JURIC CONFERMATO, ORA TUTTO IL GENOA SI GIOCA LA FACCIA

29 Ott 2017 by Giovanni Porcella, 50 Commenti »

Juric resta sulla panchina del Genoa. Dopo un vertice con perinetti, Donatelli e Zarabano il tecnico è stato confermato malgrado la sconfitta con la Spal. Preziosi dopo una notte di riflessioni ha valutato che le altrenative, Ballardini, Colantuono e Oddo, non lo convincono. Così si va abanti con juric almeno fino alla stracittadina di sabato. Il Genoa sembra la vittima sacrificale di un derby gia’ vinto dalla Sampdoria. I numeri e non solo dicono che i rossoblu’ sono nell’angolo come un pugile suonato. Una vittoria in tutto, in casa un solo punto e tante sconfitte. E l’ultimo ko con la neopromossa Spal è una pietra al collo di un Grifone pericolosamente a spasso sul cornicione. Dopo la salvezza faticosa dell’anno scorso l’avvio di questa stagione è uno choc, considerato che l’emergenza appena allontanata con i 4 punti conquistati a Cagliari e col Milan è di nuovo alla porta, anzi gia’ nel corridoio. Messa così per Perin e compagni il derby pare una missione impossibile, ma con l’orgoglio e l’agonismo fin qui peraltro mai visto, gente come Izzo, Bertolacci, Zukanovic, Laxalt, Veloso, Taarabt e Lapadula possono rialzare la testa proprio nel match piu’ difficile. Il Genoa perde sempre di misura, a tratti resta in partita e la fortuna è qualcosa che non s’aggira attorno ai rossoblu’, ma i limiti prima che tecnici sino caratteriali. E’ una squadra che si sforza di giocare, ma che non prende in considerazione di lottare. Il gol preso a Ferrara da Antenucci è lo spot di una squadra senza palle che si specchia e guarda un po’ se stesso e soprattutto gli altri. Un bagno di umiltà e lavorare di piu’. Quasi duemila tifosi a Ferrara, abbonamenti malgrado tutto sottoscritti in gran numero. Ecco, certe cose il Genoa, tutto il Genoa ora se le deve meritare. Il derby in fondo è un’occasione, forse l’ultima, per urlare che a Pegli non si allena un gruppo di giocatori semplicemente perdenti ma all’altezza dei propri ingaggi che non sono da Armata Brancaleone.

50 Commenti

  1. salve
    buonasera a tutti: questa squadra, la stessa squadra che ha fatto pietà contro la Spal e in altre precedenti partite ha, a mio modesto e sindacabile parere, un solo grosso enorme difetto … l’allenatore; è un incapace e oggi in conferenza stampa lo ha dimostrato ampiamente quando ha esclamato: non so più cosa fare … lo dobbiamo sapere noi cosa deve fare ? uno che pronuncia una farse simile, dovrebbe avere, almeno, l’orgoglio di dimettersi.
    Il Genoa non ha grinta ? ovvio nessuno la sa trasmettere; potrò sembrare noioso ma il Genoa neopromosso, era una squadra ben peggiore di questa (Fabiano, Rubinho, Paro eccetera) ma aveva un condottiero in panchina che sapeva cavare sangue (agli occhi) dalle rape, adesso, la rapa, l’abbiamo in panchina.
    Ho già i biglietti per il derby e devo attaccarmi alla tradizione per sperare in qualcosa e cioè: ho i tagliandi per la gabbia Nord settore dove ho visto un derby solo, vinto 2-1 …
    Mi resta solo quello
    Poi avremo Crotone fuori, Roma al Ferraris e Verona fuori … quanti punti avremo dopo questo ciclo ?
    saluti e buona serata
    Piero e famiglia

  2. nicola says:

