JURIC VA AIUTATO

11 Feb 2017 by Giovanni Porcella, 33 Commenti »

La partita col Napoli non è stata onestamente disastrosa. la squadra ha iniziato bene e per mezz’ora ha dimostrato un po’ di personalità. Poi il ko di Veloso ha fatto precipitare la situazione. Nella ripresa il Napoli che è piu’ forte dei rossoblu’ ha fatto il resto. Da qui in avanti pero’ servono punti e zero chiacchiere da parte di nessuno. Pescara, Bologna ed Empoli sono un crocevia per questo Genoa che si è infilato in un tunnel buoio e lungo di 2 punti in otto partite. Juric secondo me va aiutato, anche sostenuto. Non vedo cosa possa servire un cambio di panchina anche se tocca a lui inventarsi qualcosa. Pero’ il centrocampo è il ventre molle di questa squadra. Hiljemark sta deludendo, Cataldi non ha il ritmo di altri e Cofie sappiamo cosa puo’ dare. E’ tornato Rigoni che almeno ci mette grinta e temperamento. Sulla carta arrivano tre match alla portata, sbagliare queste partite sarebbe gravissimo indipendentemente da cosa faranno Crotone e Pescara. Ma voglio essere positivo e ho fiducia per l’obiettivo minimo che è rimasto: la salvezza.

33 Commenti

  1. nicola says:

    Eccoci arrivati, come era lecito immaginare dopo il disastro della gravissima sconfitta interna col Palermo ed il periodo nerissimo di avvitamento, alla prossima gara con il Pescara: la prima delle ultimissime spiagge.
    Non credo di essere un indovino, ma i segnali in quella maledetta sera di dicembre erano stati evidenti, qualcosa si era incrinato forse in modo irreversibile e le parole di Preziosi il quale rilevava come per l’ennesima volta si fosse persa l’occasione per il fatidico salto di qualità, lasciavano – col senno di poi – prevedere che avrebbe colto l’occasione per cominciare a “fare mercato”.
    Vendere il fantasma del Pavoletti di quest’anno e cedere bene l’insofferente e già perduto Rincon, alla luce dell’imprevedibile positivo rendimento di Simeone e con un campionato apparentemente già deciso in zona retrocessione, probabilmente sono state decisioni che in quel momento apparivano plausibili.
    Io allora mi ero augurato che “ …l’unica cosa positiva della sciagura che davvero ci rovina il natale è pensare che forse la dirigenza dovrà rendersi conto che questo è un organico “povero” e che non può essere privato dei giocatori chiave (Rincon e Pavoletti) senza adeguati e pronti rimpiazzi perché siamo ancora, e saremo di più dopo le prossime tre giornate (Torino, Roma e Cagliari), a rischio.
    Chi conosce la storia del Grifo sa che siamo riusciti in imprese impossibili, per cui dobbiamo cercare di raggiungere quanto prima i fatidici 40 punti (realisticamente, a questo punto, firmerei per arrivare a 32/35) che dovrebbero garantire la permanenza in A; perché sono certo che almeno due di quelle in zona retrocessione cominceranno presto a fare punti, magari proprio con noi… “
    Detto questo non posso pensare che – al netto delle assenze per infortuni – l’aver privato questo organico del solo Rincon giustifichi quello che è accaduto dalla sera della partita con il Palermo ad oggi.
    Non è assolutamente possibile pensare che questa situazione sia figlia di quella (di fatto unica) cessione, perchè sarebbe sminuire il valore di tutto l’organico; è vero che i rimpiazzi a centrocampo sono stati fatti in maniera non tempestiva e senza la necessaria attenzione ad individuare almeno un incontrista, con giocatori che non hanno probabilmente le caratteristiche per risultare fra loro complementari, nonostante questo non è possibile che questo gruppo (e forse anche questo allenatore) siano entrati in una spirale ad oggi irreversibile di confusione e panico.
    Non voglio giustificare Preziosi ed il suo staff tecnico, sicuramente sono stati commessi diversi errori di valutazione della situazione e delle scelte da operare, però in questo momento questa squadra è davvero alla mercè di qualunque avversario e non vorrei che davvero riuscissimo a stabilire il primato di regalare la prima (e forse unica) vittoria ad un Pescara che comunque è già retrocesso, con il solo risultato di aumentare nel Palermo la convizione di potercela fare.
    Forza ragazzi, forza Genoa.

