IL GENOA RESTA IN A, PREZIOSI E’ INAFFONDABILE

21 Mag 2017 by Giovanni Porcella, 82 Commenti »

Una domenica da Genoa vale una salvezza difficile che permette ai rossoblu’ di rimanere in A e di guardare al futuro con un briciolo di calma in piu’. Contro il Torino è andata in scena il pomeriggio perfetto del Grifone che con uno stadio bellissimo e gonfio di passioni, con la Nord d’applausi, ha trascinato una squadra tremebonda a metter sotto il Toro e di non guardare neppure gli altri risultati. Con una giornata di anticipo il Genoa scaccia l’incubo e si conferma che il presidente Preziosi è inaffondabile. Il presidente ha sempre sventolato la bandiera della A come obiettivo orgogliosamente raggiunto e poi sempre onorato e difeso. Nel 2012 la paura di andare in B era concreta ma i rossoblu’ ce l’hanno fatta in un modo quasi miracoloso, questa volta da 14 punti il vantaggio sulla terzultima era sceso a due e il patatrac si stava materializzando ma con un colpo d’ala Burdisso e compagni hanno salvato la pelle. Preziosi non retrocede è un dato di fatto anche se in questa stagione tutto il Genoa si era messo d’impegno per riuscirci. Invece non è successo. Ecco si riparte da qui, da questa domenica da Grifo. Sul tappeto la possibile vendita della società, la forza economica del club e il futuro di Juric che ha gia’ detto di voler rimanere e aspetta notizie. Arriveranno anche giornate in cui si faranno critiche e polemiche e c’è chi dovrà dare risposte, ma per qualche ora si puo’ pensare a cosa si è scampato questo Genoa pazzo, a volte coraggioso troppo spesso inguardabile e modesto.

82 Commenti

  1. PieroValleregia says:

    salve
    ero al campo, nella sud, con mio figlio che tramite le sue trappole “tecnologiche” ci teneva aggiornati sui due campi d’interesse, Empoli e Torino.
    In campo si sono decisamente legnati ( ad un certo punto ero convinto che Rigoni venisse espulso) e posso dire con orgoglio che è stata partita vera.
    Spero che Juric resti e che, chiunque sia il proprietario, venga tutelato e aiutato; ha commesso errori (che lui stesso ha ammesso più volte) ma ha anche dimostrato di essere in gamba e preparato.
    Oltre la nord, tutto lo stadio è stato perfetto oggi e ritengo sbagliati i fischi, partiti solo da un settore della nord, riservati alla squadra al termine della partita… hanno perso un’ennesima occasione per dimostrare un minimo di buon senso, maturità e umiltà.
    Non lo dico con certezza, con il Genoa è impossibile :-) , ma credo che non rimetterò più piede allo stadio per parecchio tempo.
    saluti e buona serata
    Piero e famiglia

  2. Asa says:

    È finita x fortuna bene.
    Detto questo speriamo che preziosi vada via perche altrimenti saremo alle solite e speriamo che l anno prossimo ci sia un tecnico cimoetente e adatto alla categoria.
    Personalmente non rinnovero piu l abbonamento

  3. Gbr6776 says:

    Grande popolo rossoblú….però scusami Giovanni ma per me Preziosi non solo è affondayo ma ha anche lasciato la nave in balia dei marosi…… QUi chi si scopre inaffondabile è SOLO IL POPOLO ROSSOBLU!!!!!!
    Ora Preziosi faccia le valigie e ci dica quali erano le importanti novitá che si aspettavano a salvezza raggiunta!!!
    Grazie a tutti i genoani!

  4. Rinaldo says:

    Buonasera John e tutti i Genoani. Questa salvezza e’ frutto della pochezza sconcertante delle dirette concorrenti, in qualunque altra annata saremmo retrocessi. Cerchiamo di sfruttare uno dei rari momenti fortunati nella storia del Grifo facendo tesoro del pericolo scampato, condannando senza appello chi ci ha ridotto in questo stato penoso, esigendo un totale repulisti. Ora non c’è più nessun motivo per evitare di mettere chi di dovere di fronte alle proprie responsabilità. Una serie A vissuta in questa maniera ed a questo prezzo, per me, rimane umiliante.

  5. mauro boero says:

    SALVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
    FORZA GenoA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. bruno says:

    Buonasera Giovanni, ho apprezzato moltissimo ieri sera l’intervento di Francesco Baccini, che con pochi ma chiari e precisi concetti ha chiarito e ridimensionato, chiedendo anche loro l’età, il pensiero di alcuni tifosi. Infatti in diverse telefonate si affermava che non era vero che solo Preziosi aveva portato ottimi campioni al Genoa ma molti presidenti lo avevano fatto. Citando i vari Peters Van dereyken, Skuhravy, Aguillera ecc. Ebbene, i primi due a parte che mi pare a causa di infortuni non siano mai riusciti a giocare assieme, facevano parte di un periodo nel quale il Genoa, parole giuste di Baccini, militava perennemente in serie B e spesso nella parte destra della classifica, con qualche rarissima apparizione in A. Mentre i secondi hanno fatto parte di un Genoa che seppur forte e guidato dal grande Bagnoli, è durato 2/3 anni. Dopodiche è stato smantellato e tornato in serie B. Nella quale è stato per oltre 11 anni. Ciò che anche se a malinquore bisogna mettersi in testa è che dal dopoguerra ad oggi, e cioè oltre 65 anni, il momento di maggior successo ottenuto dalla nostra squadra è quello che si sta vivendo ora. Pur con tutti gli innumerevoli errori e casini vari che sta commettendo l’attuale dirigenza, mai il Genoa aveva toccato vertici così alti, sia come campioni avuti che come anni di permanenza in serie A. La realtà che piaccia o no è questa. Il fatto è che certi periodi bisogna conoscerli e magari anche averli vissuti. E se qualcuno dice basta parlare del passato bisogna guardare al futuro, sono problemi suoi. Questa è la realtà nella quale abbiamo sempre vissuto, e nella quale se nessuno vorrà acquistare il Genoa, e Preziosi dovesse abbandonare si tornerà a vivere. Non abbiamo la licenza UEFA, è vero, ma non dimentichiamo che l’anno scorso, se non era per qualche regalino ricevuto l’ultima giornata, la Sampdoria se ne andava per la seconda volta in pochi anni in serie B…pur con la licenza UEFA. Questo non significa essere sudditi o simpatizzanti di Preziosi, bensì realisti, e consapevoli della realtà nella quale può tornare a vivere la nostra squadra.