    Dopo aver assistito alla sciagurato pareggio contro un milan in dieci per oltre un’ora ho pensato che questa squadra purtroppo non meritasse di restare in serie A e che avremmo capito l’importanza dei due punti gettati in quell’occasione dopo il finale di Spal Genoa.
    E se il milan fosse riuscito – e ne ha avuto occasione – a segnare un golletto, saremmo riusciti nell’impresa di perdere anche quella partita che qualunque altra compagine, in quella situazione, avrebbe quanto meno provato a vincere.
    A questo punto del torneo, con l’attuale classifica, le speranze di recupero credo siano davvero nulle;
    la “società” avrebbe dovuto capire che in occasione della sosta per la nazionale era vitale cambiare la conduzione tecnica, adesso è già tardi.
    Trovo assurdo aver giocato discretamente e a buon ritmo contro il Napoli (ma forse è stato proprio il ritmo imposto dai partenopei che ci ha costretto a velocizzare il gioco come mai prima) ed aver affrontato un incontro fondamentale quale quello contro la Spal a ritmi blandi, senza grinta, senza determinazione, senza coraggio.
    Anche in questo caso se gli avversari non avessero segnato ci saremmo sentiti raccontare di una buona gestione della gara, peccato che il golletto, in questi casi, lo becchiamo sempre, come ad Udine.
    Io davvero non ne posso più della manfrina che parte dai difensori con passaggi orizzontali da destra a sinistra (e poi di nuovo da sinistra a destra) e che consente alle difese avversarie di compattarsi senza che nessuno dei nostri riesca a trovare il coraggio di affondare, di riuscire a saltare l’uomo e creare i presupposti per risultare pericolosi: ma che partite prepara e vede il nostro mister?
    Non mi si venga a raccontare che l’organico a disposizione è di pessima qualità, perchè, ne cito due a caso, su quali campioni possono contare per esempio Chievo ed Udinese che veleggiano in zone tranquille di classifica?
    Chissà contro quale compagine il Benevento riuscirà a conquistare i primi ed unici tre punti in questa sua fugace apparizione nella massima serie: sono aperte le scommesse…
    O vogliamo spettare un’altra vergognosa debacle tipo Pescara per intervenire?
    Sempre solo Genoa

  3. Francesco OreginaRossoblu says:

    Che pena.Dici che devono dimostrare di non essere dei perdenti?Ma lo sono e lo dimostrano in ogni partita.Insisto nel dire che è la società che vuole fortemente la retrocessione e non venitemi a dire che non conviene.Per le sue tasche eccome conviene.Stiamo facendoci prendere in giro da tutta Italia e quell’essere se la ride.L’unica partita diciamo discreta è stata a Cagliari e anche lì abbiamo sofferto fino alla fine.Contro il Milan ora come ora quasi tutti fanno risultato e noi ci siamo accontentati di un punto che serve a poco.Sento dire che abbiamo giocato bene contro il Napoli.Ma per piacere,ci hanno preso a pallonate.Oggi l’ennesima ciliegina sulla torta salata.Zero tiri in porta,zero voglia di giocare e Juric che alla fine gioca con 4 punte segno che non ragiona più.Sabato mi dispiace molto ma ho ceduto l’abbonamento perchè mi hanno veramente schifato.Andare al tempio e sentirmi urlare serie b serie b non lo sopporterei e vedere con quanti gol ci affossano mi farebbe incazzare ancora di più.E non venitemi a dire che bisogna incitare la squadra.Questi presunti e strapagati giocatori se ne battono altamente le balle dei tifosi.

    • Mirko says:

      A cagliari, secondo il mio modestissimo parere, gli avversari non ci hanno nemmeno ostacolato alla morte, volevano far fuori l’allenatore. E ce l’hanno fatta. Tra noi e il Doria a oggi ci sono sulla carta quasi venti punti di differenza. Se Sabato restassero quelli che sono adesso nella realtà, cioè 12 se non sbaglio, sarebbe davvero una ottima notizia. Ovvero non perdere il derby. Non sarà facile.
      Juric io, non lo so; penso che il gruppo sia ancora in larga parte con lui (ma questo non sere a nulla, evidentemente). La squadra è maffa, non ci sono più dubbi. ILo cambierei solo se fossi abbastanza sicuro di non andare a stare ancora peggio. Ovvero azzeccare un tecnico che abbia tutto assieme le seguenti caratteristiche:
      1) voglia venire da noi
      2) non sia uno che non trova una panca da anni o una promessa mancata.
      3) non sia caro come ingaggio.
      4) sia meglio di Juric
      In caso di esonero direi che manco questo sarà facile. Forse impossibile.

  4. Asa says:

    Questi sono scarsi e senza palle, inoltre allenati da un personaggio scarso cieco e incompetente. Uno che non vince praticamente da un anno e mezzo.
    Questi imbarazzanti bambinoni al derby ne ptendino cinque o sei e ci daranno l’ennesima umiliazione.
    Tralascio il commento sulla società…

  5. Paolo says:

    Ciao Giovanni, come tu ben sai il rettangolo verde dice sempre la verità sui meriti o demeriti di una squadra, ad oggi la classifica rispecchia i valori mediocri di questo gruppo. Dopo la vergogna dello scorso campionato chi di dovere (Presidente) visto k parla sempre del bene del Genoa, aveva l obbligo di rifondare quella squadra con elementi validi sotto il punto di vista sia tecnico caratteriale. Questi sono i risultati…..ora basta.

  6. Enzo says:

    Ciao a tutti, Ieri purtroppo abbiamo visto un squadra che mi ricorda tantissimo il Palermo dell’anno scorso, convinti di essere più forti dell cosiddette predestinate solo perché hai fatto buone partite con le grandi(e perse) .
    Squadra molle senza uno schema in confusione, sembra quando ero bambino che i due più buoni mettevano in riga gli altri e ne sceglievano uno per uno per formare un squadra di accozzaglie.
    Ho paura che questo è l’anno decisivo in tutti i sensi.

