QUANTI PROBLEMI PER BALLARDINI

8 Ott 2018 by Giovanni Porcella, 39 Commenti »

Altri dieci minuti di follia tattica e il Genoa torna punto a capo. La sconfitta col Parma lascia il segno perché ridimensiona cio’ che nelle ultime due partite era stato fatto dai rossoblù. Un passo indietro clamoroso che tira in ballo il tecnico Ballardini finito sotto ai riflettori. Preziosi era visibilmente scontento della prestazione e ha tirato in ballo la disposizione scelta dall’allenatore. In effetti un po’ di cose non son chiare. Intanto perché contro le squadre che giocano con tre punte si è scelti di nuovo di opporre tre difensori in campo largo? Il secondo gol poi scaturisce da un tentativo goffo di fare pressing. Medeiros non ha capito cosa doveva fare e il Parma ha fatto gol. Ecco Medeiros lì dietro alle punte è stato disastroso, inutile insistere. Pandev perché non ha giocato? Forse non era al meglio, crediamo al mister. Resta solo l’immenso Piatek, avere il capocannoniere e perdere così’ tante partite fa pensare, e qualche spunto iniziale di Lazovic e la verve, a volte un po’ egoista, di Kouamè. Nella ripresa l’ingresso di un’altra punta fisica come Favilli non ha convinto anche se col Sassuolo aveva funzionato. Infine il caso portiere. rado ha sbagliato l’uscita facile facile sul primo gol, ma è giovane e ci sta. Ballardini ha fatto intendere che ha la massima fiducia in lui e non poteva fare altrimenti. serve equilibrio per un ruolo così delicato soprattutto perché al Genoa prima c’era Perin che era un lusso. Ora la sosta poi un ciclo di ferro a cominciare dalla Juventus. servono risposte immediate da parte della squadra e del tecnico che ha ironicamente ricordato: in fondo abbiamo fatto solo 12 punti in sette partite.

39 Commenti

  1. albion says:

    Già in precedenza mi ero espresso circa la mancanza di un assetto tattico da cui partire salvo poi adattarsi alle squadre che man mano si affrontano. Qui si fanno tentativi a volte anche un po’ azzardati e le circostanze ti premiano contro squadre modeste o ti deprimono contro quelle meglio organizzate. Ergo poco equilibrio e un po’ di confusione. Rendiamoci conto che il Genoa ha avuto sinora un calendario abbastanza favorevole e i 12 punti si contano certo ma il gioco purtroppo non convince. E avere un attaccante che segna sempre è veramente un insulto alla mancanza di determinati risultati. Il ciclo di ferro che attende il Genoa ci dirà dove sta il vero, in fondo bisognerebbe non dimenticare che la salvezza è lo scudetto del Genoa, non andiamo oltre grazie.

  2. paolo says:

    Non scopriamo certo l’acqua calda quando diciamo che il Genoa è una squadra mediocre e non può ambire alla parte sinistra della classifica.
    Siamo parecchi a dirlo da tempo, ma veniamo considerati dei pessimisti cosmici, anziché persone realiste che vedono le cose come stanno.
    Ballardini ha sicuramente le sue responsabilità, perché non può continuare a fare degli esperimenti a campionato in corso, ma bisogna anche vedere quale situazione si trova in casa e di quali alternative dispone. Se Pandev e Romulo non stavano bene, ha fatto bene a non rischiarli. Il problema è che chi li doveva sostituire non è all’altezza.
    E qui torniamo al solito problema, il mercato estivo di bassissimo profilo, per non dire di peggio.
    Abbiamo dato via Perin per un tozzo di pane e per fargli fare la riserva; Lamanna, che meritava di avere una chance come titolare, invece è stato venduto allo Spezia e sta facendo vedere quanto vale. Sono arrivati Marchetti e Radu che, con tutto il rispetto, non valgono nemmeno il 50% dei portieri che avevamo prima. Se non c’è sicurezza tra i pali, la squadra non potrà mai giocare tranquilla.
    Per esserlo deve avere davanti al portiere una difesa arcigna ed un centrocampo che sappia fare filtro. L’anno scorso avevamo gli uomini per farlo; quest’anno no. S’è preferito lasciar scadere i contratti di alcuni giocatori che s’erano dimostrati importanti in fase d’interdizione per ridurre il monte ingaggi ( non faccio nomi, ma si capisce benissimo di chi parlo ), prendendo al loro posto dei giocatori scartati dalle altre squadre, oppure degli oggetti misteriosi, sempre in infermeria per infortuni vari, quali Lopez e Rolon.
    L’unico vero colpo ( di culo ) è stato Piatek, che, nonostante la mediocrità della squadra che lo supporta, riesce sempre a trovare la via del goal, ma solo perché sa sempre dove farsi trovare e sa crearsi gli spazi per poter segnare.
    Ora, dopo questa bruciante sconfitta, leggo di un Preziosi sorpreso dall’atteggiamento della squadra e deluso dal modulo adottato dall’allenatore. Naturalmente c’è stato il solito lungo e duro confronto tra presidente, allenatore e direttore sportivo, conclusosi con la riconferma del Balla, ma con la spada di Damocle dell’esonero, con contestuale arrivo di Nicola ( sai che fulmine di guerra! ).
    Ma ci faccia il piacere!!! Si vada a nascondere!!! E’ lui il primo responsabile di questa situazione e se il Genoa naviga ancora a metà classifica dopo 7 partite, deve ringraziare che abbiamo incontrato 4 squadre messe peggio di noi, e speriamo che restino tali fino a fine campionato, altrimenti sarà dura persino salvarsi.
    Quando in precedenza avevo scritto che il Genoa potrà lottare solo per i posti che vanno dall’ottavo al quart’ultimo non parlavo a vanvera, anzi, ero fin troppo ottimista.
    Dopo la sosta avremo un ciclo di 5 partite da infarto: Juve a Torino ( sconfitta, anche pesante, sicura ); Udinese in casa ( cliente scomodissimo e con tradizione favorevole a Marassi ); Milan e Inter a Milano; Napoli in casa ( altre 3 sconfitte sicure ). Poi ci sarà il derby. Se faremo 1 o 2 punti sarà tutto grasso che cola e, comunque, verremo risucchiati nel fondo classifica. Saremo sorpassati da tutte le dirette concorrenti, tranne, forse, Empoli, Frosinone e Chievo. La Samp ci è già passata davanti e ci distanzierà di brutto, così si presenterà al derby da super favorita.
    L’anno scorso il derby fu la partita della liberazione da Juric e dell’arrivo del salvatore Ballardini. Quest’anno c’è il rischio serio di presentarci al derby con un allenatore nuovo e che non conosce i giocatori.
    E l’esonero non risolverà niente, anzi, peggiorerà le cose.
    L’unico, vero e indiscutibile responsabile di questo disastro è Preziosi, che ha svenduto gli ultimi gioielli che avevamo e che, nonostante i proclami fatti la scorsa settimana, non esiterà a vendere Piatek a gennaio, pur di passare subito all’incasso.
    Del resto, non vedo come lo stesso giocatore possa pensare di restare in una squadra che, nonostante lui si danni l’anima per tenerla su a suon di goal, non fa altro che rovinare tutto con prestazioni a dir poco imbarazzanti, condite da periodi di blackout totale che ci costano un sacco di goal.
    Quindi rassegniamoci. Anche quest’anno sarà una sofferenza totale e sarà un miracolo se non finiremo in B, perché di questo passo ci finiremo sparati.
    Nonostante tutto, Forza Vecchio Balordo, smentiscimi con i fatti.

    • Alex says:

      Non vedo assolutamente un pericolo B, ci sono almeno 6-7 squadre che giocano anche peggio di noi. Il probloema resta la società, ma i giornalisti evidentemente (non parlo di Giovanni) hanno timore di parlarne. Quì c’è un problema reiterato a livello dirigenziale che tutti rmai accettano sommessamente, TO compresa. O ci svegliamo o eternamente dovremo rassegnarci a campionati anonimi.

  3. Andrea says:

    Ciao Giovanni, è proprio quell’ultima frase dei 12 punti in 7 partite che mi fa pensare che qualcosa in Ballardini non funzioni, la squadra non ha equilibrio, sembra che non riesca a capire i veri valori dei giocatori che allena, è questo è gravissimo. La squadra oltre a non essere squadra è immatura e senza personalità, ieri ero allo stadio e si è vista tutta la pochezza di molti elementi in campo. Ecco questo mi fa pensare perchè se questi sono i giocatori che Ballardini ha voluto allora qualcosa tocca pesantemente.

    Se penso che questa squadra la voluta lui e l’ha costruita lui per la prima volta dopo anni in cui è sempre stato mandato via a salvezza acquisita allora mi spiego perchè anche il joker non sia mai stato convinto di questo allenatore. Se c’è da difendere e salvarsi va bene se c’è da impostare e giocare non è all’altezza. Purtroppo ogni prova di maturità questa società la sbaglia clamorosamente e ieri noi tifosi gli abbiamo dato credito fino al 95°!!!

