GENOA IRRECUPERABILE

26 Dic 2018 by Giovanni Porcella, 41 Commenti »

Ancora una volta la sconfitta arriva negli ultimi minuti di recupero del primo tempo. A Cagliari ha deciso Farias 48′, in precedenza erra accaduto a Torino, lì beccati due gol e a Roma. Insomma un Genoa “irrecuperabile” si butta via in una partita gestibile per un risultato positivo. Peccato davvero. La scelta di giocare con una sola punta da parte di Prandelli era comprensibile pensando anche al turnover. Grifone messo bene in campo e autorevole. Poi il black out solito fuori casa. Lì c’è da preoccuparsi, come il cartellino giallo (ennesimo) a Romero dopo 50 secondi che ha pesato eccome. Secondo tempo generoso, con qualche rischio ma anche con due o tre possibilità di pareggio che sarebbe stato anche meritato. Pero’ Favilli cosa serve sulla fascia destra?Ora si chiude il girone di andata con la Fiorentina. Serve un’altra partita maschia come quella con l’Atalanta. Poi il mercato che dovrà dire che cosa intende fare la sociuetà.

41 Commenti

  1. Paolo says:

    Io non mi sono fatto illusioni e l’ho scritto. Purtroppo avevo ragione. Prendiamo troppi goal. A gennaio bisogna comprare almeno 2 difensori e 2 centrocampisti validi per blindare la difesa, senza vendere i pezzi migliori. Speriamo che il grand’uomo lo capisca. Una cosa è certa. Il Balla da solo ha fatto più punti di Juric e Prandelli messi insieme. Questo lo capisce anche un bambino, ma figuriamoci se lui si pone qualche interrogativo. Quello che mi brucia di più, però, sono i 10 punti di distacco dagli odiati cugini. L’ennesima umiliazione. Speriamo bene per sabato. Forza Vecchio Balordo PREZIOSI VATTENEEEEEEE!!!!!!!!

    • Umberto volpe says:

      Abbiamo un portiere inadeguato per la serie A. Promettente ma non all’altezza. Anche ieri come moltissime altre volte nel girone, abbiamo preso gol per colpa sua. Non esce MAI. Ogni cross in area e’ un pericolo. Poi para il rigore di Ilicic, ci sta. Anche se il rigore sbagliato e’ quasi sempre errore del tiratore. Occorre un portiere esperto. Anche il brasiliano annunciato, dovrà ambientarsi, imparare la lingua, I movimenti della difesa….

  2. salve
    non ho visto la partita, per me è stato vergognoso far giocare il 26 dicembre per poi fare una sosta di 20 giorni a gennaio; chi l’ha vista mi ha detto che: il pari ci stava stretto, Pereira è inguardabile e che è ormai palese che non siano “simpatici” nei pressi delle terne arbitrali …
    un saluto
    Piero e famiglia

    • Asa says:

      Sempre a piangere contro gli arbitri… se vai a cagliari e non fai gioco e nulla per vincere il risultato è questo. Un poco di Ironia non guasterebbe Piero e famiglia ironia…

  3. Stefano 1971 says:

    Peccato davvero perché oggi un punto sarebbe stata tanta roba (vedendo i risultati delle altre) che dire giovanni è chiaro che bisogna intervenire sul mercato ma onestamente i nomi che sono stati fatti sin ora non mi entusiasmano neanche un po…… Speriamo con la fiorentina ma sarà durissima!!!!

  4. Asa says:

    Il genoa è questo e cioè poca poca roba. Una squadra che vale poco e che si salverà perche altre squadre x fortuna sono peggio. Sperare che a gennaio vengano comprati 2,3,4 giocatori validi è pura utopia crederci è davvero da ingenui.
    Prendiamo atto che il genoa è questo e lo sarà sino a fine campionato. Poi il prossimo sarà uguale a questo e allo scorso e lo scorso ancora. Che tristezza. Che noia.

