SERVONO INVESTIMENTI

30 Dic 2018 by Giovanni Porcella, 100 Commenti »

Sette punti sulla zona salvezza, sono tanti o pochi? Premesso che guardare a cosa fa il Bologna o cosa fa la Spal è gia’ abbastanza indicativo del valore del Genoa, la risposta la deve dare la società. Ora nel mercato non servono tappulli ma investimenti. Tenere fino a giugno Piatek e Kouamè non basta a garantire un girone di ritorno senza affanni. Purtroppo malgrado il nuovo tecnico sia uno preparato si evince che i problemi strutturali del Genoa soprattutto a centrocampo sono profondi e preoccupanti. Se Prandelli contro la Fiorentina non ha schierato Veloso e neppure Sandro significa che la montagna ha partorito il topolino e siamo punto a capo. Ma sull’esterno di sinistra manca qualcosa e pure in difesa considerato che Spolli è sparito e che Lopez è un mistero allora serve pure qualcosa lì. Radu sta ora facendo cose buone ma un ‘alternativa è cosa buona e giusta. Salvezza tutta da conquistare, meglio pensarla così per non fare troppi conti sulle ultime. La possibilità di tirarsi fuori da una classifica grigissima ci sono, ancora di piu’ se considerate le plusvalenze che verranno si spende qualcosa per i tifosi. Buon anno al Genoa e a tutti voi

100 Commenti

  1. Paolo says:

    D’accordo con te Giovanni, tranne l’ultima frase. Le plusvalenze lasciamole al mercato estivo. Ora urgono acquisti validi e mirati un difesa e a centrocampo. Che il joker compri pensando ai tifosi è pia illusione. Quello, se compra, lo fa solo sperando che il giocatore esploda e gli consenta così di realizzare una lauta plusvalenza nella successiva sessione di mercato. Oggi ho letto che starebbero pensando a farsi prestare dal Chelsea Emerson Palmieri, che in Premier ha giocato solo 5 minuti. Ma voi ci credete? Figuriamoci se un giocatore di quel calibro viene al Genoa. Ora che è uscito il nome è già bruciato. Se tornerà in Italia andrà in un club più forte.

  2. Paolo says:

    Riprendo, perché col cellulare ho poco spazio per commentare. Ieri, se i 2 tiri finiti sul palo fossero stati 2 o 3 centimetri più a destra, staremmo qui a parlare di una sconfitta per 2 a 0 meritata. La Fiorentina è decisamente più forte di noi. Ha ragione Prandelli quando parla di punto importantissimo. La fortuna di ieri compensa in parte la iella avuta contro Milan e Napoli. Ora siamo giusto a metà strada. Però, se non verranno presi giocatori validi e dati via alcuni brocchi, il girone di ritorno sarà un inferno, perché dietro non staranno a guardare.

  3. Paolo says:

    E speriamo che a gennaio non arrivi qualche offerta monstre per Piatek e Kuame’, perché, nonostante continuino a dire che restano fino a giugno, di fronte a un bel pacco di milioni cash non si faranno scrupolo di rimangiarsi la parola. Poi con chi li sostituiranno Dio solo lo sa. Meno male che sta uscendo fuori Rolon, che ha gambe e polmoni da vendere. Ci voleva un cattura palloni così. Tanto, se si confermerà, finirà anche lui sul mercato.
    Comunque, almeno il capodanno lo passiamo tranquilli. Speriamo che il 2019 ci porti un po’ più di serenità, in tutti i sensi. Buon anno a tutti e sempre Forza Vecchio Balordo. PREZIOSI VATTENEEEE!!!!!!

  4. Giando says:

    non accade da NESSUNA parte che si arrivi a ringraziare che gli unici buoni che escono in un annata non vengano venduti GIA’ a Gennaio…Allora io chiedo a voi giornalisti : Non sarebbe il caso di indagare per capire qual’e’ la reale condizione economica del Genoa? Non vi sembra paradossale che qui si debba cedere, cedere e ancora cedere persino con FRETTA ? con paura di non farlo in tempo?

    • luca cambiassi says:

      E’ quello che mi chiedo ogni volta che leggo sui giornali cittadini e non la prossima cessione di Tizio o Caio o di entrambi. Mai un commento, mai una domanda sul perché. Ad esempio: abbiamo ceduto Perotti e Falque in tutto per 15 milioni quando nella stessa campagna acquisti l’Atalanta ha venduto un terzino poco più che ventenne al Milan per 30. Abbiamo dato via Perin per una miseria a rate, quando avremmo potuto cederlo all’estero per il doppio. Devo continuare? Ma perchè i giornalisti non fanno una vera ricerca sui contratti di cessione dei nostri top players? Perchè la Samp cede i suoi in media al doppio dei nostri?
      Buon anno nuovo a tutti quanti.

  5. Asa says:

    È uno schifo e basta.
    La squadra è assolutamente modesta. Nonostante la pochezza si spera non vendano a gennaio ma saremo felici lo facessero a giugno, assurdo.
    Come si puo credere o sperare che questa società a gennaio compri 3/4 calciatori decenti con tutto quello che sta facendo per il male del Genoa? Ancora piu assurdo che ieri lo stadio era zeppo di gente felice e cantante nel guardare uno spettacolo della nostra squadra imbarazzante.
    Auguri di buon anno a te Giovanni e a tutti i writers.

  6. Marco Rossi says:

    Ma Spolli? Perché non gioca più?
    Lo scorso anno era uno dei punti fermi…

    • Peter Tosh says:

      perchè se giochi col pullman davanti alla porta alla ballardini può ancora dire la sua, altrimenti è un palo lentissimo che verrebbe superato da chiunque

  7. salve e buon San Silvestro a tutti
    punto ottimo, dato l’andamento della prima ora di partita nella quale la Fiorentina ha avuto alcune occasioni pe rpassare in vantaggio e dove noi non abbiamo saputo sfruttare le sporadiche azioni di contropiede; dal 15esimo del secondo in poi siamo andati meglio sfiorando in tre/quattro volte la rete e, con un po di cinismo in più, potevi fare tre punti.
    A mio modesto avviso urgono due buoni acquisti a centrocampo e serve sfoltire la rosa degli impresentabili … non sarebbero male anche un difensore e un portiere.
    Spero che in difesa si passi a quattro perchè Criscito, per quanto gli voglia bene, nella tre è un pesce fuor d’acqua.
    Facendo un breve sunto del girone d’andata direi che Romulo finora è stato ben al di sotto delle aspettative e così pure Sandro, Veloso mi pare sempre abulico e svogliato mentre le note liete sono le due punte nuove, Rolon, in parte Romero e un grandissimo Lazovic.
    saluti e sereno anno nuovo a tutti
    Piero e famiglia

  8. Fabrydt says:

    Buongiorno a tutti,
    Il punto serve tantissimo, non importa se raggiunto in modo fortunoso, in classifica conta.
    Ormai non dico neanche più cosa penso della società dei giocatori del mercato che incombe, cerco di ragionare in modo pragmatico giriamo a 20 quindi se ripetiamo lo stesso penoso girone saremo salvi matematicamente, questo da la dimensione della qualità del campionato italiano.
    Buon anno a tutti
    FORZA VECCHIO BALORDO

  9. Jack Quinto says:

    La cosa più triste è che non si parli praticamente più del campo.
    La colpa più grande di questa presidenza è l’aver distrutto tutti i sogni dei genoani, la voglia di ‘vivere’ di Genoa.
    La squadra è quello che è, con pregi e difetti. Continuo a pensare che ci siano molte squadre più scarse di noi e avere 7 punti di vantaggio sulla terz’ultima nonostante i 2 mesi di black-out la dice lunga sul livello del campionato.
    Resta la solita sensazione di amaro in bocca per l’ennesima stagione di promesse non mantenute..basterebbe così poco per ridare entusiasmo a noi genoani!

  10. bruno says:

    Buongiorno a tutti….caro Paolo, quello che chiedi tu e tutti noi non è affatto troppo, anzi sarebbe un diritto. Ogni tifoso, non solo noi genoani, ma tutti quelli innamorati dei propri colori avrebbero diritto a tutto questo. Purtroppo la nostra società un presidente così non l ha mai avuto. Cosa credi che io su Preziosi la pensi diversamente da voi!? O che io non veda come gestisce e amministra la società!? Solo che io rispetto a molti sono più realista. Preziosi non è il miglior presidente del dopoguerra, e non è quello che ha ottenuto i migliori risultati, bensì il meno peggio dei presidenti, ed è quello che ha ottenuto risultati che altri non hanno fatto. Il Genoa avrebbe potuto essere acquistato dopo il presidente Berrino, dopo Fossati, dopo Spinelli, Scerni ed addirittura per un pezzo di pane da Dalla Costa. Ma fosse stato per la città di Genova, per le famiglie importanti o per i potenti di questa città, la Società Genoa e la sua storia non esisterebbero più. Ma questo non per dare meriti a Preziosi, perchè se l ha fatto l ha fatto per i suoi interessi, ma per renderci conto che del Genoa a Genova non gliene frega un cazzo a nessuno. Noi purtroppo il culo di quegli altri che sono sempre stati o quasi nelle mani delle persone più importanti della città , non ce l’abbiamo. E’ una triste constatazione ma è purtroppo la realtà che dobbiamo accettare. Io sono sicuro che se un giorno Preziosi impazzisse e decidesse per svariati motivi di “regalare” il Genoa al primo imprenditore serio che si presenta, ebbene dei nomi di un certo livello non se ne presenterebbe nemmeno uno!!! Ma chi è al giorno d’oggi il pazzo che si butterebbe in una simile storia!? Ma non solo noi….penso oramai tutte le squadre. Non trovano acquirenti le prime squadre di serie A come possiamo trovarlo noi!? Sono pronto a scommettere e spero tanto di essere smentito, che il giorno in cui Preziosi uscirà dal calcio il Genoa tornerà ad essere quello che è stato dal dopoguerra a 15 anni fa. Ripeto, spero vivamente di sbagliarmi, ma è il pessimismo che si è impossessato dei genoani come me che hanno sempre ingoiato amaro e temono di tornare a quei tempi. Anzi ben venga chi porta un pò di ottimismo, ma noi 60 enni o quasi, calcisticamente parlando ne abbiamo viste troppe. BUON ANNO A TUTTI I GENOANI DEL GRIFHOUSE e sempre forza Grifone!!!!

