STAVOLTA NON RISCHIA SOLO JURIC

20 Nov 2018 by Giovanni Porcella, 44 Commenti »

E’ un derby che pesa quello che dovrà affrontare il Genoa. Domenica sono tante le risposte che la squadra rossoblu’ dovrà dare a se stessa e alla tifoseria. Si comincia con Juric che si gioca la panchina. “E’ maturato” aveva sentenziato il presidente Preziosi quando annuncio’ l’esonero dello “scarso” Ballardini e il ritorno del mister croato che pero’ è scivolato nel trappolone del calendario difficile e ora è all’ultima spiaggia. Come un anno fa la storia si ripete anche se la Nord si attende un epilogo diverso visto che Juric salto dopo aver perso con la Sampdoria. Una vittoria rimetterebbe le cose a posto per il Grifone che se invece dovesse perdere la stracittadina, vedrebbe la sua classifica ridimensionarsi pericolosamente verso il basso. Un pareggio non cambierebbe le cose ma sarebbe comunque una delusione visto che il Genoa non vince il derby da molto tempo. Juric medita la formazione da mandare in campo mentre Preziosi sa che in mezzo ad una contestazione prima strisciante ed ora esplosa vigorosamente in gradinata, un ko domenica significherebbe perdere ancora consenso. Ma sulla società si potranno affrontare altri temi proprio dopo il derby perché il futuro è tutto da scrivere anche se il presidente non ha parlato piu’ di voler vendere il Genoa. Eppoi i giocatori. Criscito e compagni non hanno subito pressioni malgrado gli ultimi tre inciampi consecutivi. Ma la partita che sta per arrivare in città ha un valore che non ha bisogno di essere spiegato e quindi anche loro sono stavolta senza rete. Piatek alla ricerca del gol perduto, Romulo del salto di qualità, Kouamè di conferme, i temi non mancano e davvero stavolta guai a sbagliare e non solo per Juric.

ps: GRAZIE PER GLI ATTESTATI DI STIMA RICEVUTI DURANTE LA MIA LUNGA ASSENZA

44 Commenti

  1. bruno says:

    Buonasera Giovanni e buona sera a tutti. Caro Giovanni, non sono a conoscenza dei motivi della tua assenza, ho cercato di sapere , ma sinceramente non sapevo a chi chiedere, ne a chi rivolgermi. Ho guardato a lungo sul sito di primocanale, e ho ascoltato per quanto potevo le vostre trasmissioni ma non sono riuscito a sapere nulla, anche perchè io non sono iscritto a nessun social. Poco importa, mi fa piacere tu sia tornato e che abbia ripreso in mano la conduzione delle TUE trasmissioni e della parte sportiva di Primocanale. Detto ciò per quanto riguarda la squadra dico che questo è il momento peggiore per le contestazioni, il momento peggiore per fare guerre alla società. Mi dissocio inoltre totalmente dallo striscione apparso domenica in gradinata nord. Vergognoso a dir poco. Ritengo che se avessimo terminato questo ciclo di partite con zero punti non ci sarebbe stato nulla da recriminare. Abbiamo incontrato 4 squadre di un altro pianeta. E nemmeno Conte Mourinho o Ancelotti avrebbero potuto fare di più. Ciò nonostante ritengo avessimo preso un punto, e con il Milan e con il Napoli non sarebbe stato certo un furto ed ora saremmo tutti a dire che Juric è un fenomeno. Purtroppo il Genoa è questo.

  2. giovanni says:

    Contento per il tuo ritorno.