  7. francesco says:

    buongiorno, via subito JURIC! Da tempo lo dico: sono i risultati che lo condannano.
    Poi i giocatori non avranno più alibi. Che tirino fuori gli attributi se li hanno. E comincio a dubitare pure di quello.
    Poi é chiaro che il colpevole principale é la Società. Dalla farsa per la cessione, alla conferma dell’allenatore alla campagna acquisti. Si acquisti….
    Il presidente e poi in giù tutti gli altri, si facciano tutti un esame di coscienza, perché il popolo rossoblu é stufo di essere preso per il sedere.

  8. Alberto says:

    Caro Giovanni, la sintesi è nelle poche ultime parole del tuo pezzo, squadra senza palle…
    Ma come si dice dalle nostre parti, il pesce puzza sempre dalla testa, e la testa è l’azionista di maggioranza, che ha fatto, e non da quest’anno, scelte indegne per una società sportiva di dilettanti, figuriamoci per il Genoa. Ma di questo sono già piene le pagine degli annali del calcio, dove manca solo la triste parole fine.

  9. albion says:

    L’allenatore del Genoa non sa dare una spiegazione del perché la sua squadra ha perso pur dominando…..rispondo volentieri: Spal due tiri in porta un gol, Genoa qualche occasione, zero gol. Non ci sono altre chiavi di lettura. Puoi perdere di misura giocando bene, ma in tasca zero punti. Il problema che il Genoa in apparenza sembra giocare bene, in realtà adotta uno sterile possesso palla per linee orizzontali. Ma soprattutto diciamocelo…… con una punta non vai da nessuna parte…..Possiamo chiamare chi volete come allenatore tanto il destino è segnato….

  10. il tarlo says:

    Caro Giovanni,
    siano presi a m…. in faccia ……..cosa possiamo fare noi tifosi ?
    Juric ha confermato ancora una volta che non ha idee …. in poche parole non è un allenatore di serie A
    Spero venga Ballardini – che almeno sa cosa vuol dire UMILTA’

  11. robertogrifo says:

    Rimango dell’idea che Juric al termine del campionato scorso non andava riconfermato. A questo punto del campionato la squadra non ha ancora una sua identità e spesso mi dà l’impressione di fare ancora esperimenti, il che non è ammissibile. La sconfitta con una modestissima Spal non ha giustificazioni e personalmente trovo stucchevoli e fuori luogo, ma che partita ha visto, le dichiarazioni di juric. Ora il derby che probabilmente affronteremo con ancora juric al suo posto e questo non farà che prolungare l’agonia…

  12. Marco Picasso says:

    Ciò che mi irrita è quando un allenatore dice ‘ci è mancata la cattiveria’. Ma quando mai?Basta solo essere impegnati, precisi, attenti. E allenati a correre e sudare. Non serve essere cattivi per vincere.

  13. Franco says:

    buongiorno direttore tutto condiviso salvo che purtroppo questa situazione non viene gestita dalla dirigenza … li è il problema non abbiamo un presidente che si interessa del bene della società…. siamo ai limiti dell’illecito sportivo se non penale …. siamo destinati al baratro della serie B…. purtroppo molti speravano che si facesse da parte ma il suo odio per il popolo genoano lo ha fatto restare per cavalcare le macerie che ci saranno a fine stagione….eppoi se ne andrà carico di soldi in svizzera

  14. PREVIATI STEFANO says:

    Mah ……. speranze e null’ altro , ma molte altre volte e’ finita in modo diverso dai pronostici; comunque ringraziamo il Conducator di Cogliate per questa bella situazione, mi raccomando avanti cosi’ …… Spinelli per molto meno si era beccato tonnellate di carta igienica sul campo, a questo soggetto niente ? Tutti a braghe calate ?

  15. paolo says:

    Juric non è un allenatore da serie A e lo si vede dalla fine del girone d’andata dello scorso anno. La squadra non ha idee e i giocatori sembrano degli zombie. Eppure sono professionisti strapagati. Si dovrebbero vergognare, perché c’è un sacco di gente che non sa come arrivare a fine mese o non ha un lavoro e vive in povertà assoluta, mentre loro, solo perché tirano 4 calci ad un pallone, pur essendo degli ignoranti privi di una qualsiasi cultura di base, prendono stipendi annui che una persona normale non prende in una vita di lavoro. Sabato la Samp passeggerà sui resti di una squadra inguardabile ed impresentabile. Preziosi confermerà Juric fino al derby e solo dopo che il Genoa avrà preso almeno 4 goal dai “cari” cugini si deciderà a sostituirlo, sempre che ci sia ancora qualcuno che voglia accollarsi questa patata bollente.
    Mi spiace scrivere queste cose, perché amo il Genoa, ma è ora di finirla con una gestione fallimentare che ha solo portato soldi nelle tasche di Preziosi con le plusvalenze, regalando ai tifosi poche gioie e molte amarezze. Sabato la nord sarà ancora a fianco della squadra, commovente come sempre, ma dopo l’ennesima umiliazione che saranno costretti a subire, anche i più accaniti degli ultrà dovranno prendere atto dell’ennesima presa in giro da parte di una squadra senza spina dorsale. A quel punto l’unica cosa da fare sarà quella di disertare completamente lo stadio, le trasferte e gli allenamenti, lasciando solo un grande striscione a coprire la Nord con scritto sopra “Vergognatevi!! Siete strapagati e non state neanche in piedi. Siamo stufi di subire continue umiliazioni per causa vostra. Non torneremo allo stadio finché non comincerete a giocare dignitosamente, facendo vedere che avete le palle, portando a casa risultati positivi e punti con continuità. Dimostrateci di essere degni della maglia che indossate.” Se giocatori e società non capiranno nemmeno questo, allora la serie B sarà una certezza. Si tratterà solo di vedere se ci andremo da ultimi o da penultimi in classifica.

  16. Save12 says:

    Ciao a tutti! Bisogna dire che siamo stati proprio una squadra senza palle come dice Giovanni..ma anche in moltri altri impegni precedenti..da Rossettini a Bertolacci fino a Lapadula, tutti molli, senza grinta e senza idee..quando siamo andati in svantaggio non abbiamo nemmeno PROVATO ad alzare il ritmo..passeggiavano in campo manco andassero per funghi..davvero scandalosi..ma se se ne fottono i giocatori, e l’allenatore piange la sventura piuttosto che ammettere la codardia sportiva di tali giocatorucoli e la sua incompetenza tecnica, beh allora figuriamoci cosa ne viene a noi.
    Sono davvero stufo, ci provano i “giocatori”, ci prova il mister ma non riusciranno mai a farmi passare la voglia di tifare Genoa. Quindi per favore, abbiate la dignità di trattarci onestamente e ammettere le proprie colpe, dalla dirigenza ai calciatori e facciamo un bel reset in vista del derby. Perchè gli altri sono nettamente più forti a livello di singoli ma soprattutto di gioco, però voglio vedere i nostri con la bava alla bocca e parlare solo di qualità e gioco. A queste condizioni, se anche perdessimo almeno ci avremmo provato.
    Visto che non credo nei miracoli, ma nelle prese di coscienza, mi auguro che ce ne sia una in questi giorni da parte di tutti.
    Buona giornata e W GENOA!

  17. Finnrico says:

    Mah… io ho visto la partita fino al 57′. Partita della min***, si capisce, ma ero convinto che avremmo anche potuto sbloccarla a nostro favore, bastava che Taarabt allargasse di un millimetro la rifinitura in contropiede o che Laxalt incrociasse sul secondo palo invece che ciabattare sul primo.
    È vero che insistiamo troppo sul giro palla, ma nelle ultime partite bisogna ammettere che si cerca di verticalizzare di più (vedi Lapadula per Taarabt, o qualche affondo di Izzo).
    Comunque quando ha segnato Antonucci me ne sono andato, ho capito che non ce l’avremmo mai fatta a rimettere le cose a posto. Questo è, dall’anno scorso, il limite di questa squadra.
    Ma poi, alla fine, la differenza la fanno i particolari: col Sassuolo Antenucci è sbattuto sul palo, stavolta ha centrato l’angolo (di piatto… da venticinque metri… e Perin?). Sarà anche questo un segno del destino.

  18. francesco says:

    fiducia a tempo? l’ennesima presa per il sedere di questa società!
    BASTA, se ne vadano tutti dal primo all’ultimo! VERGOGNATEVI!

  19. francesco says:

    Aggiungo: per come si comportano ed atteggiano si meriterebbero di giocare senza pubblico, davanti solo agli altri!