  2. CasarzaRossoblu says:

    Il problema e’ che non esiste una figura capace di tutelare juric in questo momento. Siamo una delle poche societa’(se non l’unica) priva di un direttore sportivo,quindi in questa situazione dovrebbe essere il presidente a prendere le sue difese.
    Detto cio’,chiacchere a zero e ALMENO 5 punti nelle prossime tre partite,senza troppe discussioni

  3. paolo says:

    Cia Giovanni
    Mi sta bene tutto ,perdere a Napoli non e certo un dramma
    Ma perdonami continuo a sostenere che Juric non e alla altezza,non entro nel merito delle sue scelte
    ma cazzo l unico centrocampista in rosa in grado di dettare i tempi e organizzare il gioco (Veloso) dopo una lunga assenza non lo rischio con il Napoli tenendo in considerazione che sono in arrivo 3 gare alla n.s. portata
    quindi sono sempre più convinto che il mister non ha esperienza e competenza per guidare il vecchi balordo
    auguriamoci di non rimanere invischiati in questa tremenda battaglia per la salvezza altrimenti per i motivi sopracitati esperienza e competenza rischiano di diventare uccelli amari
    ciao Giovanni e sempre forza Grifo
    Paolo

  4. Mauro says:

    Fuori il Mercante dal Tempio. Comprati l’Avellino!

  5. robertogrifo says:

    D’accordo su tutto soprattutto sul fatto che Juric va aiutato e supportato da tutti noi. E’ altresì vero che lui per primo deve cercare un modulo confacente agli uomini a disposizione, che secondo me non è il 3 4 3.
    Sicuramente Juric paga la poca esperienza in serie A, la difficoltà a gestire un calciomercato di Preziosi. Altre difficoltà se l’ e’ create da solo , ad esempio il dualismo Ocampos Ninkovic che ha portato uno a Milano e l’ altro in tribuna. Con Lazovic Edenilson sta succedendo qualcosa di simile, infatti le prestazioni dei due giocatori stanno peggiorando.
    Ora tocca all’ allenatore dimostrare d’aver gli attributi cambiando il suo credo calcistico per il bene della squadra che al momento sembra seguire il proprio allenatore.

  6. PieroValleregia says:

    salve
    con Veloso in campo, un’occasione per parte: Simeone e Insigne e molto equilibrio, uscito lui abbiamo preso, l’ennesimo gollonzo (l’1-0) e poi il 2-0 in contropiede, però nel secondo tempo non abbiamo mai tirato in porta.
    Rincon non c’è più e il “presidente” NON ha preso uno simile per sostituirlo a gennaio e, fin da giugno, NON esiste un alter ego di Veloso…Panagiotis, per quanto non velocissimo, servirebbe come il pane…
    Gasperini si inventerebbe qualcosa con questi e in più pescherebbe dalla primavera, Juric, mi auguro possa fare altrettanto e domani…forza Atalanta
    saluti
    Piero e famiglia

    • CasarzaRossoblu says:

      Questo discorso calza a pennello per introdurre un nuovo argomento: l’inutilita’ di hijliemark. Non si capisce quale sia il suo ruolo piu’ adatto,mezzala,interditore,trequartista,non si sa.
      Fatto sta che ricordo un’intervista ad un giornalista di palermo passata (mi sembra ) su telenord,al quale e’ stato chiesto che tipo di giocatore fosse lo svedese.
      E la risposta fu “non eccelle in niente,nel senso che non possiede qualita’ particolari”…e a distanza di un mese direi che non sbagliava affatto.
      Ora,per spendere 3 milioni per un giocatore inutile,tanto valeva tamponare la falla anche per solo 6 mesi(magari con un prestito alla cataldi),per poi investire in maniera mirata una cifra piu’ o meno simile in estate.