    Ora non ci resta che salvarsi come ho già detto ampiamente nei post precedenti questa squadra è più debole di quella dello scorso anno, a malincuore ma lo si è visto ieri, con le squadre che hanno valori da parte sinistra della classifica perdiamo e anche sonoramente. Quindi…….fate voi le vostre deduzioni.

    Ora non ci resta che il 3-5-2 dell’anno scorso squadra corta dietro la palla e correre tanto e aiutarsi tutti per fare punti magari con qualche ripartenza e l’aiuto di Dio.
    Vorrei non sbagliarmi ma ripeto questa squadra è stata costruita senza cervello, e dopo il ciclo di ferro vedrete in che posizione di classifica avremo.

    Buona sofferenza a tutti i genoani

    • Alex says:

      Io dico che di quello che ha chiesto Ballardini sia arrivato ben poco. Io sto ancora attendendo i due attaccanti esterni promessi da Preziosi che dovevano essere meglio di Falque e Perotti. Possibile che nessuno vada mai dal presidente a fargli domande scomode?

  4. robertogrifo says:

    Già in precedenza avevo scritto che Ballardini mi sembrava in confusione e purtroppo questa mia impressione si è ulteriormente rafforzata. Ogni domenica giochiamo con una formazione diversa, mi sembra che stia ancora facendo esperimenti per trovare un assetto corretto e questo nonostante conosca la maggior parte dei giocatori dall’anno scorso, un mese di ritiro e queste partite di campionato.
    Certo la rosa avrà dei problemi d’assortimento e la qualità non è eccelsa, però è inaccettabile prendere tre gol da polli in un quarto d’ora da un Parma spuntato, specialmente dopo la sciagura Sassuolo.
    Certo in campo vanno i giocatori e quindi hanno loro per primi qualcosa da farsi perdonare, da Criscito ad esempio mi aspettavo e mi aspetto qualcosa di più, però anche il Balla deve schiarire le idee. Tornando a ieri Sandro mi è sembrato poco protetto e il buon Medeiros che non sapesse che fare.
    Trovo poi inaccettabile sentir dire che questa squadra non può giocare se mentalmente tranquilla, se fosse cosi sarebbe un altro neo imputabile sempre secondo me al buon Balla.
    Ora ci sono quindici giorni per trovare la strada giusta dopo di che le squadre che andremmo ad affrontare ci daranno la giusta misura di questo Genoa e del campionato che ci aspetta.

  5. salve
    Mi da fastidio perdere contro una “squadra”, il Parma, ( la peggiore vista da me finora) che non fa due passaggi di fila, svirgola otto palloni su dieci e ha un portiere, forse, d’albergo … però ha vinto.
    Quindi cosa vedremo a “juventus” tra due settimane ?
    un saluto
    Piero e famiglia

  6. francesco says:

    ballardini se ha l’obiettivo della salvezza, lo centra. se si cerca di alzarlo, lo fallisce. Quindi accontentiamoci come al solito.
    Dietro manca (attualmente) un portiere all’altezza della situazione; Criscito deve giocare sulla linea dei difensori, oppure avanzato sulla linea dei centrocampisti ma con un difernsore dietro. E’ impensabile che riesca a fare tutta la fascia avanti e indietro come 10 anni fa! Almeno 3 difensori dietro devono esserci sempre!
    Ballardini cerca di ravvederti!

  7. Alex says:

    Fateci caso: più o meno ogni anno il Genoa ha gli stessi problemi. Ogni anno bisogna ricominciare daccapo ricostruendo una rosa sistematicamente stravolta. OK Ballardini non è Mourinho, ok non abbiamo una squadra di scarsoni ma…ma non c’è progettualità alle spalle. Si va avanti sperando nelle scommesse, sperando in qualche giovane, sperando di salvarsi il prima possibile.

    Ma è possibile accettare in eterno questa situazione? Come mai fino a un anno fa si individuavano respondabilità ben precise e si chiedeva a gran voce un cambio di propretà ed ora tutti sembrano rassegnati? Non credete che sia un comportamente incoerente? La società deve cabiare q prescindere da come va il campionato, è finita un’era da molto tempo e in tanti fanno finta di non vederlo oppure non lo reputano un fattore importante.

    Io vedo le trasmissioni sportive e mi vengono i brividi quando vedo i vari opinionisti che ridono quando parlano di Preziosi che si frega le mani per le plusvalenze. Altro che ridere, qui bisogna chiedere conto al presidente, elencargli tutte le promesse mai mantenute e metterlo all’angolo. L’acquirente c’era, è lui che non ha voluto vendere. E scommetto che l’acquirente ci sarebbe ancora adesso.

    Se per la maggiorparte di persona le difficoltà del Genoa dipendono dalla tattica dell’allenatore allora siam proprio messi male. Certo che si potrebbe far meglio, ma il problema alla radice non lo si risolverebbe comunque.

