DUE PUNTI PERSI, MA LA PAURA FA QUESTI SCHERZI

23 Ott 2017 by Giovanni Porcella, 25 Commenti »

Sono convinto di due cose: innanzitutto che il Genoa col Milan poteva assolutamente vincere, ma ho visto troppi errori e poca cattiveria in fase offensiva. I rossoneri in dieci per 70′ potevano essere messi sotto. Ma in fondo la doppia trasferta, col Cagliari e appunto a San Siro, che ha portato 4 punti è da archiviare positivamente. E poi, e questa è la mia seconda considerazione, con questa posizione di classifica il pallone pesa il doppio e di fronte alla possibilità, senza rischiare troppo, di portare a casa un pari capisco che abbia prevalso la prudenza. insomma, se il Genoa avesse avuto solo due punticini in piu’, il Grifone in superiorità numerica avrebbe fatto un’altra partita cercando il colpo, cosa che non ha fatto se non a sprazzi. Ora c’è il Napoli, c’è poco da perdere, poi la Spal e quindi il derby. L’allerta è dunque ancora massima ma aver raggiunto il gruppo a sei punti è gia’ qualche cosa. Izzo positivo, Perin attento, Bertolacci in crescita. Invece Taarbat un passo indietro rispetto a Cagliari e Lapadula ha bisogno di acquisire minuti nelle gambe. Lazovic? Mah, meglio sorvolare. Ora bisogna alzare i ritmi. Analizzando il calendario fine alla fine del girone di andata emerge che ci sono tre gruppi di partite: quelle con Roma, Sampdoria e Napoli con altro coefficiente di difficoltà, quelle con Atalanta, Torino e Fiorentina piu’ abbordabili e infine con Spal, Crotone, Benevento e Verona da non sbagliare. Occorre girare almeno a 17 punti con la consapevolezza che si puo’ fare di piu’ e che nel ritorno si puo’ sfruttare un fattore Ferraris sulla carta piu’ agevole.

25 Commenti

  1. salve
    in effetti ieri si sono buttati via tre punti però, forse (mio pensiero), i ragazzi si sono voluti tenere bassi per alzare i ritmi con il Napoli contro il quale spero di portare a casa i tre punti.
    Ieri ottimi i tre difensori, meno bene Taarabt, l’avrei tolto per mettere dentro Pandev e non l’inutile (per adesso) Ricci; qualcuno storcerà il naso però a me, nonostante i suoi limiti e alcuni errori, piace Galabinov: lotta, combatte e non perde quasi mai la palla.
    L’ideale sarebbe arrivare senza altre sconfitte prima della sfida con i cugini che, onestamente, giocano un gran calcio …
    saluti
    Piero e famiglia

    • Ste says:

      Si sono tenuti bassi per alzare i ritmi col Napoli? Ma magari sapessi che han fatto un ragionamento così, il problema è che ha ragione Giovanni se la son fatta addosso di non prendere manco un punto e in panchina c’è un incapace che continua a mettere sto Ricci che solo lui vede e un Lapadula che in questo momento fatica a fare anche solo 10 minuti.
      Col Napoli ci vuole una squadra aggressiva a tutto campo, farei riposare qualche titolare per averlo fresco a Ferrara che è molto più importante di un match quasi impossibile col Napoli. Poi con gli azzurri o la va o la spacca. Il problema di fondo è il personaggio che c’è in panchina. Non ne azzecca una manco per sbaglio.

    • il tarlo says:

      Tenuti bassi ?
      manca la cattiveria e la grinta … mi rompe il cuore dirlo – ma calcisticamente i ciclisti spinti dall’allenatore, anche se scarsi, ne hanno molta di più :
      al derby vorrei un Genoa che giochi con 11 iene… e non 11 barboncini
      Galabinov non è campione, ma cerca di impegnarsi ed è già qualcosa
      mentre Bertolacci si è rammollito ed è l’ombra di quello che ci ricordavamo.

