EFFETTO JURIC

21 Ott 2018 by Giovanni Porcella, 39 Commenti »

Buona la prima. Ivan Juric contro la Juve fa l’impresa e il Genoa esce indenne dallo stadio bianconero. Piatek non segna, ma ci pensa Bessa a pareggiare i conti con Ronaldo. Il tecnico croato fa un pieno di energia, riporta la calma e il ciclo di ferro ora fa un po’ meno paura. il merito di Juric è quello di aver portato un po’ d’ordine tattico a centrocampo con il trio brasilero convincente e ha avuto il coraggio di aver fatto esordire Romero al centro della Juventus. Ha giocato un po’ come il primo Ballardini, tutti dietro, molta pressione, zero rischi e due tiri in porta di cui un gol. Va bene così, ci mancherebbe altro. Preziosi puo’ sorridere, il suo azzardo gli ha subito dato ragione. Ora l’Udinese prima del tris con Milan, Inter e Napoli. Lì si faranno i conti per capire se rispetto a prima ci sarà stata una svolta forte oppure se si veleggia tran quillamente senza chiedere nulal di piu’.

39 Commenti

  1. Asa says:

    Secondo me è stata tanta tanta fortuna. Comunque ben venga sia chiaro. Solo che sarà strano ma non riesco a gioire per questo punto pensando che preziosi possa pensare di aver ragione e aver fatto bene a riprendere sto signore.

    • #grifoneatempoperso says:

      Ok il nostro gol é stato fortunoso (anche se bisogna dar merito a Kouame che é stato molto furbo nell’occasione), ma pure il loro lo é stato: tiro deviato con Radu che ci arriva in ritardo, difesa salita e Piatek (che non é un difensore) che non spazza il pallone, tiene in linea due avversari e fa segnare Ronaldo a porta vuota.
      Per il resto abbiamo tenuto bene il campo e meritato il pareggio…

  2. salve
    mi e vi auguro che la partita di ieri non sia stata un fuoco di paglia e che si possa dare continuità di risultati.
    Primo tempo bruttino: lenti, prevedibili e mai pungenti; nella ripresa, decisamente meglio e pareggio, tutto sommato, giusto.
    La prossima partita sarà una cartina di tornasole ma, anche in caso di vittoria, proseguirei con i canonici piedi di piombo.
    Non nego che, dopo aver fermato la Juve, sarei felicissimo di stoppare anche il Napoli e la Roma ma, una cosa alla volta.
    buona domenica a tutti/e
    saluti
    Piero e famiglia

    • Asa says:

      Ieri la juve al goal si è fermata xche pensavano fosse fuori. Direi che nel secondo tempo la juve ha smesso di giocare e noi ne abbiamo approfittato. Vedremo il prosieguo di campionato, resti pessimista. Per quanto riguarda roma e napoli direi che è pura utopia e contrasta col tuo andare con i piedi di piombo.

  3. Paolo says:

    Anch’io non riesco a gioire più di tanto. E comunque resto della mia opinione. Vedremo come saremo messi in classifica dopo il ciclo di ferro e, soprattutto, dopo il derby. Meno male che là dietro si fanno male da soli. Speriamo che Juric non ricaschi negli errori dello scorso anno.
    Ora l’Udinese a Marassi. Non va presa sottogamba, perché in trasferta e’ pericolosissima. Speriamo che Piatek riprenda la buona abitudine di segnare.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEE!!!

  4. Davide Toso says:

    Se lo scopo era quello di giocare mettendo il cosiddetto pullman in aria di rigore allora probabilmente Ballardini in questo è maestro Penso anche che contro questa Juve era l’unico modo per fare risultato.Detto questo immagino che ci si aspetti una svolta di gioco la prossima partita dove avremo l Udinese al templio,ecco qui si dovrà intravvedere perlomeno in parte il cambio di rotta in termini di intensità e di gioco ovvero il motivo per cui è stato esonerato il balla reo di essere un difensivista incallito e reo di creare poco gioco e di conseguenza di rendere le partite poco spettacolari.
    Il presidente chiede questo personalmente penso semplicemente e specularmente ai risultati se poi vengono attraverso il gioco e alla spettacolarità meglio.Spero in juric a nella sua idea di calcio.In bocca al lupo pirata

