SFORTUNE E PROBLEMI, IL GENOA NON GIRA

11 Set 2017 by Giovanni Porcella, 64 Commenti »

Nessun allarmismo, ma il Genoa così non va. Intanto la jella nera con l’infortunio di Lapadula che è meno grave del previsto ma che lo toglierà alla squadra per 45 giorni. Gia’ questa squadra fatica enormemente a segnare, senza l’attaccante che è stato il vero unico investimento forte in campagna acquisti è un problema che rischia di essere pesantissimo. Così come pure l’arbitraggio di Maresca è da annoverare nelle avversità domenicale. Ma non mi nasconderei soltanto dietro ad alibi di questo tipo. Fare un bilancio di inizio stagione vale poco. Per esempio l’anno scorso la squadra partì forte e poi sappiamo come è andata a finire. Ma qui i rossoblu’ stanno tenendo il passo del girone di ritorno dell’ultimo torneo quindi occorre fare attenzione. Juric non è preoccupato, ha parlato di un tempo su tre partite sbagliato ma onestamente l’approccio contro l’Udinese è parso sbagliato. Poi il 3-4-3 che vediamo non mi convince così, dispiace dirlo, non si comprendono le esclusioni di Rigoni e di Zukanovic. Probabilmente non sono questi i salvatori della patria, ma dopo queste tre partite, mettiamoci anche la soffertissima vittoria col Cesena che in B tra l’altro sta faticando, s’impongono anche al tecnico delle riflessioni. I calendario tra l’altro non aiuto. Arriva la Lazio lanciatissima e poi sempre al Ferraris ecco il Chievo in una gara che vale gia’ doppio ora. Comunque se Preziosi resta o se arriveranno i nuovi proprietari servono gia’ investimento, come dire che questa rosa va rivista e con essa il prezzo, almeno oggi è così.

64 Commenti

  1. giovanni says:

    Squadra mal costruita male allenata male tatticamente insomma un disastro.

    • Max 70 says:

      Buongiorno a tutti, come spesso ultimamente siamo nella bratta. Da qui parlare è facile ma poi tocca al Mister decidere ” anche se è pagato per quello” . Personalmente credo che Veloso , unico vero valore aggiunto con Penin, abbia bisogno di qualcuno che faccia legna vicino a lui. Se non ne hai uno buono prova a metterne due mediocri almeno fai densità a centrocampo. Squadra gioca come gioca centrocampo… citando un grande che non c’è piu’.

  2. LAURA1962 says:

    Ciao Giovanni, buon pomeriggio a tutti.
    Ieri delusione totale per una prestazione davvero priva di grinta e di gioco. Prevedibili, lentissimi. La partita e’ sembrata la copia di molte altre dello scorso anno. Certo poi mettici i vari episodi, gol su punizione parsa inesistente, Behrami da mandare fuori per secondo giallo, espulsione di Bertolacci, infortuni e arbitro…… Pero’, se non vinciamo con squadre come l’Udinese che, con tutto il rispetto, non mi pare uno squadrone, non so con chi potremo fare punti. A parte Perin direi tutti sotto la sufficienza, con qualcuno meno peggio, ma piu’ o meno….
    Io continuo a ritenere che la rosa non sia cosi’ male, non so se davvero, come molti piu’ esperti di me sostengono, e’ il Mister, al quale voglio bene, che continua a ostinarsi a giocare in un modo che con questi giocatori non puo’ andare.
    So pero’ che un altro anno come lo scorso, con partite inguardabili e tanta sofferenza, non vorrei proprio piu’ farlo. Ma so anche che sono “malata” di Genoa e quindi saro’ sempre e per sempre li’ a soffrire con il mio amato Grifone, sperando prima o poi in qualche piccola gioia.
    Saluti rossoblù.

  3. Riccardo leone says:

    Il buon juric deve iniziare a farsi un esame di coscienza e con lui chi ha costruito qs squadra il mediano era indispensabile invece niente arriva Bertolacci che non era un priorità con Veloso hanno caratteristiche complementari finché la palla c’è l abbiamo noi ok quando ce l’hanno gli altri sono dolori, i 2 trequartisti sono un lusso con Galabinov abbiamo bisogno di 2 esterni offensivi che vanno sulla fascia per crossare in area dove il bulgaro può fare valere la sua fisicità, in ogni caso gol cercasi e dulcis in fundo non convocare Rigoni e Pellegri si è rivelato un altro errore

  4. PieroValleregia says:

    salve
    partita molto brutta, decisa da una punizione inventata di sana pianta da Maresca che ha combinato ben più di un macello da ambo le parti.
    E non scordiamoci “l’amico” Banti al VAR …
    Genoa molto lento, finisce in dieci, espulso Bertolacci tramite VAR (dopo ben 10 minuti!!!) e perde per infortunio La Padula (ginocchio) e Biraschi vittima di una entrata assassina di Behrami, già ammonito ma, Maresca si gira dall’altra parte …
    I migliori: Perin, autore di due ottime parate nel primo tempo, inoperoso nel secondo e Taarabt che ha sfiorato il pareggio in due occasioni …
    Juric ha detto: la rosa ? è a posto !
    sono d’accordo con lui, le SPINE ci sono tutte
    Ieri si è fatto pietà, si è giochicchiato solo gli ultimi dieci minuti e le uniche occasioni (tutte con Taarabt) son venute da spunti personali …
    comunque FORZA GENOA
    saluti
    Piero e famiglia

    • Andrea says:

      ciao Piero !!!!