  20. neri massimo says:

    In realtà, presi uno a uno i giocatori non sono da serie B….è ovvio che qualcosa (quasi tutto), non va nell’allenatore e i numeri sono tutti a suo sfavore. Odio ripetermi ma l’unica cosa che non si doveva fare è stata fatta: mandare via Gasperini

  21. salve
    … a quanto ho letto Juric ha la fiducia a tempo, sarà decisivo il risultato del derby.
    La domanda è: dato che il derby lo perdiamo perchè non mandarlo via subito ?
    Una volta esonerato bisognerà prendere una persona che badi al sodo, Ballardini, e non altri venditori di fumo che praticano un, presunto, calcio “champagne” …
    Sarò chiaro, per prendere Oddo, mi tengo Juric …
    saluti
    Piero e famiglia

    • Save12 says:

      Assolutamente d’accordo con te Piero..basta fare i nomi di pagliacci come Oddo, che l’unica esperienza in A che ha fatto col Pescara è stata la bellezza di 1 sola vittoria, 6 pareggi e 17 sconfitte, oppure quella bestia doriana di Iachini, che almeno ha avuto la decenza di declinare anche solo l’eventuale ipotesi.
      Se dovesse partire l’unico adatto che vedo io oltre a Ballardini è Reja.

  22. Mirco says:

    Purtroppo in questa squadra ne salverei pochi, Perin, Izzo e pochissimi altri. Il resto (compreso il mister) sarebbe da “riciclo”…peccato che la prossima settimana c’è il Derby, ove si gioca anche in casa.
    E nessun genoano ci tiene a prendere schiaffi dalla Samp.
    Purtroppo avverrà.

    Se non arriva una proprietà seria, capace di dare valore e blasone a questa squadra, nessun nuovo proprietario potrà fare meglio (o peggio) di Preziosi…
    Siamo alla frutta, resta solo caffè, ed ammazza caffè…

  23. Andrea says:

    Belin leggo i commenti di tutti e gongolo…….io queste cose le ho dette mesi fa e le ho ribadite sempre……mi sono sentito dire che non capisco niente di calcio……

    Ho sputato veleno sulla società (prima responsabile di tutto ciò) poi su Juric e anche sui giocatori…….per finire sui giornalai e non giornalisti che abbiamo a Genova

    Ora abbiamo il responso all’undicesima partita siamo in B e ci andiamo sicuro……non ci sono speranze quest’anno rassegnatevi.

    E andiamo a prendere Preziosi sotto casa……

    • Giovanni Porcella says:

      Calma, le minacce non vanno bene. La differenza tra i social e le aziende editoriali sono queste

  24. rino says:

    domenica sarà la prima vittoria in casa …………………seguro

  25. Fabio says:

    che schifosi…pur di non spendere , questi preziosi, si tengono l’incapace…..cosi’ se vince..magari un po’ di culo…non devono spendere altri soldi…che vergogna…vattene repezzino, laido…vergogna!

  26. paolo says:

    Sono d’accordo con Mirco. Purtroppo la Samp verrà in casa nostra e non farà vedere palla a quei cadaveri che si fanno chiamare giocatori ( tranne qualche rarissima eccezione che predica nel deserto ).
    Ma, forse, non tutto il male vien per nuocere. Se sabato sera sarà débâcle, i “cari” cugini ci faranno un grosso favore, cioè far capire a questi pseudo dirigenti – presidente in testa – che Juric va cacciato e che al suo posto va preso un allenatore meno testardo e molto più pragmatico, che badi al sodo.
    Uno che faccia capire a questi ignoranti di giocatori che sono dei fortunati, perché guadagnano cifre da capogiro pur facendo schifo in campo; che devono avere rispetto per chi paga il biglietto e fa gli abbonamenti; che devono smetterla di giochicchiare e devono mettersi alle calcagna degli avversari e mordere loro le caviglie, facendoli innervosire e costringendoli a fare falli stupidi o di reazione che li facciano cacciare dal campo.
    Ormai c’è ben poco in giro, se non allenatori bolliti o ancora più incapaci di Juric. Gli unici che possono tentare l’impresa disperata di salvare il vecchio balordo dal baratro della B sono Ballardini e Reia. Speriamo che, una volta tanto, gli pseudo dirigenti facciano un gesto d’umiltà e ci diano ascolto, scegliendo uno di questi 2 allenatori.
    In caso contrario, non resterà altro se non fare come ho detto io nel mio primo commento e come ha ribadito Francesco: farli giocare senza pubblico, soli davanti agli altri.

  27. Paolo says:

    Ma basta dai…per la milionesima volta ultima spiaggia..partita della vita…chiamata a raccolta dei tifosi..ma belin bastaaaa…..vogliamo una società tipo Atalanta…Udinese …Chievo..con un po di stabilità che ci consenta di fare i tifosi in santa pace non di menarcelo in continuazione….Juric deve sparire anche se vince il derby xche si è dimostrato poco umile e ragionevole…il resto della società manco la voglio nominare…i giocatori…Ahhh se ci fosse chi dico io della Fossa dei Grifoni….no violenza X carita ….ma vi avrebbero fatto capire cosa vuol dire indossare quella maglia che trasuda storia….ma cosa volete capire soggetti da Instagram che al 90 siete pettinati ancora come al primo minuto….

