessa giocasse da trequartista centrale.

    Lerager mi sembra il sosia di Kucka, più adatto come mezzala-incursore che come centrale metodista. Io sarei partito con Veloso più uno dei nuovi, iniziare con un centrocampo tutto nuovo mi è sembrato un azzardo.

    A destra la coppia Biraschi-Lazovic continua a coprire male. Davide si lascia troppo spesso risucchiare verso il centro, e l’altro non scala o scala in ritardo.

    Sulla campagna acquisti vado (forse) controcorrente: come ho detto anche in precedenza, ci voleva un centrale difensivo forte. Bene per i tre centrocampisti centrali, ma ora siamo scoperti sugli esterni offensivi. Basta vedere che oggi Prandelli ha dovuto mettere Pereira sull’ala, e a Empoli Pezzella: due terzini.

  3. Paolo says:

    Troppo presto per dare un giudizio sugli innesti dei nuovi. Bisogna che si allenino col resto della squadra perché entrino nei meccanismi e conoscano i loro compagni. L’unica certezza, per ora, è Sanabria. In area e’ letale e se acquisirà continuità non rimpiangeremo Piatek. Lasciamo lavorare Prandelli. Piuttosto mi preoccupa la vittoria del Bologna a Milano. Fa morale e la prossima settimana ci troveremo di fronte 11 giocatori che ci attaccheranno col coltello fra i denti. E Romero sarà squalificato. Possibile che si faccia sempre ammonire? Comunque ogni volta che il Sassuolo veniva avanti c’era da tremare. Dietro non siamo affatto a posto. Speriamo bene.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEE!!!!!!!!!!!

  4. Asa says:

    Punto prezioso ma nutro moltissimi dubbi ancora. Non vedo grandi cose anzi… vedremo.

  5. Fabrydt says:

    Buongiorno a tutti,
    veramente un brutta partita, povera di contenuti dove si è tenuto il campo e poco più, che da prestazioni del genere venga fuori un punto è comunque positivo. Ora ci aspetta un Bologna ahinoi in ripresa sarà un’alta partita dove non perdere sarà più importante di provare a vincere. Lerager ha fatto intravvedere una buona personalità penso che possa crescere con Rolon a fianco. Sanabria è un po’ leggero ha difficoltà a prendere e coprire lo spazio ma è sicuramente dotato di tecnica e senso del gol che potranno sopperire a queste manchevolezze, è chiaro che a differenza dei vari Piatek Pavoletti Borriello e Milito non possa fare reparto da solo ha bisogno di essere affiancato per diventare pericoloso.
    FORZA VECCHIO BALORDO

    • salve
      la partita di ieri mi ha fatto tornare tredicenne: era il 1974 e c’erano i mondiali nell’allora Germania Ovest e io, come da prassi, vidi tutte le partite.
      Chile-Germania Est mi è rimasta imperssa come la partita più brutta della mia vita, quella di ieri, ha rinverdito gli antichi fasti del 1974 …
      un saluto
      Piero e famiglia

  6. enrico says:

    buongiorno
    Vorrei ricordare a tutti i contestatori di di preziosi che siamo in serie A DAL 2007 CON I seguenti piazzamenti
    2007 10
    2008 5
    2009 9
    2010 10
    2011 17
    2012 17
    2013 14
    2014 6
    2015 11
    2016 16
    2017 12
    siamo arrivati 6 volte davanti hai ciclisti è vero abbiamo fatto anche 3 anni di serie b e uno di c ma sicuramente i risultati sono evidenti è il migliore presidente del dopoguerra ,
    tanto per capirci mio figlio non ha mai visto il Genoa in serie b forse paga il fatto di tanti errori commessi ma sopratutto e questo gli va dato merito dopo i fatti di Genoa siena ha tagliato ogni rapporto con i delinquenti fortunatamente un piccola parte che frequentano la nord ma evidentemente preferite un dalla costa come presidente buona giornata

    • stefano says:

      E io ti ricordo che nel 2011, 12 e 16 siamo rimasti in A per caso solo perchè c’erano 3 squadre più gramme.
      ti ricordo anche la valigetta, la mancata licenza uefa e i supermercati ogni 6 mesi

      Meglio in serie D che con questo presidente pagliaccio, siamo una società gloriosa con una storia, dovremmo lottare per l’Europa, non c’entra nulla il fatto che in passato abbiamo avuto presidenti anche peggiori, questo è un mercante che non ha rispetto per la tifoseria e deve levarsi dai coglioni

      Se ti piace la mediocrità e vuoi vivacchiare in A alla stregua di un chievo accomodati, a me e a tanti genoani non sta bene

    • Fabrydt says:

      Buongiorno Enrico,
      per risultati sportivi sicuramente è così ma non si possono paragonare le mele con le pere, Fossati e Spinelli (gli altri sono stati parentesi), probabilmente con una serie A a 20 squadre non avrebbero avuto un ruolino troppo differente da questo.
      I scrivevo qui anni addietro (quando ero uno die pochi se non l’unico che contestava Preziosi) che se qualcuno avesse aperto un’inchiesta sulla vicenda Preziosi/Lugano/Genoa ci sarebbero state forti ripercussioni per il Grifone…… Purtroppo questo ora sta avvenendo…. vedremo come andrà a finire e se dopo quanto emergerà la tua opinione sarà la stessa. I tifosi di Genoa Siena erano gli stessi con gli stessi cappucci di quando a causa di un illecito sportivo siamo stati retrocessi in C, allora Preziosi i faceva forte della loro rabbia e arringava le folle dal palco urlano Non mollo, facendo bere a tutti che si era vittime di GOMBLODDO. Preziosi è semplicemente passato dal cavalcare la rabbia a provocarla, il tutto per il risanamento della Giochi Preziosi in barba al Genoa e a quanti come te lo amano o come me lo odiano. Ribadisco come ho scritto in passato il termine delinquente se potrà essere appropriato per qualche tifoso lo è sicuramente di più per il presidente che ha diverse sentenze in giudicato che lo definiscono tale, il fatto che sia ancora a piede libero grazie alla sospensione della pena è la vera stortura

      Se è vero come è vero che per risultati sportivi sia il miglior presidente del dopoguerra è altrettanto vero che come fedina penale sia il più disonesto di tutti i tempi, questi sono entrambi fatti inconfutabili.