      • PieroValleregia says:

        … ehilà, tornato alla base ?
        brutta davvero a Udine/Udin …
        temo che Juric ne capisca di calcio come me di fisica quantistica; ma spero di sbagliarmi … Maynard che dice ? :-)
        buona giornata
        saluti
        Piero e famiglia

  5. layos says:

    Sembra che l’infortunio di Lapadula non sia niente di grave, speriamo che sia dentro col Chievo. E speriamo soprattutto che valga i 13 milioni che è stato pagato. Ieri a Udine, prima di rompersi, non ha toccato palla.

  6. Save12 says:

    Ciao a tutti!
    Trovo davvero incomprensibile come Juric non riesca mai a fare un pò di sana autocritica..dire che nonostante tutto veda del buono, mi fa innervosire!! Se entri in campo con la mentalità sbagliata vuol dire che non va tanto bene..comunque per carità è stata la prima di tre partite non approcciata bene..per il resto non si capisce perchè devi lasciare a casa Rigoni e non mettere mai Zukanovic, l’unico col piede buono e personalità dopo Izzo. Scelte strane da parte di un allenatore che è un pò un “testone” come il Gasp, con tutte le dovute differenze del caso.
    Ora arrivano una Lazio forza 5 e un Chievo che comunque pare la solita squadra quadrata e fisica difficile da battere(per squadre del nostro calibro ovviamente). Serviranno Izzo e Zukanovic dietro e un pò di fantasia e dribbling davanti tra Taarabt e Centurion e Pandev. Buone impressioni da Omeonga, che deve essere gestito bene e non bruciato come altri giovani..meglio mettere l’esperienza di Rigoni e inserire gradualmente Omeonga a mio modo di vedere, quando le cose vanno bene, così da non caricarli di troppe responsabilità. Speriamo sia nulla di grave per Lapadula che comunque non è parso in grado di fornire una decente prestazione, tanto era fuori forma..quando compreremo un attaccante o comunque un giocatore con aspettative elevate già pronto fisicamente, avremo vinto la stella!!
    Battute a parte ora serve un pò di “garra” per cercare di fare punti domenica senza illudersi di poter vincere agilmente.
    Sempre e comunque FORZA GENOA!!

    • Michele76 says:

      Esatto Save12…la mentalità!
      Il nostro è il mister che piange…il nostro è il mister che ancora prima di iniziare dice che se ci salviamo è tanta roba…come puoi pretendere che questi vadano in campo con un piglio diverso da quello che ahnno dimostrato!?

  7. Sergio quezzi says:

    Secondo me non abbiamo una squadra pessima,dobbiamo aggiustare un po il tiro ma la base c’e’.
    Se arriviamo al derby sotto e in crisi probsbilmente lo vinciamo(sarebbe anche ora vincerne uno) e in crisi ci vanno gli altri…non credo che abbiamo una squadra inferiore alla Samp ma il problema e’ l’allenatore..a me non convince Juric,vedrei bene il vecchio saggilo Eddy Reia alla guida del Grifo

  8. francesco says:

    Buon pomeriggio a Tutti,
    Dissi che Juric è un uomo vero, un genoano vero, ciò non toglie che abbia dei limiti.
    1 punto in 3 partite è già sufficiente per fargli un esame approfondito.
    Gli amanti delle statistiche lo mettono ancor più in risalto: 25 gare, 14 punti!
    Il professor Scoglio diceva che sono i numeri a parlare!!
    A fine campionato scorso, disse che aveva idee per fare un Grande Genoa. Bene!
    Preziosi credo lo abbia assecondato in tutto e per tutto. A parte il mediamo che non abbiamo da gennaio! A questo punto è indifendibile.
    Ha preso la stessa china dello scorso anno! Vogliamo proseguire?
    Io me ne starei dei numeri e dei risultati, tanto basta.

  9. Alessio says:

    Ragazzi..teniamoci stretti Preziosi..i nuovi sono avventurieri!Hanno gia’ detto che se non va bene con il Genoa proveranno con un altro club di serie A,questo sarebbe amore per il Grifo?Ma che si comprino il Verona o la Spal…sono solo affaristi”

  10. andrea bottino says:

    caro Giovanni, juric come sempre ci mette del suo d’altronde bertolacci è stato espulso in quanto è costretto a fare un gioco non suo. La squadra non supera meta campo il modulo di juric è il 7 2 1, se poi ci metti che nessuno fa goal allora attenzione, la media è la stessa dello scorso anno e il gioco latita. giochiamo il peggior calcio di serie A prevedibili, lenti e assolutamente non pericolosi in zona goal!! che ne dici di prendere un’attaccante svincolato di lusso come giuseppe rossi che all’occorrenza fa anche la mezza punta???sarebbe perfetto. lui si che i goal li fa. ci vuole un po di estrosità anche perche visto che nessuno è in grado di servire le punte come segniamo ???
    alla fine penso che juric verra esonerato anche perché le partite che ci attendo non sono alla nostra portata e se non azzecchi la formazione rischia di grosso anche con la bestia nera il chievo!!! saluti

