IL GENOA SECONDO ME VISTO DA VICINO

17 Lug 2017 by Giovanni Porcella, 17 Commenti »

Se togliamo, ed è quasi impossibile, la vicenda societaria è stato persino un buon ritiro quello del Genoa a Neustift. Buon gruppo che sta nascendo, sincera voglia di riscatto dei giocatori trainati da Perin, il ritorno motivato di Bertolacci la verve genoana del team manager Marco Pellegri, l’organizzazione generale e la simpatica presentazione della squadra che avete visto in diretta. Secondo me sta nascendo un buon gruppo. Il mercato? Per fare decisamente meglio dell’anno scorso manca un centrocampista come Mandragora un attaccante esterno capace di creare superiorità numerica e se dovesse partire Izzo un difensore importante e veloce. Ha ragione Juric, insomma, manca ancora qualcosa. C’è poi la cessione del club. Aspettiamo se si concretizzerà tutto in questi giorni, ma è chiaro che a Neustift si respirava in questo senso un ritiro preoccupato e un po’ teso.

17 Commenti

  1. Si sente aria nuova,speriamo di non cadere dalla padella alla brace,Preziosi ha fatto errori,ma non dimentichiamo che prima del suo avvento non siamo mai stati per lungo tempo in A.La squadra mi sembra motivata,e se arriveranno nuove pedine per rafforzare e dare qualità alla squadra come spero,si potrà, infortuni permettendo, fare un campionato soddisfacente.Forza Genoa !

  2. Asa says:

    Mi sembri molto ottimista. Spero tu abbia ragione.
    Io la vedo diversamente purtroppo

  3. Bruno says:

    Mah sinceramente questo pessimismo nn lo comprendo. Vorrei ricordare che negli ultimi 10 anni abbiamo sofferto giusto un paio d anni….vedi malesani e l anno scorso. Altrimenti ci siamo sempre salvati tranquillamente. Stando quasi sempre davanti agli altri. Inoltre adesso la vendita sembra fatta quindi dovremmo essere tutti contenti. Sperando che i nuovi proprietari ci garantiscano come minimo almeno altri 10 anni di serie A.

  4. Bruno says:

    Dimenticavo…mi fa immenso piacere che i tifosi nn diano retta alcuna all invito fatto di nn abbonarsi fino al cambio di gestione, rispondendo come sempre e come tutti gli amni. L abbonamento nn lo facciamo a Preziosi ne a chi viene tantomeno a che c è stato prima. L abbonamento si fa ai colori…al cuore al Genoa.

  5. PieroValleregia says:

    salve
    il fatto che, per ora, non sia partito praticamente nessuno è una nota positiva; molto positiva.
    Sulla nuova società non dico nulla, non li conosco; posso solo sperare, come tutti, che lavori per il bene di tutto l’ambiente e che, in un prossimo futuro ci possano essere i presupposti per il ritorno, spero definitivo, di Gasperini.
    MI auguro che arrivi Mandragora e anche, un centrale difensivo più giovane e un centrocampista alla Rincon (Ruotolo, Brevi, eccetera)
    saluti e buona estate
    Piero e famiglia

  6. Ste says:

    Io sento invece un aria nuova di speranza, inframezzata dai soliti pessimisti a cui non va mai bene niente.
    Mi sembra che la nuova dirigenza si stia già muovendo con acquisti più onerosi del passato ed abbiano le idee abbastanza chiare. Tutto sta a capire la forza di chi c’è dietro. Spero arrivino molto presto le firme, non se ne può più di questa telenovela.

  7. Francesco Oreginarossoblu says:

    Certo che non vi smentite mai.Arrivasse anche un miliardario russo o arabo avreste sempre il modo di criticare.L’importante è che il tizio se ne vada.Chi sbandiera ai 4 venti i 10 anni in A vorrei ricordare la retrocessione in C a tavolino e la coppa uefa raggiunta sul campo.