      FORZA VECCHIO BALORDO

    • Asa says:

      Avvocato si ricordi pure di tutte le malefatte, bugie, umiliazioni, plusvalenza, debiti ecc ecc………non le elenco nemmeno primo per mancanza di spazio secondo perchè se ancora qualcuno difende preziosi siamo decisamente rovinati. Buon proseguimento di campionato visto che lei si diverte ed è soddisfatto.

    • Alex says:

      Il problema è che nel 2019 la bontà di una società non si valuta solo dai piazzamenti (peraltro tristi). Una società è valida quando investe, è chiara, non racconta bugie, quando è vicina alla città, ai tifosi e alla squadra, senza parlare poi dei disastri di bilancio. La retrocessione in C per tentato illecito sportivo cancella ogni altro traguardo di questa società, in quanto vile e in antitesi con lo spirito di una squadra come il Genoa. Tenere in A una squadra come il Genoa con 40 milioni garantiti ogni anno dalle Tv e dagli abbonati, e in un campionato a 20 squadre, è praticamente una bazzecola. Se dobbiamo essere orgogliosi di tutto ciò siamo messi davvero male. Noi ci accontentiamo, intanto l’Atalanta vola da tre anni a questa parte e non mi pare che abbia una storia più prestigiosa della nostra. Se poi vogliamo fare il paragone con i nostri vicini di casa…beh dico che a loro confronto come società (e come risultati) facciamo pena. A me tutto ciò non basta, ma non basta più al 95% dei genoani, quindi la strada è per fortuna ormai segnata.

    • Gianni says:

      Condivido anche le virgole, ma intanto cosa vuoi farci, se anche chi porta avanti questo spazio e’ uno che “dagli a Preziosi” a prescindere, cosa vuoi aspettarti?

    • ha trasformato una società gloriosa ed amata dai tifosi in un’agenzia di compravendita calciatori:per forza è il grande GIOCATTOLATORE altro che miglior presi dente del dopoguerra:Ha rotto un sentimento,vanificato un orizzonte calcistico adeguato per i colori rossoblu e per la citta,raccontato frottole e broggetti inesistenti,trasformato il terreno dello stadio in un pascolo vetrina per le offerte o le imposizioni di turno.Talvolta gli va bene e fa cassa però i soldi chissà dove finiscono,il piu delle volte ci sorbiamo dei grammi,rotti,cavalli di ritorno,riattivati,portatori di riscatti inspiegabili etc etc….ma quale competenza se spari nel mucchio qualcuno lo cogli….Sempre forza Genoa da qui,dal Vesuvio.Buongiorno.

    • alberto says:

      Se uno volesse esercitarsi, potrebbe provare a immaginare cosa sarebbe successo se i campionati fossero stati a 16 squadre . . . quante sarebbero le retrocessioni ? Il valore di un presidente va misurato secondo diversi parametri secondo me. Opinione personale.

  7. albion says:

    I punti si contano naturalmente. Quello che mi riesce difficile capire, ma probabilmente è un problema mio, è perché c’è bisogno di cambiare sempre in corsa il modulo di gioco. Ovvero perché bisogna andare in sofferenza prima di muovere diversamente i giocatori in campo. Voglio pensare che questa sia una fase di sperimentazione considerando chi è arrivato nel mercato di riparazione. Ma per favore sbrighiamoci a trovare un assetto base altrimenti finisce il campionato.

  8. robertogrifo says:

    Partita incommentabile..

  9. PREVIATI STEFANO says:

    Non ci voleva il “colpo” Bologna, domenica spareggione ……

  10. Angelo Poggio says:

    Ciò che più mi preoccupa, dopo aver visto la partita, è la enorme differenza tecnica e fisica dimostrata tra loro e Noi. Un divario di possesso palla stratosferico (per onestà bisogna dire che i retropassaggi al portiere sono stati centinaia). Penso comunque che il Sassuolo sia una vera realtà e, se avessero vinto, non avrebbero rubato nulla. A me preoccupa la difesa.
    E preoccupano anche i risultati delle squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere. Vedi Bologna. Il mercato di gennaio, per ora, si è rivelato negativo, non tanto per Piatek ma per gli acquisti.

  11. layos says:

    Suggerisco a tutti la lettura di quest’ottima inchiesta di Pippo Russo su Calciomercato.com:

    https://www.calciomercato.com/news/l-altra-faccia-del-genoa-di-preziosi-parte-1-quei-soldi-sulla-ge-24945?fbclid=IwAR2pWiGoJZtYT53VIjsM5d2h_LbQ-5tlfUJc5mGQAB7OdFLAbVOgl1iiA_s

    https://www.calciomercato.com/news/l-altra-faccia-del-genoa-di-preziosi-2-il-traffico-di-giocatori–24989

    Se qualcuno avesse dei dubbi sull’attendibilità sappiate che da un’inchiesta simile, dello stesso giornalista e sullo stesso sito, è partita l’inchiesta che ha fatto fallire il Catania e sostanzialmente retrocedere il Chievo quest’anno con annessa penalità.

    Non sottovaluterei l’effetto che avrà anche in termini di risultato sportivo.

    Per la prima volta leggiamo, nero su bianco, perché il Genoa pur vendendo ogni giocatore vendibile a dei ritmi da catena di montaggio, continua ad essere soverchiato dai debiti. Dove sono andati a finire i famosi soldi.

  12. Carlo says:

    Ciao Giovanni, volevo chiederti se potete dare risalto all’inchiesta di Pippo Russo su Calciomercato.com, che sta scrivendo a puntate le “stranezze” del mercato di Preziosi e la sua gestione in genere. Credo che se si vuole cambiare presidenza tutta la stampa anche locale non debba “occultare” certe cose….

  13. luca 64 says:

    Ciao a Tutti. la partita di ieri secondo me è ha solo rispecchiato in campo la conduzione delle due Società. Da una parte una squadra che con i suoi limiti di pubblico è condotta in maniera “normale”, facendo investimenti, seguendo un filo logico, cercando di fare il meglio possibile. Dall’altra direi che è meglio lasciare perdere. Cmq speriamo di non perdere anche Domenica e che Prandelli riesca a lavorare come si deve. Ciao Ciao

  14. Gianni says:

    Fai una cosa… Guarda altre partite di serie A, forse ti accorgerai che l’80% delle squadre cambia pelle o modulo in corso d’opera

  15. LAURA1962 says:

    Partita brutta brutta per me ma punto importantissimo.
    Sono comunque fiduciosa.
    Saluti rossoblù a tutti..