  11. Gino quezzi says:

    Ma quale Genoano vero?Non far ridere Francesco per favore!Genoani si diventa con il DNA,si eridita la passione e si naSCE QUI..LO SLAVO SEMBRA UN LAVAVETRI,TUTTO FUORCHE’ GENOANO vERO

  12. Asa says:

    Juric se è un genoano come affermate deve dimettersi perchè sono due anni che non è all’altezza di condurre una squadra di serie A

  13. pier says:

    bisogna sostiture al più presto juric…è un film già visto …siamo al punto dell’anno scorso , non è all’altezza di allenare una squadra di A…non ci capisce niente..ha fatto mandare via fior di giocatori come Morosini e Beghetto x farsi prendere Migliore, ma scherziamo…per non parlare di Munioz …fa giocare sempre Pandev e Palladino che sono ormai alla frutta …e poi sti due centrocampisti centrali cosi siamo sempre in inferiorita numerica in mezzo…è ottuso e presuntuoso!!!! il momento è adesso x la sostituzione visto che siamo all’inizio e un nuovo avrebbe tempo x conoscere i giocatori e avere le idee chiare x il mercato invernale…perche è chiaro che lui non ne viene fuori, non ci capisce gia più niente e la squadra è allo sbando.

  14. Francesco Oreginarossoblu says:

    Scusa alessio ma quelle dichiarazioni dei nuovi acquirenti le hanno fatte solo a te per telefono?Fammi un favore segui l’essere ovunque lui vada.Grazie

  15. nicola says:

    Buongiorno Giovanni e ben ritrovati a tutti i fratelli rossoblù,
    purtroppo – e purtroppo è un termine che ricorre spesso quando si discute dell’amato Grifo – ci ritroviamo esattamente dove ci eravamo lasciati alla fine dello scorso torneo, con una squadra che nonostante il recupero di Mattia Perin ed una campagna acquisti non esaltante ma nemmeno desolante – mediano/incontrista a parte – sembra proseguire il trend post Palermo.
    Chiaramente, è doloroso ammetterlo, il problema sta nel tecnico.
    Personalmente a me Ivan sta simpatico, proprio per questo posso riaffermare senza preconcetti (lo feci lo scorso anno dopo il disatro di Pescara), che evidentemente non è adeguato a guidare una compagine nella massima serie.
    Probabilmente diventerà un buon allenatore, però oggi , e lo score gare giocate punti realizzati lo evidenzia indiscutibilmente, non pare all’altezza di gestire un organico che deve giocare – da subito – per salvarsi.
    Troppi problemi di ordine tattico, troppe lacune nelle sostituzioni a gara in corso per rimediare efficacemente a situazioni contingenti laddove il buon Gasp era determinante, troppi screzi con tanti giocatori che al giro finiscono ai margini per poi magari, senza logica, rientrare in orbita squadra.
    La fase difensiva (ma lo era anche con Gasperini) appare spesso approssimativa, vulnerabilissima in particolare sulle palle da fermo, il centrocampo a due, che ricorda la testardaggine di Ventura, risulta macchinoso, lento, perennemente in difficoltà e non aiuta i difensori, il gioco d’attacco latita e nessuno tira in porta.
    Non si intravede proprio qualche schema determinante in attacco che permetta alle punte di giocare con la porta davanti, i due esterni (Lax e Laz) che corrono molto ma sono imprecisi, raramente riescono ad effettuare cross efficaci.
    Vedo giocare il Napoli di Sarri e mi rendo conto che siamo su altri pianeti.
    Non parliamo dell’organizzazione nei calci piazzati a favore, mai un’esecuzione che metta in difficoltà gli avversari, che dia la sensazione di essere studiata e non parliamo dei corner: mi domando cosa facciano a Pegli durante la settimana.
    Due anni fà anche il talebano Gasperini, dopo partite perse sciaguratamente giocando malissimo (mi vengono in mente a caso Empoli, Carpi, derby etc.) si rese conto che forse avrebbe dovuto optare per un 3 5 2 più consono all’organico ed alla situazione di difficoltà del momento; non riesco a capire perchè Juric insista con questo 3 4 3 escludendo un Rigoni che ha contribuito in modo derminante alla salvezza dello scorso anno e giustifichi prestazioni insulse come quella di ieri, quando abbiamo perso contro una compagine con un organico ed un gioco da retrocessione piena.
    Qualunque altra squadra ieri, ad Udine, avrebbe vinto a mani basse. Così come si dovevano predere i tre punti con il Sassuolo.
    Il problema è che di questo passo, aspettando che alcuni entrino in forma, che passi la sfiga che qualcuno si inventi il goal, le domeniche passano e ti ritrovi alla fine del girono di andata nella stessa situazione nella quale era il Palermo lo scorso anno.
    Naturalmente a monte di tutto questo c’è (si fa per dire…) la Società.
    Sempre per sempre forza Genoa.