  5. francesco says:

    buongiorno,
    il solito gollonzo ci condanna alla sconfitta in una partita da 0-0.
    Andare alla NS Guardia, no?
    La squadra evidentemente vale la bassa classifica che occupa. Ballardini ci aveva forse illuso con quella partenza sprint, ma dopo il suo esonero abbiamo inserito la retro.
    Spero che con un minimo di senno, il proprietario intervenga sul mercato per raddrizzare la situazione. Prandelli per conto mio é troppo un Signore per poter convivere a lungo con Preziosi. Spero di sbagliarmi.
    Un cordiale saluto a tutti

  6. Massimiliano says:

    Buongiorno, un’altra squadra costruita sulle scommesse….poco da commentare.

  7. PREVIATI STEFANO says:

    Invece che dare colpe agli arbitri anche quando nulla c’ entrano pensiamo a darle a chi se le merita davvero e sta su in Lombardia ……

  8. Mirko Montaldo says:

    Ciao A tutti.
    Non si può giocare a Santo Stefano. E’ il calcio che è irrecuperabile.

  9. Armando says:

    Ciao ,non capisco perché tutti si ostinano a far giocare romero,bravo ma con atteggiamento presuntuoso(nel giocare la palla ) ci ha fatto prendere molti gol spal torino Atalanta ecc. inoltre è irruente perché sicuro del posto in squadra.
    Sarebbe meglio rimettere spolli perché prendiamo troppi gol di testa i ns difensori sono bassi,in alternativa spolli più romero più biraschi è criscito quarto a sinistra o quinto in mediana .
    Non ho capito perché ha messo veloso anziché togliere perreira ,inguardabile ,e mettere romulo,

  10. alberto says:

    Ma un portiere, diciamo Sorrentino che stimo da sempre, non avrebbe bloccato quel “tiro” rimanendo in piedi, solo non arrivando in ritardo?
    Che c’entrano gli arbitri questa volta? Romero poteva anche andare negli spogliatoi dopo 40″. Se proprio non ti è simpatico il Genoa! E’ il secondo che azzoppa in due gare nei primi 5 minuti.
    Dice: “Tutte cazzate!”, peccato! Così siamo nuovamente a sperare nel mercato di gennaio anche perchè si è dimenticato di assumere un portiere adeguato come età ed esperienza, a sinistra si è proprio dimenticato punto, ha preso Sandro che si sapeva non può più dare certezze e deve far fuori un tot di giocatori che sa solo lui perchè sono a libro nel Genoa.
    Prandelli è un ottimo tecnico, una persona educata, una bella figura. Non è a livello del Genoa di Preziosi. Il suo nome era scomparso, se tutto funzionerà subiremo gli ennesimi colpi di genio. Comunque finchè ci rimarrà mi godrò lo stile che vorrei.

