SE IL PROBLEMA ERA NEL MANICO ABBIAMO PERSO DUE MESI

22 Dic 2018 by Giovanni Porcella, 17 Commenti »

Bravo Cesare Prandelli. Con lui si è vista una squadra, il Genoa. La vittoria sull’Atalanta gia’ di per e è un evento ma esserci riusciti attraverso la cattiveria agonistica ma anche con intuizioni tattiche ed esaltazione dei tre o quattro giocatori tecnici è una bella soddisfazione. Se il problema del Grifo era nel manico, è vedendo Criscito e compagni in campo pare di sì, allora c’è da mordersi le mani per aver perso due mesi di campionato. Aver domato Gasperini significa una iniezione di fiducia notevole per tutto l’ambiente, significa soprattutto aver preso coscienza delle proprie possibilità e Prandelli ha parlato proprio dei margini di miglioramento che ha questo gruppo. Io pero’ resto dell’opinione che sul mercato servano almeno tre elementi. Arriva per la porta Jandrei ma Radu ha fatto vedere con l’Atalanta di che pasta è fatto e vale la pena aspettarlo un po’. Intanto buon Natale a tutti.

17 Commenti

  1. salve
    una partita giocata alla pari nel primo tempo, quasi rovinata dall’assurdo rigore concesso da Doveri ( a proposito l’azione parte da un evidente fallo di mano di una atalantino che però il/la VAR, “stranamente” non ha notato) e da un giallo a Romero che, dal campo (ero nella sud) sembrava aver subito lui il fallo.
    Primo tempo da infarto che abbiamo chiuso, forse, immeritatamente in vantaggio.
    Nella ripresa l’Atalanta fa tanto possesso palla ma riesce solo a fare un tiro in porta, il rigore, questo solare, del temporaneo 1-1 mentre il Genoa si divora diversi goal che sembravano già fatti, si vede negare un rigore su Lazovic ma poi segna due reti straordinarie.
    Sono tutti da 7, alcuni da 8, escluso Veloso da 3 …
    Buona Festa della Natività di Nostro Signore a tutto Primocanale, a tutti i genoani e a tutti quelli che scrivono qui
    un saluto
    Piero e famiglia

  2. Giando says:

    adesso speriamo che preziosi non rovini tutto. Ormai abbiamo capito che qui a Genova se le cose vanno bene ci si stringe attorno a figure come allenatore o giocatori ..ma mai viene compreso il presidente..perche’ il rapporto è insanabile e lui qui ha chiuso…per cui che lasci lavorare e non si faccia venire il “sappin” se nessuno lo considera e gli da meriti. Non succedera’ mai..non succederà piu’..se ne faccia una ragione e si goda i frutti economici come ha sempre fatto..Non pretenda cio’ che ormai si è giocato per sempre coi suoi comportamenti.

  3. Paolo says:

    Il miracolo di Natale è accaduto.
    Il Genoa, dopo 10 partite, ha vinto, per di più sfatando il tabù di Gasperini vittorioso a Marassi.
    Sicuramente Prandelli ha il grosso merito di aver saputo mettere in campo la squadra in modo da non essere messa sotto da una delle compagini più in forma.
    Poi c’è quel satanasso la davanti che come gli lasci un po’ di spazio ti punisce.
    Quello che fa rabbia è il fatto che è stato perso un sacco di tempo con Juric con tanto di prestazioni penose ed un sacco di punti persi. Grazie Joker.
    Ora, però, non montiamoci la testa. Aver vinto una partita, seppure importante, non vuol dire che Prandelli abbia trovato il bandolo della matassa. Avrà ancora tanto da lavorare, soprattutto su difesa e centrocampo. Ma se a gennaio il grand’uomo non gli comprerà almeno 3 giocatori degni di giocare in A, dovrà fare letteralmente i salti mortali per ottenere la salvezza.
    Vedremo mercoledì a Cagliari come andrà a finire. Non sarà facile.
    Io non mi faccio illusioni.
    La squadra è da bassifondi della classifica. Se non ci fossero quei 3 o 4 giocatori di livello superiore saremmo sotto il Bologna.
    Se poi gli arbitri non ci prenderanno più di mira, allora le speranze di salvezza aumenteranno di parecchio.
    Comunque ora godiamoci il Natale in santa pace e senza più l’assillo della vittoria.
    Ne abbiamo tutti un gran bisogno.
    Anche da parte mia un abbraccio a tutti i fratelli Genoani e l’augurio a Te, Giovanni, e a tutti coloro che scrivono sul tuo blog di trascorrere nel migliore dei modi il Santo Natale, in serenità e circondati dagli affetti familiari.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEEEE!!!!!!!

