LA SFIDA DI JURIC

15 Ott 2018 by Giovanni Porcella, 36 Commenti »

Ivan III comincerà con la Juventus. Diciamo che è la partita piu’ facile visto che non ha proprio nulla da perdere. E poi lui con i bianconeri ha sempre fatto bella figura. L’unico gol lo ha segnato a Buffon in serie B con la maglia rossoblù addosso, vinse da allenatore facendo tre gol in un match che resta indimenticabile e all’ultima sua avventura perse in casa 2-4 ma dopo una gara tiratissima. La sfida di Juric non è difficile perché affronta la Juventus e poi non potrà sbagliare con l’Udinese visto che dopo si cucca Milan, Inter e Napoli. Sì anche per questo è dura ma soprattutto perché secondo i parametri richiesti dovrà giocare bene, fare calcio estetico visto che la colpa di Ballardini era che giocava malissimo pur vincendo abbastanza. Insomma oltre al calendario complicato con cui deve fare i conti Ivan deve pure accontentare sul piano dello spettacolo. Se ci riesce è un fenomeno. Io sto con lui perché è giusto farlo e quindi bisogna dire che secondo Preziosi questa è una squadra che non si deve accontentare della salvezza e che deve inebriare. Secondo me è una squadra che si deve salvare anche perché questo Piatek sta sorreggendo la baracca. Felice di sbagliarmi e come sempre se sarà così lo ammetterò.

36 Commenti

  1. Max says:

    Perdona Giovanni, ma in questo momento credo che il campo sia in coda ai pensieri di molti. Sarebbe opportuno, in parallelo, guardare molto da vicino la società, perché la tifoseria sta per scoppiare. Lo dicono i social e non solo quelli.

    • Asa says:

      Concordo. Il campo viene dopo. Qui in ballo c’è altro, la dignità del popolo rossoblu che è decisamente più importante. Non si può più accettare tutto facendo sempre finta di nulla con la scusa del bene del Genoa. L’unico bene sappiamo tutti qual’è e dobbiamo perseguirlo ad ogni costo.

  2. salve
    certo che si tifa sempre Genoa, a prescindere dal proprietario, allenatore, giocatori ma, stavolta, la misura è colma …
    un saluto
    Piero e famiglia

  3. Finnrico says:

    Caro Giovanni, mi sembra di capire che con questo post suggerisci di girare pagina.
    Ti dò ragione: guardiamo al campo.

    Juric l’ho sempre difeso e lo considero un buon allenatore, ma secondo me avrebbe dovuto andare a fare esperienza altrove, ora rischia di bruciarsi definitivamente. Comunque sì: forza Genoa e forza Juric.

    Del presidente non si sa più cosa dire, speriamo che si venda Piatek (magari al Barca, al Bayer o in Inghilterra, non alla Giuve) e poi si decida ad andare in pensione, cedendo la società a qualche acquirente dignitoso, e non a Gallazzi, a Sundas o al cane Gunter.

  4. bruno m says:

    E’ ovvio che bisogna stare con Juric, ma prevedo che nelle partite da te citate caro Giovanni , raccoglieremmo al massimo 2 punti. Non ricordo un calcio champagne proposto dal neoallenatore, e non vedo come possa essere migliorato, non avendo fatto nessuna altra esperienza. Vedremo partite in cui il Genoa non cambierà mai modulo a partita in corso sia che il risultato sia favorevole che sfavorevole. Complimenti al presidente che nel giro di 4 anni ha fatto fuori due allenatori che secondo me erano a misura del Genoa.

  5. Asa says:

    Vedremo la prima tripletta di Ronaldo….

  6. Andrea says:

    Leggo su Primocanale che juric potrà partire da mazzitelli e lapadula!!!! Siamo pazzi? Direi che forse è per questo che è stato preso fare giocare i cadaveri. Lapadula può solo fare una cosa stare in tribuna che forse è meglio il campo lo vede su Sky ed è meglio . Se queste sono le premesse si parte male. In attesa di un allenatore da serie a tipo Prandelli (Nicola vale juric)

    • Asa says:

      Lui farà giocare quelli che vuole il presidente che deve valorizzarli per poi venderli
      Pensate davvero che lo abbia preso perché è maturato e diventato bravo? Lo ha preso perché obbedisce e mette in campo chi vuole il presidente e come vuole il presidente…..