  7. CuoreGENOANO says:

    Ciao Giovanni. Ieri pomeriggio il Nostro Mitico Grifo mi ha fatto il miglior regalo possibile x il mio compleanno: scacciare l’orribile incubo della retrocessione!
    Seguendo la diretta su Primocanale, quando c’è stato l’ultimo collegamento dal Ferraris agli sgoccioli del match, tu parevi esattamente Giampiero Galeazzi in quella ormai divenuta famosa finale di canottaggio, con voce urlante e strozzata..ma uguale eh! :D
    Ora, in questo momento mi sento strafelice, e questo momento dobbiamo godercelo appieno! Pur sapendo che, ahimè, di problemi da risolvere ce n’è un’infinità, e dietro l’angolo tante incognite…
    FORZA NOSTRO MITICO GRIFO, SEMPRE CON TE!!!

    Patty

  8. CuoreGENOANO says:

    P.S.: Ah belin, visto che moria di gufi tutti ai piedi degli alberi..? 😄😄😄

  9. massimo says:

    e ora ? i vari : perin , izzo , laxalt e Simeone.. dove andranno ? e noi chi dovremmo ancora vedere.. palladino pandev pinilla burdisso lazovic gentiletti o qualche altro giocatore sconosciuto che preziosi dira’ che e’ il miglior attaccante della serie a o che sara’ il miglior difensore di sempre..

  10. albion says:

    temere la serie B onestamente era troppo direi, si è semplicemente scelto di dare un minimo di brivido a questo campionato. Sono certo che la prossima stagione il Genoa la giocherà da protagonista…..con una bella sorpresa in panchina, vedrete. Quanto a Preziosi, avrà l’intelligenza di lasciare la società in buone mani….navigate direi. ciao

  11. enrico says:

    ed ora tutti un bel esame di coscienza da preziosi in avanti ma anche la t. o,. che pensa di rappresentare tutti i tifosi ma non è assolutamente cosi spesso rappresenta solo se stessa oltre a difendere una manica di delinquenti plurupregiudicati che frequentato la gradinata nord vedi il lancio fumogeni bengala effettuato dai signori appena rientrati dal daspo per i fatti di genoa siena che casualità vero

    • maurigno says:

      Vorrei aggiungere il coro di solidarietà per ” davidino ” . Cercate ” davidino genoa ” su qualunque motore di ricerca. Vi farete l’idea di quello che oggi rappresenta la T.O.

      • PieroValleregia says:

        … ho letto: bel tipino davvero ;-)
        riporto le mie speranze su chi vorrei restasse, chiunque sia o sarà la dirigenza:
        Juric, Perin, Izzo, Biraschi, uno tra Munoz/Gentiletti, Veloso, RIGONI, Cofie, Cataldi, Hiljemark, Beghetto, Morosini, Zima; il resto cercherei di rivoluzionare con giovani o giocatori sui 26/27 anni, possibilmente ITALIANI … e niente cessioni a Gennaio, le squadre si fanno a giugno.
        Punto !!!
        saluti
        Piero e famiglia

        • Gbr6776 says:

          Cosa rappresenta oggi la T.O. ? te li conosci ? Li frequenti? Ma perchè non parlate della salvezza del genoa invece che pensare solo a buttare fango sulla T.O.???
          Per fortuna la maggior parte dei Genoani è diverso….i distinti stanno zitti …e io aggiungo… Se vengono alla partita….
          Parlate di cose che conoscete, se proprio non sapete cosa scrivere !!!
          Un saluto a tutto il popolo Rossoblu …. Quello vero

          • PieroValleregia says:

            … frequento la nord dal 1964 (sono del 1961) e non devo aggiungere altro …
            i tipi come davidino, leopizzi e altri “eroi” come loro, nei tempi della vera nord, li avrebbero presi a calci nel sedere e impedito per sempre di ripresentarsi …
            saluti
            Piero e famiglia

          • Mirko says:

            La T.O non rappresenta nulla. Ognuno rappresenta solo se stesso. Anche Davidino, ovviamente. Il Genoa non può essere rappresentato da uno così. Sempre se ci è rimasto un briciolo di sale in zucca, beninteso.

          • Mirko says:

            Quale sarebbe il popolo vero? Chi lo decide? Davidino? Non ti sembra di essere un filino autoreferenziale?

          • Gbr6776 says:

            Credo siate poco informati perchè Leopizzi nella fossa c’era eccome!!!
            Informatevi prima di scrivere cose senza un briciolo di veritá solo per screditare chi non conoscete nemmeno!!!

  12. Andrea says:

    Giovanni, cosa si può dire….poco o nulla, credo che ieri abbiano dimostrato che potevano giocare così sempre almeno per l’impegno e la determinazione. Questo vuol dire che i giocatori attuali sono assai deboli tecnicamente e mentalmente. Sono contento di essere rimasto in serie A ovviamente, voglio dire grazie alla Nord e al pubblico tutto per le dimostrazioni che continuamente da di come la genoanità va interpretata.

    E ora? Qui sta il mio pensiero….e ora che cosa sarà? Io spero solo che cambi tutto. Preziosi ha finito il ciclo se fosse intelligente cercherebbe seriamente qualcuno non ha più alcun senso che rimanga, nessuno lo vuole più qui.

    Forza Genoa! Sempre!

    Spero solo che come ha detto Spinelli ci sia qualcuno che voglia, almeno, se non prendere la società dare una mano e piano piano subentrare.