  4. Alex says:

    Comunque leggere alcuni tifosi rossoblù che sputano veleno su Gasperini è ridicolo. Ci ha preso a pallonate ogni volta che ci ha incontrato e adesso qualcuno viene a fare il fenomeno dandogli del “piccolo uomo”. Il provincialismo di questa tifoseria è duro a morire. Non è un caso se non vinciamo nulla da decenni.

  5. bruno says:

    Buona sera…godiamoci questo Natale con un pò più di ottimismo, calcisticamente parlando, grazie a questa bella vittoria ottenuta contro una squadra forte, che ci dimostra che con un tecnico preparato, capace ed esperto, anche questa squadra può darci qualche soddisfazione. Lo spauracchio Atalanta ma soprattutto Gasperini è stata in maniera più che convincente battuta. Abbiamo visto finalmente giocatori messi bene in campo con grinta stimoli e voglia di non mollare mai. Sono sicuro che con un paio di innesti soprattutto a centrocampo, reparto che a parere mio è il più debole, questa squadra otterrà una salvezza dignitosa. Come si può vedere emmettere previsioni disastrose e cariche di pessimismo è sbagliato, a parte le prime sette squadre ritengo il Genoa nn inferiore a nessuna facente parte della fascia centrale della classifica. Nessun traguardo ambizioso, attualmente col calcio attuale, è praticamente impossibile. Domenica scorsa insegna.

  6. bruno says:

    E buon Natale a tutti!….

  7. mauro boero says:

    Ciao Giovanni,

    Finalmente ne abbiamo vinto una. Se allontanare Ballardini fu inspiegabile, l’arrivo di Juric e’ stato suicida, fosse arrivato Prandelli subito…ma e’ andata cosi’.

    BUON NATALE A TE E A TUTTI I GENOANI

    Mauro

  8. luca cambiassi says:

    Buongiorno a tutti.
    Questa mia è una riflessione che non è strettamente legata al risultato di ieri ma che lo è in un certo modo al commento di Giovanni Porcella. In campo si è rivisto Rolon, dopo la Coppa Italia e alcuni spezzoni di partita fuori casa e tutti ci si è finalmente resi conto che non si tratta di un bidone, ma di un giocatore vero. E se il famoso laterale che stiamo cercando fosse già nella rosa e sto parlando di Lakicevic ? Possibile che su tre allenatori nessuno si sia mai preso la briga di provarlo, neanche in amichevole, se non in precampionato? Se fosse un attaccabrighe sarebbe sistematicamente fuori rosa, e invece salvo in qualche occasione, il giocatore è sempre stato convocato. Dovremo scoprire che è un buon elemento una volta ceduto a due lire come è già successo altre volte oppure magari si vuol provare a vedere se è ancora utile alla causa? In precampionato non aveva fatto brutte figure e ha giocato incontri internazionali e soprattutto ricordiamoci che è stato acquisito in regime di svincolo e che se non sbaglio ha firmato un contratto di quattro anni.
    Buon Natale a tutti e Felice Anno Nuovo

  9. albion says:

    Quando si vince come d’incanto si mettono da parte polemiche e frustrazioni. In effetti quello che viene spontaneo dire è che la squadra in fondo ha delle potenzialità, evidentemente talvolta inespresse. Se è una questione di manico non lo so. Di sicuro i precedenti allenatori non avevano un grandissimo pedigree e men che meno carisma. Almeno Prandelli queste credenziali se le è conquistate sul campo e in effetti si vede.
    auguri.

  10. Jack Quinto says:

    Come detto in altri post questa squadra non è assolutamente scarsa o da retrocessione, lo stava diventando per una gestione sciagurata.
    Come dici giustamente tu GIovanni sono stati buttati via 2 mesi e, vedendo dove sono altre squadre alla nostra portata, non possiamo che mangiarci le mani..
    Radu è un buon portieri tra i pali, pericolosissimo con la palla nei piedi (ma si può migliorare).
    La difesa è solita, vedo solo Criscito in difficoltà nell’uno contro uno.
    Il centrocampo è la zona che soffre di più, ma con l inserimento di Rolon (come già detto, perchè prima MAI???) c’è stato molto più dinamismo.
    Le fasce sono quello che sono ma tutto si può dire tranne che non corrano e in partite fisiche come sabato possono fare la loro figura decorosa.
    L’attacco è migliore di tre quarti della serie A e sono convinto tutti e 2 diventeranno signori giocatori.
    Ora che c’è un Allenatore si può tornare ad essere fiduciosi, forza Genoa!!