  11. Enzo says:

    Saluti a tutti, io scrivo solo due cose.
    A me rattrista sentire dire che gli unici due giocatori buoni verranno ceduti “solo” a giugno.
    una volta si ripartiva dai buoni per migliorare, mah!
    Sono genoano da 50 anni ma non avrei mai pensato di cominciare a stancarmi “del solito Genoa”, sopratutto in serie A. mai una soddisfazione.
    Comunque buon anno a tutti.

  12. robertogrifo says:

    Certo che escludere Sandro e Veloso dalla formazione iniziale è stato un bel messaggio per la società.
    La partita poi ha evidenziato le altre pecche che questa squadra si porta dietro fin dall’inizio.
    Trovo anch’io molto triste che a noi tifosi ci tocchi rallegrarci del fatto che i migliori non vengano ceduti già a gennaio, consapevoli però della loro partenza a giugno. È davvero deprimente e umiliante.
    Buon anno a tutti.

  13. Finnrico says:

    Caro Giovanni e cari amici genoani (falchi e colombe),

    un caloroso augurio di un 2019 se non ricco di successi – come suonano certi ipocriti comunicati stampa – almeno sereno e con qualche extrasistole in meno.

    Il genoano (probabilmente) più settentrionale del globo.

  14. albion says:

    Aspetto con curiosità le vicende del mercato di riparazione. In fondo è quello che interessa di più rispetto al campionato che il Genoa deve fare nel girone di ritorno. Le vicende societarie hanno stufato, si scrivono sempre le stesse cose. Tanto quando Preziosi deciderà di cedere la società lo farà indipendentemente dai “Preziosi vattene” che leggo ripetutamente qui. Per me può cedere chi vuole anche il magazziniere, purchè chi riesce a comprare in alternativa sia utile alla causa, ovvero il mantenimento della categoria.

  15. Bruno says:

    Poichè i problemi del nostro Genoa sono ormai noti mi auguro che i Professionisti del mercato abbiano già concluso gli acquisti da tempo. Oltre ad essere sinonimo di serietà, questo permetterebbe al nuovo allenatore di lavorare in ritiro con l’organico completo.
    Felice Anno

  16. paolo says:

    Sono d’accordo con tutti coloro che hanno scritto che è deprimente e umiliante il solo pensiero di essere soddisfatti soltanto perché i pochi buoni non sono stati ceduti a gennaio, ma lo verranno sicuramente a giugno.
    Non è così che si costruisce una squadra e, soprattutto, un ciclo, come va cianciando il grand’uomo da quando ha assunto Prandelli.
    Se una squadra vuole essere considerata tale e vuole ambire a stare permanentemente nella parte sinistra della classifica, magari con qualche incursione in zona Europa League, deve essere costruita sulle certezze che già ha. Quindi i giocatori che garantiscono un rendimento costante e di livello vanno tenuti, mentre quelli che non sono all’altezza vanno ceduti al prezzo migliore possibile.
    Poi si cercano altri giocatori sul mercato che possano rispondere alle esigenze dell’allenatore e, così, costruire un gruppo solido, affidabile e affiatato che garantisca un gioco piacevole e costellato di risultati soddisfacenti per società e, soprattutto, tifosi.
    Ma questa è la teoria. Purtroppo la triste realtà è un’altra e la conosciamo molto bene tutti quanti, dato che la viviamo sulla nostra pelle da diversi anni.
    Quindi, rassegniamoci a vedere la solita girandola di giocatori che vanno e vengono e speriamo che chi arriverà sia all’altezza della situazione e migliori il tasso tecnico di una squadra che, francamente, ha dimostrato una pochezza disarmante.
    Sono pienamente d’accordo con chi ha scritto che se questo è il Genoa, vista la posizione che occupa in classifica, possiamo ben renderci conto della scarsa qualità del campionato italiano.
    Infatti, a parte la Juventus e, in parte, il Napoli e l’Atalanta del Gasp (che gioca veramente bene), il resto è mediocrità.
    Rispondo a Marco Rossi che Spolli è nella lista dei partenti. L’ho letto qualche giorno fa in una rassegna stampa riguardante il Genoa. A quanto pare non ha convinto nessuno dei 3 allenatori di questo sciagurato anno, ma potrebbero esserci altri motivi che non conosciamo.
    Peccato, perché è stato uno dei principali artefici della salvezza dello scorso anno.
    Lasciatemi, infine, rispondere ancora a Bruno.
    Ciò che hai scritto non fa una piega ed è condivisibilissimo.
    E’ vero che non c’è nessun potente che vuole prendere il Genoa e che in città non ci sono imprenditori che vogliano acquistare la società.
    E’ altrettanto vero che al giorno d’oggi chi decide di entrare nel mondo del calcio comprando una squadra o è un pazzo o è un incosciente.
    Però, caro Bruno, ti sei mai chiesto perché nessuno si presenta da Preziosi con un’offerta seria per rilevare la società?
    Hai visto l’esito della famosa due diligence ordinata dal joker a Deloitte (sempre che sia stata fatta)?
    Purtroppo la verità la conosciamo tutti, anche se nessuno che è all’interno del Genoa lo dice chiaramente.
    C’è una montagna di debiti da saldare e chiunque si presenti, oltre al malloppo da consegnare al joker, deve accollarsi svariate decine di milioni di debiti (sperando che siano solo decine).
    Ora, se Preziosi dovesse veramente fare una buona campagna acquisti in questo mese, trattenendo i pezzi buoni, facendone così crescere la valutazione fino al mercato estivo, allora avrà buone probabilità di realizzare plusvalenze molto cospicue che consentirebbero di ridurre in modo consistente il monte debiti, oltre a consentire alla società di sostenere un mercato estivo di un certo livello.
    Ma anche questa è solo teoria, perché sappiamo tutti quanti che lui non ha intenzione di cedere il Genoa, perché è una vacca da mungere in favore della Fingiochi e che gli serve per portare di nascosto all’estero i capitali che accumula (come fanno e hanno sempre fatto tutti i presidenti di serie A, che sono anche dei grandi evasori fiscali).
    Finché potrà trarne vantaggio non mollerà la presa.
    Chi c’era prima, dal dopoguerra ad oggi, ha fatto peggio di lui? D’accordissimo, ma, come ho scritto, ha fatto il suo tempo ed è ora che cerchi seriamente un acquirente cui stiano a cuore le sorti del Grifone. Siamo stufi delle valigette, delle retrocessioni in C dalla A per illecito sportivo, delle balle che ha raccontato sempre ai tifosi, del fatto che prima porti la squadra in Europa League e poi dichiari pubblicamente che il Genoa non è squadra che può ambire ai piani alti della classifica, ma solo cercare di barcamenarsi intorno al centroclassifica, con conseguente inizio delle vendite (spesso svendite) dei giocatori migliori sempre agli stessi (Juve, Milan, Napoli, ecc.) incamerando le famose plusvalenze che, però, non hanno evitato l’umiliazione della mancata licenza Uefa a vantaggio dei cugini e la conseguente fuga dell’unico allenatore che, Bagnoli a parte, ha fatto veramente vedere un gran bel calcio in quel di Marassi.
    Quando questo accadrà non lo so e non lo posso sapere. So solo che se arriverà qualcuno che arma forte ed è seriamente intenzionato, allora assisteremo a quella svolta positiva che auspichiamo da sempre, liberandoci definitivamente di un figuro losco e bugiardo.
    Sono un povero illuso? Può darsi, ma credo di essere in buona compagnia e, comunque, la speranza è sempre l’ultima a morire.
    Certo, come si suol dire, al peggio non c’è mai fine, ma credo che chiunque verrà al suo posto, dopo tutto quello che avrà dovuto sborsare per l’acquisto, non sarà disposto a fare la parte del comprimario in campionato.
    Intanto vediamo cosa succederà sul mercato di riparazione e speriamo di assistere ad un girone di ritorno meno sofferto rispetto a quello appena conclusosi.
    Ancora buon anno a tutti.
    Forza vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!

  17. alberto says:

    D accordo con te Albion..una noia sentir parlare sempre di vicende societarie..nn aspettiamoci grossi investimenti..cosa nota..sufficienti x me un paio di innesti pronti e sani..che si ragioni bene sulla rosa attuale perchè nn tutto è da buttare. Vero..ci sono giocatori che nn hanno reso secondo le aspettative perchè, x me, faticano in ruoli nn consoni..vedi Romulo x me buon giocatore ma che nn può fare tutta la fascia,.. è mezzala..un incursore..doppione dello svedese..o Criscito nella 3..gli ospiti hanno Ekdal davanti alla difesa..un mestierante che fa bene il suo perchè inserito in una squadra che cmq ha un’identità precisa eal momento gira x il meglio..a noi manca proprio quella.. un identità..magari basta poco x ottenerla..Prandelli, x me che x fortuna nn sono allenatore, dovrà lavorare su quello. Alberto

  18. paolo says:

    Ho letto tre ore fa su Gazzetta.it che sarebbe fatta per Barreca (prestito dal Monaco ormai ai dettagli) e per Sturaro (anche qui da definire i termini con la Juve).
    Inoltre il Genoa viene dato per favorito nella corsa a Montolivo e Bertolacci, anche se ci sono da affrontare i nodi pesantissimi degli ingaggi.
    Si parla anche di una possibile cessione di Sandro in Cina (magari!).
    La Gazzetta riporta pure (purtroppo) la notizia di un’asta in corso tra Juve e Inter per Romero (valutazione intorno ai 20 – 25 milioni).
    Visto? E’ cominciata la solita girandola già prima dell’apertura ufficiale del mercato.
    Mah! Barreca non ha praticamente mai giocato nel Monaco; Sturaro è infortunato e, forse, tornerà in campo fra un paio di mesi. Montolivo e Bertolacci sono stati praticamente messi fuori rosa da Gattuso e cercano un rilancio dopo un lungo periodo in costante discesa.
    Se questi sono gli acquisti che hanno in programma siamo a posto. Tutti punti interrogativi grossi come case.
    Tra l’altro Montolivo e Bertolacci pretendono ingaggi quasi da top player, come se fossero ancora ai tempi d’oro.
    Che pensino, piuttosto, a dar via Lapadula e qualche altro giocatore ai margini cercando di incassare il più possibile. Ridurrebbero così anche il monte ingaggi.
    Il joker pensa sempre di scommettere su qualcuno da rigenerare.
    Gli è andata bene con Thiago Motta e Perotti, ma non è sempre domenica.
    Deve cercare gente giovane, sana, che corre dal primo al novantesimo e che ha fame.
    I cavalli di ritorno raramente funzionano.
    E speriamo che resista alla tentazione di vendere Romero per cominciare a fare plusvalenze, ma aprendo così un buco enorme in difesa.
    Fossi in Prandelli starei parecchio in campana, perché quello li prima ti dice una cosa e poi fa tutto il contrario mettendoti di fronte al fatto compiuto.
    Vedremo a fine gennaio, quando si potranno tirare le somme.
    Sempre Forza Vecchio Balordo.
    E sempre più PREZIOSI VATTENEEEEEE!!!!!!!!!!!!!