  3. salve
    Juric non dovrebbe essere in panchina. Punto !
    Anche se, come tutti speriamo, si vincesse il derby, il croato non darebbe nessuna tranquillità ne, sicurezza.
    “Grazie” a Preziosi e alla sua gestione assurda, i giocatori si permettono uscite che andrebbero sanzionate con multe e rimproveri seri, invece … il “migliore del dopoguerra” (che ti fa preferire la guerra a lui) si lamenta perchè non ha ancora ricevuto richieste serie per i vari Piatek e Kouamè.
    FORZA GENOA
    saluti
    Piero e famiglia

  4. bruno says:

    Buongiorno a tutti…Caro Piero, scusa se mi permetto questa precisazione un pò ironica. Mah il fatto che sia il migliore del dopoguerra, non lo dico ne io ne altri….lo dicono purtroppo per noi i fatti. Solo ed esclusivamente i fatti. Ed io dico ironicamente, se è questo il migliore, o che dir si voglia, colui che ha ottenuto i migliori risultati, immaginiamo cos’erano gli altri prima di lui!!!!….lo so che è brutta, e nn garba a nessuno, però che ci piaccia o no, questa è la realtà.

    • … dato che venivo sempre rimandato in matematica mi spieghi questo ?
      debito organico 173 milioni di euro e debiti 62,77 milioni di euro ? questa è la situazione finanziaria del Genoa cfc, fonte https://www.pianetagenoa1893.net/primo-piano/genoa-bilancio-importanza-plusvalenze/
      capisci bene che odio i numeri :-)
      un saluto
      Piero e famiglia

      • Giovanni Porcella says:

        Si era il bilancio del 2017, reso pubblico nel maggio scorso, numeri gia’ pubblicati che confermano il malessere del Genoa con 11,7 milioni di disavanzo

    • Giando says:

      è solo ammanicato e protetto….in un calcio dove prende 40 milioni di diritti tv l’anno…cifra con cui ci mantieni una tranquilla serie A…Ferrero è li’ a dimostrare che si puo’. E si puo’ farlo anche meglio del “perennemente indebitato”

    • Alex says:

      Caro Bruno, dipende cosa si intende per “migliore”. Se ragioniamo con mentalità arcaica e ci limitiamo solo al campo, in effetti è il presidente che ci ha fatto stare di più in A. Ma una società è anche molto altro e per me prima di essere definito il migliore deve darmi delle spiegazioni in merito al bilancio disastroso, alla serieC, alla mancata licenza UEFA, alla mancata costruzione del centro sportivo a Cogoleto, etc…potrei fare un elenco lunghissimo. Sai perchè la Juve vince? Soprattutto vince perchè è una società solida e moderna, perchè oltre ai soldi ha una programmazione spettacolare che le concorrenti si scordano (Inter, Milan, Napoli, Roma…). Nel calcio moderno non bastano i risultati, servono società sane gestite davvero come delle aziende e che sappiano investire in infrastrutture e progetti. Chi non è in grado è libero di passare la mano, non pretendendo però di ricavare la Luna dalla vendita di una società che, a parte il nome, ha un patrimonio netto vicino allo zero.

  5. salve
    per quello che serve, vorrei tornare sulla partita contro il Napoli e sottolineare quando segue:
    quando le squadre sono rientrate in campo (dopo che De Laurentiis era andato a piangere perchè la partita fosse sospesa, fatto confermato dal figlio di Ancelotti in sala srampa) la sua direzione arbitrale è stata a senso unico: ogni volta che il Genoa usciva palla al piede e attaccava, fischiava qualcosa che solo lui vedeva, in favore del Napoli; la rete del pari nasce da una scorrettezza di Allan che, anticipato da Criscito si butta a corpo morto sul pallone impedendo a tutti di giocarlo (a meno non sia cambiato il regolamento, è fallo) ma arbitro e guardialinee “non vedono”; la rete del 1-2 è viziata da una evidente spinta ai danni di Biraschi; non mi pronuncio sul (possibileI) rigore su Mazzitelli ma, a parti invertite, lo avrebbe fischiato.
    Ho visto il filmato, è rigore tutta la vita
    Sottacendo della sua sudditanza nei confronti dei giocatori azzurri sempre a protestare in modo arrogante e violento mentre Criscito, solo perchè ha chiesto spiegazioni sul mancato annullamento delle rete del 1-2, in modo pacato e civile con le mani ben dietro la schiena, è stato ammonito … e poi, leggi sui forum dei tifosi del Napoli, Abisso juventino … ma che facce come il …
    Per correttezza bisogna anche dire che Juric ci ha messo del suo: in conferenza pre-partita disse che era indeciso tra Veloso e Mazzitelli dal primo minuto, quindi perchè quando è uscito Veloso ha messo al suo posto Omeonga che pesa tre etti vestito e che non ne ha azzeccata mezza ?
    Metti Mazzitelli, fai uscire Veloso e togli Bessa, sfinito e ammonito, al suo posto metti Zukanovic che rileva Criscito in difesa e sposti MImmo a centrocampo a sinistra e Lazovic interno al posto di Bessa.
    un saluto
    Piero e famiglia