  11. Fabrydt says:

    Buongiorno a tutti,
    Di solito un allenatore quando arriva in corsa si affida a quelle 3 4 certezze che una squadra in forte ambasce può offrire…… Prandelli evidentemente no sperimenta……
    Mi si dirà a causa degli impegni ravvicinati si cambia qualcosa…. Un concetto che trovo idiota ragazzi di 20 anni possono fare 4 partite in 15 giorni. Dopo ci sarebbe stata la pausa dove ricaricare le pile, provare schemi e schieramenti diversi inserire nello scacchiere le 2 o 3 pedine che necessariamente dovranno arrivare dal mercato e ripartire. Prandelli no, mette a riposo Kouamé, anche lui non si caga Pandev affianca Bessa a Piatek ed in sala stampa si rammarica se il dominio dei primi 20 minuti non si è tradotto in un vantaggio….. Siamo a posto! Con Romulo fuori mette una seggiola in mezza al campo per Sandro (poi metterà anceh una sdraio per Veloso) Pereira a scavallare sulla fascia per mettere in carniere la sua peggiore prestazione di sempre. Toglie i punti di riferimento a Rolon che di conseguenza è un po’ più spaesato, Mimmo partecipa alla disfatta, Romero come da copione trincia una caviglia nei primi minuti lui si che dovrebbe riposare ed imparare ancora qualcosina prima di arare tutto ciò che trova più alto di un filo d’erba… ma si sa bisogna metterlo in vetrina per giugno. Favilli inserito così alla carlona non fa il bene del Genoa e neanche il proprio. Quindi questa sconfitta per me ha un nome Prandelli, che a mio avviso ha saputo acuire i ben noti limiti della squadra. Nella fase in cui è il Genoa, meno si fa meglio si fa. Ci si deve affidare all’esperienza Pandev e Spolli che credo avrebbe conteso qualche palla in più ad un Pavoletti che senza strafare ha sempre permesso al Cagliari di salire. Peccato perché con una diretta concorrente che udite udite stava facendo peggio di noi non vincendo da 7 turni i punti valevano doppio ed ora sono sopra di un punto. Non dico di mettere un pullman davanti alla porta ma da queste partite devi uscire almeno con 1 punto per non farne fare 3 a loro. Da un allenatore di esperienza come Prandelli tutto mi sarei aspettato meno quello che ha fatto. Sia chiaro non ne discuto le qualità in senso lato ma limitatamente a questa partita penso che ci abbia messo tanto del suo, ed era l’unica cosa di cui questa squadra non aveva bisogno. Ora arriva la Fiorentina che con il piglio giusto e la formazione giusta non sarebbe neanche così insuperabile come ostacolo, bisogna considerare che il Genoa per come si sta esprimendo parte sotto di un gol perché si sa che Radu un gol lo prende sempre per colpa sua come ieri dove il ragazzino ha avuto la reattività di un bradipo su un tiro masticato da Farias, visto che la sua qualità fra i pali ad oggi è l’unica cosa di positivo che aveva… tirate un po’ le conclusioni, o per colpa del difensore di turno che fa un’uccellata…. quindi cerchiamo almeno di non toccare l’unica cosa che funzione l’attacco e magari coadiuviamolo con l’inserimento a partita in corso di Pandev che ricordo che in mezzo a tante promesse è l’unico grande giocatore acclarato che abbiamo in rosa. Ma io sono solo un tifoso uno che il calcio lo osserva altri lo inventano con risultati più o meno discutibili. Non ho visto da parte di nessuno una incazzatura degna di tale nome dopo la sconfitta di ieri quindi cerco di rimediare io alla lacuna PERCHE’ ALMENO IO SONO INCAZZATISSIMO!!!! e francamente così spero di Voi, altrimenti vorrebbe dire che non capisco veramente una mazza che può essere per carità ma sotto le feste il mio amor proprio ne risentirebbe anzicheno.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  12. Massimo says:

    Scusami Piero: ormai non siamo simpatici alla classe arbitrale???? Perché lo siamo mai stati ? Forse può illuminarti meglio Giovanni, magari ricordandoci gli episodi che ci avrebbero avvantaggiato…..saranno uno su dieci

  13. alberto says:

    Dopo anni di stadio son stufo…e son stufo di tutto il mondo Genoa..di una società che nn perde occasione di ricordare che i migliori nn li trattiene..lo sappiamo..è il caso di ripeterlo? di tifosi che ossessivamente ricordano la cattiva gestione..si sa..che bisogno c’è di ripetere..purtroppo le contestazioni partecipate di anni fa non si ripeteranno più perchè i promotori hanno ormai perso ogni credibilità..e poi giornalisti, tifosi da salotto..dove si enfatizza tutto perchè di Genoa bisogna cmq parlarne, nel bene e nel male. In delegazione si tace, si insabbia..qui si alimenta..si fischiano i ns e si applaudono gli ex..con sti arbitri anni fa ci sarebbe stata mezza nord appesa alle griglie..qui fan quello che vogliono intanto noi fischiamo veloso perchè genero e i soliti presi di mira.
    Sento chi dice che c vogliono 4/5/6 giocatori..a Gennaio???? Ma per favore..prendiamo 2 con le palle..un portanova vicino a romero in una difesa finalmente a 4..ed un matuzalem davanti alla difesa..x me andrebbe benissimo così..mica facile a Gennaio. Auguri. Alberto