  13. Fabrydt says:

    Buongiorno a tutti,
    Incubi scacciati con una prestazione volitiva e diligente quanto basta per imbrigliare un Toro con le corna spuntate che alla faccia dei proclami di rivincita si presenta al Ferraris in tono dimesso ed in infradito (grazie di cuore).
    Non è stata una partita da analisi tecniche approfondite ma una cosa la voglio segnalare proprio perché è stato un segno di discontinuità, la prestazione impeccabile ordinata e “ca..uta” di Cofie che ha sbagliato la prima ed unica palla al 73′, considerato che è un prodotto del vivaio ed in rosa un tot ci deve essere a mio avviso potrà fare parte del gruppo senza che la cosa vada ascritta nella colonna dei contro.
    Per il resto rimane la sensazione di una stagione in cui è stato raggiunto il minimo sindacale di cui è stato giusto rallegrarsi, ma da oggi è necessario che partano i riesami per non ripetere errori da parte di tutte le componenti che hanno rischiato di trasformare una stagione nata sotto auspici tutt’altro che negativi in uno psicodramma collettivo. Si valutino nuovi compratori che dubito si facciano realmente avanti e nel caso Preziosi debba rimanere per manifesto disinteresse altrui nei confronti del grifone faccia chiarezza perché non potrà riproporre che il prossimo sarà l’ultimo anno di sacrifici ma che poi le cose cambieranno perché dopo tre anni che ha cantato lo stesso ritornello confido che anche i suoi pretoriani si risolvano a dargli del bugiardo.
    Anche quest’anno sarò a Nesutift per la terza ed ultima volta perché ho fatto un fioretto che non posso disattendere, spero di rivedere Ivan, Mattia, Armando, Miguel e Davide, per il resto come ha giustamente fatto intendere la nord al triplice fischio dopo avere sostenuto la squadra come un sol uomo tutti gli altri possono tranquillamente andare a.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  14. Paolo1893 says:

    Ciao Giovanni,
    con ieri ci siamo tolti un peso ed abbiamo sofferto molto meno rispetto a quello che mi aspettavo prima della partita, anche grazie a Juve – Crotone dove non c’è stata storia.
    La squadra ha dimostrato d’avere enormi limiti non solo tecnici ma anche caratteriali.
    I giocatori che terrei ? Perin, Biraschi, Veloso sicuramente. Poi forse Pandev da mettere gli ultimi 20 minuti ovviamente. Terrei anche Beghetto e Morosini se vogliono puntarci su anche se non l’abbiamo mai visto.
    Gli altri un ripulisti generale, magari Gentiletti se stà bene fisicamente e Munoz che comunque qualcosa di discreto l’ha fatto vedere.
    Partiranno Laxalt, Simeone ed Izzo, gli unici coi quali farci un pò di plusvalenze.
    Vedremo cosa succede, ora prendiamoci tutti un pò di ferie dal calcio che ne abbiamo tutti bisogno e vediamo cosa succede anche a livello societario.
    Ciao,
    Paolo

    • Paolo1893 says:

      Terrei anche Hiljemark, che è un nazionale svedese quindi tanto grammo non sarà, e Cofie che in panca ci può stare benissimo.

  15. DanieleGenoa says:

    Hai detto tutto benissimo. Ora respiriamo e rilassiamoci. Speriamo l’anno prossimo di fare meglio…

  16. rino says:

    ciao Giovanni e complimenti per la tua ” arringa”.Che dire felici anzi felicissimi ma adesso viene il …bello. Che squadra? che presidenza? che allenatore?Mmi auguro che in tempi brev,i max 1 mese, tutto questo si risolva perche mai piu e lo ripeto MAI piu’ una stagione cosi. un abbraccio e FORZA GENOA SEMPRE

  17. francesco says:

    ora è tempo di processi.
    la cosa migliore potrebbe essere il cambio di proprietà, ammesso ci sia davvero qualcuno disposto a subentrare.
    L’alternativa: affidare ad un manager capace, es. Pierpaolo Marino, le chiavi del Genoa, e i Preziosi ancora proprietari, a fare due passi indietro.
    Ma conoscendo Preziosi, alternativa quasi impraticabile.
    Senza i tifosi ed il loro apporto, quest’anno si precipitava in B.
    Quindi plaudo a tutti coloro che hanno avuto unità d’intenti, fegato e cuore.
    La salvezza è solo loro.
    clap clap

  18. Benny says:

    Giovanni,
    parli di forza economica del Genoa. Quale forza economica…??

  19. Ste says:

    Juric va via sicuramente, un pò perchè non lo vuole più Preziosi, un pò perchè lui si scottato molto in questa avventura.
    Credo arriverà Maran, e potrebbe essere interessante se si portasse dietro Castro
    e magari Inglese dal Chievo.

    • CasarzaRossoblu' says:

      Si e i vari castro ed inglese li paghiamo con i punti del latte? Soldi da investire purtroppo non ce ne sono, bisogna augurarsi di azzeccare qualche acquiato in stile perotti,iago e rincon ed accettare il fatto che finche’ preziosi restera’ al timone si vivra’ alla giornata sperando di concludere il campionato senza troppi rischi. Fare peggio di quest’anno mi sembra comunque molto complicato.

      • Ste says:

        Preziosi i soldi li ha eccome. E’ che non ce ne vuole piu mettere. Con le dovute proporzioni l’ultimo Berlusconi al Milan..pieno di soldi ma rubinetti chiusi

    • Asa says:

      Maran ha rinnovato con il chievo e sarenbe un pazzo a venire al genoa dove non esiste società programmazione e probsbilmente venduti gli ultimi giocatori discreti non avremo nemmeno soldi x il mercato perche quelli che arriveranno da tali cessioni serviranno per la gestione del proasimo anno.
      Siamo destinati a lottare nuovamente per la salvezza.
      Crefere ancora alle favole

  20. Ste says:

    E salvezza sia..Ieri è stata una giornata splendida rovinata da 30 secondi di coro “tutti a fan…. andate tutti a fan….”. Vero che hanno fatto un campionato vergognoso, piuttosto non applaudiamo, ma neanche godersi 5 minuti una vittoria e una salvezza che sembrava diventata un incubo è roba solo da noi genoani.
    Al netto delle vendite che vorrà fare al solito Preziosi, io ripartirei da massimo una decina di elementi più o meno validi:
    Perin – Zima
    Biraschi – Izzo – Munoz
    Veloso – Cofie – Laxalt – Morosini – Beghetto – Rigoni
    Simeone – Pandev

    Tutti gli altri credo possano cercarsi sistemazioni migliori altrove…chiaro che se Preziosi si volesse vendere Perin Izzo e Simeone siamo punto e a capo.
    Voi che ne pensate?

    FORZA VECCHIO CUORE ROSSOBLU’

    • Asa says:

      Beh se credi davvero che preziosi non venda quei tre che sono gli unici vendibili dopo il disastro del mercato di gennaio vuol ptoprio dire credere a tutto.