    • Save12 says:

      L’ultima riga sarebbe da stampare e appendere davanti al campo del Signorini..pagliacci che non sono altro..camminare altro che pettinarsi

  28. Paolo says:

    Dopo il campionato penoso dello scorso anno si diceva che i tifosi dovevano stare uniti senza criticare anzi se possibile continuare a tifare x aiutare la squadra,cosa che è stata fatta in più di un occasione. Inoltre addetti ai lavori di dichiaravano che a salvezza acquisita si sarebbero tirate le somme e chi aveva sbagliato doveva prendersi le sue responsabilità. Visti i risultati di queste 11 partite, posso dire che il proprietario (principale responsabile di questo scempio) non solo non si è preso alcuna responsabilità ma ha peggiorato la situazione con una campagna acquisti a dir poco fantozziana, continuando a dimostrare una presunzione ed un arroganza uniche nel suo genere. Questa persona nn merita più e forse non lo ha mai meritato di essere presidente del club più antico d Italia.

  29. giovanni says:

    Staff tecnico e dirigenza assolutamente da serie B acquisti allucinanti bastava un Borriello e Palacio invece che ale alette tanti fronzoli poca consistenza soldi sprecati solo per far abbonamenti anche lasciando Mandorlini sarebbe meglio e basta con sti’ pacchi dal Milan.

  30. Andrea says:

    Non è una minaccia Giovanni la mia è amarezza e constatazione che se non si fa contestazione dura a quel signore nel vero senso della parola, noi tifosi e voi giornalisti questo rintronato ci porta al fallimento e poi è un dramma si riparte dalla serie D……

    Io credo che non ci voglia molto a capire che la situazione è questa……quel signore ha combinato un casino dietro l’altro al livello amministrativo e ora abbiamo le mani legate perchè coi debiti che ha non può più nemmeno comprare uno spillo…….ha fatto una campagna acquisti da bestie a costo zero comprando mezzi giocatori…..ce ne rendiamo conto che questi uomini sono senza anima tutti indistintamente? Juric di calcio non capisce niente fidatevi…..gli è andata bene nella vita perchè correva correva correva e aveva dei ferri da stiro al posto dei piedi…….la squadra è senza personalità, non ha carattere, non cambia mai ritmo è sulle gambe non ha idee e qualità zero…..ma seondo voi Galabinov può giocare in serie A chiedetevelo!!!!

    Per non parlare degli altri…….Zukanovic, Lazovic, Rosi, Rossettini, Bertolacci, Veloso, Galabinov, sono tutti gatti di marmo lenti prevedibili leziosi senza palle con poca tecnica…..ma come cazzo fa Juric a non vederlo? semplice lui era così correva e basta non sa cosa sia la qualità non sa cosa sia leggere una partita, non sa cosa vuol dire giocare la calcio…..era un mezzo giocatore anche lui….

  31. luca de rossi says:

    Caro Giovanni e compagni Genoani,
    Premetto che io scrissi in varie occasioni su questo blog, da maggio a settembre, che Preziosi no avrebbe venduto, oggi però alcune domande si dovrebbero porre e meriterebbero risposta.
    1) Nel momento topico dell’inizio stagione (calciomercato e prime partite) vi è stata una sovraesposizione mediatica di Anselmi e Gallazzi con articoli giornalieri su tutti i media e presenza allo stadio sia in casa che in trasferta, a chi giovava ciò?
    2) I signori citati sopra ora sembrano spariti, come mai Preziosi continua a lasciar trapelare che la trattativa non è chiusa?
    3) Sempre gli stessi signori “denunciavano” il fatto che non gli venivano fatti consultare o si tenevano nascosi i conti, come mai Zarbano in una conferenza stampa dove non era richiesta, tutto assieme espone i debiti (a parole) della società?
    4) Perinetti appena arrivato, quindi nessuna colpa sul pregresso, come mai così nervoso in un ambiente che di suo è già una polveriera?
    5) Possibile che la situazione di “odio sportivo” Iachini – Genoa, conosciuta in tutta Italia, non fosse conosciuta da Perinetti?
    6) Quanto ha carta bianca Perinetti, se lui voleva esautorare Juric e Preziosi lo ha confermato?
    7) Mangerà la colomba Perinetti, ormai i panettoni sono già nei supermercati?
    8) Che ruolo ha o avrà Perinetti, Direttore generale, traghettatore o curatore fallimentare?

    • Giovanni Porcella says:

      vendera’ di sicuro, non sono trattative semplici

      • Paolo says:

        ma questa certezza che venderà da cosa deriva ? O meglio…e’ chiaro che prima o poi venderà, ma questo succederà per forza prima o poi…ma io mi chiedo..viste le docce fredde date..dove sembra sempre che venda e invece poi resta a fare i suoi redditizi affari da “piazzista”….questa certezza da cosa ti deriva? Grazie.