  7. giovanni says:

    La questione e’ “ti riconosci in questa societa’?”L a stragrande maggioranza dice di no quindi rimangono i colori..troppo poco a sto punto il GENOA e’ diventato una macchina da soldi poco spazio a emozioni il senso di appartenenza quasi azzerato ecco il risultato si era piu’ tifosi ai tempi di Speggiorin.

  8. Asa says:

    Con la scusa di stare vicino al Genoa facciamo il suo male. Sono anni che con questa scusa con la nostra fede ci prende in giro. Bisogna avere gli attributi per dire basta. Spesso abbiamo detto ai calciatori di tirarli fuori, ora tocca a noi farlo anche lasciando lo stadio vuoto se necessario. Anche soffrendo per il nostro Genoa a distanza. Poi ognuno è libero di fare come crede ma poi che non si lamenti….

    • Alex says:

      Parole sante, non avresti potuto esprimere meglio il concetto. Stare vicino al Genoa lo si può fare in cento modi. Anche noi amiamo i nostri figli, ma se fanno delle sciocchezze li sgridiamo e/o diventiamo duri per tutelarli. Col Genoa dev’essere lo stesso.

  9. Fabrydt says:

    Buongiorno Giovanni,
    non sono d’accordo sulla linea editoriale timida di tutte le testate giornalistiche locali.
    Il Sig. Aldo Spinelli se avesse fatto la centesima parte delle castronerie fatte da Preziosi sarebbe stato linciato sulla pubblica piazza. Quest’uomo deve smetterla di curare solo ed esclusivamente i propri interessi personali utilizzando il Genoa come salvagente di Fingiochi.
    Qualcuno deve iniziare a dirglielo una buona volta e quando quel manigoldo afferma di avere investito 51 milioni nel Genoa gli si deve chiedere conto di dove sono finiti tutti i soldi delle plusvalenze messe insieme nei 13 anni di A, anche i semafori hanno capito che non sono stati messi nel Genoa altrimenti il bilancio sarebbe diverso, non si sarebbe persa la licenza Uefa per non avere pagato Andy Polo udite udite Andy Polo.
    Io ricordo un Fossati crocifisso da media e tifosi per la cessione di Pruzzo, Spinelli allo stesso modo per Fontolan il povero Fortunato Policano, Eranio (quando Skuhravy lo aveva tenuto comunque fino a fine carriera). Questo qui ha ammaestrato la stragrande maggioranza della tifoseria e i giornalisti facendo sembrare normale che tutti gli anni si ceda chiunque sia uscito dalla culla per colpire un palo in serie A. Adesso sta iniziando a fregarsi le mani Per Piatek vuole 60 milioni….. il tifoso comprensivo può anche pensare be se lo vende a quella cifra e mette a posto il bilancio ci possa stare…. invece se lo venderà a quella cifra il bilancio chiuderà sempre con la stessa perdita di esercizio che tutte le cessioni fatte fino ad oggi non hanno minimamente scalfito. Oppure ci dirà che lo ha venduto a 8 milioni + 3 di bonus ed una opzione su Chiappara.

    Io spero che in casa con l’Udinese succeda un finimondo. Non mi interessa in quale serie giocherà il Genoa in futuro ma dovesse anche ripartire dai dilettanti è preferibile che vedere un Grifone strumentale agli interessi di un pregiudicato che solo perché imprenditore è riuscito a non scontare neanche una delle condanne ricevute con sentenza esecutiva.

    Ora Vedremo come finirà la faccenda Brlek….. sono arrivate rassicurazioni… Beati voi che ancora vi fidate, siete gli stessi che avete creduto che i 250.000 Euro di Genoa Venezia erano l’anticipo per l’acquisto di Maldonado.

    I colori, il blasone la maglia sono tutto quello che ci rimane ed il solo fatto che della storia pionieristica di questa squadra abbia potuto fare parte questa persona è di per se nauseante. La misura è colma!!!

    Per quanto mi riguarda se anche Juric dovesse fare benissimo ed il Genoa finisse in Europa non salirò mai sul carro di quelli che diranno che il presidente ci aveva visto lungo, lo voglio fuori dalle scatole e basta fossero anche 20 anni di A e 5 di Europa consecutivi VIA DA GENOVA VADA A FARE I SUOI AFFARI ALTROVE.