    • Finnrico says:

      Solo un commento su Omeonga.

      L’idea che sui campi pesanti facciano meglio i giocatori muscolari rispetto a quelli agili è un luogo comune che non riesco a capire dove sia nato.
      Quando ero ragazzo ero un longilineo leggero e veloce, e quando pioveva e il campo faceva schifo ero nel mio: volavo letteralmente sull’acqua, mentre i grossi e muscolari si impantavano nel fango e piangevano dai crampi.

      In questo senso, la scelta di Omeonga poteva avere un senso: avrebbe dovuto arrivare prima degli altri sulla palla e far ripartire la squadra in velocità. Il problema era che la palla proprio non si muoveva (soprattutto a destra).

      L’errore di Omeonga sull’1-1 è stato tattico, di testa, non di gambe: si è fatto risucchiare dal portatore di palla e ha lasciato libero Ruiz al centro (d’altra parte anche Hiljemark era in ritardo, avrebbe dovuto scalare lui in mezzo).

      Poi, certo, se invece la si voleva mettere in termini di confronto fisico, rugbistico, corpo a corpo (palla nella pozzanghera e sedercisi sopra), Mazzitelli avrebbe avuto una sua utilità. Col senno di poi sono d’accordo con te, Piero: sarebbe stata la scelta migliore per fare risultato.

      Fatemi finire con qualcosa di positivo: queste tre sconfitte consecutive, compresa quella col Milan, hanno dimostrato che Radu è un gran bel portiere. Diamogli tempo, migliorerà sulle uscite e con i piedi, ma ha una reattività tra i pali che mi sembra notevole. Non cominciamo a sbandierare i nomi dei possibili sostituti, lasciamolo tranquillo.

  6. Alessandra says:

    Caro Giovanni ben tornato!!!
    Felicissimi di averti rivisto in trasmissione, eravamo in pensiero.
    Un caro saluto e Forza Genoa!
    Alessandra e famifglia

  7. Paolo says:

    Era ora….bentornato Giovanni cavoli ci sei mancato in TV, stasera allora riguarderò Primocanale

  8. Andrea says:

    Bentornato Giovanni, pensavo che ti avessero messo da parte magari perchè con le tue interviste e analisi potevi aver dato fastidio a qualcuno….sono felice che sia di nuovo qui.

    Per il resto io non dico più nulla perchè continuo a pensare che il ciclo di quel personaggio che si fregia del titolo di nostro presidente sia finito orai da anni. Deve avere solo l’umiltà (e qui purtroppo caschiamo) di mettersi da parte e cercare un compratore e vendere velocemente. La piazza non lo sopporta più. Quando uno è intelligente capisce che il suo ciclo è finito e si mette da parte, ma non lo fa e un motivo c’è e lo conosciamo tutti.

    Anche per quest’anno gli articoli sul bilancio del Genoa recitano che la gestione è disastrosa, meno 11, 7 milioni….roba da non crederci. Più che un manager o un imprenditore direi che è il tutto è ridicolo. Quando una società è in crisi taglia i costi invece al Genoa si ha passivo perchè ci sono centinaia di calciatori che hanno un contratto in essere pur essendo anche degli emeriti sconosciuti. Chissà come mai……mah ma non siamo stupidi.