      • Ste says:

        Non ho detto che non se li vende, anzi ne sono quasi certo. Ho solo manifestato la mia idea dicendo anche “chiaro che se si vuol vendere Perin Izzo e Simeone siamo punto e a capo..”
        Se volessi ricominciare da una base sensata dovresti ricominciare da loro, se si vuole continuare a fare il supermercato che continui, tanto non abbiamo diritto di parola, se non quello di NON fare l’abbonamento.

  21. Benny says:

    Ste,
    scusami. Con quali soldi? Sono giocatori per i quali, complessivamente, ci vorranno 18 mln…

    • Ste says:

      come ho scritto e come ha detto Giovanni dipende dalla forza economica che vuole avere questa società. Una società normale ripartirebbe più o meno da quei giocatori senza svenderne, ma la nostra? Infatti ho scritto “…chiaro che se Preziosi si volesse vendere Perin Izzo e Simeone siamo punto e a capo.”

  22. Andrea says:

    Perin Biraschi Izzo (capitano) Acerbi (Andreolli) Castro Veloso Locatelli Beghetto Ceciretti Simeone Inglese

    Io farei una squadra così giovane con un poco di esperienza dietro e in mezzo e giovani forti davanti che ne pensate?

    • Marco says:

      Andrea, ma Acerbi e Castro con che soldi li compriamo?

      Vedrai che Simeone sarà venduto allo stesso valore di Inglese, per cui temo che la tua ipotesi di squadra (magari!) resterà un’utopico miraggio…

      Ricordati delle cifre a cui abbiamo (s)venduto Iago, Perotti, Sturaro, Mandragora, El Shaarawi e Palacio.

      Quando mai Preziosi ha investito (negli ultimi 4 anni) su elementi che hanno mercato e costano come quelli che hai elencato? E Locatelli secondo te viene al Genoa?

      Io penso che Laxalt e Simeone saranno venduti per una cifra tra i 20 e i 25 milioni massimo. Mi auguro che arrivi qualche parziale contropartita tecnica (ipotesi: Simeone al Milan in cambio di soldi + Lapadula oppure al Napoli in cambio di soldi + il Pavo) per sopperire alla nostra sterilità in zona gol senza dover ricorrere a qualche scommessa rischiosa.

      Dobbiamo sperare che Izzo (già si ventilava una valutazione tra i 6 e i 7 milioni contro i 25 milioni di Maksimovic) e Perin restino ancora una stagione per non ripetere il campionato del Palermo e per dare un’identità alla squadra.

      Vendendo Lamanna, l’uruguagio e il Cholito, penso si possa allestire una rosa dignitosa mantendo l’ossatura composta da Perin, Izzo, Biraschi, Rigoni, Veloso, Lazovic più i vari Munoz, Gentiletti, Beghetto, Hiljemark, Ntcham, Palladino.

      Juric penso si sia meritato la riconferma e trovo sarebbe un errore cambiare nuovamente la guida tecnica. Dopo i ripetuti errori di dicembre e gennaio, penso si sia ripresentato più flessibile e maturo, In più è genoano ed è apprezzato dall’ambiente.

      Ma bisogna smetterla di scherzare col fuoco perché come si è visto quest’anno sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico e molto pericoloso…

      Saluti da Lugano

    • Asa says:

      Che non ci sono soldi come sempre

  23. Casarza Rossoblù says:

    La gara di ieri dimostra che una buona dose di cattiveria agonistica abbinata a motivazioni e determinazione possono portare solamente risultati positivi. E vedere una prestazione come quella di ieri fa riflettere, porta a chiedersi “cosa sarebbe potuto essere ed invece non è stato” lascinadoti comunque un briciolo d’incazzatura. Fondamentale il manteniamento della categoria per non peggiorara ulteriormente i conti da tempo in rosso delle casse del grifone. Ma soprattutto fondamentale il manteniemento della categoria per mantenere quell’appeal tale da stimolare qualsiasi ipotetico acquirente ad investire nel genoa.
    Il presidente conferma di voler passare la mano,la piazza in maggioranza auspica un cambio di proprietà che possa portare nuova linfa ed entusiamo ad un popolo che ha sì saputo reagire alla grande in un momento di difficoltà, ma che al tempo stesso desidererebbe vedere consacrare stabilmente la propria squadra fra le prime dieci del campionato,con un progetto magari incentrato più su acquisti di prospettiva che su cessioni multimilionarie.
    Purtroppo la fantasia porta a viaggiare un po’ troppo oltre la soglia della realtà, una realtà che ci ricorda che trovare personaggi SERI intenzionati a spendere borsate di milioni per entrare nel mondo del calcio risulta estremamente complicato.
    Temo che il binomio juric-preziosi sia destinato in un modo o nell’altro a scindersi e con grande dispiacere penso che sarà il mister a far le valige.
    Per quel che riguarda il capitolo squadra ci sarà da capire giustamente chi programmerà la stagione dell’anno prossimo,probabile quindi che finchè non si muoveranno le acque si vivrà una fase di stallo(speriamo non troppo prolungata).
    Eccetto 4/5 elementi vorrei non veder più il resto della rosa,anche se molto probabilmente potrebbe accadere l’esatto contrario…condivido in toto la scelta di applaudire solamente il tecnico e di riservare invece qualche fischio a tutta la squadra,soprattutto dopo una prestazione che ha dimostrato quanto avrebbero potuto dare in campo in altre occasioni e che invece non hanno dato. Troppo facile raccogliere consensi per due-tre partite giocate alla grande dopo aver collezionato figuracce da dicembre a questa parte.
    Forza Genoa,Sempre!

  24. Io penso che Preziosi quest’anno fara’ una sorpresa e non vendera’ nessuno…..Vedrei bene Paletta (scadenza 2018) al posto di Burdisso ed il francese adesso al Pisa al posto di Orban. A centrocampo mi piace Badeli del Pescara, rapido, piedi buoni, al posto di Cataldi ; avanti Avelatti come riserva di Simeone ed uno tra Caprari e Ricci…..e poi questo Taraabt prima o poi si svegliera’?…..Forza Genoa dal Brasile!

