ALTRI MIETANO PURE IL GRANO, MA IL GENOA DI JURIC C’E’

15 Apr 2017 by Giovanni Porcella, 37 Commenti »

Tutto fin tropo chiaro: se il Genoa gioca come con la Lazio le altre possono mietere il grano a tutta forza (immagine di fatica) ma non servirà a nulla. La salvezza è tutta da conquistare visto che il pari interno con i biancocelesti ha portato un bel 2-2 che pero’ in classifica non ha migliorato la situazione complice la vittoria dell’Empoli e il pari del Crotone, ma il Grifone c’è. Non è poco visto che nelle ultime partite Burdisso e compagni erano spariti dai radar. L’emorragia è stata fermata e i tifosi hanno compreso come si fa con un amico che magari ti frega ma poi ti viene a cercare per chiederti scusa. Così la Nord e non solo ha sostenuto i giocatori, non è la pace ma è un bel segnale. Con Chievo, Palermo e Torino se ci metti la grinta vista con la Lazio salvare la ghirba resta un esercizio possibile. Mancano sei giornate e con nove punti, sono dieci in realtà, di vantaggio sul Crotone e quattro, sono cinque, sull’Empoli con un successo e un pareggio il cerchio si chiude. Contro la Lazio Juric ha dato la scossa giusta a tutto l’ambiente che resta a contestare il presidente ma che ha capito la realtà del campionato. I giocatori hanno risposto e i rossoblu’ hanno disputato un’ottima partita e fa rabbia pensare alle figuracce con Pescara, Atalanta e Udinese quanto al tempo buttato via. Simeone è tornato al gol, redivivo persino Pandev ma trovare un insufficiente, a parte Hiljemark entrato come una “bella gioia” in una balera, è impossibile. Avanti così pensando solo ai fatti nostri senza ansie. A patto di vedere sempre questo Genoa che pare quello di inizio stagione. Se si torna indietro allora è finita.

37 Commenti

  1. PieroValleregia says:

    salve
    belin, son tornato indietro di 30anni, emozioni a non finire e due infarti rischiati :-)
    A tutta la squadra do un 7 per grinta, volontà e lotta; si è vista pure qualche giocata discreta e una (sana) cattiveria agonistica.
    Continuando così ci sono speranze, timide, anche per il futuro.
    Spendo due parole sull’arbitro: indecente e incapace.
    Immobile: Immobile “essere” ignobile; è una lota come dicono dalle sue parti, un insulto alla città di Napoli, una vergogna di uomo (ammesso che lo sia, un uomo).
    saluti e serena PASQUA DI RESURREZIONE a voi tutti, a Giovanni e alle rispettive famiglie.
    saluti
    Piero e famiglia

    • Ste says:

      Arbitro incapace a favore nostro spero..il prode capitano ha creato non uno ma tre rigori solari..fortuna che ne è stato assegnato solo uno e su quello di parolo ci stava pure il rosso

      • PieroValleregia says:

        salve Stefano
        allora, capitolo rigori: quello dato ai laziali, a regolamento non è rigore (braccio attaccato al corpo); quello su Keita (primo tempo) lo poteva dare, quello sempre su Keita (secondo tempo) non c’era per niente; quando Keita capisce che Laxalt lo ha rimontato, sgomita e si butta in terra (ero nella sud e si vede l’arbitro di porta che gli dice di andare a spigolare); ne manca uno a noi (fallo plateale su Simeone nel secondo tempo e si era sul 2-1); mancata espulsione di Keita: fallaccio cattivo sotto la tribuna su Laxalt, da rosso diretto e l’assurda ammonizione di Rigoni ( è lui che subisce il fallo).
        Maresca, non è nuovo queste “prodezze”, fa quasi rimpiangere Tagliavento …
        saluti
        Piero e famiglia

        • Ste says:

          ti manca sempre quello su Parolo poco prima di quello concesso.. è rigore e rosso. Inutile dire che Burdisso sta facendo di tutto da un pò di partite a questa parte per farsi notare..in negativo…e non diciamo altro che poi si millanta

          • PieroValleregia says:

            … ho scritto Keita, volevo scrivere Parolo, chiedo scusa, parlavamo dello stesso fallo.
            Ho confuso come fece Martellini che, durante una partita di Coppa della Roma, per tutta la telecronoca scambiò Gerolin (biondissimo e bianco) per Cerezo … :-)
            saluti
            Piero e famiglia

  2. Ste says:

    Trovare un insufficiente è impossibile? E burdisso come lo si reputa? È un insulto al professionismo nel calcio, i due gol ce li ha sulla coscienza ed ha causato pure altri due rigori non assegnati fortunatamente. Da sempre l’impressione da quanto sono goffi i suoi interventi di metterci dell’impegno nel ceffare.
    Vorrei capire xchè gioca di continuo è imbarazzante come giocatore e come uomo. Pandev sempre titolare invece, contentissimo x il suo meritato gol, peccato x quello all ultimo minuto ma va bene.
    Tutti si sono rimessi magicamente a giocare (legere) ma continuando cosi si puo stare tranquilli.