    A questo punto mi auguro solo che la Finanza e la Agenzia delle entrate faccia chiarezza sul bilancio del Genoa perchè c’è un motivo fiscale molto concreto per cui le società (specie le SPA) hanno bilanci negativi e non lo sto qui a spiegare perchè è lapalissiano.

    Le piccole società guarda caso non hanno mai bilanci negativi (se no vorrebbe dire non mangiare a fine mese) e pagano le tasse chissà come mai…..

    Per la partita speriamo solo che DIo ci metta la sua mano, anche se la vedo durissima perchè la Samp è più forte e bisogna ammetterlo.

    Un saluto
    Andrea

  9. Giando says:

    Purtroppo l’unico che non rischia mai è il presidente vergognoso che abbiamo…che passa il tempo, continua a far plusvalenze e continua ad essere indebitato. Non è auspicabile che prima o poi ci sia un’inchesta giornalistica seria atta ad interessare anche le stesse forze dell’ordine per vedere se e’ tutto regolare ? Magari l’unica maniera per toglierselo è questa. Se poi non c’è nulla di irregolare non c’è nulla da temere , no? O sbaglio ? Controllare è legittimo..chiedere chiarezza è sacrosanto. Nessuno insinua nulla….però verifichiamo…

  10. Paolo says:

    Bentornato Giovanni.
    Spero vada tutto bene adesso. In effetti mi pareva strano questo lungo silenzio.
    Comunque è servito per vedere in che condizioni si trova la squadra dopo il ciclo terribile appena trascorso.
    Purtroppo sono stato buon profeta quando ho scritto che sarebbe stato grasso che cola se avessimo fatto 2 o3 punti.
    Col senno del poi c’è da rammaricarsi per i 2 punti persi in zona Cesarini contro Milan e Napoli. Io non ho visto queste 2 partite, ma ho visto quella contro l’Udinese e debbo dire che il Genoa del secondo tempo non m’è piaciuto affatto. Timoroso, basso, senza nerbo. Questa squadra va troppo spesso in tilt e ne paga un prezzo carissimo.
    Se,poi, come ha scritto Piero, ci si mettono anche gli arbitri la frittata è fatta.
    È inutile continuare a parlare degli errori di Preziosi, del fatto che Juric non è l’allenatore giusto. Ora c’è il derby e anche la Samp è in cattive acque. Sarà una partita, a mio parere, dominata dalla paura di prendere goal, con squadre abbottonate e attente a commettere errori.
    Speriamo che Piatek torni a segnare come quando c’era il Balla. Strano, ma con l’arrivo di Juric le polveri si sono bagnate. Sarà un caso?
    Vedremo come andrà a finire.
    Un saluto a tutti i fratelli Genoani.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEE!!!

  11. francesco says:

    buongiorno, sinceramente non so cosa augurarmi, un risultato utile potrebbe essere illusorio e basta.
    Juric é mia opinione non sia all’altezza di una squadra di serie A.
    Ha preso la squadra da 5° in classifica, poi diamogli l’alibi del ciclo di ferro, adesso siamo quintultimi.
    L’anno scorso se non arrivava Ballardini, giocheremo adesso un’altra categoria.
    Se ne vada e basta insieme a quell’altro che ce lo ha messo!!
    un saluto
    francesco