  16. Francesco Oreginarossoblu says:

    Prima della partita di ieri ero molto fiducioso ottimista ma dopo quello che ho visto dire deluso è poco.Scusate ma veloso cosa ci sta a fare?Avulso nessun passaggio degno di nota.Gioca perché imparentato con il proprietario.Bertolacci lontano da quelli che conoscevo.Tarabt gioca per dimostrare a se stesso di essere un calciatore ma non ci riesce.Gli altri a parte Perin sono un manipolo di strapagati che non sanno cosa vuol dire giocare a calcio.Juric in confusione.

  17. robertogrifo says:

    Il problema secondo me non è tanto la sconfitta ma il fatto che Juric non è preoccupato. E’ dal ritiro che insiste con la coppia Veloso e Bertolacci con risultati mediocri..non riusciamo a tirare in porta , la sua idea di 343 in tre partite ha prodotto sette tiri in porta in totale, come fa a non essere preoccupato.
    Io sposterei Lazovic li davanti, come ala e darei un po’ di riposo a Pandev. Affiancherei a Veloso Cofie e proverei a cambiare qualcosa anche dietro. Ora l’ assenza di Bertolacci gl’impone di trovare alternative, gli auguro d’ aver una mente aperta.
    Rimango dell’ idea che Juric parli troppo dei problemi all’ interno della squadra, mentre certi argomenti non dovrebbero uscire dallo spogliatoio…

  18. giovanni says:

    ESATTO!!

  19. massimo says:

    calciomercato incompleto,perche se il centro campo non fa filtro ne subisce tutta la squadra. ma come mai non si sono mai preoccupati di sostituire rincon ? e’ da dicembre dello scorso anno che serve un giocatore delle sue caratteristiche..

  20. Michele76 says:

    Io mi allarmo…eccome se mi allarmo!

    Juric ha il prosciutto sugli occhi: non abbiamo sbagliato un tempo in 3 partite, ma abbiamo sbagliato 3 partite su 3.
    E’ incomprensibile vedere in campo Veloso e Bertolacci insieme senza un centrocampista più veloce in grado di recuperare palloni.
    Allo stesso modo è incomprensibile non utilizzare Zukanovic.
    Lavovic avrà perso almeno 30 palloni in tutta la partita e il povero Laxalt sembra quasi essere un fenomeno…ma solo perchè è uno dei pochi che corre insieme a Taarabt, perchè se parliamo di qualità io proprio non ne vedo.

    • Save12 says:

      D’accordissimo con te Michele, non è pensabile che Laxalt sia considerato un buon giocatore solo perchè uno dei pochi che corre..avrebbe dovuto fare il maratoneta e non giocare a calcio perchè una volta che arriva dalle parti dell’area avversaria poi non sa saltare l’uomo e nemmeno crossare e allora puntualmente TAC, la passa indietro oppure se la butta avanti contando sul fatto che il suo avversario sia più lento di lui e lo stesso vale per Lazovic..tanta corsa, ma cervello non collegato con le gambe. Non si può pretendere quindi che gli attaccanti segnino se non arrivano palloni dal fondo. Ma questo al momento è il massimo livello di qualità a cui possiamo ambire.
      Assurdo giocare con Bertolacci e Veloso insieme senza un medianaccio alla Rigoni per citarne uno, che sono due giocatori fumosi, l’unica volta che ho visto fare una verticalizzazione è stato a Udine quando Bertolacci ha provato a innescare Lapadula,invano, che ha comunque ringraziato il compagno. Chi ne capisce di calcio dirà che Veloso tecnicamente è il più forte della squadra, certo, ora grazie a lui almeno nei corner la palla si alza da terra, però per il resto non c’è personalità, nessuno che tenti il lancio o il cambio di gioco..è sempre un passaggio corto orizzontale, niente di più. Gli unici tiri verso la porta sono stati di Taarabt a Udine che come Veloso, si vede che ha più qualità ma lui è uno di quelli che se non supportato adeguatamente, si perde nel match.
      Ora vedremo le prossime partite e speriamo in un’inversione di rotta anche se i dubbi rimangono!

  21. Mirko says:

    Ciao Giovanni e ciao a tutti.
    Il Genoa non manca mai di dimostrare quanto sia per sua natura incline ad attirare la sfortuna. La partita di ieri è di quelle che, per come sono andate, potrebbero già dare una svolta in negativo a tutta una stagione. Infortuni, espulsi, poco gioco, sbagliato l’approccio alla gara. Occorre tentare di correggere subito la rotta se non vogliamo ritrovarci in una replica del girone di ritorno dello scorso campionato. Penso che la rosa non sia così scarsa e che molti dei problemi siano di carattere tattico. Certo senza Lapadula per due mesi sarà dura. Occorre trovare un sistema di gioco per poter impiegare al meglio le risorse a disposizione. Su questo credo che Juric possa solo crescere. Capitolo spogliatoio: Rigoni, per me, se ne può stare è stato messo, ossia fuori rosa. Primo, non è Iniesta.
    Secondo lo sfacelo dell’anno scorso è stato compiuto con lui quasi sempre in campo, per cui non credo che possa/volgia dare tutto questo contributo. E dopo l’atteggiamento tenuto da lui e da alcuni suoi amichetti l’anno scorso il minimo che possa fare una società decente è prenderlo a calci nel sedere. Io sto con Juric e con il Genoa. Facciamo giocare Omeonga e Brlek oltre a Cofie che è molto più umile modesto di questo pedalatore da bassa serie A.