    FORZA VECCHO BALORDO

    • Giovanni Porcella says:

      Qui siamo tanto timidi che parla da un’altra parte

      • Fabrydt says:

        Caro Giovanni,
        dici bene gli zerbini per antonomasia sono in altre testate, tuttavia se mi consenti ho assistito a derby in terrazza, e non ho potuto fare a meno di notare la posizione troppo accomodante dei Sig. Ravenna e del buon Carletto del quale ho stima e condivido molti dei pareri, ma sentire che Juric è fortunato perché Andrà a Torino con la Juve e nessuno pretenderà di fare risultato la partita dopo in casa con l’Udinese si ritroverà un ambiente più tranquillo visto che con una settimana in più gli umori si saranno calmati e la tifoseria non dico avrà dimenticato ma quasi, significa capire sicuramente di moto e altrettanto sicuramente di calcio ma non avere mai messo piede in gradinata….. Il tutto con il beneplacito del Sig Ravenna che si unisce al coro aggiungendo che se il presidente ha agito così sarà per motivi che a noi al momento sfuggono ma che come al solito gli daranno ragione in seguito. MI sembrano commenti troppo morbidi, all’insegna del metabolizziamo anche questa, sempre ringraziando per i 13 anni di A consecutivi. Perdona il mio sfogo ho sempre cercato di essere molto urbano nel reiterare la mia contestazione verso questa proprietà, e, seppur nel rispetto delle opinioni di tutti, vedere che sia su questo blog alcuni tifosi siano scrivano ancora dei post degni di una passionaria del buffone o che non ci siano nette condanne del suo operato da parte dei media mi fa domandare cosa altro deve fare quest’uomo per essere espulso dai confini cittadini…… deve trombare anche le mogli/mariti dei tifosi o dei giornalisti sportivi? Il resto mi sembra che l’abbia già fatto tutto:
        - FALSA TESTIMONIANZA (REITERATA ALL’INVEROSIMILE) O VOI AVETE VISTO I DUE ESTERNI DI CARATURA INTERNAZIONALE SOLO PER CITARE L’ULTIMA IN ORDINE DI TEMPO MA L’ELENCO E’ INFINITO – PIU’ CHE SOSPETTA APPROPRIAZIONE INDEBITA PENSO SIA SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI – ACQUISTO DI PARTITE (SERIE C) – MANCATI PAGAMENTI ALL’ESTERO (IN EUROPA LEAGUE VA LA SAMP AL POSTO DEL GENOA) – IN ULTIMO SCUSATE MA CI TENGO INCAPACITA’ DI ESPRIMERSI IN UN ITALIANO CORRETTO.
        So già che il problema è la mancanza di alternative, e che fino a che non ci sarà un vero acquirente è inutile etc etc , ma visto che per più di qualcuno dei tifosi Genoani il Genoa è la vita, se lui fa fare una vita di merda a noi, spetta a noi far fare a lui una vita altrettanto di merda contestandolo con quanta più voce possiamo e facendolo almeno riallontanare dallo stadio dove ha iniziato a rifare capolino, dopo aver passato un colpo di spugna sulla propria coscienza

        Giovanni io apprezzo che voi di Primocanale più di altri facendo domande scomode abbiate evitato gli atteggiamenti di mera piaggeria che ad altri permettono di avere esclusive a nastro, ma se per questo motivo con voi non parla più a prescindere, tanto vale massacrarlo a suon di verità, cosa avete da perdere?

        FORZA VECCHIO BALORDO

        • Alex says:

          Condivido tutto e aggiungo che l’acquirente serio c’e l’avevamo, purtroppo il signor Preziosi è riuscito a rovinare tutto. Io piuttosto, da giornalista, andrei a verificare se prosegue il lavoro dell’Advisor incaricato della vendita. Non vorrei che sfumata la trattativa con Gallazzi il sig. Preziosi abbia colto l’occasione per revocare l’incarico all’advisor stesso per dimostrare che il Genoa è solo suo e che fa come vuole lui. Già fare questa verifica potrebbe potanzialmente sputtanare non poco il proprietario del Genoa.