  5. Stefano Ravegnani says:

    Ottimo punto ma piedi per terra. Nel secondo tempo si sono addormentati i gobbi, con l’udinese è la prova del 9.
    Resta un esonero inspiegabile che ha confermato che preziosi non ha nessun rispetto per la tifoseria.
    Complimenti alla squadra e buona la prima di juric ma la contestazione alla società per quanto mi riguarda rimane e deve essere sempre più intensa.
    A volte rimpiango la dura contestazione ai tempi della B

  6. Fabrydt says:

    Buongiorno a tutti,
    Juric ha messo la squadra in campo in modo assennato più alla Ballardini che alla Juric, Il Genoa ha tenuto bene il campo non lasciando dilagare la Juve dopo aver incassato il gol tenendo il match aperto in modo che un episodio potesse raddrizzarlo, la dormita dei difensori della Juve mentre Kouame andava a recuperar palla ha fatto il resto.

    Un bravo ai ragazzi uno a Juric, ma per cortesia non mettiamo di mezzo la proprietà che anche se dovessimo vincerle tutte da qui alla fine ha comunque sbagliato.

    In cuor mio spero che questo pareggio da salutare con il massimo piacere non smorzi i toni della contestazione, sostenere Juric ed i ragazzi e l’atteggiamento da tenere nei confronti della società devono viaggiare su binari diversi.

    FORZA VECCHIO BALORDO

  7. Riccardo says:

    Ballardini qs anno ha mostrato dei limiti poco equilibrio tattico la scelta di juric comunque un rischio ma se non fa disastri nella gestione del gruppo faremo un campionato tranquillo anche perché il potenziale offensivo è nettamente superiore all anno scorso

  8. alberto says:

    una domenica fortunata se la meritano tutti, figuriamoci noi, sfigati da 125 anni !!!!!!

  9. PREVIATI STEFANO says:

    C’ era un Genio della tattica a libro paga e non lo si faceva allenare, preferendogli un “incapace” ( parole del presidente ) ….. eh, ma lui ha sempre ragione ….. vedremo.

  10. Andrea says:

    Questa partita fa grande morale per i ragazzi e questo è quello che conta, la fiducia può alzare il rendimento ed è l’unica cosa che ci rimane perchè la qualità è sempre la stessa….poca. Mettiamo dentro questo punticino che vale oro e continuiamo a dire PREZIOSI VATTENE!

  11. robertogrifo says:

    Un Genoa attento e un pizzico fortunato è riuscito nell’ impresa di portare via un punto da Torino.
    Domenica la partita con l’ Udinese ci dirà s’è cambiato qualcosa nel gioco del Genoa. Più che positivo l’esordio di Romero.
    Resta per me sbagliato il modo in cui Ballardini è stato esonerato, non se lo meritava.

  12. #grifoneatempoperso says:

    Juric, lo sappiamo, é bravo a preparare le partite con le “grandi”, dove il pallino del gioco lo hanno in mano loro…
    Ha sempre faticato invece con le piccole…
    Vedremo se si dimostrerà maturato, anche se bisogna dire che quest’anno (a differenza delle scorse esperienza) ha giocatori bravi…

  13. giovanni says:

    Ha giocato” alla Ballardini ” ma bene cosi,’ speriamo ora non sbraghi nelle prossime.

  14. Filippo says:

    A mio parere con Ballardini avremmo fatto la stessa partita. Quindi per vedere i cambiamenti tattici dovremo aspettare almeno la prossima.
    Fortunati e bravi a non mollare, approfittando dell’unica occasione nitida che abbiamo avuto.
    Per il resto faccio fatica a giustificare questo supermercato che coinvolge giocatori ed allenatori.

  15. bruno says:

    Buongiorno a tutti…scusate ma io certi ragionamenti non li capisco proprio. Io di fortuna innanzitutto non ne ho proprio vista. Salvataggi sulla linea o parate strepitose di Radu nemmeno, quindi tutta sta fortuna dove sarebbe!?…anzi, se Szczesny non si inventa quella strepitosa parata su tiro di Piatek si rischia di portare a casa i 3 punti. Inoltre leggo che non si riesce a gioire di questa impresa del Grifo per colpa o per non dare soddisfazione a Preziosi!? Ma cosa vuol dire!? Io gioisco eccome! cosa ca….o me ne frega di Preziosi!? Il Genoa in Italia è la prima squadra che ferma una candidata a vincere la champions come è la Juve ed io non devo gioire….ma non scherziamo!!! Inoltre, io vorrei sapere da tutte le persone che contestano….che dicono che Preziosi sta rovinando l’immagine della società e dei tifosi, che non vedono l’ora che Preziosi vada via, cosa ne pensano…che idea hanno e che nostalgie hanno di tutti i presidenti che l’hanno preceduto? E soprattutto quale di questi vorrebbero tornasse? Grazie…