    • Finnrico says:

      Secondo me la prima questione da chiarire è quella del modulo.

      Se si giocasse con la difesa a 4 e con Criscito terzino sinistro, al massimo servirebbe una buona riserva in quella zona e sarebbe assurdo prendere uno che ha bisogno di giocare con continuità (Barreca o chi per lui).
      Viceversa, servirebbe come il pane un centrale esperto e affidabile (e probabilmente anche cedere contestualmente Spolli, Zukanovic e qualcun altro).
      Inoltre mi chiedo dove potrebbe giocare Biraschi, che mi pare dia il meglio di sé nella difesa a 3.

      Se Prandelli punta sul 4-3-3, Hiljemark e Romulo si escludono a vicenda e Sturaro rappresenterebbe solo un’alternativa in più. Ci vuole piuttosto un perno centrale e/o una mezzala mancina di quantità.

      Bertolacci e mi pare anche Montolivo sono in scadenza di contratto, non penso proprio che il presidente voglia spendere un centesimo per acquisire il loro cartellino, non a caso si vocifera di scambi con questo o quello. Comunque io Bertolacci lo rivedrei volentieri con la nostra maglia.
      Machin sarà anche bravo (lo conosco poco), ma non credo che possa risolvere niente in questo momento, se deve arrivare spero che arrivi a giugno.

      Continuo infine ad essere molto dispiaciuto per Medeiros, che secondo me dopo Pandev è l’attaccante più tecnico e con maggiore inventiva. Come mezzapunta si è smarrito: perché non riproporlo nel suo ruolo originario di ala destra?

  19. PREVIATI STEFANO says:

    Perdonatemi, ma con la montagna di plusvalenze fatte negli scorsi anni se si ha anche una montagna di debiti ci sono molte cose che non quadrano, ma non si capisce bene perche’ sono ignote ai piu’ ….. ora leggo di “tesoretto” da 75 milioni ….. andra’ poi tutto nel solito buco nero ? Cosi se tutto andra’ benino prossima stagione si sbagliera’ ancora il mercato estivo ( come da alcuni anni a questa parte ) e quindi vai di riparazione di Gennaio ….. :0((
    Ma che cavolo di modo e’ di gestire una squadra ? Tutto sembra fatto apposta per far
    imbufalire i tifosi ….

  20. bruno says:

    Buonasera a tutti….certo che me lo sono chiesto tempo fa perchè nessuno di serio si presenta mai fare una proposta altrettanto seria a Preziosi così come me lo sono chiesto con almeno 5 o 6 presidenti prima di Preziosi! Ma quale risposta meglio della tua ci può essere! Di pazzi nell imprenditoria seri e con tanti soldi che gli venga in mente la folle idea di buttarsi nel calcio nn ce ne sono!!! Se ne stanno bene alla larga….soprattutto i genovesi ma soprattutto quelli che si professano genoani che credo si facciano sentire solo per ritirare i loro abbonamenti omaggio che la società regala a loro….m

  21. bruno says:

    La m mi è scappata….sorry….

  22. bruno says:

    Un ultima cosa….come mai si guarda solo il tesoretto del Genoa e mai quello della sampdoria? Eppure è una delle squadre che negli ultimi 10 anni ha venduto e fatto plusvalenze forse superiori alle nostre! Vedi eder schik zaza soriano torreira skriniar e la lista sarebbe lunghissima….

  23. paolo says:

    Caro Bruno, per darci una risposta sul fatto che non ci siano imprenditori genovesi (o anche liguri) disposti a rilevare il Genoa, basta vedere cosa sta succedendo con Carige.
    Nemmeno una potenza come Malacalza riesce a risollevare la banca dal baratro in cui è caduta, anche grazie alla montagna di soldi regalata a Preziosi.
    Figurati, quindi, se c’è qualcuno disposto a rischiare i propri soldi nel Genoa, sapendo, tra l’altro, di avere a che fare con una lenza come lui.
    Quindi, mi sa che dovremo rassegnarci per un bel po’ a tenercelo, finché non verranno tempi migliori ed arriverà qualcuno con veramente tanti soldi e matto da legare che deciderà di fare questa scommessa, perché di scommessa vera e propria si tratta, e al buio.
    Quanto alle plusvalenze dei cari cugini, non se ne parla, per 2 motivi, sostanzialmente.
    Il primo è che i giocatori, quando decidono di venderli, li danno via non per un tozzo di pane e sempre a condizioni favorevoli per i soliti “amici” ( vedi i vari regali fatti a Galliani nel corso degli anni e, ultimamente, la cessione di Perin alla Juve, a rate e per soli 15 milioni ).
    Il secondo è che la Samp, quando decide di vendere, si fa pagare profumatamente e non molla. Se vuoi un suo giocatore devi pagare quello che chiedono, altrimenti non lo cedono.
    Da noi, invece, si fanno subito avanti quando vedono qualcuno buono, perché sanno che il joker è sempre affamato di soldi e con lui si possono fare buoni affari, magari rifilandogli qualche ciofeca come contropartita tecnica.
    Perinetti e Donatelli continuano a rilasciare interviste alle varie radio presenti sul territorio nazionale in cui dicono che Piatek, Kuamè e Romero non si muoveranno fino a giugno.
    Peccato che il loro padrone stia già trattando con De Laurentiis per Kuamé. Ho letto su Pianeta Genoa che il Napoli avrebbe già offerto 25 milioni + bonus e l’intesa di lasciarlo da noi fino a giugno.
    Pare che Preziosi voglia di più.
    La Juve s’è fatta sotto per Romero offrendo il cartellino di Sturaro ( infortunato non si sa per quanto ) + conguaglio in denaro. Su Piatek per ora tutto tace, ma scommetto che tra poco arriverà qualche grosso club straniero con un’offerta che farà sicuramente vacillare il joker. E li vedremo quanto sarà stato sincero.
    I nomi in entrata li conosciamo. Vedremo cosa riusciranno a quagliare.
    Una cosa è certa: Lapadula ha mercato solo in B. In A nessuno lo vuole e questo è un altro bel regalo del suo grande amico Galliani.
    Quindi, tirando le somme, come possiamo sperare di risollevarci e tornare stabilmente dalla parte sinistra della classifica finché avremo un presidente e dei dirigenti servili come quelli attuali?
    E’ per questo che dobbiamo continuare a contestarlo, a chiedergli di tirare fuori i risultati della due diligence fatta da Deloitte (se è stata fatta) per sapere la reale situazione debitoria della società e di dare seriamente seguito a ciò che ha detto fino ad oggi, ma non ha mantenuto.
    Pertanto, caro Bruno, abbi pazienza, ma dovrai rassegnarti a leggere sempre nei miei post le solite 2 frasi finali:
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEE!!!!!!!
    Buon weekend.

  24. bruno says:

    Buonasera a tutti….ecco più o meno le loro cessioni negli ultimi anni…Schick, Muriel, Skriniar, Eder, Duncan, Zaza, Soriano, Torreira, Correa, Mustafi, Gabbiadini, Obiang, Okaka, Castellini, Biabiany, Poli, Zieglier…..a me non sembra poco, altro che tesoretto! Eppure non se ne parla mai….

    • PREVIATI STEFANO says:

      Mi pare tu non capisca il senso …. se si parla di tesoretto Genoa intendo che se e’ reale almeno una parte si usi per prendere giocatori utili, non palle al piede alla Lapadula.
      Dall’ altra parte , per esempio, per sostituire il regista uruguaiano hanno preso lo svedese, e mi pare che nessuno rimarchi tutte le domeniche la mancanza di Torreira.
      Qui mi pare che la Societa’ si comporti, per colpa o dolo, diversamente .

    • Asa says:

      Le realtà come la ns la samp atalanta udinese chievo ecc. Ecc. Sono costrette a vendere i migliori pezzi ma la differenza sta nel cosa ci fai con i soldi ricavati. Con che logica vendi sostituendo in quei ruoli con giovani promettenti e non ex calciatori prossimi alla pensione o rotti o fasulli o di altro ruolo ecc ecc.
      Adesso prenderemo sturaro altro rotto e negli ultimi 3 anni ha giocato dieci partite. Quello del monaco ultimo in classifica che faceva addirittura panchina e poi altri due pensionati come bertolacci che ha giocato solo sei mesi con gasperini e montolivo che sono anni e anni che siede in panca. Inoltre prendiamo loro e…. i loro ingaggi….

  25. luca de rossi says:

    Ciao Giovanni,
    auguri a te e a tutti i genoani di buon anno.
    Cosi fan tutte….. è il titolo di un opera di Mozart, spesso ciò è citato dai Preziosiani per giustificare il mercato compulsivo del Proprietario, purtroppo si ci dimentica o si fa finta pro domo propria di guardare al della propria convenienza.
    Citiamo a caso….. Udinese stessa politica del Grifone, ma con i soldi incassati rifatto stadio ora di proprietà e rifatto centro sportivo ora al top, Atalanta comprato stadio e in rifacimento e ulteriormente migliorato il centro di Zingonia (tra i migliori in Europa), la stessa Sampdoria, fatevi un giro verso San Bernardo e guardate dall alto il centro sportivo loro, poi andate sulle alture di Multedo e guardate il Signorini…… Basterà ciò per capire molte cose sul perchè “Cosi fan tutte,,,,” non è la stessa cosa per tutti…….
    Molti scrivono ci tiene in serie A…… Certo ma scusate con un livello così basso dei campionati di A e di B, ci vorrebbe veramente un fenomeno al contrario per non stare nel massimo campionato…..

  26. PREVIATI STEFANO says:

    Magari perche’ , in qualche modo, hanno un progetto, per quanto minimo, che Preziosi proprio non ha nemmeno per idea di imbastire, solo mercato mercato mercato … tipo oggi sulla quasi sicura cessione di Kouame’ al Napoli ( si spera a Giugno , almeno ….. ) .