  22. Asa says:

    Mamma mia che tempi biblici questo blog lo credo che ci sono 12 sole risposte contro le oltre 150 di quelli di la……

    • Giovanni Porcella says:

      pazienza. Se non hai niente da scrivere mi dispiace

      • Asa says:

        No guarda scusami hai capito male, i commenti vengono inseriti in tempi biblici io avrei da scrivere come molti e scambiare opinioni parlando di Genoa ma qua scrivi oggi e vengono inseriti dopodomani non si riesce a discutere x la lentexza del blog nkn perchè manchino a me o ad altri gli argomenti…

        • Giovanni Porcella says:

          Non faccio solo il blogger e una volta alla settimana ho un giorno di festa, scusami ma è così. Come vedi negli altri giorni cerco di dire la mia e di pubblicare i vostri post. Grazie

          • Asa says:

            Ok ok non ti risentire io ti ammiro, evidentemente il tuo collega segue solo il blog io non lo sapevo, tranquillo la vita è meravigliosa non è il caso di inalberarsi subito.

    • Michele76 says:

      Vai a scrivere di la… Asa: vedrai che troverai tanti amici!

      • Asa says:

        Nom credo che giovanni abbia bisogno do te per replicare visto che è culturalmente molto dotato come ha sempre dimostrato.
        Prima di scrivere ragioma se hai dei neuroni, infelice.

        • Michele76 says:

          Io ho replicato a te non a Giovanni e io con il miei pochi neuroni non offendo le persone come fai tu.

          • Asa says:

            Tu hai offeso per primo dandomi del doriano e invitandomi ad andare di la che trovavo amici.
            Io chiedevo a Giovanni maggior velocita al blog.
            Tu chi sei per dirmi di andate di la?
            Io non posso chiedere o scrivere una cosa che non ti sta bene altrimenti devo andare di la?
            Rileggiti e se capisci come ti sei proposto per primo la prossima volta rifletti invece di offenderti dopo…. infelice ribadisco.

          • Giovanni Porcella says:

            La trattativa intanto è ad un punto pericoloso. Galazzi da quanto ne sappiamo noi, notizia delle 12,35 deve riflettere. Preziosi intanto è a Pegli

  23. Fabrydt says:

    Ciao Giovanni,
    leggo già una certa idiosincrasia per Juric, secondo me come tecnico non è male la rosa neanche, penso ci siano solo da eliminare alcuni equivoci tattici. Juric penso che finirà per capire che il Genoa non si può permettere 2 metronomi a centrocampo.
    Bertolacci storicamente per struttura muscolare se fa 2/3 della stagione è tanto, la rosa permette di alternare Bertolacci e Veloso al fianco di Omeonga, che ha voglia e corsa da vendere ed anche due piedi discretamente educati, quando dovrà tirare il fiato potrà dare strada a Rigoni qualora sia re-integrato in rosa perché in ogni caso questo deve essere il suo ruolo, faccio francamente fatica ad immedesimarmi in tutte queste vedove di Rigoni (Rigoni non Thiago Motta), non posso e non voglio pensare che sia lui il salvatore della patria a cui votarsi come panacea di ogni male, perché il quadro sarebbe desolante. Le critiche a Juric ci possono stare a mio avviso ad esempio tarda troppo ad inserire i nuovi, anche Ricci che il suo credo dovrebbe averlo già nelle corde, gli altri li vedremo verso fine anno a meno di infortuni e squalifiche, lui è così la società lo conosceva, ma credo che se lo si farà lavorare il risultati comunque verranno.
    La priorità ora è sbarazzarsi di una gestione che al netto degli sbandierati anni di A consecutivi è vergognosa. I nuovi vogliono entrare nel calcio e se non potranno farlo con il Genoa lo faranno altrove perché ne hanno la disponibilità economica, non vedo lo scandalo, sono avventurieri? e perché mai? Manifestano in modo chiaro un intento, e nel farlo avvisano il Sig. Preziosi (che penso sia chiaro a tutti vorrà prendere tempo per arrivare alla seconda sessione di mercato dove avrà da vendere Izzo, Laxalt, e Perin per spremere il limone fino all’ultima goccia per consegnare infine una rosa impoverita che valuterà comunque allo stesso prezzo) che loro hanno altre soluzioni e non hanno l’anello al naso quindi ahimè finiranno per non comprare più, lui così potrà dire al suo popolo che non erano seri e si sono tirati indietro ma che lui ci farà il favore di non mollare, e via ai cori di santo subito.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  24. Andrea says:

    Vi parlo perchè ho un mio nipote che lavora in società l’anno scorso in prima squadra quest’anno con la primavera…….dice che c’è un bruttissimo clima aziendale dentro, che c’è una sacco di gente “raccomanadata” ce non fa niente dalla mattina alla sera e i soliti pochi che lavorano….. Dice che Juric è un uomo assurdo con un carattere insopportabile, pieno di se e un pessimo gestore di rapporti umani. In più molti giocatori non lo seguono perchè è ripetitivo quasi autistico, non cambia mai ed è poco flessibile, inoltre fa giocare sempre gli stessi, insomma uno da serie B a dir tanto…..