    • Giovanni Porcella says:

      condivido soprattutto il fatto di dover invece essere soddisfatti del pari con la Juve

    • Asa says:

      Mi spiace x voi. Meritate questo genoa e questo presidente. Continuate a gioire allora.

      • Paolo says:

        Scusa se mi permetto ma,credo che un sia libero di gioire dopo un pareggio in trasferta contro la,capolista a punteggio pieno, pareggio olretutto meritato meritato

    • Fabrydt says:

      Buongiorno Bruno,
      forse non hai registrato il palo di Ronaldo, e la ribattuta dove ha alzato il pallone e neanche il tiro di Dybala nel secondo tempo ancora sull’uno a zero che di solito non manda mai a lato, un paio di interventi Radu li ha fatti anche se i tiri non erano irresistibili infine Mandzukic su due o tre palle in area di rigore ha fatto il Lapadula quando di solito manda in rete anche il portiere.
      Dallo Stadium di Torino solo con una buona prestazione non ne esci indenne ci vuole anche un po’ di fortuna e noi ne abbiamo avuta, questo è un dato di fatto. Lo prova il fatto che anche altre squadre contro la Juve dalla prima all’ottava giornata non hanno giocato male (persino il Frosinone lo ha fatto tenendo lo 0 0 per 70 minuti) ma la Juve si è marcata comunque 24 punti.

      In quanto a chi preferirei invece di Preziosi da Satana in su son tutti buoni, se prima avrei voluto che lasciasse la squadra in buone mani, ora vorrei che la lasciasse e basta tornasse anche Nube che corre. Dovremo portare i libri in tribunale? Pazienza sai quanti derby vedremmo partendo dai dilettanti. Il pippotto dei 13 anni anni di A non regge ci ha tenuto in A dopo averci mandato in C solo pro domo sua prova ne sia che la salute economica della Giochi Preziosi in questi 13 anni è migliorata mentre il bilancio del Genoa è perennemente in perdita nonostante tutte le plusvalenze fatte. Se uno mi ruba i soldi e mi manda una scatola di cioccolatini preferirei che si tenesse i cioccolatini ma smettesse di rubarmi i soldi.
      Francamente ad un delinquente (non è un insulto, sentenze passate in giudicato lo qualificano come tale) che mi tiene in A ed un onest’uomo che mi fa rimbalzare dalla B alla A il secondo si fa preferire. Poi è solo questione di punti di vista se a te piace più ricevere i cioccolatini buon pro ti faccia.

      FORZA VECCHIO BALORDO

      • Filippo says:

        Meglio Satana o Nube che corre a Preziosi? Mah…sono d’accordo che sarebbe bene un cambio della guardia, ma questo presidente non molla la preda (ed il Genoa per lui molto probabilmente non è nient’altro che una preda) se non per un’ottima buonuscita. Ma chi ad oggi si è presentato con in mano gli argomenti necessari? Mi sembra nessuno.

        Senza alternative reali, il Genoa è suo e lo gestisce come vuole. Noi tifosi possiamo solo goderci le partite alla domenica allo stadio. E se non ci piacciono o non ci divertiamo evitiamo di fare abbonamenti. Invece alla fine, parliamo tutti bene ma razzoliamo male e gira che ti rigira, 17-18000 abbonamenti ci sono sempre.
        Si parla di contestazione dura? A me sembra invece che sia una roba a singhiozzo, spesso portata avanti con tempistiche strane, un giorno contesto e quello dopo faccio pace.Ti sei mai chiesto come mai?