  27. Asa says:

    Kouame venduto ora x giugno…. e la gente riempe lo stadio x gridare forza genoa…. mah!

  28. alberto says:

    Nonostante siamo della stessa era geologica con Bruno proprio non abbiamo nessuna idea in comune. Riassumo le ultime:
    - Gasperini non è Ancellotti, per qualche motivo credo non tecnico, ma Ancellotti non verrebbe neanche un giorno da Preziosi, Gasperini ci sarebbe rimasto a lungo;
    - Con Gasperini solo bel gioco e risultati, senza molta ma molta fatica;
    - Spinelli naviga molto in C e B ATTUALI;
    - Nube è conseguenza di Scerni (ed è l’unico che si è rovinato x il Genoa), Scerni è conseguenza del “dopo di me il diluvio” di Spinelli;
    - condivido luca de rossi e aggiungo neanche Mantovani era riuscito, con uno squadrone, ad umiliarci tante volte nel derby quanto Ferrero.
    P:S: Dopo aver venduto tutti i buoni ora con effetto giugno, si sa già che daranno l’anima per non rompersi niente e la società spingerà per mettere in vetrina gli altri, sarà in grado di togliersi dalla mia vista per sempre? Certo che no.

  29. bruno says:

    Paolo…per me un piacere chiaccherare con te di Grifo….come del resto con tutti. Grazie a Giovanni questo è un bellissimo passatempo. Altro che rassegnarmi! Anche se su tante cose nn concordiamo però il fine è sempre il bene del nostro Genoa. Inoltre tu come molti altri sei molto ben informato competente e di belle e brutte storie col Grifo come me ne hai vissuto.

  30. bruno says:

    Buonasera a tutti…rispondo a Previati Stefano…con tutto il rispetto io non intendevo ciò che hai detto tu, bensì notizie che appaiono su giornali e tv. A me pare che non venda solo il Genoa, ma tutte le squadre appartenenti alla nostra fascia ed anche superiori. Nel calcio attuale e soprattutto in Italia non credo si possa tenere una squadra di calcio senza vendere i pezzi pregiati. Ho capito che pare le altre vendano meglio, ma dato che alla fine contano i risultati e i piazzamenti in classifica, non vedo appunto grandi differenze tra noi e le squadre della nostra fascia. Non ho compreso molto bene invece e me ne scuso il discorso di Alberto……ma Ancellotti ha allenato le squadre più forti d’europa ed ha vinto tutto, lo credo bene che non verrebbe da Preziosi ma non credo andrebbe in qualsiasi squadra che non fosse di livello europeo. Gasperini quando è stato richiamato non mi sembra stesse facendo grandi cose. Inoltre se sulla nostra panchina ci si è seduto ora Cesare Prandelli che mi sembra abbia un curriculum ben superiore a Gasperini, significherà ben qualcosa. Prima di riassumere è forse meglio leggere più attentamente.Per quanto riguarda Ferrero, ma sappiamo benissimo quanto conti lui, ci ha umiliato non quanto abbiamo umiliato noi la samp da Milito in poi per ben 5 volte. E comunque essendo appunto come dici tu nella stessa era geologica, io non vedo questa gran differenza di idee, tutti vorremmo il bene del Genoa, c è chi dice via Preziosi a prescindere e invece chi come me pensa che senza un alternativa valida sarebbe una tragedia….calcistica, si intende!

  31. alberto says:

    Bruno, ma quale squadra di calcio italiana è passata di proprietà con un esborso di soldi superiore ai suoi debiti? Quale con i suoi debiti in aggiunta? Cosa significa proposta seria? A chi rende conto Preziosi delle proposte che gli fanno? Quanti sono i debiti del Genoa? In che modo si sono creati?
    Finchè sarà permesso alla Juve di ammazzare il campionato a novembre in cambio di un calcio gestito da Lotito, Preziosi e C…

  32. Paolo says:

    Anche per me Bruno è un piacere dialogare con te e con tutti i Genoani che scrivono sul blog di Giovanni (grazie per quest’opportunita’). Mi distende un po’ scrivere in una pausa dal lavoro. Comunque andiamoci piano con i complimenti reciproci, perché poi qualcuno finirà per prenderci in giro. Ormai Kuame’ è andato. Resterà fino a giugno e poi via, verso Napoli. Sarà così anche per Romero. Ma chi arriverà? I nomi che girano non sono rassicuranti o sono solo chimere. Speriamo che stavolta le plusvalenze restino nel Genoa e non finiscano in Fingiochi. Se le usasse per fare il centro di Cogoleto sarebbe già una gran cosa.

  33. Paolo says:

    Spero che quando arriverà il momento di vendere Piatek, il joker decida di far partire l’asta tra i top club stranieri, che hanno grosse disponibilità e non sono stitici come quelli italiani. Se il pistolero si batterà con CR7 per la classifica cannonieri fino a maggio allora la quotazione dovrà partire da almeno 80 mln. Se a fine gennaio incasserà tra i 40 e i 50 mln e a giugno ne farà 80-100 (non dimentichiamo che ci sono altri giocatori da dare via e qualcosa frutteranno), allora potrà sistemare il bilancio e fare una campagna acquisti estiva di buon livello, oltre ad avviare i lavori per il nuovo centro sportivo, di cui c’è un gran bisogno.

  34. Paolo says:

    Ma con quell’uomo lì non c’è da fidarsi. È capace di qualsiasi cosa. Se è furbo, sapendo bene che a Genova non lo vuole più nessuno, dovrà fare in modo di allestire adesso una squadra in grado di fare un girone di ritorno che porti ad una salvezza tranquilla. Poi, se saprà vendere bene e deciderà di sistemare i conti una volta per tutte, allora, forse, si farà avanti, finalmente, qualcuno che abbia intenzioni serie e decida di mettere su un progetto ambizioso per una squadra ed una piazza che meritano ben altro rispetto al vegetare tra centro e fondo classifica di questi ultimi anni.
    Forza Vecchio Balordo. PREZIOSI VATTENEEEEEEEE!!!!!!

  35. PREVIATI STEFANO says:

    Senza dimenticare la “bella figura” dell’ essere sbattuti fuori dalla Sciorba perche’ non si pagavano le rate di affitto …… complimentoni ….

  36. paolo says:

    Vedo che non c’è identità di vedute e questo ci sta, altrimenti sarebbe una noia mortale.
    Tuttavia, bisogna prendere atto che la situazione è quella che è e che, purtroppo, noi non possiamo influire sulle decisioni del joker, il quale continua a fare il bello e il cattivo tempo e lo farà chissà ancora per quanto.
    L’ho già scritto altre volte. L’unico modo per fargli veramente male è colpirlo nel portafoglio.
    Per quest’anno, purtroppo, non si può fare più nulla, ma se a giugno sarà ancora lui il presidente ( e lo sarà, ahimè ), bisognerà mandare deserta la campagna abbonamenti e fargli trovare lo stadio vuoto. Inoltre nessuno dovrà seguire la squadra nel ritiro estivo in Austria né seguire le amichevoli.
    Quando vedrà venire meno gli introiti provenienti dai tifosi, allora, forse, prenderà coscienza del fatto che il Popolo Rossoblù ha finito completamente la pazienza e che sarà meglio per lui togliere le tende. E in fretta.
    Ciò che le società temono più di ogni altra cosa è l’abbandono da parte dei tifosi, perché sanno che una situazione del genere porterà sicuramente danni economici assai rilevanti, soprattutto a chi ci ha messo i soldi.
    E’ inutile inveire contro Preziosi se poi si continua a foraggiarlo andando allo stadio tutte le domeniche, seguendo la squadra in trasferta, comprando i gadget e le magliette. Bisogna disertare anche gli allenamenti a porte aperte.
    Ve l’immaginate cosa succederebbe nello spogliatoio quando i giocatori si rendono conto di non avere più i tifosi al seguito? Farebbero di tutto pur di andare via da un ambiente così ostile e lui vedrebbe sfumare le plusvalenze che gli stanno tanto a cuore.
    Se ne rendano conto i “malati” di Ferraris. Se vogliono liberarsi del joker non hanno altra possibilità se non quella di rinunciare all’abbonamento e a tutto ciò che può portare soldi nelle casse della società e, quindi, nelle tasche di Preziosi.
    Se, invece, faranno il contrario, allora è inutile che si lamentino e che contestino la presidenza, magari scrivendo striscioni idioti.
    Portando soldi nelle casse della società diventano complici di Preziosi.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!

  37. PREVIATI STEFANO says:

    Purtroppo dal punto di vista introiti per le societa’ di calcio quello derivante da abbonamenti e biglietti credo sia all’ ultimo posto …… per cui il tipo se ne farebbe un baffo se lo stadio fosse anche semivuoto …. certo non squadra e Mister.

  38. bruno says:

    Buongiorno a tutti….ok daccordissimo il Genoa ha un sacco di debiti ma già quest anno con il capitale giocatori che abbiamo se uno avesse voluto entrare nel calcio sarebbe stata una buona occasione per farlo. Certo nn uno che abbia i soldi contati bensì uno veramente importante. Ma io dico se non trovano dirigenti di livello società come inter milan roma cagliari fiorentina lazio…come possiamo illuderci di trovarli noi!? Oramai solo un pazzo potrebbe investire nel calcio. E cmq torno a ripetere…il Genoa moltissime volte avrebbe potuto essere acquistato x 4 soldi…ma NESSUNO di livello si è mai presentato! Solo per questo io nn mi sento di invitare il Prez ad andarsene…perchè SICURAMENTE arriverebbe di peggio.

  39. Asa says:

    Ma una sana contestazione lasciando lo stadio vuoto? La notizia farebbe il giro del mondo e la domenica dopo si ripete. Questo sarebbe amore x il genoa. Sacrificarsi e soffrire nel non vederlo dal vivo ma obbligare la società ad uma presa di responsabilità e dare al Genoa una speranza di vita. Qui stiamo in agonia da anni . Inoltre sarebbe per la stessa una pessima figura.

  40. Stefano 1971 says:

    Un plauso al mio omonimo previati stefano!!!! Ora io posso anche capire che una società medio bassa come la nostra debba fare le plusvalenze ma quando sento dire che la società ha difficoltà economiche beh allora c è parecchia puzza di bruciato!!! Perché kouame l hanno pagato 1,5 e lo vendono a 25 e piattek l hanno pagato forse 5 e lo venderanno a 50 ergo la società dovrebbe essere in stra attivo!!!! Secondo me tutti i soldi delle plusvalenze del genoa vanno a finire nella fabbrica di giocattoli se no è impossibile che il genoa sia in rosso!!!!!!