  7. Enzo says:

    Ciao, io sono d’accordo su tutto, ma ggiugerei oltre il centro campo quello che non va è l’attacco. Oltre Simeone non c’e niente, nessuno ch tira in porta ne da lontano e tanto meno da vicino, non si può contare solo su un ragazzino e non è neanche giusto.
    A Napoli bella prestazione ma Reina poteva tranquillamente starsene a casa.
    La vedo dura speriamo almeno che le ultime tre continuino come hanno fatto fino ad ora.

  8. Enzo says:

    Ciao, io sono d’accordo su tutto, ma ggiugerei oltre il centro campo quello che non va è l’attacco. Oltre Simeone non c’e niente, nessuno ch tira in porta ne da lontano e tanto meno da vicino, non si può contare solo su un ragazzino e non è neanche giusto.
    A Napoli bella prestazione ma Reina poteva tranquillamente starsene a casa.
    La vedo dura speriamo almeno che le ultime tre continuino come hanno fatto fino ad ora.
    Ciao

  9. Asa says:

    Juric ha poca pochissima esperienza ovvero 1 campionato in lega pro ed uno in B.
    Non è in grado di cambiare modulo perche non è ancora capace.
    Pertanto il cambio di allenatore è assolutamente necessario.
    Il problema è trovare quello giusto.

  10. alberto says:

    Si sa benissimo che certe cose non possono cambiare e anche se fosse non è detto che lo facciano in meglio.
    La mia missione è quella di far cessare gli osanna verso un presidente che ha creato debito simili a Cragnotti ma la lotta scudetto l’ha sempre vista in televisione come me.
    Non è sfortuna. Il Genio e il suo allenatore antidolorifico hanno dichiarato che era inutile prendere un sostituto di Veloso, faceva solo numero!

    Che gli Dei non vogliano, ma se non fa risultato a Pescara Juric salta, non oso pensare per chi, ma salta. E sarebbe l’ennesimo colpo del Genio!

  11. Franco Robutti says:

    caro direttore concordo in pieno ma purtroppo parlare di obiettivi con questa presidenza è utopia allo stato puro… mai si è visto come ad inizio stagione si progetti una squadra per conquistare qualcosa, altro che parte sinistra, il genoa è la cassaforte di fingiochi e basta ..prima vengono i soldi e poi il resto…. non ci sarà mai un vero obiettivo sportivo con un presidente che non è anche un “tifoso” della squadra, mica sto dicendo un ultras un semplice attaccamento ai colori ed alla storia di una squadra epica come il grifone… speriamo solo che giunga la salvezza ma ritengo sia alla portata e non per merito del grifone.
    saluti

  12. Francesco Oreginarossoblu says:

    La speranza è sempre l’ultima a morire ma fiducia quanto durerà ancora?Juric con gli scarsi che ha cosa può fare?Nemmeno Allegri salverebbe la baracca.Tutti gli anni speriamo e sapete come la penso riguardo la ns unica salvezza.

  13. Francesco Oreginarossoblu says:

    Anche oggi ringraziamo le ultime tre.Mi preoccupa il fatto che il pescara ne abbia fatto 3.Contro di noi ne basterà 1.

  14. Francesco Oreginarossoblu says:

    Caro Robutti parole sante.Il Genoa sarà sempre in passivo nonostante i milioni che entrano perché vanno a ripianare vari debiti delle altre società fingiochi e lui tutto questo lo ha creato ad arte.Non compera giocatori di un certo livello in quanto costano.Il Genoa deve solo versare soldi e mai riceverne.Questo sarà il ns futuro.La nostra salvezza è che SPARISCA lui e i suoi giocattoli.

  15. Tony76 says:

    Liedholm, forse uno dei più grandi allenatori, disse che non sono i giocatori a doversi adeguare al modulo,ma il modulo a doversi adeguare a loro…personalmente penso che la squadra debba giocare con un 4-3-1-2 o al max un 4-4-2 con Simeone e Lazovic punte, Rigoni e hitmeijl( come cavolo si scrive!!!) da mediani Edenilson e Laxalt ( taarabt) esterni e Izzo Munoz Burdisso e Orban( che tornerebbe nel suo ruolo ovvero terzino e non centrale) in difesa…

  16. stefano says:

    Domanda: so che Ballardini è ancora a contratto con il Palermo ma non può fare come un privato ovvero rescindere / dare le dimissioni e poi cambiare parrocchia? Come funziona?