  8. Marco says:

    Colpe evidenti di Ballardini. Ma uno che prova folgorazione per Nicola Oddo o Stramaccioni deve avere dei problemi grossi. Nessuno ha sentito la mancanza sua e dei suoi maldipancia nell’ultimo anno, torni in vacanza
    Nota a margine: venerdì Piatek “Non so dove sarò fra sei mesi.”
    Probabilmente per il padrone del vaporetto é normalità. Da noi i contratti per 4 anni probabilmente sono scritti direttamente sulla carta igienica. Un DS serio lo prenderebbe da parte due mimuti.
    Spero che almeno siano in grado di farsi dare 50 milioni, saldare i debiti e vendere una volta per tutte.

  9. bruno says:

    Buongiorno a tutti, la settimana scorsa ho sentito esaltare giocatori come Kouame, Biraschi Sandro Romulo ecc ecc….ho sentito discreti giudizi su Radu, addirittura parlare di obbiettivi per noi proibitivi come europa e che se avessimo vinto ieri ci saremmo trovati al quarto posto in classifica pari merito con la lazio. Come classico da Genoa di sempre non è successo. Come ogni volta che c’è stato da fare il salto di qualità nella storia il Genoa ha sempre fallito. Ma da qui a considerare tutto uno sfacelo ce ne passa. Il problema secondo me è che tanti, troppi tifosi hanno ancora in mente che essendo il Genoa noi dovremmo lottare o ambire a chissà quali traguardi. Purtroppo o per fortuna si deve guardare in faccia la realtà. il Genoa è da oltre 10 anni una società di seconda se non terza fascia. Coesiste in una città piccola con un’altra società in serie A, e già questo è un miracolo. Genova non ha nemmeno 600 mila abitanti! Ed un bacino di utenza veramente modesto. Ieri abbiamo perso una partita che poteva benissimo finire in un pareggio. Visto il goal annullato a Mimmo x 1 cm e il non goal di Piatek anch’esso per 1 cm. Se a fine campionato il Genoa avesse questo piazzamento sarebbe da fare i salti mortali. Ora abbiamo il ciclo terribile, e leggo che le altre le hanno già vinte tutte e noi perse tutte, e che probabilmente siamo già in serie B. Questo è un ritornello che sento da oltre 10 anni, come sento sempre rimpiangere chi se ne è andato. Anche se mi pare che quest’anno, com’era logico, a forza di vendere campioni, anche l’Atalanta del fenomeno Gasperini non stia facendo un gran campionato. Questo a dimostrare che tutti i presidenti di squadre di livello medio bassa classifica, i campioni se li vendono. E di conseguenza le squadre perdono valore e classifica. Grande merito a Gasperini di averci regalato anni di bel calcio, e di soddisfazioni, ma non dimentichiamo che i vari Milito, Thiago, Borriello, Gilardino, Ansaldi Perotti, Kucka, Palacio, Bocchetti Rafinha ed altri ed altri ancora non sono nemmeno paragonabili ai vari Gentiletti, Ntcham, Hiljemark, Cofie Ninkovic Lapadula Orban Veloso, ecc ecc. Per questo dico prima di mettere in croce Ballardini, si vada a vedere i risultati da lui ottenuti, e con che materiale a disposizione.

  10. Emanuele says:

    Quindi fatemi capire, adesso è colpa di Ballardini se il portiere della nazionale è stato sostituito con un bolso fuori rosa e un giovane inesperto, se i 2 laterali più forti di falque e perotti non sono mai arrivati, se non hai un vero ricambio di spolli, se sei pieno di ex o mezzi giocatori in mezzo al campo, se non sei nemmeno riuscito a trattenere un bertolacci qualsiasi e se devi pregare lunga vita a pandev?
    Fino a ieri mattina si parlava di aggancio alla zona uefa assolutamente a sproposito, ma andava bene ora il problema è ballardini.
    Con Lapadula al posto di Piatek avremmo i punti dell’empoli, anche e soprattutto con Nicola in panchina…

    • Asa says:

      Ballardini non sa fare giocare le squadre a calcio. Sa difendere e salvare. Mette 9 giocatori dietro la palla e ti salva. Confermarlo dall’inizio è stata una follia tanto che nessuno lo ha mai preso a inizio anno eccezion fatta per la lazio un anno e fu esonerato. Tutti i tifosi lo volevano non capendo che non sa fare gioco.