  41. Andrea says:

    PREZIOSI VATTENEEEEEEEE

  42. alberto says:

    Bruno nel tuo post del 28 dicembre u.s. :

    “Altra cosa qua si continua a parlare di Gasperini come fosse un grandissimo allenatore. La sua carriera parla abbastanza chiaro, i suoi unici successi sono stati 2 piazzamenti europei a bergamo ed idem a Genova. Ma vorrei far presente le rose giocatori che ha sempre avuto a disposizione al Genoa! Altro che galabinov o lapadula! Sicuramente ci ha fatto vedere del bel gioco, ma non è mai stato chiamato, Inter a parte dove peraltro ha fallito, in altri grossi club. Ne in Italia tantomeno all’estero. Quindi gratitudine nostra a questo allenatore, ma anche tanta gratitudine da parte sua al Genoa! Quando Preziosi l’ha richiamato stava avviandosi a fare la carriera di commentatore televisivo. E’ sicuramente da quello che ho sentito un maestro di calcio, ma probabilmente per problemi caratteriali, di comunicazione con i calciatori stessi, soprattutto quelli più famosi, non gli permettono probabilmente di fare un salto di qualità come i vari Sarri Conte ecc….pertanto io smetterei di parlare di lui come Dio in terra, diciamo che sono finiti i tempi di Milito Borriello Motta Gilardino Perotti Ansaldi e la lista è lunga. Col Genoa dell’anno scorso sono sicuro che con la sua mentalità saremmo retrocessi.”

    Eccoti lo spiegone. Se Gasperini fosse un grande allenatore (ex. Ancellotti) non sarebbe mai venuto la seconda volta al Genoa. Nello stesso tempo un grande allenatore (Ancellotti) non avrebbe avuto voglia di rimanere al Genoa per gli altri anni di contratto che Preziosi ha preferito strappare a caro prezzo. Poi l’Europa l’ha conquistata due volte nel Genoa, l’ultima poco prima di essere cacciato. Vediamo quando risuccederà!

    Per me la parola “scarso” è offensiva ma visto che l’ha usata lui; è forse la cosa che ritengo più condivisibile con Preziosi: se vuoi un allenatore che faccia giocare a calcio, Ballardini è scarso. Abbiamo visto il calcio più brutto d’Italia e visto lo stato del campionato italiano forse il più brutto dell’Europa che conta.
    Però un presidente che ha assunto centinaia di giocatori scegliendoli di persona, di questi il 75% hanno solo aperto una voragine nel bilancio societario, apparentemente vende malissimo quelli buoni, ha cacciato l’allenatore che gli faceva fare un figurone, non riesce a strutturare una società in modo moderno con tutte le figure professionali al loro posto, non si rende assolutamente conto dei suoi limiti, non ha apportato nessun valore strutturale alla società: per me è un presidente scarso.

  43. Asa says:

    Gasperini presidente!

  44. Finnrico says:

    Il mercato di gennaio inzia con bruttissime sensazioni.

    KOUAMÉ sembra già andato: troverà le motivazioni per continuare sulla stessa strada il girone di ritorno o tirerà i remi in barca facendo attenzione a non farsi male?

    Ora si favoleggia che per PIATEK si sia mosso addirittura il Real: prestito con diritto di riscatto, si capisce, per via del fair play finanziario (già). Solita storia, rimpinguiamo il bilancio con promesse di pagamento (ma chissà, magari i soldi, quelli veri, transitano altrove).

    ROMERO lo diamo via per uno rotto che starà fuori due mesi (e stiamo parlando di lesioni ai crociati, non di un’unghia incarnita!) più, forse, quattro fagioli secchi che serviranno a pagare gli ingaggi di quelli che restano.

    JANDREI, lo ripeto, l’ho visto in qualche filmato su youtube e mi lascia un po’ perplesso: ottimi riflessi sulla breve distanza, ma tecnicamente mi pare molto approssimativo. Magari Scarpi lo sgrezza un po’ (speriamo).

    Se va in porto, mi piace invece lo scambio Zukanovic-PEZZELLA. Zuka è stato un grande, ma quest’anno non ne aveva proprio. Pezzella non stava in cima alla mia lista dei desideri, ma può crescere.

  45. paolo says:

    Rispondo a Stefano 1971.
    E’ evidente che Preziosi ha usato e, forse, usa tuttora le plusvalenze che ottiene al Genoa per tappare i buchi della Giochi Preziosi.
    Del resto entrambe le società fanno parte di Fingiochi, per cui lui fa girare i soldi all’interno del gruppo come gli comoda.
    E’ successo anche il contrario, soprattutto nei primi anni.
    E che ne sappiamo se in realtà finiscono su qualche conto segreto in un paradiso fiscale? Chissà quanti presidenti di A e di B lo fanno!?
    Ora ha venduto Kuamè al Napoli per 25 mln.; Romero finirà alla Juve e non si sa ancora quanto verrà valutato, ma quel che è sicuro è che dal suo prezzo si dovranno scalare i soldi che serviranno per riprenderci Sturaro ( che è fermo da un sacco per problemi muscolari seri, secondo quanto ho avuto modo di leggere ).
    Piatek andrà via a giugno di sicuro. Il joker spera che, quantomeno, ripeta il girone d’andata, così il prezzo cresce a dismisura e potrà piazzare un colpo che fino ad oggi non s’era mai sognato.
    Alla fine avrà incassato più di 100 mln.
    Con così tanti soldi potrà ripianare un sacco di debiti e mettere in sicurezza la società, gettando anche le basi per un futuro più tranquillo.
    Ma la domanda vera è: LO FARA’?
    Non ci si può fidare di un individuo che ne ha combinate di cotte e di crude.
    E’ per questo che continuo a ripetere di non fargli più vedere un quattrino proveniente dalle tasche dei tifosi. Sono sicuramente meno dei diritti televisivi, ma non sono pochi e gli fanno comodo. Inoltre, il deserto totale intorno alla squadra indurrebbe i giocatori validi a cercarsi altri lidi più tranquilli e sicuri e questo gli farebbe perdere le plusvalenze.
    Allora, forse, capirebbe una volta per tutte che deve mollare la presa e vendere al meglio.
    Arriverà uno serio e col portafoglio gonfio? Non lo so, ma lo speriamo tutti. Arriverà uno peggio di lui che farà fallire il Genoa precipitandolo in D? Può darsi, ma toccato il fondo non si può far altro se non risalire e riacquistare una dignità, cosa che il joker ci ha fatto perdere in ogni sede, e chissà per quanto, gettandoci nel ridicolo.
    Prima se ne va, meglio è.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  46. alberto says:

    Leggo e scrivo raramente..e le poche volte che comincio a leggere mi stufo subito..La noia mortale è continuare a parlare di Preziosi,,un ossessione..sento e leggo peraltro di accuse pesantine..o si hanno notizie certe e si tirano fuori oppure meglio tacere…sennò sono accuse basate sul nulla..io di bilanci societari so niente, soprattutto se si movimentano decine e decine di milioni..vedo che tanti sono informatissimi..beati…Si dice che nn è capace a comprare e neppure a vendere..bene..allora mi chiedo: come fa ad arricchirsi con il calcio una sciagura simile? Saremmo tutti contenti se ci fosse qualcuno pronto a rilevare il Genoa…ma non è, al momento così..facciamocene una ragione. Un pò di autocritica mai? Perchè quando l’obiettivo era la parte sx della classifica li sentivo solo io i commenti “ma che noia!…ed erano magari gli stessi che nei lunghi periodi della B dicevano “in fondo nn si pretende granchè…una serie A tranquilla!”. Io guardo solo il campo..il resto nn mi interessa..e spero che prendano al più presto un difensore e un centrocampista affidabile proprio per una A tranquilla. Saluti. Alberto

  47. bruno says:

    Buonasera Alberto…hai riportato x intero ciò che io ho scritto…perché!? Io lo ricordo benissimo e chi lo ha letto penso anche. Ma il succo è….ho scritto qualcosa di nn vero su Gasperini!?…di sicuro piazzamenti in europa sarà difficile che li rivedremo…ma sarà difficile altresi che rivedremo dei giocatoti come Milito Thiago Motta Matteo Ferrari Criscito Bocchetti Rafiňa Papastatopulos e più avanti i vari Perotti Ansaldi Borriello Gilardino Palacio…e nn vorrei sbagliarmi ma gli allenatori che sono venuti dopo Gasperini hanno avuto ben altri giocatori….

  48. Massimiliano says:

    Buongiorno, 10 gennaio e non abbiamo ancora un esterno a sinistra….. c’è poco da dire….speriamo che quelle dietro non si rinforzino troppo.

  49. Massimiliano says:

    Scusate ma vi sembra normale che il primo incompetente al quale viene in mente di fare giocare alle 15.00 di lunedì pomeriggio venga assecondato? E le società?e i tifosi? Non meritano forse un minimo di rispetto? Dobbiamo sempre rimetterci tutti per 4 delinquenti?

  50. PREVIATI STEFANO says:

    Se il “calcio” fosse in Italia ancora una cosa seria, non ostaggio di quella c..zo di SKY e del suo voler dare partite ogni giorno della settimana ad ogni ora, non ci si sognerebbe MAI di fare giocare in un giorno lavorativo alle 15 una partita del genere …. se proprio si vuole una partita non ci si piazzi Genoa-Milan su……. e comunque BASTA ABBONAMENTI SKY, BASTA !!!
    Poi leggo del mercato, si vogliono sbolognare alcuni dei “fantastici colpi” del padrone del vapore ……. dovrebbe pagarseli di tasca propria gli ingaggi di certe “scamorze” che ha fatto passare per fior di giocatori, Sandro in primis ……. vedremo quanti milioni fara’ con la svendita dei migliori nei prossimi giorni/mesi …… e che fine faranno in seguito.