    • Marco says:

      D’accordo con te Ste.
      Burdisso imbarazzante…pensa che in Gradinata c’era invece chi si ostinava a dire che non solo non avesse commesso i falli da rigore, ma che i gol non li avesse sulla coscienza lui con i suoi interventi che definire goffi è un eufemismo…
      Passa continuamente palla agli avversari con le sue rovesciate e i suoi rinvii ridicoli.
      Come uomo non posso giudicarlo in quanto non lo conosco, ma come calciatore spero di non vederlo più in campo.
      Saluti da Lugano

  3. Ste says:

    Una nota di merito ed una di demerito per la sedicente TO: Bravi nel secondo tempo a tralasciare i cori contro Preziosi e cantare ad incitare la squadra.
    Tristissimi invece a fine partita con tutta la gradinata ad applaudire i giocatori, vedere membri della TO esibire dita medie verso la squadra e gesti come a dire andatevene… mai contenti…

  4. Gian says:

    Bravi tutti. Hanno capito cosa ci vuole per tornare a essere una squadra. Lottare e combattere insieme lasciando da parte rivalse e incomprensioni. Anche i tifosi hanno fatto la loro parte.

  5. bruno says:

    Buonasera Giovanni e a tutti…ho seguito derby in terrazza ed ho sentito ciò che è stato detto sulla contestazione a Preziosi e sui debiti veri o presunti a detta sua della nostra società. Tutto giusto, un anno storto come questo è capitato a tutte le squadre, però la mia modesta opinione è che forse….anzi di sicuro Preziosi non sia ,mai stato ben visto a Genova. In realtà non è mai stato ben accettato dalla città. Forse proprio i primi tempi dopo l’acquisto, perchè ci ha risparmiato il fallimento. E’ vero, ci sono state le corse sotto la nord, i derby vinti, ma è durato poco. Vuoi per i fatti di Genoa Venezia, vuoi per altri motivi, la sua presenza nel Genoa non è mai stata totalmente accettata. Secondo me, la causa primaria è stata quando poco dopo l’acquisto del Genoa, ha dichiarato incautamente che lui a Genova era venuto solo per far calcio, che non avrebbe ne frequentato la città, tantomeno investito. Li probabilmente ha deluso le aspettative e si è messo contro una parte importante della città che forse gli ha sempre remato contro. anche nei momenti buoni aspettando i suoi passi falsi. Lui poi chiaramente ci ha messo del suo, facendo casini a più non posso. Io personalmente come tifoso posso dire come ho già detto che ciò che mi ha regalato questa dirigenza a livello di andare allo stadio e basta, nessuno mi aveva regalato. Forse è anche vero che noi over 55/60 avendone visto di ben peggio negli anni 60/70/80 e forse anche novanta, siamo più di bocca buona rispetto a chi ha meno anni di noi, e che giustamente vorrebbe altri programmi ed obbiettivi. Resta comunque il fatto che purtroppo la nostra società non ha e penso non avrà mai un periodo di pace e di serenità come hanno altre società più fortunate della nostra avendo magari alle loro spalle persone con grosse potenzialità finanziarie, che danno il loro contributo non abbandonando al loro destino le squadre che amano. Al contrario di quanto è sempre successo a noi, che la gente che può e potrebbe fare se ne è sempre lavata le mani, ma che alla tessera di tribuna gratis non ha mai rinunciato. Nn credo che a Genova la gente con i soldi sia solo blucerchiata, il fatto è che chi dovrebbe essere rossoblu se ne guarda bene di rimboccarsi le maniche e dare una mano ed un pò di serenità a come si suol dire “la squadra più antica d’italia”.

  6. giovanni says:

    Bella partita bravo Genoa pero’ se a 5 dalla fine metteva un difensore davanti alla difesa era molto meglio, lo svedese la’ davanti ?? Allegri toglie Dybala e butta dentro Bonucci….Comque un bel Genoa.