        • Giovanni Porcella says:

          Ciao, noi credo siamo stati sempre corretti con tutti. Poi se ci sono altri investimenti in cambio di libertà di parola non lo so, ognuno fa cio’ che vuole. E’ chiaro che di fronte a certe scelte della società noi siamo critici e mi pare che la maggioranza delle opinioni vada in quella direzione. Continueremo a fare il nostro lavoro lasciando tutti. Beh dire che Pernat è tenero con la società mi pare sbagliato. Lui ha fatto un altro discorso

    • Asa says:

      Hai perfettamente ragione e ha ragione Giovanni nel dire che le telefonate monologo le fa altrove dove nessuno porge domande ‘scomode’ ma anzi lo tratano con i guanti….

    • Alex says:

      Chapeau. Concordo sulle testate giornalistiche troppo timide, forse tutto il contesto globale è diventato maggiormente tollerante per cui c’è un adeguamento collettivo. Preziosi è agli antipodi rispetto alla mentalità storica del Genoa, un presidente che non mette mai piede nel museo, che se ne frega delle mostre, della coppa del primo scudetto, etc…dimostra perfettamente che non gliene frega più nulla. Deve andarsene e l’unico argomento di discussione dev’essere quello. Se ogni anno aspettiamo la fine della stagione per poter criticare, Preziosi non si schioderà mai, d’altronde questi anni lo dimostrano. Le partite passano in terzo piano, ora il focus è la società. Attenzione a gennaio, qualcosa potrebbe muoversi, qualche rumors c’è.

  10. Luca says:

    Sottoscrivo anche la punteggiatura., incrociando le dita…

  11. albion says:

    Nulla crea ansia quanto il senso di precarietà. Ecco questo disagio è lo stato d’animo che mi suscita questa situazione. Possiamo parlare di presidente, allenatori, giocatori e addetti ai lavori, parlare di tattiche, campagna acquisti, parte destra o sinistra della classifica. Possiamo parlare veramente di tutto, i fatti concreti e oggettivi sono quelli che vediamo punto e basta. Questo sciocco punto di vista tiene solo ed esclusivamente conto del fatto che tifo Genoa a prescindere dagli argomenti che citato sopra e che un po’ di tranquillità forse i supporter rossoblù la meriterebbero.

  12. Massimiliano says:

    Buon pomeriggio, mi sa che l’ unica cosa che si possa fare ,oltre a sperare in qualche ” miracolo ” sia quella di vedere cosa succede e soprattutto se Juric sara in grado di valorizzare Lapadula e ancora di piu Piatek per fare cassa. Magari cosi il Presidente riesce a risanare il bilancio…. Se tutto va bene a gennaio si gettano le basi per due belle cessioni……Forza Genoa comunque e sempre

  13. Paolo says:

    La bella cessione a gennaio sarà una sola: Piatek. Perinetti può dire ciò che vuole, ma ormai non gli crede più nessuno, almeno chi non si fa più illusioni sul futuro del Genoa finché ci sarà Preziosi. Con Juric assisteremo al disastro più completo e umiliante e finiremo dritti in B, magari anche a seguito di una bella penalizzazione per l’ennesimo scandalo messo in piedi dal Joker.
    Ma come si può pensare di far giocare ancora Lapadula? È un cesso di giocatore, bollito, finito. Mi spiace, ma l’unica cosa da fare è disertare lo stadio e le trasferte. L’ho scritto più volte e lo ripeto: solo se lo si colpisce nel portafoglio quel burino ripulito capisce che deve andarsene e non mettere più piede in Liguria. Finiremo in C, in D? Pazienza. Meglio ripartire dal fondo con dignità, piuttosto che continuare ad assistere ogni anno a questi spettacoli penosi. S’è venduto fior di campioni incassando cifre mirabolanti e la società è sempre indebitata fino al collo. Quando emerge qualche talento, subito arrivano le big a portarcelo via, magari pagando a rate più bonus. Mai una volta che si riescano a tenerli per costruire una squadra che possa competere ad alti livelli. È poi ci stupiamo se gli allenatori seri e competenti scappano via o non vogliono venire al Genoa? Ma per favore! Basta presidenti padroni. Basta yes men. Basta farabutti. Si facciano avanti persone serie e che amano davvero questi colori. Solo così potremo sperare di nuovo di avere una squadra competitiva ad alti livelli e, soprattutto, che si piazzi sempre davanti agli odiati cugini. Se, invece, si vuole continuare a ringraziare per essere rimasti 13 anni in serie A, ma a che prezzo, allora non lamentiamoci più e ingoiamo cacca a tutto spiano.
    Io non sono più disposto a vedere la mia squadra, la più antica d’Italia, umiliata ad ogni pie’ sospinto. Quindi contestazione dura e pura finché Preziosi non mollerà la presa e finalmente si toglierà dalle palle.
    Forza Vecchio Balordo.
    PREZIOSI VATTENEEEE!!!!!