  16. valter.angeli says:

    Bisogna non perdere a Bologna anche perché dopo avrai la Lazio a Marassi e non sarà affatto semplice far punti a chi si ostina a ripetere di tutti gli anni in A ricordo come da tabella da lui pubblicata che con campionato a 18 saresti retrocesso già due volte non parliamo poi dei tempi di Fossati quando era a 16

  17. paolo says:

    Non aggiungo altro su quanto scritto da Enrico, perché ci hanno pensato già in tanti e mi parrebbe di sparare sulla Croce Rossa.
    Ricordo a tutti che oltre all’inchiesta di Calciomercato.com c’è il procedimento aperto dalla procura federale a carico di Preziosi per le dichiarazioni fatte dopo la partita con la Roma, con conseguente coinvolgimento della società per responsabilità diretta.
    Se parte l’inchiesta anche a seguito degli articoli di Pippo Russo, si rischia veramente, come minimo, una penalizzazione tale da farci finire in B dritti come dei fusi.
    Quindi sarà bene che Prandelli si sbrighi a dare un gioco come si deve a questa squadra e che si metta a fare più punti possibile, onde evitare di vederci precipitare tra le ultime 3 e vanificare una salvezza conquistata sul campo.
    Brucia ancora l’Europa League conquistata sul campo e persa per la mancata licenza Uefa a causa dei mastruzzi del joker (con annessa cessione del posto ai cugini).
    Chi non ha letto gli articoli è bene che se li vada a studiare attentamente, soprattutto quelli che si ostinano a difenderlo.
    Si capisce benissimo perché nessuno si presenta alla porta per rilevare il Genoa.
    Ditemi voi chi lo farebbe, pur avendo tutte le migliori intenzioni e i soldi per garantire un futuro almeno decente a questo martoriato club.
    Adesso pensiamo alla partita di Bologna. Sarà un’altra battaglia contro un team galvanizzato dal successo contro l’Inter (che squadra di merda!) e guidato da un altro ex blucerchiato.
    Ci aggrediranno e i nostri giocatori dovranno stare attenti a non cadere nella trappola del nervosismo. Abbiamo preso troppi cartellini gialli, spesso inutili come quello di ieri.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  18. Stefano 1971 says:

    Mi sembra di capire dai vostri post che c è già il principe del qatar pronto ad investire 500 milioni a stagione (a salire ovviamente) x farci vincere tutto giusto? Perché se no si sta parlando del nulla cosmico!!! Ah quasi dimenticavo….. Se a uno piace vivacchiare in serie a???? Ma scusate gli ultimi 70 anni dove etavate?????

  19. bruno says:

    Buonasera a tutti…io mi tocco per capire se sono sveglio! Qua ci sono persone che anzichè il bene del Genoa parlano solo di disastri, della guardia di finanza di punti di penalizzazione….di retrocessione, addirittura: meglio la serie D che la A con questo presidente…scusami ma con tutto il rispetto la D guardatela tu!!! Ma con un altra squadra!… C è pieno di squadre di serie D o C! Io personalmente il Genoa lo voglio finché si potrà in serie A….ma scherziamo!? Non me ne frega una mazza di chi è il presidente, a me interessa solo ed esclusivamente vedere il Genoa in A. Vorrei ricordare che quelli dell altra sponda hanno avuto x anni un presidente esiliato che nn poteva venire in Italia altrimenti lo legavano! Eppure facevano i pulman e andavano in pellegrinaggio a trovarlo in Svizzera a leccargli il culo basta che tenesse la squadra…questo è solo ed esclusivamente calcio…vale a dire spettacolo, e a parer mio questo deve rimanere. E quando vado allo stadio nn penso di chiedere la luna se voglio vedere Juve Inter Milan Roma Napoli ecc ecc. Di partite con Cesena Varese Mantova o Ascoli ne ho visto fin troppe.

    • stefano says:

      te lo spiego in un altro modo: vivo lontano da genova da quasi 10 anni e mi sento sempre sbeffeggiare dagli altri sia per le figure di merda in campo sia per i supermercati del 71. Per un periodo me l’hanno anche menata sulla valigetta

      Capisci cosa intendo? con la lettera D che tanto ti spaventa comincia una parola molto bella: Dignità. Che noi non abbiamo, perchè ci salviamo a caso alla stregua di un crotone e facciamo da vivaio per le squadre strisciate

      C’era più passione e sentivo più coesione e cori in Nord alla fine degli anni 90 in B che ora

      Non voglio l’elemosina di una A rosicata, voglio una società seria che si faccia rispettare dalle altre sia in campo che negli uffici, una squadra che lotti per un SENSO DI APPARTENENZA e che possibilmente onori la sua gloriosa storia con dei piazzamenti europei

      Chiaro?

      Non c’entra nulla il fatto che per tanti anni siamo stati nelle serie inferiori, ci siamo stati proprio perchè purtroppo abbiamo spesso avuto presidenti di m****, esattamente come il mercante avellinese, ma per la storia che abbiamo dovremmo essere sempre ai vertici della serie A

      Ribadisco: meglio ripartire dalle serie inferiori con un PROGETTO SERIO, una PROGRAMMAZIONE a lungo termine sul vivaio e sul calciomercato (esempio: ho 5 giocatoti buoni non li vendo tutti e 5 ma solo 1 e cmq li tengo almeno 1 anno)

      Non capisci che è proprio per il bene del Genoa che ho parlato di serie D? Se sul posto di lavoro il tuo capo ti dicesse ti aumento lo stipendio di 200 euro al mese però ogni sera prima di uscire devi passare dal mio ufficio a prendere un calcio in culo tu diresti di si? Penseresti forse: ma si dai meglio rimanere in questa azienda e prendersi i calci in culo così continuo ad avere le 200 euro?