  16. Massimiliano says:

    1 punto a Torino contro la squadra più forte del campionato italiano da anni e una delle più forti al mondo ” purtroppo” Tanta tanta roba! Scusa Giovanni ( Porcella inendo) visto che anche Romero non è niente male e la dfesa mi sembra essere il reparto meglio assortito, che ne pensi di un 4-3-3 o 4-3-1-2 visto che esterni di centrocampo che facciamo la differenza noon ne abbiamo? È evidente che Lazovic è fuori ruolo e fatica parecchio e dall’ altra parte finora nessuno ha convinto. Grazie Massimiliano

    • Finnrico says:

      Il passaggio da un modulo difensivo all’altro (intendo dire: difesa a tre/cinque o a quattro) non è una cosa semplice, a meno che non si abbiano giocatori di particolari caratteristiche tecniche, mentali e di esperienza, già abituati a entrambi i moduli.

      Di solito un modulo difensivo richiede una serie di esercitazioni che comportano movimenti di tutta la squadra (diagonali, chi esce sul trequartista, giro palla ecc.).

      Mi sbaglierò, ma con Juric allenatore la difesa a 4 non la vedremo mai o quasi mai. E del resto, se non mi ricordo male nella famosa partita di Pescara (5-0) dietro giocavamo a 4.

      Poi, certo, se in rosa hai Piqué, Sergio Ramos, Vrsaljko e Alex Sandro non c’è neanche bisogno di parlarne…

  17. paolo says:

    Che siamo tutti soddisfatti per aver portato via un punto dallo Stadium è lapalissiano. Chi non lo sarebbe, visto lo strapotere e l’enorme superiorità tecnica che la Juve ha sin qui dimostrato? Anzi, aggiungo un’altra affermazione, sulla quale credo che siamo tutti unanimi: voglio proprio vedere quante altre squadre riusciranno ad uscire indenni dalla tana della vecchia signora. Il Genoa, evidentemente bestia nera dei gobbi, c’è riuscito e questo è motivo di soddisfazione e di orgoglio per tutti noi che amiamo questi colori.
    Ma dalla soddisfazione alla gioia ne passa. Non basta un risultato positivo per cancellare di colpo tutti gli errori e le alzate d’ingegno del Joker che sono costati cari al Genoa e che ci hanno fatto e continuano a farci venire dei terribili mal di pancia.
    E’ l’eterno vizio di noi Italiani. Ci lamentiamo perché le cose non vanno bene e poi, appena c’è un piccolo segnale positivo, subito siamo pronti a fare voli pindarici, scordandoci di quello che abbiamo appena passato e dimenticando che le difficoltà non sono affatto finite, tutt’altro. Si chiama memoria corta.
    Nessuno rimpiange i presidenti del passato e non c’è bisogno ad ogni piè sospinto di ricordarci chi erano Fossati, Scerni o Dalla Costa. Chi, come me, ha un po’ di anni – e di ricordi – sulle spalle sa bene cos’hanno significato per i nostri amati colori quei nomi.
    Ma questo non vuole assolutamente dire che dobbiamo essere eternamente grati a Preziosi. Nessuno gli nega il merito di tenere il Genoa in A da 13 anni – periodo più lungo di sempre dalla fine dell’ultima guerra – ma mi pare che la memoria si faccia improvvisamente molto corta, quando non si ricorda l’umiliazione della caduta dalla A alla C a causa della famigerata valigetta. Ci siamo poi dimenticati della figura barbina fatta quando avevamo come allenatori Malesani e Del Neri? Ci siamo dimenticati di quella partita in casa col Siena in cui i tifosi più esasperati si fecero consegnare le maglie dai giocatori, facendoci diventare lo zimbello di tutte le tifoserie d’Italia? Per non parlare dell’Europa League conquistata sul campo e sfumata a causa della mancata concessione della licenza UEFA per la pesante situazione debitoria in cui versava la società, nonostante tutte le plusvalenze realizzate negli anni precedenti. E al danno s’aggiunse la beffa della cessione del posto agli odiati cugini, che poi, per fortuna, furono eliminati nei preliminari.