    • Finnrico says:

      Io mi dissocio fermamente – come si amava dire una volta – da chi sfoga la sua rabbia e la sua frustrazione coprendo di insulti questo o quello. E non parlo del presidente, né dell’AD, né del Direttore sportivo o compagnia, che hanno le loro responsabilità e qualche pernacchia se la meritano.

      Però non capisco per quale ragione si debba usare un certo linguaggio volgare e offensivo con certi giocatori o addirittura con persone che non sono nemmeno tesserate per la società.

      Vorrei sapere, per esempio, che male abbia fatto Davide Nicola, di cui personalmente ho un bellissimo ricordo come calciatore e che mi sembra una brava persona.

      E quanto a Lapadula, certamente il suo rendimento non è stato quello che ci si aspettava, ma insomma, che colpa ne ha? Si droga? Passa le nottate in discoteca? Si vende le partite? Diavolo, a me sembra che si sia sempre impegnato alla morte, una volta ha pure giocato con il naso spappolato.
      Di sicuro se passa l’occasione giusta cambierà aria, ma finché indossa questa maglia e ci suda dentro sicuramente non posso che rispettarlo e incoraggiarlo.

  14. Andrea says:

    None ne possiamo più di questa società mi dispiace ma con grande dolore dico che non andrò più allo stadio finchè c’è questo signore a comandare.

    Butto via persino l’abbonamento. Mi fa schifo tutto questo.

    PREZIOSI VATTENE

  15. stefano says:

    Vivo a Torino da anni ormai e fino a qualche settimana fa dicevo quasi quasi vado a vedermi la partita con la juventus anche per la curiosità verso questo stadio nuovo, dopo la vicenda Juric ho cambiato idea. La cosa peggiore dell’era Preziosi è proprio questa: ormai ha tolto ogni briciolo di sano entusiasmo da tifoso.
    E la situazione con Juric è di tale sfiducia che sono convinto che se anche avvenisse un miracolo sportivo sabato, comunque rimarremmo tutti demotivati allo stesso modo…

  16. Sierra63 says:

    Personalmente è da Genoa – Venezia che non metto piede allo stadio e sono d’accordo con l’utente che con tutti i giocatori passati e venduti i conti dovrebbero essere migliori di quanto in realtà non sono…..in compenso ha salvato la giochi preziosi. Basta vivacchiare basta essere presi per i fondelli da tutti. È ora di basta, ma è pur vero che persone serie che vogliano investire sul Genoa non ci sono.

  17. PREVIATI STEFANO says:

    Intanto ha rimesso a libro paga il genero …… bella mossa, al solito ….. praticamente un giroconto, escono dalla Societa’ e rientrano in famiglia.

  18. giovanni says:

    Pierino cagati addosso e famiglia….

  19. Asa says:

    Ma dai VELOSO ma come si fa! Ma al genero non poteva semplicemente regalargli dei soldi ? È scarso e lento. Non sa neanche più battere punizioni e calcid’angolo. Non è un regista si gioca con uno in meno con lui.

Lascia un commento

EFFETTO JURIC

Buona la prima. Ivan Juric contro la Juve fa l’impresa e il Genoa esce indenne dallo stadio bianconero. Piatek non

LA SFIDA DI JURIC

Ivan III comincerà con la Juventus. Diciamo che è la partita piu’ facile visto che non ha proprio nulla da

BALLARDINI VIA E’ UN AZZARDO

Il Genoa ha esonerato Davide Ballardini, al suo posto Ivan Juric. Il presidente Preziosi dunque non ha dato altro spazio

QUANTI PROBLEMI PER BALLARDINI

Altri dieci minuti di follia tattica e il Genoa torna punto a capo. La sconfitta col Parma lascia il segno

Search

Archivio