  2. Mirko says:

    Ciao Giovanni e bentornato.
    Ieri, contrariamente a quanto affermano in molti qui ed in altri spazi per tifosi, io credo che il Genoa abbia fatto una partita giusta, per così dire. Troppo pericoloso rischiare di perdere per tentare di vincere contro un Milan che, Montella a parte, non è una compagine allo sbando. Rimasti in 10 gli avversari l’inerzia della gara si è messa dalla nostra parte, perchè (non ho la prova contraria) credo che in 11 contro 11 avremmo certamente rischiato più di perdere che di pareggiare. Il rosso a Bonucci è sacrosanto e mi scandalizza il fatto che ci voglia il VAR per certificarlo. Chi ha giocato a pallone lo sa bene: gomito in faccia è sempre espulsione. Per me bene cos+ se mi avessero detto 4 punti in 2 trasferta avrei solo chiesto dove dovevo firmare. Juric ha il gruppo dalla sua parte ma una squadra che manca terribilmente di fiducia in se stessa. Questa viene dai risultati e non dalle prestazioni, purtroppo, per cui penso che “primo: non prenderle” a S.SIro contro il Milan sia stato un atteggiamento in linea con l’attual momento della squadra. Su Rigoni non cambio idea. Ieri sostituito e come al solito insofferente e sgarbato coi compagni. Una rondine (il gol a cagliari) non fa primavera e io continuo a pensare che sia una mina vagante in spogliatoio.

  3. giovanni says:

    ormai e’ una fissa RICCI???? Bertolacci nell’ultima mezzora eravamo in 10 non vede il gioco dispiace ma e’ cosi’

    • Giovanni Porcella says:

      ieri Bertolacci lo ha messo a seguire Kessie

      • Ste says:

        sei in superiorità numerica e metti un tuo uomo a seguire un avversario? vedi che Juric non capisce un tubo su… e lo ha seguito bene in quel coast to coast che si è fatto Kessie dalla sua area alla nostra…..va già bene che ha tirato fuori..

      • Save12 says:

        Lo ha messo a seguire kessie, ma non l’ha mai preso tra l’altro! tutto sbagliato, Bertolacci non può sacrificarsi in questo ruolo, a momenti faceva il gol della domenica a giro sul secondo palo! Ci deve credere di più come tutti i suoi compagni del resto

    • Ste says:

      Ricci non si capisce come possa sempre giocare e lasciarci in 10 ogni partita dato il suo apporto nullo.

      • Finnrico says:

        Ricci non ha ancora convinto neanche me, però è chiaro che finché giocherà solo spezzoni di partite sarà difficile per lui mettersi in luce, prendere sicurezza e farsi amare dal pubblico. È chiaro che quando siamo al completo là davanti siamo troppi. Io cercherei comunque di avere ancora un po’ di pazienza.

  4. Andrea says:

    Ieri il Genoa ha fatto due passi indietro rispetto a Cagliari, nel momento in cui il Milan rimane i 10 la squadra si involuisce paurosamente, paura, limiti tecnici, poca personalità, insomma dovevano tirare fuori le palle e aggredire e far salire la squadra e invece sono usciti fuori i soliti comportamenti supponenti dei mezzi giocatori (bertolacci, veloso hanno giocato malissimo in mezzo, Rigoni fa più casino che altro, Taarabt sembra che fatta una partita si senta DIo e ha sbagliato di tutto anche gli stop…..) e la scarsaggine di altri (Rosi, Lazovic, Ricci, Galabinov sono tecnicamente inguardabili per la serie A) hanno fatto il resto……in più metteteci Juric che non è proprio capace……non capisce niente prima e neanche a partita in corso non ha la capacità di leggere la partita e fare le sostituzioni che servono…….squadra confermo mediocre, ieri la partita era da vincere per come si era messa.

    Ieri a un certo punto c’erano da mettere dentro Omeonga e Pandev…..e invece……niente di tutto ciò incredibile!!!

  5. Fabio says:

    parlando di campo…diciamoci la verita’ il Genoa e’ limitato ma in A ci son squadre peggiori…basta analizzare la trasferta di Cagliari, guardare qualche partita di qualche diretta concorrente e secondo me ti rendi conto che la salvezza e’ piu’ che alla portata…però secondo me il discorso dovrebbe partire da li’….Giovanni, ogni anno dobbiamo limitarci sempre a dire : “Guardiamo il campo e pensiamo a salvarci , remiamo tutti dalla stessa parte…” OPPURE come secondo me dovrebbe essere , iniziare a processare seriamente questa societa’ che in una serie A decisamente FACILE, invece di fare come i cugini che pur vendendosi dei pezzi, ricomprano gente che costa SOLDI (vedi Zapata, Strinic, lo stesso Ramirez)….tende ad indebolirsi volutamente e quelli che vende li sostituisce con scommesse o con prestiti gratuiti senza mai SPENDERE ? E’ normale che qui si incassi senza reinvestire e si giustifichi tutto con i famosi debiti? Come se fare i debiti fosse normale? Quando vedremo una stampa che lo attacca seriamente su certe cose invece di fare interviste compiacenti specie quando telefona in trasmissione ?? Grazie.