    GENOA CLUB DO BRASIL

    • PieroValleregia says:

      … Paletta ??? spero tu stia scherzando … :-)
      saluti
      Piero e famiglia

    • Paolo1893 says:

      Il francese del pisa se è Landre è già nostro, è al Pisa in prestito.
      Avenatti nonostante sia 1,96 non è comunque un centravanti. Comunque un buon prospetto, anche Faletti della ternana non è male. Sia Avenatti che Faletti sono entrambi uruguaiani se non sbaglio.
      Paletta invece non mi entusiasma più di tanto, terrei in difesa Munoz che nonostante l’annata negativa ha dimostrato in precedenza delle qualità che non credo si siano perse di colpo.
      Ciao,
      Paolo

  25. Filippo says:

    Grazie Preziosi per questi dieci anni in serie A, per averci portato almeno una volta in Europa, per averci fatto veder giocare Milito, Thiago Motta e decine di altri ottimi giocatori, per averci regalato con abile intuizione uno dei migliori allenatori in Italia il Gasp ed anche per averci salvato dal fallimento pagando di tasca tua invece che aspettare di prendere i libri in tribunale (questo non lo dimentico e te ne sono grato).
    Ma quale è stato il costo di tutto ciò?
    - una retrocessione in C per illecito sportivo
    - una gestione poco oculata delle finanze della società che hanno prodotto ingenti debiti ancora non del tutto estinti
    - una mancata partecipazione all’Europa per mancanza di credenziali economiche (vedi sopra)
    - una gestione delle campagne acquisti atta unicamente a fare plusvalenze, soprattutto negli ultimi anni, che ha fatto disamorare molti tifosi

    Potrei trovarne forse altre sia a favore che contro, alla fine dico che è tempo che la società passi di mano, ma piuttosto che venderla al primo Baccaglini che passa, per piacere sii presidente fino in fondo e vai avanti con quel poco entusiasmo che ancora ti rimane fino a che qualche serio imprenditore deciderà di spendere un po’ di passione nel Genoa. Te ne saremo grati per sempre.

    • DanieleGenoa says:

      La realtà è questa.
      Piuttosto lasci al figlio e lo faccia presidente e lui si eclissi.
      Tanto se non ce ne mette ci si autofinanzia e quindi che sia lui o pinco pallo il presidente è la stessa.

  26. Francesco Oreginarossoblu says:

    Felice della salvezza raggiunta ma il torino ha dimostrato di non aver nessuna voglia di mandarci in b.Un po più si grinta c’è stata ma osannarli mi sembra patetico.Giovanni ha detto bene in trasmissione,non ne ha più voglia e allora cosa aspetta s togliersi dalle balle?

  27. Francesco Oreginarossoblu says:

    Per 10 anni ha spremuto il limone ora non c’è più succo e lo butta nella pettumiera.La fingiochi ci ringrazierà in eterno.

  28. alberto says:

    Sono anni che ormai non sopporto più le sigle della nord..quelli che dicono noi siamo il genoa e relativi comunicati..ed infatti sono anni che non vado più in nord..ma i fischi di domenica a fine partita li condivido eccome. Quest anno un delirio.. dalla società..per passare ai giocatori..ai duri e puri della nord..e a tutto ciò che ruota intorno al povero grifo..taluni giornalisti che evidentemente hanno un conto in sospeso con preziosi..i telefonisti..i tifosi da salotto..i presunti opinionisti, i capipopolo ormai fuori moda, il cantante, il manager. Han parlato tutti..spesso a vanvera..perchè di calcio ne parlan tutti ma a capirne sono in pochi..io per primo..ma sentire che veloso non è adatto, che sono tutti grammi, che vogliamo retrocedere per il paracadute,,ci vendiamo le partite, preparazione sbagliata..all’inizio si vinceva perchè c’era la mano del gasp…e non vado oltre..un gallinaio indegno. Giusto esprimere le proprie opinioni..ma non c’è nessuno che ammette di aver detto una belinata. Anzi..da domani riparte la giostra. Che i tifosi facciano i tifosi, e non i tecnici, commercialisti, preparatori atletici…perchè quando facciamo i tifosi siamo ineguagliabili..ci dovevamo mettere anche del nostro per arrivare sull’orlo del precipizio..non bastavano società e giocatori..evidentemente ci piace così; forse perchè così torniamo un popolo invincibile.Un saluto a quelli là…non c’è verso..a fine campionato son sempre incazzati neri..anche quest’anno..nonostante i due derby.

  29. franco says:

    preziosi bisogna che se ne vada…adesso non cominciamo con questi editoriali dove si dice che preziosi e’ inaffondabile e si cerca di indorare la pillola di una gestione scelletata, pressapochista quando non addirittura “banditesca”….e’ l’ora di finirla se ne deva andare, lui e la sua truppa di sgherri.

  30. stefano says:

    Adesso sono curioso di vedere quanti ancora difendono preziosi, ricordo a tutti che per la terza volta siamo rimasti in A per grazia divina salvandoci per il rotto della cuffia, nella vecchia A con meno squadre e più retrocessioni saremmo andati giù sparati. Per non parlare di tutte le porcate fatte a cominciare da Genoa-Venezia

    Vivremo ancora di amarcord per gasperini e milito o finalmente ci sveglieremo dal torpore e diventeremo una società seria?

  31. alberto says:

    Come al solito non sono d’accordo con Preziosi: lo sbaglio più grosso non è stato cedere Rincon ma non sostituirlo avendo così una rosa senza qualche titolare e senza quasi tutti i rincalzi. Al primo problema si va a bagno e noi di problemi ne abbiamo avuti almeno quattro con tempi lunghi e lunghissimi. Poi vorrei sentirlo dire che la madre di tutto è la sostituzione di Gasperini, non succederà mai perchè si darebbe un titolo che ormai è scontato attribuirgli, s…o.
    A giugno anche se facesse tutte le possibili plusvalenze non avrebbe la forza di andare avanti decorosamente, il primo a saperlo è lui.
    L’immaginato cambio della dirigenza sarebbe un punto fondamentale per svoltare ma i soldi…

  32. Finnrico says:

    Insomma, appena raggiunta la salvezza si scatenano le fantasie fantacalcistiche. Al gioco ci sto anch’io; e allora diciamo:

    Signori, la verità è che entro il 30 giugno bisogna intanto:

    - risolvere i vari prestiti con diritto/obbligo di riscatto, ammesso che si vogliano tenere i vari Biraschi, Ntcham e Hiljemark;
    - chiarire questioni spinose come quella di Ocampos (tornerà in Francia?) e Brivio (risoluzione del contratto?);
    - fare i conti con i prestiti di ritorno tipo Gapké (e probabilmente Fiamozzi, se il Frosinone non sale) e Landre (che avrà fatto a Pisa?). In giro ci sono anche Panico e Ghiglione, ma mi pare che siano in prestito biennale;
    - verificare le situazioni dei contratti in scadenza (Burdisso, Pandev, Cofie, Palladino, Rubinho, Orban e pure Veloso, per il quale però credo che la società vanti un’opzione per il rinnovo);
    - a Laxalt e probabilmente anche a Simeone secondo me possiamo dire “ciao” già adesso.