  7. Francesco Oreginarossoblu says:

    Scusa Piero daccordo che ieri hanno fatto una gran partita ma dire che ci sono speranze per il futuro è esagerato.Piuttosto girano voci di interessamenti da parte di una cordata genovese,una nota compagnia navale di Genova e dall’estero.Se fosse vero allora si che speranza per il futuro.

    • PieroValleregia says:

      salve
      Francesco, se rileggi, ho scritto timide (speranze) e poi mi riferivo al gioco e alla squadra, non certo alla situazione societaria.
      saluti e buona giornata
      Piero e famiglia

  8. Finnrico says:

    Questa volta le due mie righe le dedico solo alla memoria di Spartaco Landini.

    Enrico

  9. Alberto Diaspro says:

    Un buon Genoa, continuo a pensare che abbiamo una squadra di brocchi o giù di li (alcuni con un nome ma un po’ spompati e se fossero stati dei grandi forse non sarebbero finiti/rimasti qui). Tuttavia ho apprezzato lo sforzo di alcuni. L’arbitro un capitolo triste: in serie A la maggior parte degli arbitri è ad un livello indecente e l’arbitro di ieri un buon incapace. Juric – che pure non trovo al livello di Gasperini, Bagnoli, SIlvestri, Scoglio… – ha il merito di averli fatti giocare. Il problema resta quello che la davanti c’e’ il deserto e il centrocampo che filtra a metà mette sempre in pericolo una difesa c he – anche per l’eta’ – affanna. Ora, un bel riscatto sarebbe quello di battere la Signora. Vedremo e io, nel caso mi rimangio “brocchi”. Caro Giovanni, Buona Pasqua

  10. Tony76 says:

    Bellissima partita dove mi sono divertito al di là del dispiacere per la vittoria mancata,ma la squadra ha fatto vedere che non è quella del girone di ritorno…e questoi fa venire vohliabdi andare a Pegli a dire due paroline ai calciatori, che forse sono loro da contestare per aver buttato via una stagione che poteva essere piena di soddisfazioni e non il presidente che comunque ha imbastito una squadra da almeno decimo posto….

  11. CasarzaRossoblu says:

    Hai detto bene,aver assistito a parite come col pescara,cagliari,atalanta,ecc..fa veramente girare i cosiddetti! Viste queste prestazioni davvero ignobili non si riesce a spiegare in quattro righe una partita giocata finalmente da genoa,soprattutto dopo aver pensato che la squadra avesse palesemente remato contro l’allenatore(cosa comunque molto probabile).Vorrei comunque mettere in evidenza una nord determinata e compatta che ha cantato esclusivamte per i suoi colori per 90 minuti, contestando sempre (e continuo a sostenere giustamente) nei limiti della civilta’ e riservando dediche speciali a chi ha voluto denigrare pubblicamente la nostra maglia,capito caro ciro?

  12. Edoardo says:

    PERIN, IZZO, RINCON, OCAMPOS, PAVOLETTI
    obiettivamente il Genoa non può tornare ad essere quello del girone di andata … e per salvarsi potrebbero occorrere ancora cinque punti. Sicuramente positivo e saggio il ritorno di juric ! E’ difficile che il Crotone possa fare 15 punti, ma nelle ultime tre gare ne ha fatto sette …

  13. robertogrifo says:

    Una partita da grifo, soprattutto si è vista quella carica agonistica necessaria per chiudere dignitosamente questo campionato.
    Le restanti partite dovranno anche dirci su chi contare per il prossimo campionato.

  14. massimo says:

    il problema non era juric …perché ad inizio campionato, quando avevamo in squadra PERIN, VELOSO, RINCON,OCAMPOS E PAVOLETTI il genoa giocava bene e faceva risultati. il problema e’ uno solo.. .preziosi che ogni sei mesi vende i migliori. E purtroppo ci sono gia’ voci di vendite ,come PERIN ,SIMEONE, LAXALT.. e qui le voci poi sono purtroppo conferme con il presidente che abbiamo.