  14. angelo poggio says:

    Favilli non serve né sulla fascia, né come punta, darebbe fastidio anche in tribuna. E’ l’anti calcio. Stiamo perseverando nel suicidio durante il recupero. Ci vuole molta più attenzione e cattiveria. Perseverare nelle sconfitte tutte allo stesso modo è veramente diabolico. Siamo retrocessi con Pruzzo e Damiani, non ripetiamoci per favore! Sono d’accordo sul turnover ma non a cagliari, piuttosto con la roma dove sai che il risultato è scontato. Continuo a non comprendere la panchina di Pandev tenendo conto che lo scorso anno è stato l’artefice principale della salvezza. Nulla di personale contro Veloso, non offenderei mai un nostro giocatore, ma che si prenda coscienza una volta per tutte che è un giocatore finito. Note di merito per Rolon che è la vera sorpresa di quest’anno e ha molto margine di miglioramento. Per il resto ho fiducia nel girone di ritorno, perchè penso che quest’anno il giro di boa è a 19 punti.

  15. luca de rossi says:

    Ciao Giovanni,
    sinceramente del tuo post io faccio mie solo le ultime cinque parole “cosa intende fare la società”…..
    Qui sta il punto, in quanto abbiamo una squadra, Marchetti,Lisandro Lopez, Zukanovic, Spolli, Lakicevic, Omeonga, Medeiros, Lapadula, Mazzitelli, Damonte, Favilli, ormai inservibili quindi da piazzare, tre giocatori quasi ex da massimo 45 minuti Pandev, Sandro, Veloso…….
    Di fronte a tale armata Brancaleone l’unica mia speranza è che Prezisi o chi per lui, riesca a sbolognare questi prenda tre giocatori di ruolo per arrivare a maggio, poi venda Piatek, Kouame, Biraschi, Romero, incassi (se manterranno le promesse) 100/120 milioni, paghi i debiti si intaschi la differenza e se ne vada.
    Basta con il mantra degli anni di A del miglior presidente del dopoguerra, intenditore di calcio e altre belinate simili, quando basta un Ferrero qualsiasi x farci stare a 10 punti d distanza a meta campionato…….
    Del doman non vi è certezza, ma se questo è il presente calcistico, preferisco il rischio di navigar negli oceani che star sempre fermo nel porto…… Buone Feste e Buon Anno a tutti

  16. alberto says:

    E Favilli dopo 20 minuti giocati è già l’anticalcio..se ne è aggiunto subito un altro alla lista..mah..riaguri. Alberto

    • Finnrico says:

      Alberto, quoto e straquoto (scusatemi l’anglicismo).

      Perché trinciare giudizi così su un poveretto che non gioca da mesi, sta faticosamente recuperando da un infortunio e viene buttato dentro con la squadra sotto, in trasferta e fuori ruolo? Ma insomma!

    • Paolo says:

      Bagnoli Bagnoli come avevi ragione

  17. Gabriel says:

    Il problema era il manico…..cit. Porcella

    • Giovanni Porcella says:

      Se il problema era il manico per esattezza. E comunque il manico ci manca da quando è partito quello che ieri a momenti vince con la Juve

      • Giando says:

        quello che ieri a momenti vince con la Juve ha detto in una bella intervista con Condò di sky che qui a Genova non c’e’ obiettivo sportivo….che c’e’ una fretta di vendersi la gente che ovviamente poi demotiva tutto l’ambiente e fa si che vediamo campionati senza mordente…Questo pero’ voi giornalisti dovreste ricordarlo CONTINUAMENTE…bisogna fare una campagna volta a far mollare preziosi…tutto il male viene da li’…dalla sua politica

      • Asa says:

        Giovanni parole sante.