    Detto questo, è dura trovarne 11 da mettere in campo. Bisogna augurarsi che la situazione societaria si chiarisca al più presto possibile, perché chi glielo fa fare a un Preziosi in fase di rullaggio di cacciare quei 5-6 milioni che servono per riscattare i prestiti e investire in una squadra dalla quale si sta già disimpegnando?

    Saluti da Helsinki,

    Enrico

    • CasarzaRossoblu' says:

      Il problema grosso e’ proprio questo,non vorrei che le questioni societarie facessero slittare clamorosamente la composizione dell’organico dell’anno prossimo…e senza cambio al vertice probabilmente si assistera’ ad un altro campionato di basso profilo

  33. franco says:

    scellerata….pardon…

  34. neri massimo says:

    Ragazzi finalmente posso dormire sereno, finalmente l’incubo e’ finito.
    Domenica ero allo stadio con le mie figlie ed è stato uno spettacolo indimenticabile.
    Detto questo vorrei dire due semplici parole per il futuro: o viene un presidente tifoso che ami il Genoa e che sia orgoglioso dell’importante funzione che occupa oppure per avere i vari Scerni o La qualunque…..bhe’ vedete voi.
    Sempre forza vecchio cuore rossoblù

  35. Benny says:

    Neri Massimo,
    Io voglio un presidente che tra 12 mesi, quando sarà OBBLIGATORIO avere i conti in ordine sotto tutti i punti di vista, possa iscriverci al campionato di serie A. Al momento la vedo dura, a causa del centinaio(almeno) di mln di debiti che il suddetto figuro ha incredibilmente prodotto in questi anni.
    Meglio uno Scerni ma che sappia gestire una società con profitto ed onestà.

    • Federico says:

      Meglio uno Scerni!!!??? E infatti Abbiamo iniziato da lui (che si voleva portare via anche la scrivania dall’ufficio) e siamo finiti in tribunale a Treviso..ma per favore!!!!

  36. neri massimo says:

    Ho appreso adesso dal vostro tg delle 19 che il presidente ha confermato Juric. Approvo totalmente

  37. giovanni says:

    Sara’ anche un pasticcione Ocampos ma nell’andata ha fatto 3 goal e per come eravamo ridotti alla fine sarebbe stato tanta manna averlo in campo inutile trovare scuse il vero pasticcione non e’ lui.

  38. maurigno says:

    Sono passati 5 giorni da quel pomeriggio di un giorno sereno .
    Poteva diventare un incubo ,ci svegliamo in serie A nonostante gli errori fatti, da tutti .
    Le pagelle.
    Società voto 4 : credeva di essere già “in salvo” e ha mollato la presa. Via Pavoletti e Rncon , va bene , ma Ocampos Edenilson Orban nel lungo termine , hanno ridotto la panchina.
    Allenatore voto 4 : contento per la riconferma di Juric non dimentico scelte e cambi sbagliati , cessione di Ocanpos avallata , confusione totale dopo il mercato di gennaio.
    Tifosi voto 4 : fischi, insulti , applausi a scena aperta ad ogni gol dell’Atalanta, petardi di festeggiamento per il rientro degli squalificati Daspo , fumogeni e partita interrotta con la squadra in vantaggio e quindi senza motivo . IL coro per “davidino ” è l’ultima goccia .
    Amate il Genoa ? Per voi c’è la seconda occasione , l’anno prossimo.
    Giornalisti voto 4 : il Genoa non rischia con 14 punti di vantaggio . Non rischia con 12 punti di vantaggio . Ma no ! Non rischia ! 9 punti di vantaggio……e poi guardate il calendario delle altre . 6 punti di vantaggio ? È un buon margine considerando il difficilissimo calendario del Crotone .
    Un pò bandiere e un pò banderuole il brutto voto ve lo siete meritato anche voi.
    Squadra 4 : Lamanna era un’ottima scelta ma ha toppato la stagione. Burdisso spremuto non aveva più niente da dare , Orban e Gentiletti due delusioni , Lazovic come la vecchia pubblicità di ” Cimabue fai una cosa e ne sbagli 2 ” Laxalt che ha una flessione da post mercato .
    Laxalt ci mancherai ma ora posa la borsa e togliti gli scarpini.
    Arrivederci al prossimo anno.
    io ci sarò , non deludetemi ancora.

    • Casarza Rossoblù says:

      Nella sezione Tifosi ti sei scordato di riportare i fenomeni dei distinti e non solo che applaudivano ironicamente la gradinata dopo i goal del chievo oltre a tacciare i suoi componenti come “buffoni”,che sono poi sempre quelli pronti a seppellirla di vagonate di letame alla prima occasione buona.
      Vorrei poi precisare che dal ritorno delle “bestie di satana daspate”,ovvero in concomitanza di genoa-chievo,la gradinata è finalmente tornata a cantare come non accadeva da qualche anno e questo è innegabile.
      Le contestazioni sono una delle svariate componenti del mondo del calcio e in casi come questo sono più che giustificate,in particolar modo se portate avanti in maniera civile senza arrecar danno a nessuno(vedi pescara dove tirano bombe carta sotto casa al presidente e danno fuoco alla sua macchina). Pago un abbonamento,a metà anno mi sfaciano la squadra,si spende poco e male per cercare di riparare il danno,si rischia di retrocedere e non dovrei contestare?
      Vi meravigliate della presenza di una piccola frangia di gente poco raccoamndabile in gradinata? Non mi sembra che le curve di juve,roma,lazio,atalanta ecc.. siano composte solamente de gente pia ed immacolata,come del resto tutte le frangie più calde di ogni tifoseria del mondo.
      Il calcio in sè comprende anche questa componente e mi sembra solo che si stia facendo un’inutile caccia alle streghe per sfogare la propria delusione per un’annata storta addossando troppe colpe ad una gradianata che ha dimostrato solamente un grandissimo attaccamento alla propria maglia(e sottolineo maglia,non squadra).
      Se non avete ancora capito che tutte queste cose fanno parte del grande puzzle del mondo del calcio e vi disgustano così tanto “Posate gli abbonamenti e abbonatevi a Sky”.