  20. enrico says:

    buongiorno
    vorrei rispondere ad alcuni di voi ma sopratutto al sig. Fabryd e layos, primo il sig.fossati non pace all’anima sua a a genova ha truffano 400 persone tra cui la mia famiglia vendendo case senza pagare i suoi debiti con le banche e non completando iter amministrativi per cui le case solo del 2014 hanno avuto l’agibilità e le persone coinvolte hanno pagato due volte la loro casa con notevoli sacrifici naturalmente quello che dico e stato poi confermato in tribunale dove fossati ed i suoi pargoli sono stati condannati ma stranamente non hanno risarcito nulla perché le società erano fallite e comunque quando era presidente del genoa in serie a è stato 3 anni forse 4
    per layos ti faccio notare che in primis il sig. Pippo russo non è un giornalista ma un semplice pubblicista secondo non mi sembra che possa avere l’attendibilità di un premio pulizer sia per la quantità industriale di querele ricevute con tre condanne in sede civile sia perché la sua testata di riferimento non è esattamente il massimo in quanto attendibilità,per essere più preciso l’inchiesta sul chievo è stata fatta da ricci nel suo programma televisivo lui si è limitato ad un volgare copia ed incolla
    terzo ed ultima precisazione io non difendo preziosi si puo criticare ma da qui a minacciarlo come molti fanno la strada è lunga trovo inconcepibile che per venire a genova lui deve essere scortato , perché dei DELINQUENTI ABITUALI che frequentano la nord minacciano lui e la sua famiglia
    sicuramente ha sbagliato ma nulla giustifica minacce ed insulti vari , se avete un presidente migliore presentatelo, se avete notizie di reato commesse da lui da confronti del genoa andate con un avvocato alla procura della repubblica e denunciate , diversamente criticate ma non minacciate ed insultate
    buonagiornata

  21. PREVIATI STEFANO says:

    Leggere di Preziosi che dice ” la cessione di Piatek ha fatto arrabbiare “qualche” tifoso ….” e’ incredibile …. QUALCHE ???? Continua imperterrito a prendere in giro tutti , che faccia …..

  22. luca 64 says:

    L’intervista rilasciata ieri sera all’evento tenutosi a Milano secondo me delirante, conferma purtroppo le intenzioni di chi guida la Società. Ciao a Tutti

  23. paolo says:

    Non mi pare di aver letto minacce, né insulti particolari.
    I delinquenti che hanno fatto delle minacce di morte se la vedranno con la giustizia.
    Noi che scriviamo su questo blog siamo persone serie e anche di una certa età. Non ci abbassiamo a quei livelli.
    Però abbiamo tutto il sacrosanto diritto di lamentarci e di dissentire sia dalle opinioni di chi difende Preziosi sempre e comunque, sia dalle affermazioni che ancora poche ore fa ha fatto il joker, minimizzando le proteste nei suoi confronti.
    Lasciate perdere Mantovani e i leccamenti dei cugini. Quelli sono la parte meno nobile di Genova e anche loro presto dovranno fare i conti con la loro dirigenza, presidente in primis.
    Noi dobbiamo guardare in casa nostra e la realtà ci dice che alla guida c’è un presidente che ha fatto solo i propri affari.
    Legittimo, per carità, dato che è lui a metterci i soldi, ma, se permettete, gradirei che i soldi ricavati dalla vendita dei giocatori migliori restassero al Genoa per migliorane la rosa, per fare degli impianti sportivi che ne rafforzino la presenza sul territorio ed attraggano giovani atleti tra cui, magari, potrebbe mettersi in luce qualche nuovo talento nostrano.
    E’ sbagliato pretendere che i soldi del Genoa non vadano a coprire i buchi di bilancio delle altre società di Preziosi, che col calcio non c’entrano nulla?
    Ed è giusto pretendere, come fa Bruno, di voler continuare a vedere il Genoa in A a confrontarsi con le squadre più forti. Lo vogliamo tutti, ci mancherebbe.
    Ma a che prezzo?
    Ogni anno assistiamo a girandole di compravendite estive ed invernali che costringono l’allenatore di turno (anche qui non si riesce mai ad avere una guida tecnica stabile) a doversi adattare al materiale umano che gli viene messo a disposizione (in questi ultimi anni spesso di scarso valore). Ogni anno, puntualmente, il Genoa si ritrova a dover lottare per non retrocedere, facendo correre seri pericoli alle coronarie di noi tifosi.
    Ogni anno viene promesso che i migliori resteranno, promesse regolarmente disattese dopo neanche 6 mesi.
    Ma che credibilità può avere una dirigenza così? Che affidabilità può avere un presidente del genere? Nessuna. Questa è la triste realtà. Non per niente è stato sempre accostato a Zamparini.
    E poi ci chiediamo perché nessuno che ha i soldi si presenta a rilevare il Genoa?
    Ma per forza. L’ho già detto e lo ripeto. Chi tra di noi, se avesse una paccata di soldi, si presenterebbe alla porta di Preziosi? Nessuno, perché saprebbe benissimo che dopo aver comprato la società salterebbero fuori sgradite sorprese, non solo di natura economica.
    A proposito degli articoli di Calciomercato.com, io non li sottovaluterei come ha fatto qualcuno. Basterebbe che solo la metà di quello che c’è scritto fosse vero per mettere il Genoa in guai seri con la giustizia sportiva.
    E comunque, diamo per scontato che non sia vero niente – cosa di cui dubito fortemente – nessuno può confutare il fatto che prima o poi ci piomberà tra capo e collo l’inchiesta aperta dalla procura federale per le dichiarazioni rilasciate dal joker dopo la partita con la Roma.
    E lì saranno guai, perché se arriverà la condanna per lui, di conserva arriverà la penalizzazione per la società per responsabilità diretta.
    E sappiamo tutti molto bene quanto sia “amato” il Genoa in federazione. C’è chi non aspetta altro per farsi delle grasse risate alle nostre spalle.
    Quello che fa veramente male è vedere la dignità di un club che si vanta di essere il più antico d’Italia calpestata continuamente. E questo significa anche calpestare la dignità di una tifoseria che è sempre stata tra le più calde e passionali del panorama calcistico italiano, e non solo.
    E’ soprattutto per questo che se ne deve andare e cedere il timone a persone serie e rispettose della storia e della dignità del Genoa e dei suoi tifosi.
    Nessuno rimpiange Fossati (quello che ha fatto in campo extrasportivo non lo so, ma non mi stupisce ciò che ha scritto Enrico. Purtroppo oggi di personaggi come Fossati, cioè i famosi “prenditori”, ne abbiamo a iosa. Molti di più di quelli che circolavano a quell’epoca).
    E nemmeno Dalla Costa o Scerni. Dio ci scampi e liberi da personaggi simili.
    Ma è mai possibile che proprio nessuno che ha i soldi veri sia interessato a rilevare il club più antico d’Italia? Cosa o chi lo tiene lontano dal Genoa?
    Fatevi queste semplici domande. Le risposte sono semplicissime e le conosciamo bene tutti.
    Comunque sia, sempre Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  24. luca de rossi says:

    Ciao Giovanni,
    noto che Preziosi con l’ultimo calciomercato ha scatenato una “guerra civile sportiva” tra noi genoani.
    Io da anni scrivo e oggi ribadisco di mettersi il cuore in pace, per comprare una casa ci vuole il proprietario che la venda….. e Preziosi almeno sino al 2021 non venderà, per il motivo molto semplice che fino a quella data sono garantiti i diritti tv come sotto riportato, dopo tale periodo a seconda delle decisioni dell’ UEFA sui nuovi format delle coppe, Champions o Campionato europeo per club, si avrà una nuova dimensione del campionato nazionale, se rimarrà tutto come ora lo status quo sarà il medesimo, se verrà relegato a un campionato “riserve” per le grandi squadre ci sarà un ridimensionamento dei ricavi tv e vedremo sul mercato molte squadre di “seconda fascia” in vendita e si avrà la visione di chi di questi signori stava nel calcio per passione o per tifo…….
    Una volta la serie A era un traguardo sportivo quell’era è finita, oggi è un traguardo finanziario e quindi fra 40/50 i nostri figli e/o nipoti potranno giudicare l’operato di Preziosi e definirlo “migliore” o “peggiore”, ad oggi essendo il primo di questa nuova fase non ha termini di paragone se non con se stesso.

    l futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.
    (Eleanor Roosevelt)

    Juventus 85,3
    Inter 83,7
    Milan 77,3
    Napoli 77,0
    Roma 71,4
    Lazio 68,3
    Fiorentina 65,2
    Sampdoria 60,5
    Atalanta 56,9
    Torino 56,6
    GENOA 52,3
    Sassuolo 51,4
    Cagliari 47,0
    Bologna 46,4
    Udinese 45,7
    Parma 45,5
    Empoli 41,8
    Spal 40,8
    Chievo 40,4
    Frosinone 36,5

  25. Fabrydt says:

    Buongiorno Enrico,
    non mi sembra che qui si minacci nessuno ne tantomeno giustifico in alcun modo quanti lo fanno, rilevo semplicemente quanto segue la cui fonte è wikipedia

    A seguito del fallimento del club lariano, viene emessa un’ordinanza di custodia cautelare contro Preziosi, agli arresti domiciliari per bancarotta fraudolenta e falso in bilancio. Il provvedimento (motivato in oltre centodieci pagine) venne richiesto dal sostituto procuratore Vittorio Nessi, che indagava da tempo sulla vicenda della bancarotta che ha fatto seguito al fallimento del Calcio Como. Il presidente era stato iscritto sul registro degli indagati della Procura di Como con l’ipotesi di reato di bancarotta fraudolenta per una cifra intorno ai 16 milioni di euro relativa al Calcio Como 1907 SpA. Secondo l’accusa con le cessioni di giocatori importanti avrebbe depauperato il patrimonio del club lariano, causando di fatto danni ingenti all’erario ed a tutti i creditori del Como. Cessioni che, fra l’altro, non sarebbero state messe a bilancio fra i ricavi, facendo scattare l’ipotesi di reato di bancarotta per distrazione. Il 3 ottobre 2008, avvalendosi della facoltà concessa dal “pacchetto sicurezza” del ministro della giustizia Angelino Alfano, che consente di concordare la pena in qualunque momento prima della sentenza di primo grado, ha patteggiato davanti al tribunale di Como una condanna di 23 mesi di reclusione (pena indultata) per il reato di bancarotta fraudolenta riguardante il fallimento del Como.

    Nel processo penale in riferimento al caso Genoa dell’estate 2005 Preziosi (insieme ad altre persone, tra cui il figlio Matteo) entrò nel registro degli indagati, accusato di associazione a delinquere e frode sportiva. Nel 2006 venne scagionato dalla prima accusa (associazione a delinquere) ma, il 2 marzo 2007, venne condannato a 4 mesi di reclusione per il reato di frode sportiva, in merito alla partita Genoa-Venezia dell’11 giugno 2005 (ultima giornata del Campionato di Serie B 2004-2005) e la condanna fu confermata nel Processo d’appello, il 27 novembre 2008. A seguito dell’annullamento della sentenza di condanna disposto dalla Corte di Cassazione il 25 febbraio 2010, il caso è rinviato ad altra sezione della Corte d’appello di Genova che, in data 15 febbraio 2011, ripristina la condanna per Preziosi.

    Nel febbraio 2013 Preziosi, assieme a Alessandro Zarbano, è indagato per il mancato versamento dell’Iva relativo all’esercizio 2011 per una somma non corrisposta al fisco di circa 8 milioni di euro. Iscritta sul registro degli indagati dalla procura di Genova anche lo stesso Genoa. Il 19 luglio seguente in primo grado viene condannato a 1 anno e 6 mesi di reclusione.

    TOTALE 45 MESI DI RECLUSIONE COMMINATI, GRAZIE AD INDULTI E SOSPENSIONE DELLA PENA NON HA FATTO NEANCHE 1 GIORNO DI GALERA MA CIO’ NON FA DI LUI UN UOMO ONESTO SEMMAI UN DELINQUENTE RECIDVO. QUESTO NON E’ NE UN INSULTO NE UNA MINACCIA LO DICONO I TRIBUNALI.

    Come vedi Enrico le denunce ci sono state le relative inchieste anche e addirittura ci sono state le sentenze ma tu oggi ti domandi se ad oggi ce ne siano state o meno. SI’ CI SONO STATE poi che tu faccia fatica ad ammetterlo o registralo è un tuo problema.

    Purtroppo non siamo che all’inizio, il quadro alla fine di queste inchieste in essere, che per te naturalmente sono solo boutade da gossippari, sarà a tinte ancora più fosche e se finora il Genoa ne è uscito indenne ho paura che in futuro non sarà così. Ma non ti dare pena, mentre il Genoa verrà penalizzato retrocesso o quant’altro tu potrai ancora sventolare la tua bandierina 13 ANNI DI A MIGLIOR PRESIDENTE DEL DOPOGUERRA, tranquillo nessuno te lo impedirà.

    Per quanto concerne la truffa subita da Fossati sono spiacente e solidale, prendendo per buona la sua versione perché ignoro totalmente l’accaduto.

    FORZA VECCHIO BALORDO

  26. Andrea says:

    Ma nessuno che commenta quanto è venuto fuori dai traffici oscuri fra Genoa e Lugano negli anni 2007-1014 dove guarda caso al Lugano vanno quasi 14.000.000 di euro per fantomatici giocatori di cui si pagano le valorizzazioni…….che finiscono in banca in Svizzera prima e nelle tasche di Preziosi poi visto che il Lugano era una società meteora con dei prestanome come presidenti…….ora la Guardia di Finanza non può metterci il naso e capire che la distrazioni di fondi da Genoa è un fatto e che chi se li mette in tasca è sempre lui? E’ facile capire che sono poste inventate con fatture false e soldi distratti dal Genoa in modo fraudolento…….e come questi chissà quanti altri…..ma doriamo o cosa?