    Mettiamoci il resto, società assente, trattativa in corso con avventurieri, mercato assurdo perchè comprano giocatori che poi non giocano, favori da fare a destra e sinistra per ripagare operazioni di mercato poco trasparenti ed il gioco è fatto!

    Guardate bene la classifica oggi, perchè il valore del Genoa è quello li forse meno…….tecnicamente siamo scarsi, quando una squadra gioca in orizzontale come facciamo noi è perchè siamo scarsi e mal costruiti, non abbiamo qualità e profondità, da togliere subito Veloso (che intanto essendo legato a Preziosi sa già di dover andare via) perchè con Bertolacci si danno solo fastidio e mettere dentro Rigoni e Omeonga in mezzo con Bertolacci o Blrek dietro le punte……non vedo altro.

    Per salvarci l’unica cosa da fare è 3-4-2-1 questa: Perin Izzo Rossettini Zukanovic Rosi Omeonga Rigoni Laxalt Bertolacci Brlek Lapadula

    • Asa says:

      Mamma mia analisi da brividi ma la ritengo veritiera purtroppo.

    • Filippo says:

      Lasciamo ad altri questi tipo di commenti: mio cuggggino una volta e’ morto, come dicevano gli Elio e le Storie Tese anni fa, fa il pari con un nipote che lavora in società …faccio fatica a credere le notizie di terza mano e le trovo fuorviante.

      Grazie

  25. Fabrydt says:

    Di nuovo buongiorno,
    leggo altro e quindi faccio una postilla, Gasperini spesso giocava il 343 con Thiago Motta e Milanetto contemporaneamente, e nessuno diceva nulla, lui sta provando a vedere che risultati può ottenere poi capirà quello che dovrà capire.
    Se si tirano fuori esempi di gestioni tecniche precedenti, almeno che si faccia con cognizione di causa.
    FORZA VECCHIO BALORDO

    • PieroValleregia says:

      … si Fabry ma c’era anche Marco Rossi che correva per sei e recupevava quintali di palloni …
      tutto bene ?
      saluti
      Piero e famiglia

      • Fabrydt says:

        Ciao Piero,
        sì tutto ok grazie sono tornato a Zena…..
        Hai ragione però Laxalt dall’altra parte non da un apporto molto diverso da quello che dava il capitano, Lazovic invece o canta o porta la croce non è uomo da entrambe le fasi.
        A presto
        FORZA VEVVHIO BALORDO

    • Augusto says:

      Appunto. Quando Thiago Motta e Milanetto giocavano insieme il primo andava a fare il trequartista fra le linee in una sorta di 3-4-1-2 ed il secondo faceva il regista classico affiancato da un giocatore d’interdizione. in quel caso si trattava proprio di Juric. Thiago Motta e Milanetto non hanno MAI giocato in coppia a centrocampo ai tempi di Gasperini come stanno facendo invece Veloso e Bertolacci nel 3-4-3 di Juric.

  26. luca de rossi says:

    Ciao Giovanni,
    quando nel calcio alla 3 giornata si inizia a parlare di sfortuna e di arbitri contro vuol dire essere alla frutta o oltre e purtroppo il Genoa è da dicembre dell’anno scorso in questa situazione.
    Quando ti presenti al via in un campionato con tre attaccanti che in totale hanno 30 presenze in serie A, non la puoi chiamare jella se oggi non hai sostituti, idem a centrocampo se in 10 mesi non hai trovato in tutto il mondo un mediano.
    Poi per favore basta con la storia che dobbiamo sopportarci Juric in quanto genoano, se l’anno scorso ci siamo salvati alla penultima o cambi tutti i giocatori (cosa impossibile) o cambi l’allenatore, invece stiamo continuando sul trend precedente.
    Speriamo bene finche si è in tempo……

  27. albion says:

    Io continuerei in maniera disinvolta con Juric, perché se non è preoccupato lui che vede i suoi giocatori tutti i giorni, figuriamoci se dobbiamo esserlo noi che lo vediamo solo alla domenica. Piuttosto speriamo non sia troppo tardi nel caso in cui la proprietà decidesse per un avvicendamento. Leggo dai vari commenti di questo blog, quindi da una infinità di commissari tecnici, degli equivoci tattici dell’allenatore. Tutto vero, considerando che ormai i modelli e gli schemi di gioco sono facilmente leggibili più o meno da tutti. La differenza quasi sempre la fa (naturalmente il campione) ma anche qualche intuizione o variazione di ruolo degli interpreti. E qui purtroppo sta il limite grosso dello slavo. Pazienza ci saranno pur sempre i soliti Ballardini, De Canio e company pronti a salvare la squadra. Mandorlini no grazie.

  28. Bruno says:

    E’ dalla prima partita con il Sassuolo che non è cambiato nulla (leggere il blog)!
    Se Juric non se ne accorge vuol dire che non è in grado di stare in panca.