  18. robertogrifo says:

    Purtroppo anche ieri ennesima delusione, abbiamo una schiera infinita di giocatori improponibili, due, Sandro e Veloso, che ad oggi non hanno offerto neanche una sola prestazione positiva e questo sta condizionando pesantemente il rendimento di tutta la squadra.
    Spero che con la Fiorentina si possa chiudere con una prova d’ orgoglio. Non credo nel mercato invernale, che comunque dovrà darci il segnale di cosa vuol fare Preziosi del Genoa in un futuro prossimo.

  19. alberto says:

    Anche qui Giovanni…ottimo allenatore..ma ormai appartiene al passato..val la pena sempre di ricordarlo? Ora ne abbiamo uno sulla carta più bravo..almeno il curriculum dice questo. Poi si vedrà.

    • Giovanni Porcella says:

      Giusto ma io Simoni, Scoglio Bagnoli e Gasperini li ricordero’ sempre

    • Asa says:

      Veramente il signor Prandelli negli ultimi 3 ingaggi ha subito 3 esoneri. Tanto fenomeno non è più semmai lo è stato. Inoltre era fuori dal giro e non sarebbe mai rientrato se giusto noi non lo chiamavano.

  20. alberto says:

    ultima cosa e poi chiudo qui..perchè nervoso me ne faccio sin troppo in gradinata..ma il veloso visto nel derby è un ex giocatore come sento dire? o magari lo è diventato dopo lo scazzo di fischi e striscioni..è lento? Perchè in quel ruolo nelle altre squadre son tutti fulmini di guerra? Vabbè buon fine anno…spero..

  21. Paolo says:

    L’unico vero responsabile di tutto questo sfacelo è Preziosi. La rosa era mediocre fin dall’inizio e ora vediamo i risultati. Ha fatto fare da Deloitte la due diligence. Perché non pubblica i risultati? Se è vero che l’ha fatta fare, e ne dubito, il Popolo Genoano ha tutto il diritto di conoscerli. Così si capirebbe perché nessuno vuole rilevare il Genoa. E per favore basta con la solfa di Scerni, Mauro e Dalla Costa. Preziosi deve andarsene senza se e senza ma.
    Ora rassegnamoci alla solita sofferenza fino alla fine. Finché ci sarà lui sarà sempre così.
    Forza Vecchio Balordo. PREZIOSI VATTENEEEEE!!!!!!!

  22. Giando says:

    Giovanni…il problema è il manico nel senso della società…mettiamoci in testa che la DEMOTIVAZIONE nei campionati del Genoa deriva dalla politica societaria…basta guardare il doria..se hanno giocatori buoni..magari li vendono pure, pero’ quando dicono loro e senza esser presi per il collo…qui sembra ci sia la fretta di metterli in vetrina. Non trovi che si esageri ? Uno come Ferrero son tre o quattro anni che ci mangia la pastasciutta in testa ..sono quinti in classifica e non sento particolari voci di cessioni eccellenti…Da noi ci si premura di ringraziare se non ce li vende gia’ a Gennaio…Ti sembra una cosa logica pensare ad una tranquillita’ ad una programmazione con una societa’ del genere ? Si riuscira’ a fargli capire che se ne deve andare oppure il non gradimento dovra’ raggiungere punte estreme ? Cosa dobbiamo fare per togliercelo da Genova questa sanguisuga che si permette di dire che ci rimette col calcio e poi prova a comprare Avellino e Bari? Ma perche’ non le denunciate ste cose ? Ma eprche’ non si riesce ad avere una campagna di stampa locale orientata a farlo mollare ?