  11. PREVIATI STEFANO says:

    C’ e’ chi, per le vittorie con “squadroni” del tipo Chievo, Bologna Empoli e Frosinone, si e’ fatto illusioni che non hanno basi ….. la squadra e’ infarcita di mezze figure dovute ad un mercato al solito scoppiettante ma di “petardi” e non di “bombe”, si e’ pescato il jolly in Polonia altrimenti ….. il pullman, se ha passato la revisione, urge riportarlo davanti all’ area piccola perche’ le prossime 5 partite , a parte ( forse …. ) Udinese, saranno da trincea ….
    Forse Ballardini e’ valido solo in subentro, nelle occasioni quasi disperate come anno scorso, ma da inizio campionato non mi pare abbia mai fatto grandi risultati ( perche poi’ veniva esonerato ….. ). Se prendi 3 pappine in casa con una squadretta piena di riserve ( mancavano a loro Gervinho ed Inglese che la buttano sempre dentro ) come si puo’ sperare di sfangarla con Juve, Inter, Milan e Napoli ? Brividi ….

    • Asa says:

      Ciao, l’Empoli ricordo bene che ci ha tenuto schiacciati in area per una buona ora…. il Bologna ci ha impegnato duramente e grazie ad un invenzione del nostro bomber abbiamo preso 3 punti… non abbiamo mai visto un idea precisa di gioco. Spesso la fortuna ci ha dato una mano, il vero genoa è questo giocatori mediocri tolti quei 3/4 e un allenatore in decisa confusione tattica.
      Credo che con un altro allenatore giocheremmo meglio ma poco di piu la squadra è questa. Grazie al

  12. Angelo Poggio says:

    E’ curioso il confronto con lo scorso anno. Perin paratutto e Lapadula inesistente. Quest’anno un bomber piovuto dal cielo e un portiere e una difesa inguardabili. Praticamente, almeno per ora, potremmo dire di iniziare ogni partita con un gol di vantaggio. Ma è evidente che i problemi di portiere e di difesa sono superiori alla prolificità di Piateck. E’ un vero peccato non riuscire mai a trovare un equilibrio che allontani le contestazioni e ci faccia vivere momenti di pace con noi stessi e con la squadra. Dispiace davvero vedere Perin (portiere nazionale) scaldare la panca della squadra che vincerà l’ennesimo scudetto. Contento lui! E spiace vedere Marchetti, in cui speravo, essere ancora l’ombra di se stesso. Ballardini è già in discussione e tra una o due gare si farà più insistente il nome di Nicola, che già circola da qualche tempo. Speriamo nelle solite tre squadre più scarse. Anche quest’anno non dovrebbero esserci problemi, ma a che prezzo!

  13. giovanni says:

    Ha sbagliato tutto si e’ montato la testa tre attaccanti per un Parma? Con i nostri due li’ davanti bastava un mediano in piu’ ed era fatta si ride alla conferenza stampa ma penso che fra’ un mese non ride piu. Come al solito mercato sbagliato soldi spesi per figure inutili sguarniti in porta”giratelo allo SPezia e riprendetevi il buon Lamanna” un Rigoni utilissimo cacciato via per i vari Mzzittelli Tolon Callegari’ Damonte insomma come al solito una squadra mediocre una societa’ mediocre che brutto essere GENOANI.

  14. Agati valmero says:

    Ballardini colpa sua che ha accettato 2 portieri inesistenti. In più c è spolli che non c’è la fa a giocare in serie. A. Bisogna. Ora cercare subito un portiere le squadre lo sanno ed i giornalisti prima del campionato l hanno detto che il Genoa è senza portieri. Non capisco tutti hanno paura a dire la verità..
    Paolo da Milano

  15. Serafino says:

    Grazie amico mi hai salvato.
    Il presidente è una brava persona se ha dato in mano a questo signore una squadra come il Genoa visto e considerato che tra i più bravi intenditori di calcio italiano non posso pensare che non conosca le capacità di ballardini. Dall’inizio del campionato che presenta una squadra dove organizzazione zero centrocampo dove tutti portano palla attacco molto forte grazie a questo alieno difesa un disastro impossibile vedere oggi nel calcio un difensore di 1.93 contro uno di 1.80 rapido esporlo ad una figura barbina come ha fatto spolli. Lui in panca mano in tasca. Ieri si è trovato in vantaggio invece di andare all’attacco stai fermo aspettali sono una squadra dignitosa di serieB. Invece tutti avanti che schifo 12 gol in tre partite è avvilente. Ma voi giornalisti perché non glielo fare notare. Se non è capace di dare equilibrio e non è capace se ne vada. Ha a disposizione una buona rosa per fare 50 punti al presidente contesto di non aver preso un portiere normale di affidamento è un terzino sinistro il resto è ok. Questo se non gioca tutti in difesa non ha capacità di far gioco. L’anno scorso mi veniva nausea ma i punti li faceva quest’anno mi viene nausea e ha uno come piotek e kuame che ancora più bravo del polacco.
    La nord lo ha voluto ora lo manderà via. Viva il Genoa viva la nord