  51. paolo says:

    Chiedo scusa, ma perché noi che non abbiamo voce in capitolo nella conduzione della società e nella gestione diretta della squadra dovremmo fare autocritica?
    Siamo noi tifosi che abbiamo preso la famosa valigetta facendo finire il Genoa dalla A appena conquistata direttamente in C? Siamo noi che abbiamo sperperato un sacco di soldi per comprare giocatori che poi si sono dimostrati non all’altezza e con ingaggi stratosferici? Siamo noi che ci siamo giocati la licenza UEFA per la situazione debitoria pesantissima dopo aver conquistato sul campo l’Europa League? Vi ricordate quando intervistavano il joker chiedendogli se il Genoa stesse per andare in fallimento come il Parma?
    Siamo noi tifosi che buttiamo via i soldi in ingaggi di allenatori mediocri che riescono a spuntare contratti pluriennali e poi ci restano sul gobbo senza fare un beneamato piffero (vedi Del Neri e Juric, tanto per citarne 2)?
    Siamo noi tifosi che imponiamo il monte ingaggi ( giustissimo, per carità, perché è vergognoso pagare così tanto gente che in fondo tira solo dei calci ad un pallone), cerchiamo di risparmiare il più possibile sui prezzi di acquisto dei giocatori, perché i soldi in cassa sono pochi, e poi ci presentiamo con un’offerta per rilevare prima il Bari e poi l’Avellino?
    Allora i soldi da qualche parte stanno e lui lo sa bene.
    Questi sono fatti incontestabili e noti a tutti. E non parliamo poi del debito enorme che aveva con Carige, estinto solo perché la banca per rientrare e mettersi in cassa un po’ di cash gli ha fatto un congruo sconto. E speriamo che sia morta lì, perché se a qualche magistrato pungerà vaghezza di aprire un’indagine, non so come andrà a finire.
    Devo continuare?
    Aveva e ha avuto per le mani un vero e proprio tesoro e lo ha sperperato con operazioni di mercato sciagurate e vendite ai soliti amici che hanno impoverito tecnicamente la squadra. Ha fatto scappare l’unico allenatore che, checché ne pensi qualcuno, insieme a Bagnoli è stato il miglior allenatore che il Genoa abbia avuto nel dopoguerra e che ci ha fatto vedere un calcio che ci sogneremo per anni ed anni.
    Anche a me e a tanti altri piacerebbe guardare solo il campo, perché sappiamo che comunque la società è solida e sa fare bene i propri interessi, ma, purtroppo, non è così e non sarà così finché ci sarà lui. Se una società ha dei problemi, alla fine questi si riflettono sulla squadra e si finisce per vederlo sul campo.
    Quindi, mettiamoci in testa che i problemi vanno risolti a monte e non a valle e il problema del Genoa e dei suoi tifosi si chiama Preziosi.
    Come ho già scritto, prima se ne va e meglio è.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!

  52. alberto says:

    Caro Bruno, tranquillo che non ti ho copiato…la scuola l’ho finita da un pezzo e non ci sono pagelle …ribadisco che raramente scrivo e leggo…evidentemente la pensiamo allo stesso modo…d altra parte se si è ripetitivi da una parte si finisce per esprimere concetti opposti e simili fra loro anche dall altra..detto questo ricordo con piacere Gasperini..altro tormentone però.. per me capitolo chiuso..è palese che la bravura di un allenatore è legata alla qualità dei giocatori..poi certo un allenatore ci deve mettere del suo…deve dare un identità..quell’identità che manca ora…non so se x colpa degli allenatori o perchè la rosa è incompleta..probabilmente la seconda. Saluti

  53. Giuse says:

    Una volta abbiamo giocato Genoa Milan a porte chiuse per impedire l’arrivo dei tifosi del Milan..
    Questa volta in pratica il ministro super tifoso beffa la città di Genova con la trovata di una partita di lunedì alle 15.
    Dopo l’esclusine dalla serie B dell’Entella,la gestione della Var in Roma-Genoa , il gol negato a Piatek..
    Si vede quanto la Liguria e Genova vengano trattata con superficialità e disprezzo

    • Asa says:

      Prendersela con Salvini mi sembra da ottusi

      • giuse says:

        I veri ottusi sono coloro che non capiscono che per casi analoghi vengono usati pesi diversi.
        La soluzione più semplice (e quasi sempre usata ) era vietare la trasferta ai milanisti.

  54. alberto says:

    Venti anni fa a quest’ora so dov’ero. Ho trovato una scusa qualsiasi e sono uscito dal lavoro. Sono andato da solo e ho incontrato amiche senza darci appuntamento.
    Oggi sono un puntino in una foto in bianco e nero presa dall’alto di Piazza Carignano e ne sono orgoglioso.
    Forza Vecchio Balordo.

  55. Asa says:

    No la società Genoa non merita rispetto e in lega non alza la voce. I tifosi non contano nulla x nessuno specialmente per la società.

  56. Finnrico says:

    STURARO in prestito con diritto di riscatto a 10 milioni (fonte: Tuttosport).

    Ridicolo!!!!

    Praticamente lo ripagheremo rotto allo stesso prezzo al quale glielo abbiamo venduto sano.

    Complimenti alla dirigenza.

    • Asa says:

      No cosi con sturaro e quell’altro infortunato cronico di favilli Romero glielo diamo gratis….. altro favore alla juve e altro modo x non risanare il bilancio che conviene resti cosi com’è…. per diversi motovi…

  57. PREVIATI STEFANO says:

    Per chi ha voglia di farsi del “sangue marcio” sulla situazione societaria e sugli strani giri messi in moto del padrone, consiglio un articolo su Repubblica di oggi ( 12-01 ) con link a “Business Insider” dove si trovano delucidazione sulla situazione debiti con CA.RI.GE. ed altre chicche GiochiPrezionsi/Fingiochi …..

  58. paolo says:

    Ringrazio Stefano Previati per l’informazione. Ho letto gli articoli riguardanti tutti i mastruzzi fatti dal joker e devo dire che non hanno fatto altro che confermare quanto già si sapeva e che i giornali, soprattutto sportivi, dell’epoca avevano ampiamente riportato.
    E’ una lettura che consiglio vivamente a chi dice che noi tifosi dovremmo fare autocritica.
    Fino ad oggi è andato avanti a forza di magheggi contabili, facendo girare i soldi tra una società e l’altra del suo gruppo, facendo comparire plusvalenze sulla cui concretezza si nutrono seri dubbi.
    E poi c’è il Genoa, che tira avanti soltanto grazie alle vendite dei giocatori migliori, che un anno fa non solo registrava a bilancio una perdita di 11 mln., ma era addirittura sottocapitalizzato per un importo quasi identico. La vendita di Pellegri (25 mln.) ha consentito la ricapitalizzazione, così come quelle di Izzo (10 mln.), Perin (15 mln.) e Laxalt (18 mln.) hanno ridato ossigeno alle casse della società che, però, nonostante ciò, è sempre col fiato corto.
    E si capisce!! I soldi del Genoa vengono dirottati in Fingiochi per andare a finire nella Giochi Preziosi e poi rifare il giro.
    Ora si venderà Kuamè e Romero e a giugno Piatek, incassando molti più soldi di quelli che ha fatto negli ultimi 2 o 3 anni e vedrete che li farà sparire ancora una volta ed il povero Grifone sarà sempre in perdita e costretto a vendersi i pezzi migliori per poter sopravvivere.
    Ma si può continuare ad andare avanti così? Ecco perché si chiede a gran voce che se ne vada. Questo non reinvestirà mai nel Genoa per costruire una squadra che garantisca un campionato quantomeno tranquillo. Il Genoa per lui è la vera gallina dalle uova d’oro, da spolpare e da tenere sempre col bilancio in rosso, in modo da avere sempre la giustificazione per vendere i pezzi migliori, meglio se ai suoi cari “amici”, che ben conosciamo.
    Lo sappiamo tutti che nessuno di serio si è presentato per rilevarlo. Ma sappiamo anche che nessuno si presenterà finché ci sarà lui, perché chi ha veramente i soldi non è così stupido da farsi infinocchiare, rilevando una società piena di debiti da ripianare e pagando anche una congrua somma al joker a titolo di buonuscita.
    Purtroppo siamo in un cul de sac dal quale sarà molto difficile uscire. Solo una protesta seria, costante e feroce (ma non idiota e volgare), tale da rendergli la vita impossibile, potrà indurlo a cedere definitivamente e vendere la squadra al miglior offerente.
    E si deve cominciare subito, soprattutto boicottando tutto ciò che costituisce per lui un introito sicuro (abbonamenti, gadget, biglietti, ecc.).
    Altre armi non ne abbiamo. Se, invece, si è così malati da non riuscire a rinunciare ad andare allo stadio, allora sarà bene smetterla di lamentarsi e tenersi un presidente indegno e che prima o poi ci farà fare una brutta fine. E allora vedremo cos’avranno da dire i suoi “difensori ad oltranza”.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  59. Fabrydt says:

    Buongiorno a tutti,
    giusto Stefano, trovo strano sia stata fatta passare sotto silenzio la notizia a livello.
    Se si bastona Ferrero penso si debba bastonare anche il Joker.
    Nonostante tutto quello che ha fatto e continua a fare continua ad avere una nutrita schiera di proseliti…. beh che dire non vedo l’ora di rimpiangerlo purché si tolga dalle scatole.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  60. Stefano 1971 says:

    Scusate ma leggendo gli ultimi commenti (condivisibili x carità) si parla sempre degli anni passati ed invece credo ci sia da pensare al presente e parecchio se ci si vuole salvare….. X quello chiedevo lumi sulle condizioni di sturaro perché se abile arruolato checché se ne dica vista l attuale rosa è un fior fiore di giocatore x noi…… E anche su gasperini basta parlare del passato perché non serve a niente….. Tutti vogliamo che preziosi se ne vada ma x chi??? Questo nessuno lo dice….. Aspettiamo lo sceicco???? A genova???? Ma x favore……

  61. PREVIATI STEFANO says:

    Pare confermata la partita lunedi’ alle 15 ………… che schifo.

  62. bruno says:

    Buonasera Alberto….probabilmente non ci siamo capiti…nn ho detto che mi hai copiato!…ci mancherebbe…nn mi permetterei. Ma semplicemente che nn capivo perchè avevi riportato quello che avevo scritto. Tutto qua. Scusami per l incomprensone.

  63. bruno says:

    Buongiorno a tutti…ho dato un occhiata all articolo apparso sull inserto di repubblica di Genova. Sinceramente nn l ho nemmeno finito…un pò perché è lo stesso che ogni tanto appare, e poi sinceramente io leggo articoli sulla formazione che domenica scenderà in campo, sul calcomercato, insomma sul calcio giocato. Gli articoli riguardanti strani giri, debiti e ca.ri.ge. sinceramente nn mi interessano. Primo perchè fortunatamente nn li devo garantire io, secondo nn faccio il commercialista, e comunque sono decenni che ogni tanto appaiono quelle cose. Il Genoa resta comunque in serie A ed è la cosa che a me interessa di più. Io faccio il tifoso. Quando e se le cose cambieranno…in campo!..allora magari ne parlerò anch io. Punti di vista del tutto personali….