  29. Casarza Rossoblù says:

    Quello visto in campo domenica è semplicemente il frutto di scelte di un mercato condotto poco razionalmente,dove comunque sono stati spesi parecchi soldi rispetto alle stagioni passate.
    Come si può pensare di affidare un ruolo fondamentale come il centrale della 3 a rossettini?? peraltro affiancato in queste prime uscite dall’impresentabile gentiletti,cosa inconcepibile visto che zukanovic sta scaldando la panchina dall’inizio della stagione.
    Centrocampo chiaramente mal assortito e mal “costruito”,sia per quel che riguarda i titolari che le riserve. Giocare a due con veloso ed omeonga a mio avviso caricherebbe di troppe responsabilità quest’ultimo,sicuramente di buon prospetto ma (e magari mi sbaglio) difficilmente affidabile per l’intera stagione. Il centrocampo a 3 visto il siluramento di rigoni sposterebbe di poco gli equilibri,visto che il bertolacci o il brlek di turno verrebbe impiegato quei 15-20 metri più avanti.
    Davanti invece ci ritroviamo con la punta titolare ai box, 9 esterni che tutti insieme possono garantire al massimo una decina di gol,la punta di riserva che con la serie a non ha mai avuto a che fare e un ragazzo di 16 anni pronto già a spiccare il volo verso lidi più prosperosi.
    La dirigenza ha sicuramente sopravvalutato la rosa,l’allenatore ha comunque avvallato tutte queste operazioni.
    Questa squadra non può adattarsi al modulo del mister,questo mi sembra chiaro. Ora Juric è obbligato ad adattarsi in base al materiale a suo disposizione. Ci aspettano due partite consecutive in casa da non sbagliare assolutamente,è chiaro che con un ipotetico bottino di 0/1 punti la sua panchina diventerebbe già rovente.
    Speriamo che il fattore Ferraris possa incidere sulle prestazioni dei ragazzi,quest’anno ci sarà da stringere i denti ma questo d’altronde si sapeva già dallo scorso maggio.
    Comunque sia forza genoa,sempre!

  30. Paolo says:

    Secondo me, anche quest’anno Juric ha perso il pugno dello spogliatoio. Non vedo grinta e rabbia agonistica.domenica a parte Bertolacci espulso zero ammoniti.
    La vedo molto male.
    Ed io solitamente sono ottimista.
    Ciao,
    Paolo

  31. Igor says:

    Buongiorno Giovanni, il bilancio iniziale non arride al Genoa per punti, ma quanto visto mi lascia tranquillo. A Sassuolo la squadra ha fatto la partita, contro a mio parer quella che sarà l’ ottava forza del torneo, dietro alle sei sorelle ed al toro. Peccato per la traversa, la vittoria sarebbe stata meritata. Con la Juve più di così non si poteva fare, Dybala al momento in Italia è inarrestabile. Le delusioni sono per Udine certo, la formazione è stata totalmente sbagliata, Gentiletti, Pandev, Bertolacci, non dovevano essere in campo per svariati motivi a questi si sono sommati un Laxalt stanco ed un Lapadula non al top, però quando un infortunio è traumatico, la sfortuna è la principale causa. Detto questo, commentare una partita in cui nell’ arco di 10 minuti è successo : goal Udinese su punizione inesistente ( errore gravissimo e di concetto), espulsione Bertolacci ( giusta), infortunio Lapadula, mancata espulsione di Behrami su Pandev per fallo uguale. A tutto questo aggiungo nel secondo tempo infortunio di Biraschi e terzo cambio forzato, con seconda grazi a Behrami, insomma il Genoa poteva giocare quasi tutta la partita in parità numerica e 20 minuti in superiorità. In tutto questo pur non bello ho visto il grifo provarci anche in 10 e l’ Udinese che sembrava in 10, e se il tiro di Taarabt fosse stato pochi centimetri più a sinistra, saremmo a commentare un pareggio stoico. Non mi preoccupa la prestazione a mio parere condizionata da troppi fattori, quantopiù l’ uso della rosa. Auspico che nell’ attesa di Izzo e Lapadula il Genoa giochi con questo 11, per valorizzare le sue qualità :
    Perin Birachi Rossettini Zukanovic Lazovic ( Rosi se continua a non incidere) Omeonga ( Brlek) Veloso Laxalt Taarabt Ricci ( Centurion e Pandev armi da partita in corso) Pellegri ed i punti arriveranno.

  32. Francesco OreginaRossoblu says:

    Immaginavo che tra Juric e Rigoni ci sia stata parecchia ruggine e lo dimostrano le parole del suo procuratore.Allora perchè non venderlo?

    • Ste says:

      Perchè Rigoni non rinuncia ai 700mila dollari che prende qui..mentre a Benevento gli offrivano la metà, facile no? Fa cagnara per giocare, però il granone lo vuole tutto.

  33. franco says:

    un genoano VERO si dimetterebbe….ho capito che ai soldi non rinuncia nessuno, ma dal momento che non e’ un morto di fame, dimostri la sua genoanita’ dimettendosi e “sputtanando” una volta per tutte questa societa’ ridicola….in modo da dare una spallata definitiva (anche mediatica) a preziosi…

  34. Andrea says:

    Caro Juric hai fatto il tuo tempo, per cortesia dai le dimissioni, non dovevi neanche rimanere, non puoi allenare in serie A prendine atto, non hai le capacità umane e relazionali di poter gestire uno spogliatoio. Vai via prima che tu metta in seria difficoltà la squadra e tutto il resto, così facendo daresti una mano a tutti noi anche ad allontanare definitivamente quel fantastico presidente che abbiamo……dammi retta se sei un vero genoano fai una magia…..sparisci!!!