      • PieroValleregia says:

        … vedi caro Casarza (caro davvero, non faccio ironia) il problema è che quei personaggi che, come giustamente sottolinei tu stanno in tutte le curve/tifoserie italiche e foreste, lì in una nazione normale, sovrana, con i suoi confini e tutte le sue sovranità in mano ai locali e non a bande di delinquenti apolidi, NON ci dovrebbero ne ci devono stare. Punto !
        Devono starsene fuori dalle palle per sempre …
        Dico la mia sulle ultime lette: Cellino ??? allora preferisco Preziosi
        saluti
        Piero e famiglia

  39. Benny says:

    Ho sentito l’intervista rilasciata da Preziosi ad un altra emittente. Sorvolando sulla qualità del lavoro svolto dal giornalista che voi tutti conoscete bene, è emersa la solita litania che contraddistingue questo tipo di intervista. Mai una domanda scomoda, mai un tentativo di avere spiegazioni, mai un contraddittorio.
    Insomma, esattamente come l’anno scorso e 2 anni fa, veniamo a conoscenza che i conti stanno migliorando e che non ci sono particolari problemi. Peccato che chi segua il mondo della finanza, per lavoro ed in maniera asettica, sappia quanto la Giochi Preziosi sia in difficoltà. E quanto la sua controllata(il Genoa)lo sia ancora di più.
    Amici, non chiudiamo gli occhi! Cerchiamo di far emergere la verità, affinché si possa ancora operare per evitare una vera e propria tragedia.

    • Giovanni Porcella says:

      Io non voglio che si parli male di altri colleghi qui. Vi chiedo di criticare semmai me e Primocanale. Il lavoro svolto dal collega non fa una piega ed è stato bravo a prendere un’intervista di Preziosi dopo la salvezza. Lo dico onestamente. Altrettanto onestamente dico che Preziosi non è corretto a non rilasciare interviste a me per cio’ che disse Gasperini nei nostri studi un anno fa e che ha scatenato un putiferio in altre tv e radio. Da quel momento a Preziosi hanno detto di tutto nei miei confronti, una autentica vergogna. Io certo che critico (come sottolineo sempre le cose positive, spessssimo di Preziosi) ma per il bene del Genoa certe cose negative non vanno nascoste. anzi, il pepe messo sulla coda del Genoa quest’anno è servito eccome.

    • Asa says:

      Veramente DISGUSTOSA.

  40. Andrea says:

    Giovanni, scusami lo dico io allora: se Brenzini è stato bravo allora io sono Papa Francesco!!!!

    Brenzini non è bravo mette solo il ciucio dove il padrone vuole…..e così sono capaci tutti!!!! E al mio paese sai come li chiamano questi?

    Saluti
    Forza Grifo!!!

  41. Finnrico says:

    Non mi toccate Pinuccio! Lo adoro da un lontanissimo Parma-Genoa di un milione di anni fa (serie B, 0-0), quando in radiocronaca riuscì a produrre questa perla:
    “Lunghissimo rinvio di Ferrari che supera la metà campo e finisce direttamente nelle braccia di Ferrari”. Quel giorno ho capito che sarebbe diventato un mito.

    Enrico

    P.S. per la cronaca Ferrari era Marco Ferrari (classe ’66), portiere del Parma. Il portiere del Genoa era Attilio Gregori.

  42. Benny says:

    Giovanni,
    capisco la difesa d’ufficio per la categoria e per un collega che, probabilmente, è anche tuo amico.
    Ma io, come molti altri Genoani, quando vedo le interviste del suddetto professionista, provo imbarazzo. E rabbia. Sono certo che tu sapresti fare molto, molto meglio.

  43. Fabrydt says:

    Buongiorno Giovanni,
    ho seguito gradinata nord, plaudo al parallelismo con il 2012 non senza timore che il significato sia che Preziosi stia qui altri 5 anni. Sarebbe interessante andare negli archivi della vostra redazione a riprendere le dichiarazioni del jolly della filibusta prima di ogni stagione e del mercato delle terre di mezzo, chissà che anche gli sbandieratori degli 11 anni di serie A comprendano la acrimonia mia ed di qualche altra decina di genoani, che non sono esattamente Leopizzi, Davidino e compagnia la cui condotta non sta a me giudicare (esistono le istituzioni per questo), ora ne ho veramente le scatole piene dell’assioma che chi sta con Preziosi è un illuminato e chi è contro è un delinquente. Basta!!!! Ci sono incensurati dalla nivea fedina che contestano il Presidente, dubito fortemente che fra i suoi sostenitori non figuri neanche un pregiudicato, ma questo è parlare del nulla. Questo bisogno gretto ed ignorante di dovere etichettare ogni cosa, veri genoani, incappucciati, servi, sono appellativi vuoti di ogni significato, sono semplicemente basse generalizzazioni che fomentano contrapposizioni che dubito possano portare giovamento ai contendenti. Stiamo ai fatti quelli non mentono, che il nostro presidente al contrario lo faccia costantemente è qualcosa che può generare un dubbio in qualsiasi normodotato? Ci sono gli archivi per verificarlo. Negli archivi ci sono sicuramente gli 11 anni di serie A c’è l’hanno della C, c’è la Uefa regalata ai ciclisti. Negli archivi c’è anche il fatto che mai un acquirente serio abbia fatto capolino per rilevare la società, credo in parte anche perché non ci sia mai stata, al di là delle dichiarazioni mendaci, l’effettiva volontà di cedere.
    Il quadro ad oggi non mi sembra diverso quindi sono rassegnato al fatto che Preziosi sia il nostro futuro prossimo e sarò sempre lì a contestarlo perché il solo fatto di essere l’unica possibilità per il grifone non erge automaticamente il suo operato a gestione sana e corretta, questo almeno è quanto mi sento di dire sorretto dal mio libero ed incensurato pensiero.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  44. Ste says:

    A breve prevedo crociata della TO per NON fare l’abbonamento quest’anno, classico come nell’anno di Dalla Costa.