  16. paolo says:

    Beh, devo dire che più o meno siamo tutti sulla stessa linea: squadra mediocre, costruita male; responsabilità gigantesche della società e del presidente in primis, che ha pensato prima di tutto a fare plusvalenze, ma facendosi imporre il prezzo dai compratori ( cosa che non deve mai avvenire, specie nel mondo del calcio ), vendendo i pochi pezzi pregiati che avevamo; mancata sostituzione con giocatori di pari valore, a parte il colpo di culo di Piatek; errori tattici dell’allenatore.
    Tutti, finalmente, ci siamo resi conto che con questa squadra ci sarà solo da soffrire ed ingoiare rospi per tutto il campionato, sperando di porre fine alla sofferenza il prima possibile.
    Vedremo come saremo posizionati al termine del ciclo di ferro che ci attende alla ripresa, ma c’è poco da essere ottimisti, a meno che Ballardini non li metta tutti sulla linea di porta anche messi di traverso, in modo da non far passare neanche uno spillo.
    Di certo dovrà smettere di sperimentare e dovrà tornare al bunker dello scorso anno, perché c’è poco da fare: per il Genoa più che per gli altri vale il principio del primo non prenderle.
    Se prendiamo un goal c’è il rischio di blackout, con conseguenti 3 o 4 pappine.
    Ora prendiamoci tutti una pausa, nella speranza che il Joker scenda a più miti consigli e la smetta di pensare sempre a trovare un nuovo allenatore. Teniamoci stretto il Balla, perché bene o male riesce a garantirci la serie A. Per il cambio di passo servono giocatori di livello decisamente superiore e costano. Non è roba per noi di questi tempi. L’allenatore bravo lo avevamo, e non dico altro.
    Coraggio fratelli. Mala tempora ci attendono. Facciamo appello alla nostra proverbiale capacità di resistere alle avversità. Prima o poi finirà questo maledetto periodo.
    Sempre Forza Vecchio Balordo.

  17. Gian says:

    Ciao Giova. Una cosa è apparsa subito abbastanza chiara ieri, dopo aver sentito e letto le parole di Preziosi, del resto non ci vuole un genio. Il Balla ha la fiducia a termine. E conoscendo l’uomo (Prez) ormai ha già deciso di dare il benservito al Balla, cosa che lui avrebbe già fatto al termine dello scorso campionato se non fosse stato condizionato dalla spinta popolare dei tifosi che volevano la riconferma a furor di popolo, appunto. Quindi aspettiamoci, a breve, novità sulla panchina del Grifo, a meno che non si riuscisse a fare punti nelle prossime partite, a dir poco proibitive. Soprattutto con questa squadra così “sconclusionata” e costantemente ” work in progress”. Ciao a tutti e sempre e comunque Forza Genoa.

  18. Paolo59 says:

    Ma scusate: Lisandro Lopez che fine ha fatto?

  19. Finnrico says:

    Cari amici genoani,

    diamoci una calmata! Mi girano i cabbasisi pure a’mme a perdere con una squadra di serie B come il Parma, però sono anche stufo di questa continua girandola di commenti, di questo vento che tira una settimana da una parte e una dall’altra a seconda del risultato.

    Andatevi un po’ a rileggere i post di questo blog!

    BALLARDINIi? Un genio, anzi no, poveretto fa quello che può con quel che passa il convento, ma no, se ne deve andare, troppo integralista sul modulo, anzi confuso, cambia troppi moduli, ma non è abbastanza elastico, massì, mette i giocatori nelle posizioni più adatte alle loro caratteristiche, troppi giocatori fuori ruolo, Medeiros qui, quell’altro dovrebbe andare là, dietro le punte, anzi no, meglio davanti alla difesa bla bla bla. Il peggior campionario da bar sport, non serve neanche sentire la domanda che sai già la risposta.

    PREZIOSI? Un genio, anzi no, grande fiuto di talent scout, difatti ha preso Piatek come aveva preso Milito in serie B, ma tanto se lo vende, come al solito, ma no, che dici, non ha mai capito un tubo, Marchetti un portiere finito, Spolli un colpo di culo a parametro zero, ma no, troppo lento bla bla bla. Si può dire tutto e il contrario di tutto.

    Vi risparmio la girandola di giudizi sui giocatori: basta un passaggio sbagliato o una veronica riuscita per trasformare un Medeiros in un campione o in un brocco da oratorio.