  12. Fabrydt says:

    Buongiorno a tutti,
    prima di tutto BENTORNATO GIOVANNI!!! Spero che i motivi dell’assenza siano dovuti ad una bella vacanza che non abbiano nulla a che fare con la salute o decisioni di palinsesto nel qual caso non condivisibili.
    Diamo a Bruno quel che è di Bruno, è innegabile statistiche alla mano che per risultati sul campo Preziosi sia il miglior presidente del dopoguerra. Fedina penale alla mano è altrettanto vero che al contrario sia il peggiore di tutti i tempi, per alcuni questo è un dettaglio per me non lo è.
    Sicuramente chi la pensa come Bruno è giusto che si dissoci dallo striscione, io al contrario lo sottoscrivo appieno. Non avendolo fatto ne ignoro la genesi, ma per quel che mi riguarda avendo dovuto prendere atto a malincuore che questo presidente non abbia la minima intenzione di privarsi della sua gallina dalle uova d’oro trovo l’unica consolazione nel fatto che il Genoa quanto meno gli sopravvivrà.

    Concordo con Piero sull’arbitraggio a senso unico dalla ripresa di gioco in poi, l’episodio più eclatante è avere bloccato una ripartenza 4 contro 2 per un fallo che ha visto solo lui, non tanto la spinta su Biraschi, lì un difensore soprattutto se di qualità come nel suo caso deve opporre una granitica resistenza anziché volteggiare come un palloncino sgonfio prima di arenarsi al suolo.

    Comunque indipendentemente dalle opinioni di ciascuno ora la cosa che si unisce tutti penso sia la speranza e ferrea volontà di vincere il derby, poi ci sarà tempo per i processi.

    FORZA VECCHIO BALORDO

  13. bruno says:

    Buongiorno a tutti….caro Piero, io come già sottolineato svariate volte, non sono un Preziosiano a prescindere o convinto che lui sia il massimo. Io sono semplicemente un tifoso del Genoa, al quale, sicuramente sbagliando, non interessa nulla di bilanci di debiti di plusvalenze ne di fedine penali….anche perchè fortunatamente non li devo garantire io. Per me come era 20/30/40 anni fà la cosa importante è andare allo stadio e vedere la mia squadra in serie A. Sono 10/15 anni che sento dire che faremo la fine del Como o del Saronno, ma questo fortunatamente non è ancora accaduto. La mia protesta o contestazione sarà, spero il più tardi possibile, non andare più allo stadio in caso di un eventuale retrocessione. Per quanto riguarda i presidenti, santi nell’ambito del calcio non credo ce ne siano. E ricordiamo…..e su questo sono pronto a scommettere qualsiasi cosa che se e quando Prez dovesse andarsene mai e poi mai! arriverà ciò che nella storia il Genoa ha mai avuto. E cioè un nome importante della città o da fuori…. come quelli che stanno dall’altra parte hanno il culo di aver sempre avuto. Lo ammetto, nei loro confronti ho sempre avuto, ma penso sia più che motivato, un complesso di inferiorità, anche perchè negli ultimi 50 anni ci sono sempre stati davanti, loro in A fissi e noi sempre in B. Derby solo di coppa Italia a farci prendere per il culo per 90 minuti ne ho vissuto una marea, per questo ora che da 15 anni siamo alla pari, anzi loro hanno patito 2 retrocessioni, a me più o meno sta bene così. Come ho detto in qualche discussione precedente lo striscione “BENTORNATI DALLA C TRA GLI SCARTI DELLA B” esposto nella sud in un derby di coppa Italia anni ed anni fa, non lo dimenticherò mai. Era l’epoca di Fossati.

    • .. lo ricordo bene, avrò avuto 9/10 anni (son del 1961); ti potrò sembrare “naif” ma loro, come tutte le altre squadre, ci sono e ci saranno sempre dietro, dal 7 settembre 1893, non scordiacemolo questo.
      In quanto a complesso di inferiorità è palese il loro e di altri, nei nostri confronti: è inutile, noi siamo stati i primi e gli altri rosicano …
      Da sempre non invidio nessuno …
      un saluto e FORZA GENOA
      Piero e famiglia

    • Alex says:

      Capisco la tua passione vera e genuina da tifoso, però se non si guardano i bilanci poi si finisce in tribunale…e se poi il Genoa fa una brutta fine non basterà essere nati nel 1893 e pensare che la mano del signore ci salverà. Andare allo stadio e divertirsi è l’essenza di questo sport, ma ormai le società sono aziende e i bilanci contano tanto quanto i risultati sul campo, altrimenti di futuro non ne hai (anzi contano di più). E se poi proprio vogliamo parlare di sport, allora parliamo di competizione e vittorie: nel calcio di oggi se non programmi fai fatica anche a sopravvivere, quindi figuriamoci le vittorie. Con questa presidenza siamo fermi al palo e mai ci muoveremo da lì, anche perchè qualcuno ha avuo il coraggio di mandare via il miglior allenatore italiano, il quale sta facendo la fortuna di una società (Atalanta) che per storia e bacino di utenza dovrebbe essere abbondantemente dietro di noi.

  14. Daniele says:

    Buonasera a tutti e un bentornato al sig. Porcella, io credo che in questo momento occorre far quadrato intorno alla squadra e al suo allenatore, questo è il compito di ogni tifoso anche se , come me , si ha una visione diversa sul modo di interpretare il calcio a livello dirigenziale dal proprietario del Genoa.
    Certamente la storia del Grifone non è che sia fulgida di episodi fortunati , basta pensare a quei ragazzi che avevano meritato di vincere il loro scudetto negli anni venti contro il Bologna di Arpinati e che oggi si cerca di far rivedere quelle decisioni, oppure la scomparsa improvvisa del presidente in pectore Edoardo Garrone e l’anno seguente la morte di Beniamino Santos e la rapida vendita di Gigi Meroni con conseguente retrocessione del Genoa nel campionato 1964-1965 ( l’11 aprile del ’65 vidi la mia prima partita al Ferraris, era un Genoa – Roma e fini 0-0) oppure siccome la fortuna è non solo cieca ma anche maligna , quella volta che ( era o il 1977 o il 1978 ) quando Paolo Mantovani e Mario Contini ebbero un appuntamento nell’ufficio di Renzo Fossati per trattare l’acquisto del Grifo ma poi non se ne fece nulla e Paolo Mantovani compro’ il Doria. Ma la sfortuna si combatte solo con forza e ostinazione e a volte qualche risultato si riesce ad ottenere. Certo è che l’attuale proprietà fa di tutto per essere invisa ai tifosi, ma quando l’unico obbiettivo è quello di fare plusvalenze è inevitabile questo risultato . Io sono 15 anni che non vado allo stadio ( 12 gennaio 2003 Genoa – Triestina 2-2) ma l’avvento della nuova proprietà non mi ha mai soddisfatto e quindi anche se a malincuore ( sono stato abbonato nella Nord per molti anni ) non ho più visto il Genoa dal vivo. Ma al di là di tutto essere tifosi del Genoa la trovo un’esperienza di vita vera che nulla e nessuno può renderla insoddisfacente neppure la sfortuna….. Forza Vecchio Cuore Rossoblu’ ora e sempre e buon derby a tutti i tifosi. Forza Genoa

    • salve
      a quel Genoa-Triestina c’ero anche io; anche per me fu l’ultima per diversi anni poi, mio figlio, adesso 19enne e giocatore di rugby mi fece tornare allo stadio e, quest’anno, mi ha tanto “rotto” i cosidetti che abbiamo pure fatto l’abbonamento (di sud) :-)
      un saluto
      Piero e famiglia

  15. giovanni says:

    Piangono sempre fanno le vittime e non lo sono assolutamente l’anno scorso i favori arbitrali di gran lunga superiori a tutte a parte la Roma andate a vedere statistiche calciomercato.com e sparlano di continuo della Juve facce di bronzo!