    PREZIOSI LADRO VATTENE

    • mauro sampbolzano says:

      ciao Andrea dai dimmi la verità(capisco che ci pensiate spesso) ma volevi dire dormiamo..non doriano vero ahahahahaha

  27. Stefano 1971 says:

    Bravo bruno!!!!! Qua sembra di parlare interisti juventini etc etc….. Anche a me piacerebbe avere l emiro di turno ma poi però bisogna vedere la realtà e genova non attira nemmeno i propri abitanti visto che il nostro presidente è di avellino e quello dei diversamente genovesi è di roma…… Ah dimenticavo…… A quanti guardano sempre ai cugini come un isola felice ricordo che non più tardi di 6 anni fa anche loro presero 4 pappine a nocera inferiore quindi…..

  28. albi says:

    Caro Giovanni se ho ben capito giovedi in trasmissione oltre ai tifosi ci sarà anche un esponente della società..mi aspetto ovviamente critiche legittime e sensate..sarebbe un opportunità..magari serve a nulla ma vale la pena..personalmente nn sto neanche piu a sentire quel che dice a radio kiss kiss o altrove..chi e quando vende..e ancor meno a quanto..ma una cosa la esigo..nel momento in cui vende deve avere un sostituto pronto..questo lo pretendo pagando l abbonamento ogni anno..Perche mi incazzo quando a fine mercato si cerca di rimediare tirando su a sorte..perchà ho limpressione sia piu o meno cosi..e si rischia parecchio. Perche io la b o i campi in terra battuta nn li voglio..li lascio ai contestatori da tastiera. Io nn voglio piu rivivere genoa salernitana..e penso neppure tu giovanni se ripenso al tuo urlo liberatorio. Ed è giusto riconoscergli in questi anni anche dei meriti…sennò nn vale..e nn c entra un cazzo essere preziosiani o no. E spero di vedere un parterre di tifosi dire qualcosa di genoano, senza il consueto sarcasmo. Pazzesco sentire le “provocazioini” del manager, che peraltro capisce poco o nulla di calcio, che vorrebbe il viperetta..o che se fosse lui presidente metterebbe tutto a posto..e questo detto nel bel mezzo di una discussione di quelli lè che riguardava le fiamme gialle..perchà di là sono arrivate..ma giustamente minimizzano e tacciono. Questa è l’unica cosa che dovremmo imparare da loro..invece no..polemiche continue. Riguardo alle esternazioni del tifoso illuminato ho provato a chiamare x esprimere il mio disgusto..ho optato poi x un messaggio che nn à passato..mah..Se una cosa nn mi piace spengo la tv..così come salto a piè pari chi scrive le solite presunte verità in maniera ossessiva, ..ma in quel caso mi sono proprio rotolari x terra. E allora mi chiedo..ma se nessuno della società nn viene mai da voi un motivo ci sarà? O no?…Speriamo che sia la volta buona…

  29. enrico says:

    caro Fabrydt
    http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2010/04/27/AM9y4ydD-fossati_condannato_molassana.shtml
    come vedi 6 anni sono molti di piu di 45 mesi mi sembra strano che tu genovese e molto attento alla vicende giudiziarie di preziosi non conoscevi le gesta del fossati noto con piacere che ti sei dissociato dalle minacce alla persona del preziosi che avrà pure le sue colpe ma nulla giustifica minacce a lui e alla sua famiglia

  30. bruno says:

    Buongiorno a tutti giusto ciò che scrive Paolo condivido…. Tranne che la conclusione…. Ho la mia idea che però purtroppo x noi penso sia la realtà. Almeno i fatti sono così. Nn c entra l emiro o il petroliere. La nostra storia purtroppo nn ne ha mai visto. Ma nn ora che c é prez…. Bensì mai!!! Nessuna persona importante ha mai voluto il Genoa. Mai!!! Chi segue da tanto lo sa. Per Stefano…. Te lo spiego anch io in un altro modo…. Mi parli di dignità di tifoso!? Ma dagli anni 60 ad oggi l hai seguito il Genoa?! Io si e ti posso garantire che noi siamo Sempre stati sbeffeggiati…. Soprattutto da loro! Sempre derisi dalla alto al basso. Quindi nn vedo diversità… Almeno ora siamo nella stessa serie. Ognuno ha le sue opinioni ci mancherebbe! A te nn va la serie A rosicata?!… Padronissimo… A me va eccome… Soprattutto viste le alternative….

    • stefano says:

      il fatto che nel dopoguerra non abbiamo vinto 4 champions per usare un eufemismo non è una scusa valida per non ambire a qualcosa di meglio

      Se mangi m**** per 10 anni e all’undicesimo scopri che il caviale è meglio non vedo perchè tu debba continuare a mangiare m**** solo perchè ormai sei abituato al gusto

      Sbeffeggiati nel senso di sfottò da derby è un discorso, doversi sentir dire da tifosi del torino determinate cose è diverso… Quelli del toro mi dicono che qui da loro non avrebbero mai tollerato un preziosi e l’avrebbero cacciato già anni fa, vedi tu….

  31. Luca de r says:

    La juventus comunica alla consob oggi alle 12,00 di aver ceduro a titolo definitivo Sturaro al Genoa x 16,5 milioni di euro pagabili in 4 rate….. Cioè un mediano fermo da un anno pagato a peso d oro…… Meditate gente meditate……

  32. Carlo says:

    Avete letto le modalità dell’acquisizione di Sturaro? Ma possibile che nessuno stigmatizzi ste porcate ? Sistemiamo il bilancio degli altri? Questa è malversazione…arrestatelo!

  33. stefano says:

    Guardate come ci prendono giustamente per i fondelli in giro:

    http://www.corrieredellosport.it/foto/calcio/calcio-mercato/2019/02/06-53024306/genoa_scatta_lobbligo_di_riscatto_per_sturaro_dalla_juventus_e_i_social_si_scatenano/#slide-1

    questa è una carrellata di meme sull’acquisto di sturaro, se lo guardino soprattutto i signori che su questo blog continuano a difendere preziosi

  34. PREVIATI STEFANO says:

    Basta fare proporzione fra la cifra che il Milan paghera’ per Piatek e quella di Sturaro per capire che c’ e’ del marcio sotto …….. ma con Preziosi pare la norma.