  32. salve
    un’altra pecca di questa squadra è quella di essere molle in tutti i sensi: potrei sbagliarmi, ragiono a braccio senza dati o statistiche, ma becchiamo pochissimi cartellini gialli e i tre rossi presi sono figli di arbitraggi pietosi o incompetenti.
    Manca la “cattiveria”, quella sana e agonistica che avevano i Derlin, Rivara, Gorin, Testoni, Odorizzi, Castronaro, fino a Ruotolo, Brevi, Nicola e lo stesso Juric giocatore.
    Manca chi deve far capire all’avversario da che parte “tira il vento” ma, parafrasando i Promessi Sposi (Don Abbondio) uno il coraggio o ce l’ha o non ce l’ha …
    Quindi sabato, scanso miracoli, vinceranno i “bravi” der viperetta …
    un saluto
    Piero e famiglia

  33. Finnrico says:

    A proposito di Iachini e di chi ha messo in giro questa bufala prima del Derby.

    A me piacerebbe saperne qualcosa di più sulle relazioni tra Preziosi e le varie consorterie mediatiche genovesi e nazionali. Mi spiego.

    È risaputo che la lobby dell’ex Gruppo editoriale L’Espresso (oggi Gedi), vale a dire Repubblica e ora anche il Secolo XIX, ha sempre remato contro Preziosi. Basta pesnare a quel servizio sull’Espresso che ci aveva preparato la retrocessione in serie C (ricordatevi dei pizzini dei giudici e dei loro riferimenti a quell’articolo…) e delle tante polemiche di Preziosi con Adamoli e Parodi.

    Un’altra spina nel fianco è sempre stata il duo Criscitiello-Pedullà di Sportitalia. Ma a parte le comuni ascendenze irpine di Criscitiello e Preziosi, non so cavarne altro. Probabilmente c’è qualcosa di personale, ma è una storia che va avanti da dieci anni.

    Ora, in un momento difficile in cui bisognerebbe ricompattarsi, esce fuori il nome di Iachini che sembra fatto apposta per fare inc.*** la piazza, che già non aveva gradito Mandorlini. Non voglio dire che si cerchi di destabilizzare l’ambiente, perché più destabilizzato di così non si può, ma insomma, mi sembra chiaro che sia una notizia fabbricata ad arte.

    E poi ci si stupisce che Preziosi abbia cercato la spalla di Brenzini…

    • Paolo says:

      Mandorlini fu un FATTO…..era sgradito, lo si sapeva e fu preso comunque…preziosi provoca da anni i genoani..pretende di restare e ci prende per il sedere …ma di cosa stiamo parlando??

  34. Fabrydt says:

    Buongiorno a tutti,
    rientro da un viaggio di lavoro dove ho potuto seguire il grifone solo grazie a messaggi degli amici di gradinata. Quindi da “lettore” 1 punto a Milano partita aperta fino alla fine contro un Napoli da cui ci separano 2 categorie non mi hanno disgustato, il passo falso a Ferrara è deleterio soprattutto per il bilancio scontri diretti, ma ribaltabile al Ferraris.
    Il fatto che Juric non sia stato esonerato (non che io lo voglia) è figlio del fatto che fare iniziare un nuovo allenatore con una sconfitta nel derby (ahimè quasi certa) non sarebbe un buon viatico per lavorare con serenità.
    Dico quasi certa perché il Genoa di Bagnoli da un 2-1 che penso sia quello visto nella gabbia da Piero ha saputo rigenerarsi e chiudere al 4° posto altra storia altra squadra altro allenatore ma forse per un quartultimo quel che c’è ora potrebbe essere sufficiente.
    Juric non ha i risultati ed esperienza dalla sua sicuramente, ma le opzioni al vaglio Ballardini escluse non sono meglio Colantuono Oddo Iachini lo farebbero rientrare in sella come l’anno scorso perché stipendi per 3 allenatori il buffone non può pagarli.
    Juric fa gioco al buffone perché sposta da lui la contestazione che giudico ingiustificatamente latitante. LUI E’ IL PROBLEMA e qui si parla di Juric Rigoni Ricci. Così facciamo il suo gioco l’unico must deve essere via il buffone tutto il resto è accettabile.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  35. Benny says:

    Andrea,
    il dramma è che la scorsa estate E.P. non ha venduto nessuno o quasi!
    Temo quindi che a Gennaio non potrà investire anzi, vista l’imminente chiusura dell’esercizio in corso, sarà costretto a vendere. Sennò sarà costretto a ripianare per diverse decine di mln. Pensate che sarebbe intenzionato a farlo? Io dico di no…

  36. bruno says:

    Buonasera Giovanni e a tutti. La scellerata idea di riconfermare Juric ha per me un solo significato. Ritengo il presidente Preziosi, pur con tutti i suoi difetti, un intenditore di calcio, e se avesse voluto la salvezza della squadra avrebbe già sostituito il tecnico alla passata sosta nazionale, e non eventualmente alla prossima. Un tecnico in chiara confusione, che da un anno e mezzo dirige questa squadra, e della quale ancora non ha ancora capito nulla, ti può portare solo alla retrocessione. Se così accadrà, sarà comunque la fine di un ciclo di 11 anni di serie A. 11 anni, dei quali almeno 8 ci hanno dato, almeno a me personalmente grosse soddisfazioni. Soddisfazioni che io nei 55 anni che seguo il Genoa mai avevo avuto. Siamo stati per almeno 8 anni alla pari degli altri spesso anche sopra. Cosa mai accaduta dal dopoguerra ad oggi. Abbiamo avuto la soddisfazione di vederli 2 volte in B ed essere addirittura artefici della loro retrocessione. Momenti indimenticabili, mai vissuti prima. E per questi anni io ringrazierò sempre il presidente Preziosi. Se ci sarà retrocessione sarà comunque un ritorno a ciò che dal dopoguerra ad oggi salvo piccole parentesi è sempre stato, noi in B loro in A. Forse sarà anche il volere della città che conta, della città che non ha mai mosso un dito per aiutare la nostra squadra. La squadra della città! Chissà che addirittura tutti questi anni di serie A non abbiano dato fastidio. Nessuno, ripeto mai nessuno si è mai degnato di dare un aiuto al Genoa, a partire dal giorno in cui lo si poteva comperare da Dalla Costa per 4 soldi fino ad oggi. La città che conta, la città dei nomi importanti è tutta sampdoriana, E’ inutile girarci intorno, è così. Il perche non ci sia mai stata una persona seria ed importante che abbia avuto interesse per il Genoa, non l ho mai capito. Ma purtroppo è la triste realtà. Ora mezza città gode e l’altra purtroppo soffre.

  37. Francesco Oreginarossoblu says:

    Ma quanta certezza Giovanni sulla cessione della società!Sai sicuramente qualcosa che noi comuni mortali ignoriamo.

  38. Paolo says:

    la realta’ e’ che a preziosi fa comodo che si pensi che sia sul punto di vendere. E mi indispettisce parecchio che in questo giochetto gli faccia da spalla la stampa locale. Dal prossimo anno , con le nuove ripartizioni, il Genoa prendera’ quasi 45 milioni di euro di diritti tv (se restiamo in A)…Nonostante gli 85 milioni (secondo Zarbano) di debiti (peraltro gia’rateizzati), una societa’ che ogni anno prende 45 milioni di diritti tv, che si vende il mondo facendo plusvalenze e rimpingua la rosa con gli Spolli o i Rosi…..e’ e resta una gallina dalle uova d’oro. Pero’ preziosi e’ inviso alla piazza e sa che per perpetuare il giochetto, deve far sempre credere di essere sul punto di vendere : trattative, fondi finanziari, colossi pronti ad entrare in partnership…tutto becchime per pollame….E mi fa veramente imbestialire che la stampa locale regga questo squallido gioco..

  39. Asa says:

    Poi questi osudo giocatori sono semorecad arenzano nei vari locali a divertirsi invece di fare vita da atleta…e ci saranno pure sabato sera dopo la debacle…. perchè sabato cari amici ne prendiamo una riga….questi al primo goal si scioglieranno come neve al sole e quelli là avranno praterie davanti a loro…

  40. Francesco OreginaRossoblu says:

    Tra poco indosso l’armatura da derby e cavalcherò verso il tempio.Incontrerò molti commilitoni e tutti uniti formeremo un grande esercito.Speriamo non sia una watterloo.

  41. Francesco OreginaRossoblu says:

    Peggio di una watterloo

Lascia un commento

CON IL BALLA E’ UN ALTRO GENOA

Visto a Crotone il Genoa mi è parso irriconoscibile rispetto agli ultimi mesi. Un altro Genoa quello del Balla. E’

MAI COSI’ GIU’

La sconfitta con la Sampdoria segna uno dei punti piu’ bassi degli ultimi anni del Genoa. Premetto che se la

JURIC CONFERMATO, ORA TUTTO IL GENOA SI GIOCA LA FACCIA

Juric resta sulla panchina del Genoa. Dopo un vertice con perinetti, Donatelli e Zarabano il tecnico è stato confermato malgrado

DUE PUNTI PERSI, MA LA PAURA FA QUESTI SCHERZI

Sono convinto di due cose: innanzitutto che il Genoa col Milan poteva assolutamente vincere, ma ho visto troppi errori e

Search

Archivio