  45. Francesco OreginaRossoblu says:

    Vorrei esternare la mia opinione riguardo la professionalità di alcuni giornalisti.Certamente a Giovanni non farà piacere leggere critiche a certi suoi colleghi specialmente se sono di un”altra tv locale ma pur avendo scritto un”email di critica alla redazione di TN non ho ricevuto nessuna risposta perciò scrivo su Grifhouse perchè è l”unica che da voce al popolo rossoblu.Per comodità cito i nomi dei personaggi in questione.Brenzini, di nota fede rossoblu è da 10 anni il lacchè dell”irpino.Tutte le interviste sono rilasciate alla sua emittente così come le telefonate in diretta e quando parla il padrone mai un”accenno di critica,solo mutismo.Domande scontate preparate in precedenza come le risposte.Poi non parliamo dei vari opinionisti tipo Garbarini,Onofri e altri.Tempo fa dopo che non abbiamo ricevuto la licenza UEFA seguendo una trasmissione all”ora di pranzo condotta dalla Barile,quando Garbarini ha appena accennato alle malefatte dell”irpino lo ha tacitato immediatamente cambiando discorso.Come lo chiamate questo comportamento?Servilismo e non un servizio obiettivo.Altro caso:Pescara-Genoa 5-0.Trasmissione serale.Presenti i soliti personaggi.Mai e dico mai una parola contro il giocattolaio.La colpa era di tutti,da Juric ai calciatori,dal magazziniere al raccattapalle.Una parola di critica verso colui che ha provocato tutto questo non è stata detta.Tutte le telefonate dei tifosi sono in un”unica direzione.Tutti lo adorano e lo vorrebbero ancora come presidente quando la realtà è completamente diversa.Sono semplicemente scandalosi per non usare altri epiteti.Ora Giovanni mi cazzierà ma la mia oltre che una critica all”altra emittente è un plauso a Primocanale dove le critiche sono veramente costruttive.

    • Giovanni Porcella says:

      Non so se noi facciamo bene, molto spesso abbiamo subito critiche e penso pure meritate. Ma non è questo il punto. Se è questo che in tanti dite io lo registro essendo un blog ma non sono d’accordo. Ogni tv ogni giornale fa la sua strada. So di certo che io devo portare risultati che si ottengono anche con la credibilità. Intervista in piu’ o in meno secondo me non cambia il fattore. Ma altri giustamente se ne sono convinti, pensano diversamente ed è così che vanno le cose. L’unica cosa che mi dispiace è che se Preziosi qui non parla sembra che noi siamo dei cerberi, invece non è così. le critiche vanno fatte sempre con equilibrio ed è quello che stiamo facendo e vale per tutti. Primocanale ragiona in questo modo e penso sia la strada giusta. E’ impossibile tacere per avere in cambio un’intervista aldilà delle amicizie personali con Tizio o Caio. Secondo me non paga neppure. Mi posso sbagliare, sia chiaro. Comunque il collega citato ha tutto il diritto di fare il lavoro come crede anche perché lo fa da anni e quindi non sono io a giudicare nel merito. Penso sia giusto che parliate o scriviate a lui direttamente e credo che, conoscendolo, vi risponderà con piacere.

  46. Francesco OreginaRossoblu says:

    Se rimane l”irpino non occorrono crociate.Il cuore di tutti dice di non abbonarsi.

  47. Francesco Oreginarossoblu says:

    Sicuramente le politiche delle due tv sono completamente opposte almeno dal punto di vista calcistico.Voi siete obiettivi e dite le cose come stanno realmente,gli altri piuttosto che criticare evitano di parlarne.Piuttosto come posso trovare l’email di Pinuccio?

  48. Bruno says:

    Penso che sarebbe giusto che ognuno parlasse x se. A me il cuore dirà sempre di abbonarmi! Perche io nn mi abbono all Irpino, ne a scerni spinelli fossati ecc ecc. Io mi abbono per andare a vedere il Genoa. E se x 50 mi sono abbonato x andare a sussarmi la B con partitissime tipo Genoa Cesena, cosa faccio nn mi abbono ora che siamo in A da 11 anni!? Per quanto riguarda la società, se i nomi dovessero essere Berlusconi Malacalza Messina, allora a braccia aperte. Ma x vedere il Genoa in mano a Calabrò o a Cellino, mi tengo mille volte questo!

  49. Benny says:

    L’irpino ora vuole vendere. Il problema è che vuole guadagnarci qualcosa. Il che, vista la situazione debitoria, è un obiettivo decisamente complicato.

  50. Francesco Oreginarossoblu says:

    Giova…sei in ferie?

  51. Mr Wall says:

    Avete bisogno di un prestito personale? O anche espandere il vostro business? Avete bisogno
    Soldi per inventario, flusso di cassa, espansione o pubblicità? Vuoi
    Per avviare un business e non hanno o capitale basso? Avete bisogno
    Rifinanziamento? Vuoi un lungo processo di credito con tasse nascoste e
    Nessuna garanzia per l’ammissione?

    -approvazione veloce
    -Nessun costo finale
    -Nessun costo nascosto
    -95% tasso di approvazione
    -fino a 150.000.000 (1.000.000)
    -certificato di donazione
    -3% di interesse
    Barry.gtfsolutions@gmail.com

    Una volta che siete approvato, otterrete i fondi monetari in 2 giorni o di meno e non ci è
    Programma di pagamento fisso, abbiamo pagato solo se hai pagato. Contattaci
    E-mail ora per ulteriori richieste

Lascia un commento

PUO’ ESSERE LA SVOLTA

Il Genoa rinasce a Cagliari. Juric è piu’ saldo sulla panchina e finalmente arriva un po’ di serenità attorno ai

PREZIOSI CONTINUA CON JURIC

Oddo o Ballardini? Il dopo Juric sembrava scritto ma l’ultima parola ovviamente spetta al presidente del Genoa Enrico Preziosi che

PREZIOSI AL COMANDO, VA RISPETTATO

Ognuno puo’ pensarla come vuole. Gallazzi dove comprare? Preziosi doveva cedere? Sri Group senza soldi? La proprietà rossoblu’ ha sbagliato?

IL GENOA E’ VIVO, COL BOLOGNA CON RABBIA

La sconfitta con l’Inter fa incavolare. Non meritava di perdere il Genoa a Milano. Juric ha scelton il 3-5-1-1 e

Search

Archivio