  35. Paolo says:

    C’è un mio collega di lavoro che è di Bari e, ovviamente, tifa per la squadra della sua città. E’ commovente, perché, nonostante l’onta del fallimento e della retrocessione in D, continua a seguire la sua squadra con la passione di sempre, sicuro che il Bari ha riacquistato la propria dignità.
    Sapendo che scrivo sul blog, lo segue con regolarità e si fa delle grandi risate leggendo i nostri commenti immaginando come sarebbero se fosse possibile ascoltarli con la cadenza genovese.
    Però, da persona neutrale, si rende conto molto bene delle porcate fatte da Preziosi e teme che il Genoa rischi di fare la fine del Bari. Entrambi speriamo di no e che Bari e Genoa tornino a confrontarsi in serie A.
    Ora mi chiedo: se se ne rende conto una persona che non tifa per il Genoa della situazione in cui lo ha cacciato il joker, possibile che ci siano ancora dei tifosi disposti a difendere l’operato di quell’individuo?
    Ognuno è libero di pensarla come vuole, ma chi si ostina a difenderlo presto sarà costretto ad ammettere che si sbagliava e lo farà con grande amarezza.
    Ragazzi, il rischio di conseguenze disastrose e’ concreto.
    Ecco perché non mi stancherò mai di gridare:
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  36. luca 64 says:

    Maurizio scusa la domanda ma l’altro giorno le modalità dell’affare Favilli,oggi quelle di Sturaro. Qualcosa non quadra oppure sono prevenuto verso la Società?Ciao

  37. Finnrico says:

    Con le spericolate operazioni raccontate nell’inchiesta di Pippo Russo ci andrei piano. Non ne metto in dubbio la veridicità: tutto il contrario. Il problema è che sono diventate la norma.

    In altri post mi è capitato di portare all’attenzione prima le cifre assurde di cessioni come quella di Simic al Milan di Galliani (10 milioni) nel 2013, poi degli acquisti dei tanti primavera dell’Inter dati in giro per l’Italia, da Bettella a Emmers, da Odgaard a Valietti. Tutti esempi di maquillage di bilancio escogitato per aggirare il cosiddetto fair play finanziario o per prendere per i fondelli gli azionisti.

    Il sistema è generalizzato, e si è visto che coinvolge anche società quotate in borsa come la Juventus. Qui se la Guardia di Finanza incomincia davvero a metterci il naso salta mezza serie A.

    Direi di andarci piano perché abbiamo già sperimentato cos’è la giustizia a due velocità: non vorrei che diventassimo la foglia di fico con la quale si coprono le vergogne altrui. Insomma, cervi e mazziati. Non so se mi spiego.

  38. Andrea says:

    Sono schifato dalle porcherie di Preziosi mi auguro solo che la Guardia di Finanza vada a scoperchiare tutto il marcio dei bilanci del Genoa che faccia le pulci a tutto e che faccia pulizia a costo anche che il Genoa fallisca e riparta dalla serie D con una presidente serio e una società pulita, l’unica è che Preziosi finalmente paghi col carcere tutte queste porcherie amministrative, ci vuole giustizia!

    Forza GDF andate a fare una verifica e siate duri stavolta chi fa queste scelleratezze deve finire in galera! E’ evidente cosa stia facendo e con lui Zarbano e gli altri dirigenti, tutti via tutti in gattabuia.

    Questo è l’unico modo con cui ce lo togliamo dalle palle!!! Abbiate il coraggio tutti di dirlo con ogni mezzo di comunicazione!!!

  39. paolo says:

    Scusa Giovanni.
    Ma perché quando si apre il blog c’è scritto che ci sono 53 commenti, ma poi, andando a leggerli, se ne trovano 35?
    Ci sono sempre meno commenti di quelli indicati sotto il Tuo articolo.
    Problema informatico o qualcos’altro?
    Grazie e buona giornata a Te e tutti i Fratelli Genoani.

  40. bruno says:

    Buonasera a tutti… Io parlo per me… Nn difendo affatto Preziosi… Sono anni che lo dico e continuerò a farlo… A me personalmente di preziosi nn me ne frega una mazza…. Io difendo il Genoa!!!perché sono strasicuro lo scrivo e lo firmo…. che giorno che preziosi mollerà x mille o mille motivi… Ebbene io sono sicuro che il Genoa sparirà di nuovo. E spero vivamente di sbagliare… Anzi dovessi sbagliarmi verrò a farmi dire di tutto da coloro nn la pensavano come me. E spero tanto che accada….

  41. robertogrifo says:

    Complimenti per la puntata di Gradinata Nord, ha rispecchiato appieno i sentimenti e le preoccupazioni di noi Genoani. Purtroppo però non ha fatto altro che rafforzare in me l’idea che finché gli converrà, l’attuale proprietario non venderà mai la società e questo è allo stesso tempo triste e preoccupante visto la totale mancanza di rispetto nei nostri confronti.

  42. Andrea says:

    Io mi permetto di fare una preghiera ai mezzi di informazione e agli imprenditori genovesi e non. Ai primi, dico di continuare a scavare nel torbido del sig. Preziosi così come si sta facendo in questo momento da più parti, questa emittente compresa.

    Ai secondi dico: del Genoa non vi è mai fregato nulla, altrimenti sareste andati a comprarvelo quando era sull’orlo del fallimento. E visti i Puffi lasciati in Carige, probabilmente siete più inaffidabili di Preziosi stesso. Ma se, là fuori, c’è ancora qualcuno con le capacità economiche e imprenditoriali per acquistare il Genoa, o favorirne l’acquisto da parte di persone SERIE, questo è il momento di agire: Preziosi va fermato assolutamente prima che sia troppo tardi.

    Grazie.

  43. robertogrifo says:

    Scusa Giovanni, su un sito che si occupa delle vicende del Genoa, ho letto alcuni stralci di una intervista rilasciata dall’attuale presidente del Lugano, inerente il periodo in cui Preziosi si occupava appunto del club. In quei quattro anni il Genoa ha acquistato del calciatori non direttamente ma tramite il Lugamo, tipo Ze Eduardo, pagandoli quindi di più, inoltre ha ceduto al Lugano stesso dei giocatori, per poi riconoscergli, una volta rientrati, un compenso per la valorizzazione. Il tutto ha permesso al club di pareggiare il bilancio. Ammesso d’aver letto e interpretato bene le parole del presidente del Lugano, trovo il comportamento di Preziosi di una gravità inaudita. Tu cosa ne pensi..