  35. Asa says:

    …44esimo atalanta 3 everton 0
    E noi lo abbiamo fatto andare via…
    Che tristezza immensa che ho dentro.

  36. alberto says:

    Più della brutta faccenda dell’UEFA raggiunta ma non vista.
    Il vero colpo di Preziosi è stato assumere Gasperini. Il secondo è stato riassumere Gasperini.
    L’errore più grave cacciare Gasperini.
    Senza Gasperini Preziosi fatica a salvarsi.

    Vedere giocare l’Atalanta ieri sera è stato veramente un divertimento.

    Quando poi sarà evidente che Genoa e Samp giocano due campionati diversi….ma prendi quello che ti danno e togliti dai piedi, tu, Milanetto, Fabrizio, Gagpé, Lazovic, i 4 trequartisti presi all’anno senza avere il ruolo in squadra, le almeno 100 scommesse perse a fronte di 20 vinte, i giovani mai visti crescere, le campagne acquisti talmente frizzanti da avere rose con ruoli casuali in più di un titolare, le plusvalenze “obbligate” a cifre da bolletta dell’acqua per il prato del Pio,
    Finora, forse non c’era nessuno, ora ci sono questi che probabilmente sono mestieranti della finanza che vogliono dare una mano di bianco in sede e rivendere. Ma prendi l’occasione e vai fare plusvalenze ad Avellino.

  37. Andrea says:

    Era l’unico nel Genoa che ci capiva di calcio, l’unico con intelligenza, etica, capacità relazionali, era un padre ma anche un manager, i calciatori lo ascoltavano, ci credevano, lo seguivano perchè in campo sentivano di stare bene e che giocavano bene e i risultati arrivavano come logico in questi casi……..

    Ma purtroppo faceva ombra al joker e alla lunga l’arroganza di quest’ultimo ha preso il sopravvento……troppo stupido per capire che aveva un tesoro in mano……deve ringraziare Gasp se in tutti quegli anni ha fatto le plusvalenze che ha fatto e a potuto mantere in piedi il Genoa nonostante tutte le sue nefandezze gestionali da incapace…..

    Ora che vediamo da fuori l’Atalanta ce ne rendiamo conto davvero…….di quanto grande era quel mister……

    Sarà sempre nei nostri cuori, grande Gasp!

  38. Francesco OreginaRossoblu says:

    Pare che l’irpino abbia accettato la lettera di intenti però vorrebbe qualche cosa in più.Glieli do io basta che si tolga dai c……..

  39. DanieleGenoa says:

    Davvero…la cosa più incredibile è che abbiamo pagato Gasp per andarsene…

    E’ piuttosto improbabile che si sia azzeccata la campagna acquisti solo gli anni che c’era lui se su 12 anni hai fatto bene solo quando c’era lui…

    Certamente anche lui un bel testone, ma grande maestro di calcio, ideale per lanciare giovani…l’anno scorso ha valorizzato Conti, Caldara, Gagliardini, Kessie e Petagna, quest’anno sarà il turno di Cristante, Mancini, Freuler ecc… cazzo avercelo…

    Ma secondo me quest’anno anche con un Ballardini, che non stimo molto come allenatore, secondo me ci salveremmo tranquillamente.
    Juric non arriva alla gara dopo Genoa – Bologna

  40. neri massimo says:

    Ho fatto un sogno: Nuova presidenza e tra un anno il ritorno del Gasp con contratto a vita…il resto non conta

  41. franco says:

    e’ abbastanza ovvio che preziosi (volutamente minuscolo) al momento “fiutando l’odore del sangue” abbia dei tentennamenti ad andarsene…Gente come Pellegri, Salcedo, lo stesso Omeonga…qualche altro primavera e poi chissa’ Blrek, piuttosto che un Biraschi….tutta gente che si potrebbe rivendere bene. Da anni ormai dico che da un “mercante di carne” del genere sarebbe stato assai difficile liberarsi….finche’ c’e’ da mangiare intorno all’osso…quello spolpa……

Lascia un commento

GENOA SENZA VITTORIE, SOLO JURIC NON E’ PREOCCUPATO

Il Genoa scivola sempre piu’ giu’. Col Chievo solo un pareggio che lascia perplessi e sui rossoblu’ sono piovuti i

MA PELLEGRI NON PUO’ ESSERE IL SALVATORE DELLA PATRIA

La favola di Pietro Pellegri continua ma è stata rovinata dall’errore imperdonabile di Gentiletti. Il Genoa perde ancora e la

SFORTUNE E PROBLEMI, IL GENOA NON GIRA

Nessun allarmismo, ma il Genoa così non va. Intanto la jella nera con l’infortunio di Lapadula che è meno grave

UN OCCHIO AL CAMPO L’ALTRO AL FUTURO

Un Ricci e un Rigoni in più se rientrera’ presto in gruppo. Solo per questo il mercato del Genoa ne

Search

Archivio