  15. Fabrydt says:

    Buongiorno a tutti,
    Squadra finalmente pugnace, con i suoi limiti naturalmente, Giovanni giustamente elogia la prova di un redivivo Laxalt faccio notare tuttavia che si è fatto rimpallare ogni singolo cross che ha provato a fare. Io vorrei porre l’accento sulla partita di uno stoico Munoz, che messo a giocare dove ha meno imbarazzi ha sfoderato una partita buona sia in anticipo che in contrasto nonché in pezze messe dove poteva alla permeabilità di Burdisso, con il limiti che gli sono propri spesso si è fatto carico di far ripartire l’azione cosa che non è esattamente nel suo dna. Palladino brodino comunque ricostituente, Lazovic unico vero giocatore in grado di creare superiorità numerica. Veloso bene fin che ha retto. Lamanna ha mostrato carattere e tempestività e non era facile riproporsi in questa situazione. Gentiletti meno deleterio del solito, Rigoni impegno e poco altro, Ntcham solito oggetto misterioso. Simeone tornato al gol, Pandev lodevolissimo per classe e dinamismo finalmente in gol, per poi ricominciare il digiuno sbagliando il tiro da 3 sul finire, tutti bene dunque….rapportati ai propri limiti, quindi sentiamoci pure limitatamente contenti.
    La gradinata ha contestato il joker e sostenuto la squadra facendo il proprio mestiere con punte di eccellenza nei meritatissimi insulti a Immobile.
    Domenica sera speriamo di trovare i gobbi ancora ubriachi dopo i festeggiamenti in Costa Brava…. finestra aperta per dimostrare al mondo che il bilancio con il Barca in rapporto al doppio confronto con la Juve possa pendere a favore del Grifo (stranezze del calcio)
    FORZA VECHIO BALORDO

  16. LAURA1962 says:

    Prima di tutto Forza Genoa.
    Per quanto riguarda Burdisso e’ indubbio che stia passando un cattivo momento di forma ma dire che e’ imbarazzante come giocatore e come uomo mi sembra un po’ eccessivo e ingiusto. Comunque, ognuno e’ libero di pensarla come vuole, per carita’.
    Saluti rossoblù a tutti.

    • Ste says:

      Io la penso così, non lo posso più vedere con la nostra maglia, la sta insultando ogni domenica. E non è in un cattivo stato di forma a mio parere.

  17. Mirko says:

    Una rondine non fa primavera e mi resta il retrogusto amaro di una situazione paradossale. Se questi sono i giocatori e questo è il potenziale (modesto ma sufficiente a salvarsi in carrozza), mi chiedo cosa possa mai scattare nella mente di un professionista lautamente pagato per smettere di giocare e poi dopo solo qualche giorno dal ritorno del vecchio allenatore, riprendere a farlo. Sono arrivate promesse di premi salvezza? Forse l’arma in più di Juric è proprio questa. Capitolo pseudo tifoseria organizzata: per me non contano nulla, e sono ininfluenti se fanno solamente i tifosi con le bandierine. Se invece si arrogano il diritto di esporre striscioni offensivi, importunare gli altri spettatori, o peggio ancora, lanciarsi in iniziative violente e mediaticamente vergognose (come la vicenda delle maglie col Siena), allora sono proprio dannosi per l’immagine della squadra e della città.

  18. Francesco Oreginarossoblu says:

    Immagino che chi ha scritto “imbarazzante” voleva dire che non è più il difensore di una volta e che le sue prestazioni sotto la media creano imbarazzo alla difesa.Però a volte dovrebbero capire quando è arrivato il momento di appendere le scarpe al chiodo.

    • alberto says:

      se non sbaglio lui voleva già smettere l’anno scorso ed è stato pregato dalla società di rimanere ancora, così da risparmiarsi un acquisto oneroso . . .

  19. stefano says:

    Perdonatemi l’off topic ma perchè proprio oggi è uscito sul corriere dello sport questo articolo che insinua malavita all’interno del tifo genoano?

    http://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/genoa/2017/04/20-24593375/serie_a_malavita_infiltrata_nel_tifo_del_genoa_/

    Ne sapete qualcosa?

    • Roberta says:

      C’è stata anche nella Juve…

    • Filippo says:

      Ne parla anche il Secolo XIX, non credo sia una novità ma in Italia ormai da decenni si è deciso che la cosa migliore sia mettere la malavita negli stadi la domenica piuttosto che lasciarla libera fuori…brutto da dirsi ma è così!

  20. Benny says:

    Buon punto, anzi ottimo! Grinta, gioco e tifoseria all’altezza. La salvezza non sarà un problema.
    I problemi sono di diversa natura….