  44. Fabrizio Di Tore says:

    Buongiorno Giovanni,
    grazie molte per l’invito è stato veramente interessante oltre che naturalmente piacevole.
    Scevro da ogni piaggeria permettimi di farti i sinceri complimenti perché nonostante la lombosciatalgia e la puntata particolarmente faticosa sei stato impeccabile dando veramente voce a tutti indipendentemente dal contenuto delle opinioni.

    Scusami se ti cito ma la perla della serata è stata la tua “Quella di Piatek con i bambini è stata una puttanata pazzesca”, ho rivissuto il moto di orgoglio di Fantozzi (non che tu sia paragonabile a lui sia chiaro) quando al cinedibattito affermava che la Corazzata Potemkin è una cagata pazzesca. 72 ore ininterrotte di applausi scroscianti!!!!!! :-)

    FORZA VECCHIO BALORDO

  45. elio says:

    Ho seguito la puntata di gradinata nord di ieri sera e condivido le posizioni e le ragioni espresse da coloro che sono contro l’attuale presidenza. A chi, pro presidente, ha ripetuto ancora e per l’ennesima volta che ci ha salvati dal fallimento, dico solo che anche un figlio pur eternamente riconoscente ai propri genitori per tutto quello che ha ricevuto da loro durante la crescita ad un certo punto, da adulto, lascia la casa genitoriale per andare a vivere per conto proprio, rendendosi indipendente. Così come ho condiviso l’intervento del blogger Fabrizio. Mi sembra però che, attraverso i vari interventi, non sia stato abbastanza rilevato e/o sottolineato che la società sia oggi di fatto invendibile e che il futuro ci riservi – ahimè – il rischio di tornare alla condizione nella quale eravamo a Treviso dove siamo stati salvati sull’orlo del baratro. Se nonostante le notevoli plusvalenze, ricordate in puntata, realizzate negli anni da questa presidenza, abbinate a tutti gli introiti ottenuti solo dalle televisioni (il conto della serva fatto dal sig. Pernat è sintomatico pur nella sua semplicità) siamo ancora ammorbati da passività enormi e inestinguibili e se, come riferito dallo stesso sig. Pernat (che si è detto informato al riguardo) all’ultimo (unico) potenziale acquirente non sono stati fatti vedere i conti della società, purtroppo ad oggi non intravedo, ammesso che l’attuale presidenza ne abbia davvero la volontà, alcuna possibilità di una cessione del pacchetto azionario e, conseguentemente, una fine diversa da quella malaugurata per il nostro caro amato Genoa. Spero naturalmente di essere smentito dai fatti, magari da subito da parte di imprenditori genovesi sinceramente attaccati ai nostri colori, davvero intenzionati a squarciare il buio che sembra attanagliare il bilancio della società e far passare di mano finalmente il Club più antico d’Italia, perchè la nostra storia non può essere cancellata da “equilibrismi economici” (ho letto i link qui segnalati da alcuni blogger) estranei alla nostra passione ed al nostro entusiasmo
    Elio

  46. Paolo says:

    Buongiorno a tutti voi siete preoccupati di cosa? Che il bilancio sia messo male? Non penso ci voglia un fenomeno o un laureato in economia per sapere che se a libro la rosa compresa la primavera e le altre giovanili vale 30 milioni, in realtà vale molto di più mentre i debiti sono quelli scritti a bilancio. Giovanni ieri non mi é piaciuta gradinata Nord, innanzitutto sturaro é stato venduto a 5.5 + bonus quindi 11 e poi dopo 90 partite di cui 17 in champions con la juve é giusto che possa valere di più visto che ha 25 anni. Ma voi siete abituati bene io é 35 anni che vado allo stadio e a parte gli ultimi 12 anni ho visto tanta serie b e non mi dispiace giocare con la juve
    e magari batterla piuttosto che giocare con Castel di Sangro ecc..

  47. Massimiliano says:

    Sono tutte cifre irreali e gonfiate che servono a fare quadrare i bilanci delle società. D’altronde viviamo in un mondo virtuale e anche i conti sono virtuali….oggi faccio una finta plusvalenza io domani la fai tu….. e poi tutti a cena. Buona serata. Massimiliano

  48. Paolo says:

    La trasmissione di ieri sera ha dato una dimensione di come la pensano la maggior parte dei tifosi. Ritengo che la contestazione debba essere ovviamente civile ma continua, a mio parere un segnale forte sarebbe stadio vuoto per le restanti gare in casa, ma capisco che per chi ha speso dei soldi per abbonarsi sia un sacrificio pesante. In tutto questo, i giornalisti potrebbero aiutare i tifosi con articoli e/O trasmissioni dove si evidenzi il malcontento generale della gente, e la puntata di ieri sera con i tifosi presenti è stato un esempio.

  49. Paolo says:

    Giovanni, ribadisco la domanda.
    Perché si legge che c’è un certo numero di commenti e poi, quando accedi ne trovi molti di meno? Da ieri non ho visto aggiornamenti fino a stasera, ma leggo che ci sono stati diversi interventi.
    E’ una questione informatica o che altro? Perché non sono visibili tutti in tempo reale?
    Grazie e una buona serata a tutti.

  50. bruno says:

    Buonasera a tutti…. Stefano tu parli di 4 Champions nn vinte nel dopoguerra?! Guarda io mi sarei accontentato di 4 anni di A consecutivi… Altro che coppe!!! Per quanto riguarda i tifosi del Toro… Io sono spessissimo a Ovada novi ed Alessandria dove ho tantissimi amici cuore granata… Ma quello vero. Chi frequento io gobbi nemmeno in foto. Ebbene ti posso garantire che nemmeno loro hanno di che gioire. Di bei personaggi come presidenti ne hanno avuto anche loro. A cominciare da quello genovese. E cmq anche adesso nn é che siano così soddisfatti di Cairo…

Lascia un commento

FUORI DAI GUAI

A dieci minuti dalla fine della partita con la Lazio, il Genoa si trovava ancora un po’ inguaiato in classifica,

PARI OK, ORA SERVE CONTINUITA’

Riflettori sul campo e basta. Il pari di Bologna è positivo perché era uno scontro diretto. Il Genoa ha domato

UN PUNTO, SANABRIA E TANTO LAVORO DA FARE

Subito il 4-2-3-1 poi Prandelli dopo pochi minuti cambia e passa al 4-4-2. Lavori in corso nel pari con il

LE MOSSE DI PRANDELLI

Una vittoria pesante, una prova di carattere importante. Il Genoa torna da Empoli con tre punti vitali per la classifica

Search

Archivio