    • … hai ragione, sono veramente patetici e monotematici;
      La Juve sarà quello che è, per carità ma loro, in quanto a piagnistei e favori, non li batte nessuno.
      Personalmente è la squadra, società, tifosi che più mi sta lì …
      un saluto
      Piero e famiglia

  16. Gabriel says:

    Parlare di esonero di Juric è uno sbaglio!!! Classico in questo ambiente!!! Vorrei sapere quale allenatore avrebbe fatto meglio di lui in queste cinque gare e quante colpe ha il mister…….solite chiacchiere

  17. Gabriel says:

    Parlare di esonero di Juric è uno sbaglio! Classico in questo ambiente! Vorrei sapere quale allenatore avrebbe fatto meglio di lui in queste cinque gare e quante colpe ha il mister…..solite chiacchiere

    • Giovanni Porcella says:

      Hai ragione nel dire che aveva un calendario difficile ma è stato Preziosi a far capire che se perde il derby salta

      • salve
        nessuno saprà mai nè, potrà mai dire quanti punti avrebbe fatto il Genoa in queste cinque partite con Ballardini in panchina però io che odio i numeri da sempre, li tiro fuori per far notare che parlano da se: con Ballardini in panca, l’anno passato e questo, media punti da zona UEFA, con Juric media punti da retrocessione sparata e senza appello oggi come gli anni passati.
        Che senso ha avuto, sportivamente parlando, il suo esonero ?
        Certo il gioco di Ballardini non è “brillante” come quello di Sacchi al Milan o del Liverpool degli anni 70/80 ma garantiva punti certi …
        Juric, semplicemente, andava lasciato dove stava …
        un saluto
        Piero e famiglia

  18. Finnrico says:

    Sarà che mi sto abituando a pensar male, ma giorni fa mi è venuta in testa un’idea maligna. Schematizzo:

    - il presidente litiga furiosamente con un allenatore con il quale già c’era della ruggine e ragionando di pancia decide di cacciarlo;

    - a questo punto, a mente fredda, guarda il calendario e pensa: mizzica, Juvemilaninternapoli! Se ne prendo uno nuovo, lo brucio in 4-5 partite e stampa e tifosi me lo massacrano. Cerchiamo un para…fulmine.

    - Perdiana, ma ce l’ho in casa! Usiamolo come kamikaze. Se sopravvive al ciclo terribile, tanto meglio: ci sarà sempre modo di disfarsene, non ho certo bisogno di trovare delle scuse. Se non sopravvive, me ne libero una volta per tutte, e mi trovo davanti terra vergine per ripartire da zero.

    Vi ricordate quando Gasperini litigò con Juric e gli disse “di non farsi usare dal Genoa” (= leggi: da Preziosi)?.

    Tutta la mia solidarietà a Ivan. Forza Genoa!

    • Giovanni Porcella says:

      Si ma se è vero quello che scrivi comunque un allenatore deve prenderlo se Juric dovesse saltare. Che vantaggio avrebbe avuto a fare sto casino? Si era pensato a Nicola che pero’ è passato all’Udinese e allora non era vero che l’aveva già preso.

      • Finnrico says:

        Il nuovo avrebbe avuto una partenza ad handicap a causa del calendario e comunque il presidente Juric lo avrebbe dovuto pagare lo stesso.

        In più, una cosa è subentrare a un allenatore che ha fatto 12 punti in 7 partite, un’altra prendere il posto di uno che ne ha fatto 2 in 5 gare.

        Ma sono solo pippe mentali, lo ammetto.

  19. bruno says:

    Buongiorno a tutti…è vero il Genoa sulla porta di un tribunale sull orlo del fallimento c è stato. Forse più volte…ma per adesso nn per colpa di Preziosi. Magari accadrà…ma x ora no. Anzi nn fosse stato per lui grazie a Dalla costa il Genoa nn esisterebbe più. Magari ci chiameremmo New Genoa e magari saremmo meno sfigati, ma per adesso è così. Ed in quella occasione col ca…..o che si è mosso qualcuno da Genova!!! Io ammiro la fede di Piero…ma io nn sono così. Saremo la più antica società d Italia, ma in tutti questi anni nei loro confronti ho sempre rosicato io. Perchè li ho sempre guardati, a parte questi ultimi 13 anni da sotto. Speriamo in un derby sereno….