    • Giovanni Porcella says:

      Infatti io ho scritto:…..se il problema era il manico. E poi ho scritto: non mi fido e sul mercato bisogna comprare

      • Giando says:

        ma la cosa che non VOLETE dire…che non analizzate mai con un bel servizio…e’ il discorso societario…perche’ nel doria non c’e’ la stessa ansia di vendere giocatori? Qui se ne escono 3 buoni stai tranquillo che siamo li’ a dire GRAZIE per non averli ceduti GIA’ a Gennaio..e perdonami ma in questo siete responsabili anche voi della stampa che andate a far finta spesso di nulla…..che non analizzate mai in modo critico e feroce questo andazzo societario

  23. bruno says:

    Buongiorno a tutti, tra i vari commenti leggo che la sampdoria ci sta davanti di 10 punti con un presidente come Ferrero. Ma io mi chiede come si fa ancora a credere che Ferrero sia al comando della società!? La sampdoria è di proprietà della famiglia più potente ed importante della nostra città! Ma non solo anche tra le più potenti a livello mondiale. Ed ancora qualcuno crede a ferrero!!! La sampdoria vorrei ricordare che dagli anni 60 e forse anche prima ha sempre avuto dirigenti più seri e capaci di noi…non ho mai capito il motivo però è così. Inoltre loro sono sempre stati, ripeto dagli anni 60, in serie A. Mentre noi sempre in serie B. le rare apparizioni in serie A nostre erano patetiche. Almeno adesso saranno più o meno davanti a noi ma siamo entrambe nella massima serie. E per tifosi come me che seguo da oltre 50 anni non è poco. La cosa che bisogna mettersi in testa che qua da noi una famiglia così importante o imprenditori veramente potenti non verranno mai! E’ inutile illudersi che via Prez arrivi il presidente della stella o almeno uno che voglia il bene del Genoa. Non accadrà mai!!!! Noi siamo destinati così. Personaggi di quel genere a Pegli non se ne sono mai presentati, ne mai se ne presenteranno. E questo oramai vale per la maggior parte delle squadre di serie A. In Italia nel calcio non investe più nessuno. Altra cosa qua si continua a parlare di Gasperini come fosse un grandissimo allenatore. La sua carriera parla abbastanza chiaro, i suoi unici successi sono stati 2 piazzamenti europei a bergamo ed idem a Genova. Ma vorrei far presente le rose giocatori che ha sempre avuto a disposizione al Genoa! Altro che galabinov o lapadula! Sicuramente ci ha fatto vedere del bel gioco, ma non è mai stato chiamato, Inter a parte dove peraltro ha fallito, in altri grossi club. Ne in Italia tantomeno all’estero. Quindi gratitudine nostra a questo allenatore, ma anche tanta gratitudine da parte sua al Genoa! Quando Preziosi l’ha richiamato stava avviandosi a fare la carriera di commentatore televisivo. E’ sicuramente da quello che ho sentito un maestro di calcio, ma probabilmente per problemi caratteriali, di comunicazione con i calciatori stessi, soprattutto quelli più famosi, non gli permettono probabilmente di fare un salto di qualità come i vari Sarri Conte ecc….pertanto io smetterei di parlare di lui come Dio in terra, diciamo che sono finiti i tempi di Milito Borriello Motta Gilardino Perotti Ansaldi e la lista è lunga. Col Genoa dell’anno scorso sono sicuro che con la sua mentalità saremmo retrocessi.

  24. Paolo says:

    Beh! Un passo avanti l’hai fatto. Almeno non citi più Scerni, Mauro e Dalla Costa. Gasperini se n’è andato perché era stufo di vedersi vendere i pezzi migliori e poi sentirsi rinfacciare che non raggiungeva il settimo o ottavo posto con conseguente perdita di soldi per la società. Concordo con te sul fatto che non si capisce cosa ci trovino quelli che contano nella Samp. Sicuramente sono molto più ammanicati di noi. Comunque, se avessimo un presidente degno di questo nome, dirigenti capaci e giocatori decenti verrebbero anche da noi. Quindi, sempre più Forza Vecchio Balordo. PREZIOSI VATTENEEEEEEE!!!!!!!