    Negli ultimi 2 anni abbiamo dovuto soffrire come dei cani a causa delle scelte sciagurate fatte dal Joker, sia per quanto riguarda le campagne acquisti, che per ciò che concerne gli allenatori.
    Quello che a me non va giù è la totale irriconoscenza dimostrata nei confronti di Ballardini, una persona seria e onesta, magari non un genio del calcio, ma pur sempre un allenatore in grado di garantirci una permanenza tranquilla nella massima serie. Non sapremo mai cosa si sono detti in realtà nel corso dei colloqui privati Preziosi e il Balla, ma se quest’ultimo è arrivato a dirgli di indicargli lui come mettere la squadra in campo, vuol dire che lo aveva fatto esasperare e per far esasperare una persona pacifica come Ballardini, vuol dire che il Joker gli deve aver fatto ingoiare dei bei rospi.
    Ora però dobbiamo concentrarci sul presente, che si chiama Juric. Abbiamo visto tutti quello che è successo negli ultimi 2 anni e spero che la memoria sia rimasta.
    Io non ce l’ho con lui, perché anche lui è una vittima di questo scriteriato presidente che ci ritroviamo. Spero che abbia tratto lezione dalle recenti esperienze negative e che abbia capito che gli schemi che ha lui in mente li può attuare soltanto se ha a disposizione dei giocatori di caratura decisamente superiore a quelli che allena attualmente.
    A Torino ha adottato l’unica tattica possibile contro una squadra mostruosa come la Juve. E poi abbiamo avuto la fortuna – e questo, mi dispiace, non si può negare – che nel secondo tempo i gobbi hanno cominciato a pensare alla Champions, tirando i remi in barca, per non parlare dell’amnesia difensiva colossale avvenuta in occasione del goal di Bessa. Vincere, sinceramente, sarebbe stato troppo. Restiamo con i piedi per terra. E’ meglio.
    Vedremo ora cosa farà contro l’Udinese, squadra sicuramente alla nostra portata, ma, come ho già scritto, pericolosissima in trasferta e che verrà a Marassi con una voglia matta di riscattare la brutta sconfitta subita col Napoli. Ci vorrà il miglior Genoa per metterla sotto. Poi avremo 3 partite non adatte ai deboli di cuore. Se faremo punti anche in quelle, allora potremo presentarci al derby con una classifica decente e mettere paura agli odiati cugini.
    Devo ammettere che Juric ha avuto coraggio nel buttare nella mischia Romero, che ha dimostrato di avere dei numeri non indifferenti. Se si confermerà forte come sembra, allora potremo contare, oltre a Piatek e Kuamè, su un altro giocatore di caratura superiore. Speriamo, ribadisco, che abbia capito come mettere la squadra in campo per tirare fuori il meglio dai giocatori che ha a disposizione. Ma se dovesse ricominciare come lo scorso anno, allora la situazione si farà davvero buia e mi auguro, come ce l’auguriamo tutti, che non sia così.
    Vedremo poi cosa succederà nel mercato di gennaio, che temo tantissimo, visto che non ci si può fidare delle parole del Joker.
    Buona giornata a tutti e sempre Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEE!!!!