  20. paolo says:

    Vediamo come va il derby.
    Come ho scritto, anche i cari cugini sono messi male e la nostra stracittadina sarà considerata una partita di livello medio basso.
    Comunque, anche se dovesse andare bene, ci sarà poco da gioire – a parte la soddisfazione di averli messi sotto dopo diversi anni di rospi ingoiati.
    Ci aspetta un calendario bello tosto. Dovremo incontrare Torino, Roma, Atalanta, Fiorentina, Cagliari e Spal. Tutte squadre toste e che non mollano mai. Le prime 4 sono anche meglio attrezzate di noi.
    Se dovesse andare male, invece, il Joker caccerà ancora Juric, ma per metterci chi? I pochissimi decenti ancora in circolazione si sono accasati. Ho letto di Van Schip. Ma avete visto in quale posizione di classifica si trova la squadra olandese che allena attualmente? Se richiama Ballardini ci farebbe una figura che più di m…. non si può.
    A questo punto possiamo solo sperare che Juric ce la faccia e riesca a chiudere il girone d’andata in una posizione abbastanza tranquilla. Poi speriamo che nel mercato di gennaio arrivi qualche rinforzo vero, soprattutto sugli esterni e a centrocampo.
    E speriamo che non ceda Piatek e Kuamè per fare le solite plusvalenze, altrimenti possiamo rassegnarci immediatamente ad una sicura discesa in B.
    Ora pensiamo solo a stringerci intorno alla squadra e a sostenerla per una vittoria che manca ormai da troppo tempo e che sarebbe una bella iniezione di fiducia ed entusiasmo per tutto l’ambiente.
    Sempre Forza Vecchio Balordo!!
    PREZIOSI VATTENEEEEE!!!!!

  21. carlo says:

    Dott. Porcella, volevo solo farLe notare la “meschinità” dell’attuale proprietario del Genoa: un vero e proprio pagliaccio, una persona su cui NON si può contare!

    • Giovanni Porcella says:

      Moderiamo i termini intanto, siamo in un momento in cui sembra lecito tutto, non è così. Si puo dissentire senza offendere le persone e vale per tutti

  22. PREVIATI STEFANO says:

    La figura di m…a la farebbe Ballardini, accettare di nuovo dopo essere stato scaricato piu’ volte e l’ ultima pure con commenti sarcastici a suo danno da parte di chi e’ al timone della societa’ ….. sarebbe improponibile.
    Domenica sara’ una partitaccia da bassa classifica, stile anni 70 …. questa e’ la realta’ ora delle genovesi .

  23. giovanni says:

    Se lo richiama e’ obbligato l’ingaggio e’ fino a Giugno.

  24. mario48 says:

    Intanto l’ Empoli ha vinto…….

  25. mario48 says:

    È tanto complesso acquistare 11 giocatori sani in modo tale da non lasciare ruoli scoperti.

    Forza Genoa sempre

Lascia un commento

SERVONO INVESTIMENTI

Sette punti sulla zona salvezza, sono tanti o pochi? Premesso che guardare a cosa fa il Bologna o cosa fa

GENOA IRRECUPERABILE

Ancora una volta la sconfitta arriva negli ultimi minuti di recupero del primo tempo. A Cagliari ha deciso Farias 48′,

SE IL PROBLEMA ERA NEL MANICO ABBIAMO PERSO DUE MESI

Bravo Cesare Prandelli. Con lui si è vista una squadra, il Genoa. La vittoria sull’Atalanta gia’ di per e è

NIENTE DI BELLO, C’E’ PUZZA DI BRUCIATO

Torino, passi il mega recupero del primo tempo non giustificato, Spal e va beh l’espulsione assurda di Criscito, poi Roma,

Search

Archivio