  17. bruno says:

    Buongiorno, non posso fare a meno di concordare su tutto e con tutti, circa l’andamento della squadra. Purtroppo le cose vanno male, e per fortuna quest’anno almeno per ora ci sono tre squadre più scarse di noi. Quello che mi lascia un pò perplesso è quando sento dire che questa società non avendo obbiettivi, non avendo programmi, e che il Genoa serve solo a riempire le casse della Fingiochi, tenda a fare disinnamorare i tifosi. Di conseguenza con questa presidenza non si potrà mai ambire a nulla, visto che i giocatori più forti stanno qua 6 mesi max 1 anno. Tutto verissimo, però mi chiedo, da 70 anni, anzi, molto di più di 70…quale è la società o la presidenza che ha avuto obbiettivi, programmazioni ma soprattutto risultati!? Se parliamo così noi, allora cosa devono dire milanisti, che abituati a ben altri obbiettivi con i cinesi fanno ridere mezza europa? O i fiorentini, cagliaritani, udinesi, bolognesi, ecc. Quale è il presidente che non ha usato il Genoa? Mi basta guardare Fossati e Spinelli come erano quando sono arrivati, e cosa sono diventati dopo la presidenza. Forse l’unico che ci ha rimesso dei soldi è stato Nube che Corre! L’unica vera grande risorsa che ha sempre avuto il Genoa sono stati i suoi tifosi. Siamo andati a testa alta sui rimorchi ad Olbia a Chiavari a Montevarchi, ed abbiamo fatto 55 mila spettatori col Rimini! E questo nessuno ce lo toglierà. Ma affermare che questi ultimi anni fanno male alla nostra storia e al nostro blasone non mi sembra corretto. Noi purtroppo grossi personaggi che ci aiutino sia esponendosi in prima persona, o dietro a qualche amministratore non ne abbiamo mai avuto. Se ne sono guardati bene. Anche quando stavamo per fallire. Il perchè non si è mai capito. Dall’altra parte invece seconde me gli aiuti ci sono eccome! Credere che quello che sta accadendo a loro sia opera del Viperetta, è come credere a Biancaneve e ai 7 nani! Guardando comunque la serie A, tolte le prime 3, mi sembra che le altre non siano molto differenti da noi. Ripeto quest’anno a noi sta andando più male perchè il mercato di gennaio dal quale spesso gli anni scorsi ne siamo usciti rinforzati, è stato fatto stranamente in maniera scriteriata. E dico stranamente, perche Preziosi avrà tutti i difetti del mondo, ma di calcio ne capisce. Buona giornata e sempre forza Grifone!!!!…Anche quest’anno ce la faremo!

  18. Asa says:

    Almeno l Atalanta ha vinto…
    Fotza Gasperini.

  19. Rinaldo says:

    Buongiorno John, buongiorno Genoani. A mio parere il Mister ba tutelato nel senso di evitare di “bruciarlo” e rovinargli la carriera, catapultato in una situazione particolare dove è tutt’altro che semplice raccapezzarsi, inesperto e passibilie quindi di ansia e confusione, gli affiancherei un DT esperto che possa gestire il momento particolarmente difficile. A fine anno si vedrà, l’importante ora è dare equilibrio e tranquillità a tutto l’ambiente, Ivan in primis.