    • Filippo says:

      Caro Francesco, se capisco bene per te la cosa fondamentale è che Preziosi se ne vada. Bene.
      Chiunque arriva al suo posto per te va bene? Anche un Baccaglini o un cane Gunther?
      Credo sia meglio stare come stiamo piuttosto che vedere passare faccendieri o criminali (nube che corre te lo ricordi?). Detto questo, se Preziosi vende a persone serie, saremo tutti più contenti di oggi.

  8. Save12 says:

    Ciao Giovanni e ciao a tutti!
    Si respira aria nuova e l’ottimismo non può mancare, ovviamente aspettiamo di vedere tutto nero su bianco e solo a quel punto si potrà iniziare a programmare seriamente.
    Noi Genoani non chiediamo molto, se non di rispettare questi pochi punti all’ordine del giorno di ogni squadra di club seria che si rispetti:

    1) organigramma serio e funzionale, ovvero un presidente, un direttore sportivo etc…ognuno con la sua funzione, senza andare a sforare nelle aree di pertinenza dell’altro
    2) come tutte le aziende, porsi degli obiettivi specifici a inizio stagione per il breve e lungo periodo, ovvero piazzamento in classifica realistico in base alla rosa e progettazione di strutture idonee che ci facciano fare il salto di qualità in quest’ambito ( adeguare il Ferraris, costruire una cittadella per gli allenamenti..)
    3) unità d’intenti, ovvero che TUTTI remino dalla stessa parte per gli obiettivi specifici sopra citati

    Detto questo, contento per gli acquisti di Spolli e Zukanovic, che portano esperienza e grinta che tanto servono al mister. Le minestre riscaldate non mi fanno impazzire, però Bertolacci può dire ancora la sua e Lapadula direi la ciliegina, perchè unisce grinta e corsa a buona tecnica e fiuto del gol. Speriamo bene anche per Galabinov, che sia una buona spalla di riserva per il 9 titolare. Secondo me, mancano ancora un buon centrocampista dinamico e d’inserimento e soprattutto qualche attaccante esterno, perchè i vari Palladino e Pandev i loro annetti li hanno.
    Scusate se mi son dilungato troppo..un saluto a tutti e sempre FORZA GENOA!

  9. Tiziana says:

    Ciao Giovanni,
    da Neustift giunge notizia che la trattativa potrebbe saltare…
    Cosa ci puoi dire a riguardo?

  10. maurigno says:

    Negli ultimi anni abbiamo visto cambi di gestione diversi . Alla Roma proprietà americana, all’Inter indonesiana e al Milan cinese. Questo cambio di gestione italiano con referenze inglesi e internazionali mi sembra un terno al lotto. 120 milioni di valutazione del pacchetto ” Genoa” con azzeramento dei debiti e liquidazione per Preziosi. A tutt’oggi nessuno è stato venduto /svenduto e restano Perìn Izzo Laxalt e Simeone. Rinnovano Veloso e Cofie . Confermati Rigoni Palladino Muñoz e l’ossatura della squadra . Se ci sarà una partenza eccellente ce ne faremo una ragione . Abbonarsi non è mai stato così facile.

  11. Gian says:

    Buongiorno Giovanni. Ho letto con molta attenzione il to “pezzo”, come sempre, e in linea di massima mi trova d’accordo con le tue argomentazioni. Quello che mi lascia un po’ perplesso e’ questo prorogarsi delle trattative tra le due parti in causa, forse perché non c’è tutta quella chiarezza che i protagonisti auspicando e richiedevano. A questo punto, più passano i giorni, più si allontana il ila cessione società. Con la speranza di essere smentito al più presto dagli avvenimenti.

    • Giovanni Porcella says:

      Una sensazione di bonaccia. Ma Preziosi non aveva gia’ firmato la cessione e annunciato di aver venduto?