    • PREVIATI STEFANO says:

      Io sarei ben piu’ tranquillo se le cose “contabili” in Societa’ fossero limpide, invece ne siamo ben distanti …….. bonifici, giroconti, aumenti di capitale, societa’ inglobate in altre, insomma un bel ( per modo di dire ) guazzabuglio in cui poco si capisce …. solo chi lo mette in piedi lo sa , i tifosi ovviamente meno di tutti . Poi se si vuol girare la testa dall’ altra parte liberi di farlo …….. se ne vedono i risultati.

    • salve
      tra Preziosi e repubblica non so chi mi faccia più innervosire; uno, il solito contamusse, gli altri, lasciamo stare che è meglio … manco buono per accendere la cucina economica …
      Su Genoa-Milan alle 15.00 di lunedì ? che genialata, che provvedimento colmo di buon senso e lungimirante … mi domando: perchè allora, non alle 7.30 del mattino ?
      Io son fiero di essere italiano ma se persistono i tre di cui sopra mi sa che do retta ad un mio amico e me ne vado in Russia (tanto non patisco il freddo ;-) )
      un saluto
      Piero e famiglia

  64. paolo says:

    Visto che non ci si può fidare di quello che dice il joker?
    Sta trattando con Leonardo la cessione immediata di Piatek con la formula del prestito oneroso con riscatto fissato a 40 mln.
    Meno male che doveva restare fino a giugno!
    Pare, come da voci che girano a Milano, che faccia da intermediario il suo grande amico Galliani, noto per “aver fatto sempre gli interessi” del Genoa a favore del Milan.
    Pare anche che Leonardo, per abbassare il cash, voglia dare in cambio i cartellini di Laxalt, Bertolacci e Montolivo, che messi insieme non arrivano a 20 mln.
    Fantastico! Diamo via il pezzo migliore a gennaio prendendo in cambio 3 pacchi e quattro soldi. E non basta.
    Pare che per sostituire il pistolero stia pensando a Balotelli.
    Di bene in meglio! Via un sicuro top player, serio e disciplinato, e dentro un ex campione in erba, imbolsito e notorio piantagrane, che costa un sacco d’ingaggio e che porterebbe soltanto lo scompiglio all’interno dello spogliatoio.
    Il tutto, però, solo se Higuain va al Chelsea.
    Bene. Spero tanto che gli inglesi non prendano Higuain, così salta tutto e il joker e i suoi grandi amici milanisti se la prendono nel secchio.
    Se dovesse andare in porto, invece, prepariamoci ad un girone di ritorno da incubo, con vista sulla B.
    Non capisco perché Prandelli non abbia posto subito il veto. Fossi in lui mi rifiuterei di allenare uno come Balotelli.
    Non ci resta che sperare nel naufragio della trattativa.
    E voglio vedere se ci sarà ancora qualcuno che avrà il coraggio di spendere ancora una parola in favore di Preziosi.
    Che tristezza!
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Paolo says:

      Prandelli se non sbagli quando allenava la nazionale lo convocava Ballottelli.
      Comunque sono d’accordo che vendendo Piantek e non avendo ancora acquistato nessun titolare di rinforzo, servono almeno un difensore centrale ed un centrocampista centrale, si rischia di brutto, giocano col fuoco…
      Sono molto preoccupato, molto.
      Un abbraccio, Paolo

  65. Massimo says:

    Purtroppo dalle notizie di oggi pare che Paolo abbia totalmente ragione. Non ho più parole…

  66. alberto says:

    Alberto e Bruno, c’è un errore di fondo. Gli Alberti sono due. Credo di essere iscritto a questa chat da una decina d’anni ma scrivo molto raramente e quindi, quando ho scoperto del mio doppio, mi sono posto il problema di cambiare nic, ma va bene così. Io vorrei veder sparire Preziosi dalla mia vista anche domani, sarebbe un bel giorno, l’altro Alberto credo sia più sulle posizioni brunesche. Siamo riconoscibili dal testo.
    Comunque, visto che scrivo, Bruno mi sono prima assicurato che si potesse fare copia incolla, fatica zero.
    Sempre perchè sono qui a scrivere, non sono contro la cessione di Piatek a 40 o più. Ha giocato 10 partite dieci veramente eccezionali e nulla più. Deve dimostrare di essere un campione. Lo venderei anch’io. Sarei inc.. se fossi tifoso del Milan, lo scambio con Higuain è oggi improponibile, anche se fisicamente sembra appesantito.
    Io non capisco il vendere per vendere, cambiare per cambiare, giocatori e allenatori del livello massimo per il Genoa che non se ne andrebbero volontariamente. Un paio hanno giocato nel Toro per anni.L’ultimo che ricordo è Laxalt. Per motivi ai più sconosciuti Preziosi ed il Milan fanno passaggi di giocatori senza senso. Dopo tre anni di insistenza da parte del Nostro, Laxalt è passato al Milan per una cifra che ora, Lui, spenderà per il suo sostituto, non avendo la certezza che sarà all’altezza. E Laxalt non è da Milan come non era da Inter. E’ andato a guadagnare di più. Si ma Preziosi questa estate ha caricato a libro un tot di mezze pippe a cui deve pagare l’ingaggio.
    Non parlo di Mantovani, persino Ferrero riesce a fare meglio. E Ferrero è l’esempio più lampante per me dell’assurdità del fatto che i tifosi di una squadra di calcio non possano ricusare un presidente in nessun caso! Una società calcistica non produce scatolette di tonno sott’olio, produce emozioni e sentimenti. Da anni non guardo certi canali televisivi perchè non sopporto il loro proprietario, ma non posso fare altrettanto con il Genoa.

  67. Massimiliano says:

    I bambini usciranno da scuola prima, lo sciopero degli autobus revocato,gli spalti praticamente vuoti, arbitraggio che sarà sicuramente scandaloso….d’altronde visto che il Milan investe deve assicurarsi i 3 punti! E nessuno fa niente. Ma bloccare Marassi scendendo tutti per strada? Almeno essere padroni a casa nostra!

  68. PREVIATI STEFANO says:

    Perche’, dove aver sbandierato ai quattro venti “a Gennaio non si vende nessuno” appena c’ e’ sentore di palanche al “padrone” viene la bava alla bocca e si comincia a tentennare ?
    E’ cosi’ difficile, almeno UNA VOLTA dire “no , se ne riparla a fine campionato ” in maniera secca e decisa ?

  69. LAURA1962 says:

    Ciao Giovanni e buon pomeriggio a tutti.
    Hai qualche notizia in anteprima circa la possibilita’ che la partita venga riportata alle 21?
    Nella speranza di un ravvedimento attendo di vedere lo stesso trattamento che subiamo noi per tutte le altre partite considerate “a rischio”.
    Se sperano di debellare la violenza negli stadi con questi sistemi penso che non ne verranno mai a capo. Gli imbecilli e i violenti girano a tutte le ore del giorno e della notte.
    Non dovevano tutelare i tifosi tranquilli che vogliono andare allo stadio a godersi la partita? E questo sarebbe il sistema?
    Saluti rossoblu.

  70. alberto says:

    Io andrò “leggermente” controcorrente. E’ solo la mia personale opinione, ci mancherebbe , e non voglio offendere nessuno. Sento spesso dire che Preziosi ci tiene in serie A da più o meno anni. Appunto, questo è il merito? Salvarsi dalla retrocessione 1 volta su 2 perché ci sono almeno 3 squadre più scarse di noi ? A questo punto, qual è la differenza tra giocare in una categoria piuttosto che in un’altra? Vedere CR7 che corre sul prato malandato del Ferraris ? Per quanto mi riguarda, di vederlo non me ne frega assolutamente niente. Non credete che se il campionato fosse stato a 20 squadre anche Spinelli si sarebbe salvato e avrebbe fatto più anni consecutivi in serie A ? Io penso di sì, e 1 derby ogni tanto lo avevamo vinto anche allora, e la Juventus ogni tanto la battevamo anche allora. Quindi secondo me non dobbiamo avere paura dell’eventuale “dopo Preziosi”. Peggio di così non potrà andare, indipendentemente dalla categoria in cui giocheremo. FORZA GENOA SEMPRE E COMUNQUE.

  71. Jack Quinto says:

    Senza entrare nel merito delle varie cessioni (finchè non ci sono comunicazioni ufficiali non voglio fasciarmi la testa), rimango basito dal silenzio della società sull’anticipo della partita di Lunedì.
    Preziosi, Perinetti e Donatelli a turno non perdono giorno per commentare le possibili vendite dei nostri migliori; mai è stata proferita una singola parola su una scelta così scellerata e una mancanza di considerazione così grande verso noi tifosi.
    Stiamo finendo proprio male..

    • Giovanni Porcella says:

      E’ giusto aspettare, il mercato è starno anche se le trattative sono state intavolate e quindi questo depone che se c’è la possibilità Piatek si vende. Ma vediamo che succede

      • Jack Quinto says:

        giusto Giovanni, infatti il mercato è l’aspetto che meno influisce sulle mie considerazioni. i giocatori vanno e vengono; come li prende è lecito possa venderli (con mio grande dispiacere quando questi stanno diventando importanti per noi).
        ferisce la totale mancanza di considerazione verso una tifoseria che ha sempre dimostrato vicinanza e attaccamento. sembra davvero sia tutto fatto con il desiderio di allontanare la gente dal Genoa! magari parla la delusione, ma spesso a pensar male…non aver rilasciato mezza dichiarazione contro la sciagurata decisione di anticipare la partita alle 15.00 credo sia stata la classica goccia che ha fatto (o farà) strabordare il vaso.

  72. PREVIATI STEFANO says:

    Era sufficiente negare la trasferta ai milanisti e non provocare questo possibile casino lunedi’ prossimo …… ma gia’ , al Governo ci sono menti lucidissime, cosa ci si poteva aspettare ?