    • Paolo says:

      In A da 13 anni ma ricordiamo che ci sono 20 squadre con 3 retrocessini.
      Fossati partecipava a campionati con 16 squadre e 3 retrocessioni e non prendeva soldi dalle TV ad inizio campionato. Avrà commesso I suoi errori ma diciamo che rispetto al giorno d’oggi aveva delle attenuanti.
      Paolo

  18. bruno says:

    Buonasera a tutti….buonasera Asa….come è giusto che sia, ognuno è libero di dire ciò che pensa, ma ancora una volta vorrei ricordarti, che purtroppo per noi, quello che dici che ci meritiamo , e cioè questo Genoa nonchè questo presidente, resta comunque che a noi garbi o no il miglior ciclo che il Genoa ha vissuto da oltre 60 anni. E cioè dal dopoguerra ad oggi. Purtroppo per noi questa è l’unica realtà. Buonasera Fabrydt, ho registrato eccome tutto ciò che giustamente mi hai fatto notare, però vorrei ricordarti che eravamo ospiti della squadra forse più forte d’europa, della squadra che vince il campionato italiano da anni ed anni, pertanto ritengo che tutto ciò che è accaduto in loro favore ci stia eccome! Non solo, ma penso che la Juve anche a mezzo servizio possa rifilare 2/3 gol a chiunque. Per questo dò ancora più valore al nostro pareggio di sabato. Non credo che ci sia qualcuno che perchè come si dice abbiamo il “blasone” o siamo la squadra più vecchia d’Italia si sia illuso che per quei motivi avremmo schiacciato la Juve nella sua metà campo per 90 minuti. Resta comunque il fatto che se entra quel tiro di Piatek con miracolo di Szczesny i punti erano 3. Un’altra considerazione che devo fare è la seguente, tra i presidenti di calcio, persone con l’aureola in testa, nonchè galantuomini penso ce ne siano veramente pochi, se non nessuno, io faccio il tifoso, non l’esattore, tantomeno mi interessa il certificato di buona condotta dei presidenti, e se la giochi Preziosi in questi anni ha migliorato la sua situazione, non può farmi che piacere per le eventuali famiglie di chi ci lavorano. Almeno questo è il mio modesto pensiero. Mi pare che i cugini, quando si sono ritrovati un presidente che doveva stare in Svizzera per i ben noti motivi, non si siano fatti i problemi che ci stiamo facendo noi. Se lo siano goduti eccome. Per concludere ripeto, ognuno è libero di pensare ciò che vuole, ma sperare in un allontanamento di Preziosi anche a costo di rivivere le situazioni tipo Dalla Costa, fallimenti ecc ecc, quello assolutamente no. Per chi ha vissuto quei tempi, penso sia bastato ed avanzato. Di derby in provincia c’è pieno, se ne possono vedere ogni fine settimana. Per me l’unico derby che spero di continuare vedere è quello con la sampdoria, possibilmente in serie A.

    • Asa says:

      Bruno ognuno gioisce di ciò che vuole ci mancherebbe ma, oggi ritengo che non abbiamo più una dignità di tifosi un poco di amor proprio un pò di orgoglio. Per me non è poco e non perdo dignità orgoglio e amor proprio per 13 anni di A molti dei quali solo passati a sperare nella salvezza e con una dirigenza folle che non vende solo perché non la mettiamo in condizione di doverlo fare. Se il Genoa fosse seriamente in vendita forse qualche compratore uscirebbe, che poi dia peggio di questo solo il tempo lo potrà dire.

  19. Asa says:

    Beh oggi il fenomeno maturato è riuscito a perdere con l’Entella. Direi che non si smentisce…..

  20. Finnrico says:

    Brontoliamo noi che siamo in serie A e abbiamo 13 punti dopo 8 gare, ma che cosa dovrebbero dire i tifosi dell’Entella, che il 25 ottobre ancora non sa in che campionato deve giocare?

    Ho proprio paura che il ponte Morandi stia diventando la metafora di questo Paese…

  21. paolo says:

    L’unico aspetto positivo dell’amichevole con l’Entella è che s’è fatto male Lapadula, così per un po’ di tempo Juric non avrà la tentazione di metterlo in campo. Mi spiace per lui, col quale, come persona, non ce l’ho affatto, ma come calciatore sarebbe molto meglio per tutti che a gennaio levasse le tende e partisse per altri lidi.
    Ribadisco che la cartina di tornasole sarà la partita di domenica prossima con l’Udinese. Se prenderemo un’altra scoppola tipo Parma vorrà dire che non è cambiato niente rispetto alla gestione Ballardini, anzi. Se vinceremo sarà una buona boccata d’ossigeno in vista del trittico terribile che ci attende. Se poi dovesse avvenire a coronamento di una prestazione convincente, meglio ancora, ma ne dubito.
    Quanto a Preziosi, sono pienamente d’accordo con Filippo, che ha ripreso un concetto che sto ripetendo da parecchio, cioè gli abbonamenti.
    E’ inutile contestare il presidente e la sua dirigenza e poi a luglio e agosto correre a sottoscrivere l’abbonamento. Se contestazione deve essere che lo sia fino in fondo.
    Il Genoa è sempre stato la gallina dalle uova d’oro per Preziosi e gli è servito quando la Giochi Preziosi era in grave difficoltà. Peccato che non si sia visto il percorso inverso. E’ inutile. Bisogna colpirlo in ciò a cui tiene maggiormente: i soldi. Se si rende conto che i tifosi non ci cascano più e che dal Genoa non potrà più trarre alcun vantaggio per le sue altre attività, allora sarà costretto a mollare la presa, abbassando le pretese.
    Comunque, vediamo come vanno le prossime partite. Certo che se si ritorna allo Juric che conosciamo, allora si dovrà immediatamente adottare la linea dura, disertando Marassi ( non devono trovare nemmeno gli striscioni ) e, ovviamente, le trasferte.
    Sarei proprio curioso di vedere cosa fa il Joker quando si trova di fronte ad uno stadio desolatamente vuoto.
    Infine, quanto al presidente latitante in Svizzera che avevano i cugini, c’è una “piccola” differenza con Preziosi. Lui la società non l’ha spolpata per rimpinguare le casse delle altre sue aziende. Non so perché, ma la Samp ha sempre avuto il c… di avere dei presidenti facoltosi, a parte quello di adesso, che, secondo me, lavora molto coi soldi di qualcun altro. Molto probabilmente è più attraente rispetto al Genoa, perché ha molti meno debiti. Certo che finché Preziosi non ridurrà drasticamente i debiti della società e non rinuncerà a buonuscite stratosferiche, non se ne verrà a capo e dovremo tenercelo, volenti o nolenti.
    Portiamo pazienza e speriamo che presto il vento cambi.
    Forza vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEEE!!!