  12. PieroValleregia says:

    … ho letto che, gli acquirenti, hanno posto come termine per le firme il 31 luglio; se non si “convola” per questa data, salta tutto …
    saluti
    Piero e famiglia

  13. Fabrydt says:

    Ciao Giovanni,
    scrivo da Neustift dove si vocifera che Simeone Laxalt e Munoz siano ai saluti finali e che la trattativa per la cessione finisca in vacca. Spero in redazione abbiate notizie migliori… ma ahimè sono molto meno ottimista di te, detto ciò appena rientrerò (sabato sigh) andrò a fare l’abbonamento come ogni anno e contesterò la presidenza che ho paura rimanga la stessa dagli spalti come al solito, perché a mio modesto parere l’astensionismo non è mai una protesta ma solo una assenza che fa gioco solo a chi tira le fila. Vero è che, come da comunicato della tifoseria, dal presidente i tifosi siano visti come il male assoluto salvo poi mutuarne i cori la fede il senso di appartenenza a scopo di marketing. “Sarò sempre con te”e il nostro comune sentire ed è il tifoso che lo deve dire, se lo dice Preziosi suona come una minaccia e una risposta ai vari “Preziosi vattene” siamo quindi al ridicolo, mai come lo slogan della campagna dei cugini fortunatamente, che si sono aggiudicati il primato cittadino con “venire è un’altra storia”
    demolito sui social. Comunque a dispetto di tutto…
    FORZA VECCHIO BALORDO

  14. albion says:

    Buongiorno ma chi è questo Gallazzi con una faccia da faina da far paura? Mi piacciono questi personaggi che non si sa bene che diavolo facciano nella vita e soprattutto,chi rappresentino davvero, che appaiono e scompaiono giusto per un momento di notorietà: Quindi per ora ci teniamo il faccione di Preziosi che almeno è facilmente connotabile nel bene e nel male.

  15. Casarza Rossoblù says:

    Personalmente credo che alla fine si arriverà al tanto agognato closing. Magari è solo una mia supposizione,ma penso che Preziosi abbia già ricevuto un acconto dalla futura proprietà,una sorta di garanzia a testimonianza del fatto che la proposta avanzata da queste persone è concreta,praticabile e credibile. Non a caso il mercato del genoa è stato ben più oneroso rispetto agli standard delle ultime stagioni,per gli acquisti/prestiti dei nuovi arrivati sono già stati versati una ventina di milioni,a fronte delle (momentanee) zero uscite. Ovviamente per simeone si aspetta solo l’offerta giusta,hilijemark e munoz credo che partiranno sia per motivi di sovrabbondanza sia per il fatto che possono assicurare qualche milioncino in entrata,mistero assoluto invece per quel che riguarda l’affare pellegri/salcedo(augurandosi che sia stato bloccato dalla nuova proprietà).
    Per quel che riguarda la squadra direi che manca solamente un difensore ed il rincalzo di laxalt, dopodichè si potrà procedere con lo sfoltimento di una rosa completa al 90%(se non addirittura sovrabbondante).
    Attendiamo solo questo passaggio di consegne che sicuramente riuscirà a ricompattare tutto l’ambiente.

Lascia un commento

IL GENOA SECONDO ME VISTO DA VICINO

Se togliamo, ed è quasi impossibile, la vicenda societaria è stato persino un buon ritiro quello del Genoa a Neustift.

IL GENOA SI DOVRA’ SALVARE, PER QUESTO BISOGNA MUOVERSI

Banca Lazaard ha il mandato a vendere il Genoa ma per ora ha avuto solo alcune manifestazioni di interesse ma

TUTTO CAMBI PURCHE’ NULLA CAMBI

Andare avanti con Enrico Preziosi non mi pare che alla fine della fiera sia un dramma. Se guardiamo ai risultati

PREZIOSI, CELLINO E IL SILENZIO

Enrico Preziosi è pronto ad andare avanti. Come nel 2012. Anche allora aveva messo di fatto in vendita la società,

Search

Archivio