  21. maurigno says:

    Sempre forza Genoa. Juric ha chiarito le beghe interne allo spogliatoio con una bella conferenza stampa pre-gara. I cattivi sono stati tutti reintegrati e in campo c’è finita tutta la Vecchiaguardia. Poi un pò di fortuna , anzi un popò di fortuna . Non ho capito se i rigori erano 3 o erano 4 . Comunque ne è stato assegnato solo uno e questo ci gratifica oltre i nostri meriti . Ecco : i nostri meriti. La partita è stata bella e combattuta , i giocatori della Lazio erano tutti di qualità superiore eppure la partita è stata bella , come non se ne vedevano da tempo.
    Per le infiltrazioni mafiose mi sento di rincuorarvi. Non c’è nessuna infiltrazione di mafiosi IL procuratore Di Lello ha parlato di ” infiltrazione di elementi con comportamenti di stampo mafioso ” .
    E …… tante grazie signor Procuratore : siamo in 20.000 almeno ogni domenica . Non penso a 20.000 incensurati . Magari qualche pregiudicato c’è . Ma questo lo sapevamo già : basta leggere i giornali ………

    • Fabrydt says:

      Buongiorno Maurigno,
      concordo, cavalcare la parola mafioso pronunciata da Di Lello ha il solo scopo di non essere più un carneade, grazie alla sponda di giornalisti “gossippari” che grazie alla parola ad effetto MAFIA sono sicuri che il link del loro articolicchio venga aperto e letto. Purtroppo ormai è così e sarà sempre peggio in un’era in cui il web arriva prima di tv e carta stampata la lotta non è più sulla tiratura o sullo share di ascolto ma sui click, quindi cosa non si farebbe per un click?
      Se un tempo il giornale di ieri veniva bene per incartare il pesce, le sparate sul web rimangono anche se seguono smentite o raddrizzamenti del tiro. Le notizie ormai vanno prima date per non rimanere indietro rispetto ad altri siti, solo in un secondo tempo vengono verificate. Quello che rimane nell’immaginario collettivo è TIFOSERIA GENOANA MAFIOSA
      invece come hai detto tu sono sempre la stessa ventina di pregiudicati, a cui il presidente pregiudicato anch’egli ha dichiarato guerra….. verrebbe da dire perché a Genova ci deve essere solo un capo bastone.
      Grazie Di Lello grazie megafono mediatico, grazie a voi anche la vergogna è destinata a sparire seguendo la stessa sorte della decenza che era sparita da tempo.
      FORZA VECCHIO BALORDO

  22. Francesco Oreginarossoblu says:

    Ecco.E’ arrivata puntuale la notizia.Sono pessimista se penso che coinvolgeranno anche la società e dopo un processo sommario ti spediranno in C?Naturalmente la società Juventus sarà all’oscuro di tutto e assolta.

  23. massimogenoa1893 says:

    Ora la figc apre un fascicolo contro la gradinata nord su una presunta cupola mafiosa …..e a me scappa proprio da ridere ….nel senso che dopo presunte cullusioni tra agnelli e ndrangheta a torino sponda Juve …la seconda indagine ….subito ad annusare in casa genoa ….ora voglio vedere quando passano da napoli -palermo-bari-crotone-roma-Lazio cosa troveranno……diranno che ha napoli comanda al pacino ….a palermo al capone ….a bari escobar …..ecc.ecc…ma per favore lasciate in pace il nostro genoa….e caso strano da quando ce sto furfante di presidente di Avellino ora ci danno pure degli associati alla mafia….ora piu di prima PREZIOSI VATTENE……

  24. Francesco Oreginarossoblu says:

    E ora sono czz.È normalissimo che il milan lasci passare l’empoli e le m… aiutino il crotone.A questo punto se non vinci contro il chievo siamo in B per la gioia di quell’essere e di quelli che hanno scommesso sulla retrocessione.

Lascia un commento

DIRIGENTI E TIFOSI SIANO PRESENTI, LA SQUADRA SI APRA ALLA GENTE

Il calendario è lì e la classifica pure. A cinque giornate dalla fine c’è un vantaggio sul Crotone che è

ALTRI MIETANO PURE IL GRANO, MA IL GENOA DI JURIC C’E’

Tutto fin tropo chiaro: se il Genoa gioca come con la Lazio le altre possono mietere il grano a tutta

TURATEVI IL NASO, MA AIUTATETELI

E’ tornato Ivan Juric. Mandorlini via ed era scontato che finisse così. Non c’è allenatore che duri in questo Genoa

MURO CONTRO MURO

Ormai è muro contro muro. Da una parte la Nord con la sua contestazione verbalmente molto dura, dall’altro con altrettante

Search

Archivio