  6. LAURA1962 says:

    Buonasera a tutti.
    Su Ricci la penso diversamente, ieri se riguardate ha fatto due passaggi ben fatti uno a Taraabt e l’altro mi pare a Lazalt che se avessero fatto gol avremmo detto cambio azzeccato. A me pare che non abbia fatto peggio di altri. E’ giovane e forse un po’ di pazienza si potrebbe anche avere. Mi pare che negli ultimi tempi abbiamo visto prestazioni così così anche da giocatori di esperienza. Diamogli un po’ di fiducia, penso che la meriti.
    Forza Genoa sempre.
    Laura

  7. Ansia says:

    Juric è inadatto alla serie A e anche domenica ha dimodtrato tutti i suoi limiti dia nel leggere la partita dia nei cambi.
    Detto questo ben vengano 4 punti ma sinceramente mi sembrano più il frutto di bruttissime prestazioni dei ns. Avversari che merito nostro.
    A me il grnoa odierno non piace,

  8. Ansia says:

    Juric è inadatto alla serie A e anche domenica ha dimostrato tutti i suoi limiti sia nel leggere la partita sia nei cambi.
    Detto questo ben vengano 4 punti ma sinceramente mi sembrano più il frutto di bruttissime prestazioni dei ns. Avversari che merito nostro.
    A me il Genoa odierno non piace, temo che nelle prossime partite dove il fattore C non ci sarà e gli avversari giocheranno a calcio punti non ne faremo.
    Vedremo.

  9. giovanni says:

    per seguire Kessie era molto meglio Omeonga se per quello e Pandev al posto di Ricci almeno sa tenere la palla.

  10. Save12 says:

    Speriamo che con il Napoli metta Omeonga al posto di Rigoni, cosi da farlo riposare e Lapadula faccia qualche minuto in più cosi da iniziare a ingranare..perchè ha avuto un’occasione clamorosa in contropiede ma si è fatto recuperare da Zapata in un attimo!
    Dietro con Izzo si vede più serenità, concentrazione e personalità. A centrocampo tutta la vita Rosi (ahimè) piuttosto che quel brocco di Lazovic. Davanti ok Gala anche se è lento come una lumaca e Taarabt. Però i primi sostituti dovrebbero essere Lapa e Pandev e non questo Ricci.

  11. Ansia says:

    Io dico che con questo organico ci posdiamo salvare tranquillamente nulla di più a patto che venga esonerato al più presto l’allenatore.

  12. Fabio says:

    Giovanni, guardando l’Atalanta stasera, mi vengono da fare alcune considerazioni : Anche loro sono una squadra che si vende i pezzi buoni per sopravvivere pero’ : Vanno in Europa league con la loro bella licenza…la disputano con onore e anche se magari pagano qualcosa in campionato, se ne fregano e vanno avanti perche’ il calcio esiste anche per i suoi tifosi. Tengono uno come il Papu Gomez come simbolo per il proprio pubblico. Io mi chiedo perche’ Preziosi non sia mai stato in grado di dare questi segnali di IDENTITA’…..Quello che molti detrattori dell’avellinese, me compreso, sottolineano da qualche anno e’ proprio questo. Inutile girarci intorno..puo’ esistere una gestione DIVERSA…e trovo scorretto che anche la stampa locale spesso si adoperi per coprire certe realta’.

  13. Fabio says:

    ma siamo ancora a Genoa-Milan?????

Lascia un commento

CON IL BALLA E’ UN ALTRO GENOA

Visto a Crotone il Genoa mi è parso irriconoscibile rispetto agli ultimi mesi. Un altro Genoa quello del Balla. E’

MAI COSI’ GIU’

La sconfitta con la Sampdoria segna uno dei punti piu’ bassi degli ultimi anni del Genoa. Premetto che se la

JURIC CONFERMATO, ORA TUTTO IL GENOA SI GIOCA LA FACCIA

Juric resta sulla panchina del Genoa. Dopo un vertice con perinetti, Donatelli e Zarabano il tecnico è stato confermato malgrado

DUE PUNTI PERSI, MA LA PAURA FA QUESTI SCHERZI

Sono convinto di due cose: innanzitutto che il Genoa col Milan poteva assolutamente vincere, ma ho visto troppi errori e

Search

Archivio