  73. paolo says:

    E c’è un’altra situazione che deve preoccuparci tutti, e parecchio.
    Non contento di vendere sempre e comunque appena gli è possibile, infischiandosene delle affermazioni contrarie fatte fino a quel momento, Preziosi è riuscito anche a farsi mettere sotto inchiesta dalla procura federale per le sciagurate dichiarazioni del post Roma – Genoa.
    Noi tutti abbiamo scritto in questo blog che è stata una porcata e che l’arbitro era in malafede, ma questo lo possiamo dire e scrivere noi che non siamo tesserati della FIGC.
    Invece lo ha detto lui e la società non ha fatto alcun comunicato di smentita, per cui è stata deferita per responsabilità diretta.
    Questo vuol dire che in caso di condanna – sicura, perché le sue dichiarazioni sono state riportate da tutti i giornali e c’è anche il sonoro – lui sarà inibito per chissà quanto, ma di questo non ci importa niente, perché a noi farebbe comodo che lo inibissero anche dall’occuparsi del mercato.
    Quello che preoccupa, invece, è che se viene riconosciuta la responsabilità diretta c’è il rischio concreto di una penalizzazione in classifica, per cui il Genoa verrebbe precipitato nella zona calda, con grande gioia delle squadre attualmente in lotta per non retrocedere.
    Quindi, oltre ai danni che ha provocato in passato e che continua a provocare comprando e vendendo come un forsennato, c’è il concreto rischio di vedere la squadra pesantemente penalizzata e, se va male, retrocessa in B a fine stagione.
    E ancora c’è qualcuno che ha il coraggio di difenderlo!
    Il problema non è l’anticipo alle 15 della partita di lunedì – frutto della solita uscita scriteriata di Salvini, guarda caso tifoso milanista – ma la permanenza alla guida del Genoa di un personaggio che ormai ha fatto il suo tempo e che è bene che tolga le tende il più velocemente possibile.
    Fallirà? Pazienza. Meglio ricominciare con dignità dalla D con gente seria e competente alla guida del club, che continuare a farsi del sangue marcio con questo disgraziato.
    Io che vivo a Milano sono stufo dei sorrisetti sarcastici dei milanisti che si leccano i baffi per essersi tolti Higuain, sostituito da Piatek. Siamo lo zimbello d’Italia per colpa sua, che continua a fare affari col suo amico Galliani, che lavora sempre per conto del “delinquente naturale” (così è stato classificato in una sentenza passata in giudicato), che continua a comandare il Milan da dietro le quinte.
    Forza e Coraggio Vecchio Balordo.
    PREZIOSIIIIIIII VATTENEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  74. bruno says:

    Buonasera…il fatto è che per 60 anni quelle rare volte che si veniva in serie A una delle tre squadre più scarse delle altre siamo sempre stati noi. Forse nn ci si ricorda che quando Fossati ha preso il Genoa era chiamato “u massacan” e quando è andato via era proprietario di mezza Genova. Idem Spinelli…quando ha lasciato il Genoa era diventato una potenza nonchè proprietario del porto di Genova e successivamente del porto di Livorno. Forse nn è solo questo presidente che si è arricchito col Genoa. Nn esiste il fatto di essere preziosiano, ne di simpatizzare per questo presidente. Preziosi per quello che fà è indifendibile, lo vede chiunque, ma attualmente a parere mio è l unica possibilità che ha questa società di esistere. Se c era qualcuno che voleva acquistare il Genoa e farci lottare per traguardi ambiziosi come auspica qualcuno poteva farlo 15 anni fa comprando la società per un pezzo di pane. Ma nn mi sembra che all epoca ci siano stati magnati pronti a farlo.

    • Asa says:

      Nessuno ha mai chiesto traguardi ambiziosi si chiede logica peogrammazione serietà e trasparenza. Poi si può anche galleggiare in A e basta.
      Piatek venduto a rate al milan x 35mln con le solite contropartite ri sembra logico o produttivo? Romero dopo 4 partite promesso alla juve da cui non soldi ma uno sturaro rotto che nella migliore ipotesi sarà pronto ad aprile lo trovi logico?
      Mi spiace ma pur rendendomi conto della gravità della cosa dico che forse è meglio finire in B in modo che l’innominabile molli e arrivi qualcuno normale che non sia uno sceicco ma un presidente normale mi basta

  75. Massimo says:

    Se non sbaglio una volta l’ Atalanta era la squadra satellite della Juve…noi già da un po’ lo siamo per il Milan, la Juve, l’ Inter, la Roma….. questa è la cosa che mi fa più male, non vedere un giocatore che rimanga almeno una stagione….alla faccia degli abbonati

  76. Paolo says:

    Caro Bruno, i traguardi ambiziosi all’inizio lì aveva anche Preziosi. Poi, improvvisamente, ha detto che il Genoa non poteva pretendere di competere per le parti alte della classifica e da allora è cominciato il declino. Guardacaso sono anche cominciate le vendite dei pezzi pregiati a Juve, Inter, Roma, Napoli, ma, soprattutto, Milan. E la cosa sta continuando proprio in questi istanti con Piatek, venduto a rate ad una squadra che non riuscirà ad entrare tra le prime quattro e che vorrei tanto finisse in serie Z, come tutte le cosiddette grandi. È vergognoso non riuscire a tenersi un giocatore valido nemmeno per un anno.

  77. Paolo says:

    Come si mette in evidenza subito arrivano a togliertelo. Bisognerebbe abolire la sessione di gennaio e stabilire che un giocatore non si può muovere da una squadra per almeno 2 anni da quando è arrivato. Solo la,squadra può decidere di darlo via prima se i risultati sono deludenti. È bisognerebbe mettere alla porta i procuratori, veri parassiti del sistema calcio, così come bisognerebbe ridurre drasticamente gli ingaggi. È una vergogna che questi ignoranti vengano ricoperti d’oro solo perché sanno tirare calci ad un pallone, mentre c’è gente che non sa come arrivare a finchmese

  78. Paolo says:

    Scusate. Volevo scrivere a fine mese. Il cellulare. Purtroppo, però, le cose continueranno così e il Genoa dovrà continuare a sopportare le operazioni finanziarie del joker, padre padrone assoluto. Tornerà Sturaro, rotto. Possiamo solo sperare che lo rimettano in piedi, perché, una volta in forma, sarà sicuramente utile a centrocampo. Forse arriverà un altro polacco via Juve e un altro ancora, forse, a giugno. Con Piatek è andata bene. Non è detto che continui. Il fatto è che non arrivano giocatori in mezzo e dietro, dove urgono

  79. Paolo says:

    E ora, via Piatek, chi farà goal? Favilli è un’incognita. Lapadula lasciamolo perdere e speriamo che se ne vada. La Juve, grande amica, ci ha negato il prestito di Kean. Io gli avrei detto che si scordano Romero. Ma lui è sempre supino ai poteri forti.
    E non dimentichiamo che c’è sempre la spada di Damocle della possibile penalizzazione a seguito della bella alzata d’ingegno che ha avuto dopo la partita con la Roma. Quindi, Bruno, lascia stare il passato. Pensiamo al presente che è veramente preoccupante e finché Preziosi non mollerà vivremo sempre angosciati.
    Forza Vecchio Balordo. PREZIOSI VATTENEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!

  80. Francesco OreginaRossoblu says:

    Bene,ci siamo.Il polacco al milan già ora e chi prende l’infame?Sturaro rotto e qualche altro scarso.Prepariamoci ad una retrocessione annunciata dopodichè quell’essere sparirà.

  81. Andrea says:

    Ciao Giovanni.
    Piatek ovviamente è andato, e altri andranno a giugno come da accordi già presi: gli investimenti ci sono… ma in uscita.

    Ma io volevo esprimere il mio apprezzamento verso gli articoli e gli editoriali che hai scritto negli ultimi tempi, con critiche lucide, precise e taglienti, pur educatissime. Mi spiace solo che ti precluderanno possibilità di interviste dirette con il nostro amatissimo presidente, che sappiamo quanto non digerisca le domande non preconfezionate e concordate.

    La vedo male questa volta, Piatek via a gennaio a me suona come Pazzini e Cassano via a gennaio, e sappiamo come si concluse quella storia. Prandelli credo si stia già chiedendo dove cazzo è finito. Vada come vada, qualcuno se l’è cercata.

  82. Stefano 1971 says:

    No bruno io me li ricordo quegli anni e mi ricordo delle pseudo cordate di genovesi misci che ci hanno portato alla rovina!!! Onestamente ripartire dalla serie d x levarsi preziosi mi pare come quello che si taglia il belino x fare un dispetto alla moglie…… L unica cosa davvero assurda è vendere il polacco ora perché quest anno siamo veramente a rischio (l ultima giornata a firenze mi fa venire ricordi da brividi) ma il problema è sempre lo stesso e cioè bisogna vedere quanti puffi ci sono da coprire………

  83. Finnrico says:

    Sì, ecco, ci mancava pure che il Milan inserisse nell’operazione, per abbassare il prezzo, giocatori che commercialmente valgono zero:
    BERTOLACCI che a giugno si svincola e tal HALILOVIC che il Milan ha tesserato quando era senza contratto e che non ha pagato un euro.
    Così oltre alla beffa ci prendiamo pure il danno di due stipendi in più.

  84. carlo says:

    mio caro dott. porcella, lo sa benissimo anche lei ornìmai, spero che se ne sia reso conto, che finchè ci sarà il preziosi investimenti non ci saranno mai: indifendibile il suo “amico” (visto che lo protegge sempre) che di nome fà enrico. Purtroppo, non sono io a dirlo ma è la situazione lampante, il preziosi è l’unico vero cancro del genoa

  85. paolo says:

    GENOA – MILAN 0 – 2.
    Complimenti joker. Ora hai visto cosa vuol dire giocare senza l’unico che sa fare goal.
    E lo regali ( perché è regalato ) proprio alla squadra più schifosa insieme alla Juve.
    Grazie per il dono che stai per fare a tutti i TIFOSI GENOANI: LA SERIE B.

    PREZIOSIIIIIII VATTENEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

COLPO GOBBO

Il Genoa si regala un record in una stagione grigia: battere la Juventus. Non c’è riuscito nessuno in Italia fin

C’ERA UNA VOLTA PIATEK, PROVIAMO CON LAPA E SANABRIA INSIEME

E’ chiaro che Piatek manca eccome, ma siccome sarebbe ingeneroso adesso sparare sulla Croce Rossa meglio organizzarsi con quello che

CAMPIONATO FINITO?

Lo 0-0 col Frosinone accompagnato dai fischi finali dei tifosi sa tanto di chiusura anticipata del campionato del Genoa. Se

UN PUNTO E BASTA

Faticavo a stare sveglio mentre guardavo Chievo-Genoa. Purtroppo non potevo dare la colpa nemmeno alla digestione in quanto per impegni

Search

Archivio