    Capisco che tutti, più o meno, ci sfoghiamo così, però, insomma, questo gioco al massacro comincia a stufarmi. Si parla tanto della società: ma incominciamo a dare un po’ di stabilità all’ambiente sostenendo la squadra, evitando sogni pindarici alla prima vittoria e smettendola di chiedere la testa di questo o di quello alla prima sconfitta.

    PLEASE!

  20. Asa says:

    I punti che abbiamo sino ad oggi sono frutto di fortuna e del nostro bomber che inventa goal anche senza una squadra che gioca a calcio e lo supporta. Questo purtroppo è il vero Genoa, nulla di inaspettato, bastava vedere il gioco espresso nelle partite precedenti. Adesso le perderemo tutte sino al Torino compreso purtroppo il baratro è davanti a noi.noi. Le

  21. nicola says:

    Si certo, e domani moriremo tutti fra fiamme e dolori. Torna a Bogliasco vai

    • Asa says:

      torna tu a casa di preziosi. Se hai gli occhi bendati o 12anni peggio per te.

    • Asa says:

      Fenomeno secondo che con chi li fsi i punti? Forse con udinese forse se hai il fattore c che non vuol dire calcio. Ciao sognatore…

  22. Luca de r says:

    Ciao Giovanni e amici genoani,
    dopo la lazio scrissi sul blog “o si fanno 13/15 punti prima della pausa o Balla a casa e x noi scorte di malox” …. Ipxe dixit…..
    Riavvolgiamo il nastro e torniamo a maggio, Balla confermato x non andare ulteriormente contro la tifoseria e ritorno di Mimmo Criscito x pacificare e la piazza e poter tornare allo stadio da parte del presidente.
    Giugno calciomercato vorrei che qualcuno tu Giovanni in primis mi dicessi un giocatore di quelli presi chiesto da Balla o portato da Perinetti…. Nessuno….
    Vediamo i nomi Marchetti pallino di Prez che gia l’anno prima voleva portarlo al grifone quando Perin era diretto al Milan, Radu l’aveva gia fatto parcheggiare ad Avellino l’anno prima, Gunter e Lopez non giocavano da 2 anni…. come poteva Balla chiederli?, Romulo altro pallino di Prez anche lui da 3 anni sul taccuino presidenziale Rolon???? e Sandro voluti dal Prez ricordo che Perinetti aveva bloccato Stulach….. in attacco il polacpresola riseva juventina presi da Prez e Kouame forse unico preso da Perinetti glia altri in panchina non li consideriamo neppure.
    Per cui torniamo alla domanda iniziale quali sarebbero i giocatori voluti da Balla…. La colpa è averli accettati ma chi rifiuterebbe la panca del Genoa….. Poi possiamo disquisire sulle scelte tattiche….. ma il grifone ha i punti che avrebbe con qualsiasi altro allenatore punto piu punto meno…….

  23. Asa says:

    Ma di cosa continuiamo a parlare. JURIC??? E noi qui a parlare e discutere? Ma di cosa ma ci rendiamo conto di chi guida questa società?

  24. francesco says:

    JURIC??? Preziosi basta!!!!

  25. Emanuele says:

    festeggiate festeggiate…è tornato juric!!!
    ahahahahaha, sarete contenti ora, con lui sì che si vedeva del gioco

  26. Riky Quezzi says:

    Certo perche’ Juric e’ sotto contratto e il Presidente non spende niente!Le voci del suo enturage (di Preziosi) dicono che praticamente imputa la colpa ai tifosi..lui a giugno cvoleva prendere Davide Nicola ma il polpolo Rossoblu’ ha chiesto Ballardini riconfermato..lui non vuole fare un’altro contratto perche’ non se lo puo permettere.(.avrebbe avuto a libro paga Ballardini,Juric e Nicola contemporaneamente)e allora ha richiamato Juric..roba dell’altro mondo!

  27. francesco says:

    vergognati se sei capace!

  28. paolo says:

    E adesso è ufficiale. Ballardini ha a disposizione ancora 2 partite per salvare la panca. Tolta la Juve, che è da considerare persa in partenza, resta solo da stabilire l’entità del passivo, rimane l’Udinese in casa e sappiamo che, nonostante le sconfitte subite negli ultimi turni, peraltro da squadre di prima fascia, sarà un osso durissimo da rodere, se non altro per la tradizione favorevole a Marassi.
    Ormai il Joker ha deciso di farlo fuori e di metterci Nicola, così completa il quadro. Dopo aver dato via gli ultimi gioielli, ha preso quelli che erano suoi pallini da anni, ma che nessuno gli cedeva, perché erano ancora buoni. Poi, quando li hanno finiti di spremere li hanno mandati da noi, e i risultati si vedono. Se non fosse per quel satanasso che abbiamo lì davanti saremmo in fondo alla classifica a tener compagnia a Chievo e Frosinone.
    Tengo solo a precisare che io non ho mai postato commenti ondivaghi. Il mio pensiero su Preziosi non è mai cambiato e potrà fare qualsiasi cosa, ma per me era e resterà sempre inaffidabile ( per usare un eufemismo ), così come per me Ballardini era e resterà sempre una brava persona; certamente non è il top degli allenatori, ma non dimentichiamo mai che ci ha salvati più di una volta dal baratro della B.
    Come ho già scritto, fa quello che può con quello che gli passa il convento, cioè giocatori che non ha chiesto, ma gli sono stati imposti da quel gran genio del presidente. Se poi, per far punti si dovrà tornare al catenaccio più sfacciato, pazienza. Finché non verranno presi dei giocatori in grado di garantire contestualmente spettacolo e punti, ci dobbiamo rassegnare. Ricordiamoci sempre che ciò che conta è il risultato, poi viene il bel gioco. Se giochi bene, ma perdi, come sta succedendo ultimamente all’Atalanta, finisci inesorabilmente in fondo alla classifica. Meglio giocare male o in modo anonimo, ma efficace, e fare punti salvezza per garantirsi la permanenza in A.
    Ho appena letto che Bayern e Borussia Dortmund starebbero preparando una mega offerta per Piatek nel mercato di gennaio.
    Aspettano solo di vedere con quanti goal all’attivo chiuderà il girone d’andata per capirne il reale valore di mercato.
    Se continuerà a segnare con questa regolarità è capace di raggiungere, se non superare, quota 20, il che ne farebbe schizzare la quotazione alle stelle.
    Voglio proprio vedere se resisterà alla tentazione.
    Buona giornata a tutti e sempre Forza Vecchio Balordo.

  29. LAURA1962 says:

    Appena letto dell’esonero di Ballardini. Ho la nausea e sono anche molto triste.
    Abbiamo 12 punti e una partita in meno. Non ci sono piu’ parole, questa e’ davvero grossa.
    Mister, grazie di tutto e buona vita. E se la richiameranno per l’ennesima volta, per il bene che Le voglio, dica un bel no e mandi tutti a quel paese!
    Con affetto e stima, mi manchera’.

    • Finnrico says:

      Mi associo. Siamo alla follia.

      E pensare che avevo appena invitato tutti a tenere i nervi saldi e a non ragionare con la pancia!

      Presidente, ho sempre difeso le ragioni del bilancio e della buona fede, ma stavolta l’ha fatta grossa. Che Dio salvi la regina.

  30. paolo says:

    Scusate, ma riesco a leggere il blog solo quando trovo un minuto durante il lavoro.
    Adesso che sto dando un’occhiata prima di andar via, rimango basito dalla notizia.
    Se volevamo una conferma su Preziosi l’abbiamo avuta.
    Con Juric la B è garantita.
    Adesso c’è la pausa. Alla ripresa assisteremo ad un filotto di partite perse da far paura.
    Mister Ballardini, mi dispiace per quanto è successo. Non se lo meritava, perché Lei è una brava persona ed un tecnico capace e onesto. Fossi in lei rescinderei il contratto, così Preziosi non la potrà richiamare quando si renderà conto dell’immensa cazzata che ha fatto.
    S’è assunto una responsabilità estremamente grave e rischia di non mettere più piede non solo a Marassi, ma anche a Genova.
    Speriamo che venda al più presto. Non se ne può più.
    Coraggio Fratelli. Ingoiamo quest’ennesimo rospo e speriamo di farla franca anche quest’anno.
    Sempre Forza Vecchio Balordo, nonostante tutto.
    PREZIOSI VATTENEEEE!!!!

Lascia un commento

BALLARDINI VIA E’ UN AZZARDO

Il Genoa ha esonerato Davide Ballardini, al suo posto Ivan Juric. Il presidente Preziosi dunque non ha dato altro spazio

QUANTI PROBLEMI PER BALLARDINI

Altri dieci minuti di follia tattica e il Genoa torna punto a capo. La sconfitta col Parma lascia il segno

ORA BISOGNA GESTIRE IL BOOM DI PIATEK

Juventus, Bayern Monaco, Dortmund, forse il Milan e chissà chi. Piatek non si ferma piu’, diventa il personaggio copertina del

UMILTA’ E IDEE, IL GENOA CHE PIA…TEK

In pochi giorni il Genoa ha voltato pagina e ha mostrato, ancora una volta in casa, il volto che piace

Search

Archivio