  25. bruno says:

    Buongiorno a tutti…caro Paolo e Asa io nn menzionerò più i succitati presidenti ma che sia chiaro chi continua a credere e ad illudersi che arriverà il grande che ci porterà alla stella siete voi. Io sono un realista. I fatti sono questi la storia idem….le chiacchere tantissime ma la nostra realtà è sempre stata quella. I nomi quelli e la serie B da 55 anni la nostra casa. Forse anche da prima. E Gasperini nn è andato via x andare alla Roma al Chelsea o al Bayer ma a mediaset a fare l opinionista. Preziosi vattene…..va bene….vedremo il dopo….

  26. Paolo says:

    Caro Bruno, forse mi sono spiegato male. Io non ho mai parlato o scritto che deve arrivare un presidente che ci porti la stella. Non si pretende tanto, anche se i tifosi meriterebbero di averlo. Ciò che si chiede da anni è che finisca l’era di uno speculatore che ha utilizzato il Genoa solo per tappare i buchi della sua azienda e che venga uno che, quantomeno, ci regali dei campionati tranquilli, senza patemi d’animo e che ci consenta di toglierci qualche soddisfazione, come, ad esempio, arrivare davanti alla Samp. Uno che abbia un progetto serio e lo porti avanti. Ti pare che chieda troppo?

    • Asa says:

      Bruno rispondo copiando per filo e per segno il commento di Paolo, spero non me ne abbia, ma esprime esattamente il mio pensiero e la mia speranza. Aggiungo solo che proprio perche Gasp nin è andato in squadroni italiani o inglesi che è vergognoso averlo perso ha trovato un’altra provinciale con la quale provare a lottare per vincere le partite, andare in europa e gioire nel vedere la propria squadra giocare a calcio.

  27. Paolo says:

    Scusa, ma col cellulare ho poco spazio.
    Credo di aver espresso un po’ il pensiero di tutti noi che scriviamo su questo blog. Siamo degli illusi? Forse. Ma ciò che è indiscutibile è che Preziosi ha finito il suo ciclo e, fatte le plusvalenze necessarie per ripianare i debiti del Genoa, deve cedere il timone a qualcuno più serio di lui.
    Prima, però, deve comprare a Prandelli i giocatori necessari per costruire una squadra competitiva che si tiri fuori velocemente dalle secche della bassa classifica. A giugno si vedrà. Buon anno Bruno, a te e a tutti i veri Genoani. PREZIOSI VATTENEEEEEE!!!!!!!

  28. alberto says:

    Credo che siamo tutti veri Genoani, tutti innamorati del GENOA, e disillusi dal calcio e dalla nostra società sportiva, guidata da un proprietario che senza scrupoli pensa ai suoi interessi personali e solo a quelli. Un uomo che è l’anticalcio, un uomo che toglierebbe a chiunque la voglia e il gusto di andare ancora allo stadio a tifare la propria squadra. Ognuno di noi esprime le sue sensazioni e opinioni, e tutti ne abbiamo diritto. Quello che emerge dai nostri post è una profonda frustrazione e tristezza, che purtroppo temo nemmeno in futuro potrà cambiare.

Lascia un commento

IN SALVO TRA LE SOFFERENZE, PREZIOSI ORA COSA FARA’?

Per il Genoa una salvezza sul filo di lana tra indicibili sofferenze e con molta fortuna che si chiama Handanovic.

GENOA NEL BARATRO, A FIRENZE MATCH DRAMMATICO: MA FORSE BASTA UN PUNTO

Ora serve un miracolo al Genoa o quasi per restare in A. Ma se con la Fiorentina è un match

DRAMMATICO FINALE, MA SERVE LA CONTEMPORANEITA’

Contro le scelte sbagliate della società, contro gli imbarazzanti show di altre squadre contro una guerra interna che è stata

INFERNO, PARADISO, PURGATORIO

Ora il Genoa si mangia le mani per l’occasione gettata al vento su rigore da Sanabria. Eppure il pareggio con

Search

Archivio