  22. PREVIATI STEFANO says:

    Almeno sulle amichevoli cerchiamo di non criticare a partito preso ….

  23. enrico says:

    cari signori preziosi vattene, da asa in su presentatevi a pegli con un bel assegno o in alternativa non venie allo stadio avete rotto le scatole dovete fare la fine della vostra emerita associazione cioè agc sparita nel nulla cosmico i 18mila abbonati significato che voi non contate nulla e siete dei tifosi frustrati e da tastiera buona giornata

    • Asa says:

      Sei davvero un fenomeno. Complimenti sei ammirevole e fai tanta tanta tenerezza. Ti auguro una buona giornata.

  24. Fabrydt says:

    Caro Enrico,
    non dovrei neanche rispondere per la pochezza e totale assenza di idee del tuo post ma visto che ti arroghi il diritto di giudicare altri blogger che non la pensano come te, mi corre l’obbligo di farlo. Perché dovremmo presentarci a Pegli con un assegno oppure smettere di criticare Preziosi? Se tanto mi da tanto se a qualcuno non piace il governo allora dovrebbe fare un colpo di stato in caso contrario non avrebbe il diritto di protestare? Che logica è?
    Sicuramente è frustrante dovere subire la presenza nel club dei colori che ami di un presidente indegno, fortunatamente manifesto il mio disappunto allo stadio essendo abbonato da 46 anni, quindi preferisco la definizione di frustrato da Ferraris più che da tastiera, che è comunque più dignitoso di altre condizioni ad esempio fare la foca ammaestrata mi si addice sicuramente molto meno. Continua pure a sventolare la tua bandierina con scritto 13 anni di A ne hai pieno diritto, ma cortesemente astieniti dal giudicare chi non ritiene giusto farlo. Nei 18mila abbonati ci sono anch’io e continuerò ad esserci fino a che fisicamente mi sarà possibile non ritengo giusto abbandonare i colori che amo perché il presidente è indegno, né concepisco il non fare l’abbonamento e non andare allo stadio come forma di protesta contro la proprietà, io ci vado e lo contesto, questa a mio avviso è l’unica forma di contestazione possibile perché per ogni insoddisfatto che non viene allo stadio si libera il posto per una foca ammaestrata, fino ad illuderla di essere parte di una maggioranza. Poi l’Acg faccia quello che vuole, la cosa non mi ha mai riguardato in passato figuriamoci se può iniziare a riguardarmi ora. Io non ti auguro di fare nessuna fine se non quella di riabbracciare prima o poi la consapevolezza.
    FORZA VECCHIO BALORDO

Lascia un commento

EFFETTO JURIC

Buona la prima. Ivan Juric contro la Juve fa l’impresa e il Genoa esce indenne dallo stadio bianconero. Piatek non

LA SFIDA DI JURIC

Ivan III comincerà con la Juventus. Diciamo che è la partita piu’ facile visto che non ha proprio nulla da

BALLARDINI VIA E’ UN AZZARDO

Il Genoa ha esonerato Davide Ballardini, al suo posto Ivan Juric. Il presidente Preziosi dunque non ha dato altro spazio

QUANTI PROBLEMI PER BALLARDINI

Altri dieci minuti di follia tattica e il Genoa torna punto a capo. La sconfitta col Parma lascia il segno

Search

Archivio