  11. Fabrydt says:

    Buongiorno tutti,
    Possiamo passare un Natale sereno sportivamente parlando, Prandelli sembra essere la panacea di tutti i mali speriamo non lo pensodavvero la dirigenza perché come ha fatto presente Giovanni bisogna intervenire sul mercato. Sonoa intento si sia preso un portiere perché se Radu fra i papi non si discute in serieA l’area piccola non può essere terra di nessuno è un presidio del portiere e quando Radu lo imparerà non starà più al Genoa attenendosi strettamente ai fatti Ballardini e Juric conoscevano Rolon che ha dimostrato ferocia agonistica riconquistato palla,piede e personalità se è davvero questo il centrocampo può diventare sul. Sonoa felice per Lazovic l’eterno incompiuto che ha messo ma poca continuità ma forse è quello che più di tutti sa giocare a calcio. Ora possiamo pensare di andare a Cagliari con l’obiettivo della posta piena,,,, davanti ci siamo sempre stati se orasono il centrocampo gira la difesa e meno impegnata e può tenere botta pur rimanendo il reparto da monitorare di più.
    Buon Natale a tutti
    FORZA VECCHIO BALORDO

  12. PREVIATI STEFANO says:

    Due mesi persi per colpa di …… beh, si sa …. e solo per sue fisime …..
    Prandelli e’ persona per bene e capace, vediamo se quel personaggio lo lascera’ lavorare
    tranquillo …. se ha visto sabato forse …….

  13. Daniele says:

    Quando fu esonerato Ballardini affermai che era il momento di vedere se i demeriti erano dell’allenatore o dei giocatori, forse qualche rinforzo è necessario ma chi tira le briglie della carrozza è troppo importante….. Buon Natale a tutti e Forza Genoa…

  14. Finnrico says:

    Solito disco:

    si vince (poco) e subito certi giocatori diventano fenomeni, il tecnico un genio del calcio, la dirigenza saggia e avveduta (c’è stato un giornalista che anni fa ha addirittura scritto – quando le cose andavano bene – che la separazione da Gasperini era stata il vero capolavoro della dirigenza del Genoa! Roba da matti…).

    Dopo tre giorni, alla prima tranvata, tutta la rosa è da serie B, l’allenatore è bollito e se ne deve andare, i dirigenti sono inadeguati ecc. ecc.

    Sarebbe bello leggere commenti più misurati.

    Per carità, mi illudo volentieri che con Prandelli le cose cambino veramente, che imbrocchiamo un filotto di risultati positivi e ci installiamo a metà classifica, ma onestamente a me pare che finora tutto sia all’insegna della continuità, aspetterei un mesetto prima di tirare qualche conclusione.

    Un buon Natale a tutti!

  15. vittorio says:

    ciao giovanni sei un vero genoano come me e come me hai capito di che morte quest’anno moriremo non vorrei essere preso per catastrofista ma la realta’ e’ una basta leggere le dichiarazioni di prendelli e di mimmo mai come quest’anno la B e’vicina la difesa fa piangere il centrocampo idem piatek addio se non segni il gol lo prendi e non recuperi piu’solo persone come il presidente non si rende conto o ci prende per il c..o e poi quel perinetti falso come giuda e tutti i suoi accoliti ma il bancomat genoa non e’ ancora esaurito la serie b rende anche il paracadute tanti soldi anche i ragazzi della primavera rendono bene cosa vogliono ancora spero nella retrocessione per smuovere le acque tutti allo stadio per contestare civilmente ogni giornata di campionato 90 minuti piu’ recupero la ns.cara presidenza.mi sveglio ogni mattina sperando che sia sparito per sempre e invece un’altra cessione povero genoa

Lascia un commento

COLPO GOBBO

Il Genoa si regala un record in una stagione grigia: battere la Juventus. Non c’è riuscito nessuno in Italia fin

C’ERA UNA VOLTA PIATEK, PROVIAMO CON LAPA E SANABRIA INSIEME

E’ chiaro che Piatek manca eccome, ma siccome sarebbe ingeneroso adesso sparare sulla Croce Rossa meglio organizzarsi con quello che

CAMPIONATO FINITO?

Lo 0-0 col Frosinone accompagnato dai fischi finali dei tifosi sa tanto di chiusura anticipata del campionato del Genoa. Se

UN PUNTO E BASTA

Faticavo a stare sveglio mentre guardavo Chievo-Genoa. Purtroppo non potevo dare la colpa nemmeno alla digestione in quanto per impegni

Search

Archivio