  20. Fabrydt says:

    Ciao Giovanni,
    Juric va aiutato ok, ma potrebbe anche aiutarsi un pochino da solo. Se ti hanno cambiato pedine importanti, i nuovi non hanno ancora assimilato gli schemi…. continui a provarli in allenamento ma la domenica o il sabato o il venerdì o il lunedì il giorno in cui si gioca insomma, schieri squadra facendo le cose facile il 442 il 4312 il 433 schemi che tutti hanno bene o male giocato nelle stagioni precedenti. Beghetto e Morosini stanno facendo la fine di Brivio, Cataldi dovrebbe essere preso per mano da qualcuno e non può certo prendere la squadra in mano, con Ninkovic si è menato negli spogliatoi quindi non si vedrà più neanche lui. Lo svedese è gagliardo e pugnace ma sembra non aver capito che i suoi non quelli con la maglia a quarti rossoblù. Laxalt avrebbe bisogno di tirare il fiato Edenilson lo schiera con i campi pesanti dove non sta in piedi e lascia fuori Lazovic. Insomma alcuni errori del tecnico iniziano ad essere marchiani, quindi meno fondamentalismo e pedalare. La gradinata spero voglia stare vicino al tecnico perché non merita contestazione sta peccando ad un tempo di inesperienza e presunzione ma le capacità le ha.
    Il Pescara si profila essere un crocevia, il Genoa purtroppo ci ha insegnato che ai crocevia imbocca sistematicamente la strada errata. Spero che la squadra possa riacquisire fiducia da sfavoriti possa vincere il derby e da lì ripartire.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  21. Ste says:

    Mah che dire.. dopo una buona prima mezzora (dove comunque abbiamo tirato una sola volta fuori dallo specchio) siamo naufragati appena Veloso è uscito.. Non sarà un fulmine di guerra però in questo momento ha fatto vedere di essere l’unico a dettare i tempi della manovra.
    Simeone sempre troppo solo, l’acquisto di Palladino proprio ancora non lo capisco, inutile per adesso.
    Boh arriva un trittico di partite sulla carta ampiamente alla nostra portata, ma di questi tempi avremmo paura di giocare anche con la Sestrese. Non so cosa aspettarmi sinceramente, considerando la nostra grande anima crocerossina ho grande paura.
    Tra giocatori bolliti, zero gioco e zero tiri in porta non vedo come possiamo fare questi famosi 5 punti in 3 partite (che tristezza).

  22. maurigno says:

    Ho aspettato qualche giorno prima di scrivere. Ora che hanno perso tutte le ultime 4 la situazione, che era difficile, rimane difficile. Perché non c’è limite al peggio. Adesso si va a Pescara per fare un punto. Con la squadra vista con Sassuolo e Napoli può succedere di tutto : anche di fare resuscitare un’aspirante retrocessa. Cerchiamo di non parlare di ” 5 punti in tre partite” .
    Questa squadra non li fa.
    E sono con te per sostenere Juric. Fino a giugno. Poi………parliamone.

  23. Rinaldo says:

    Tocchiamoci tutti preventivamente! Quella di domenica e’ la classica partita della…….tradizione, non hanno mai vinto quest’anno, tifosi in sciopero e, dulcis in fundo, cambio dell’allenatore, ci sono tutti gli ingredienti crocerossistici tipici……… Belin!!!

  24. Francesco Oreginarossoblu says:

    A pensar male a volte ci si azzecca.Tutti mi risponderete…ma cosa dici?ma cosa ti inventi?E se tutti questi infortuni, in primis veloso,fossero fasulli?Naturalmente con il placet dello staf medico,tecnico e societario?

  25. Andrea says:

    Mandiamo via il burattinaio…..nessuno lo sopporta più!!!!

  26. Enrico says:

    Leggo su http://www.pianetagenoa1893.net il titolo di un articoletto di Manuel Piano (chi è?): “Per Juric ultima spiaggia” .

    Nel pezzo frasi come “Anche un pareggio [...] potrebbe non essere sufficiente a salvare il traballante tecnico croato”.

    Trasecolo. Siamo alla follia.

    Enrico

  27. massimogenoa1893 says:

    Pulcinella preziosi ci ha portato a questa situazione triste e umiliante….stadio semideserto e ha fatto passare la voglia ha tanti forse anche a troppi …l unica cosa che mi va dire é che non meritavamo tutto questo….

  28. alberto says:

    Gli Dei non vogliano ma Reja è un ottimo professionista, Stramaccioni è un allenatore? Dopo Malesani non potrebbe essere motivo di destituzione del genio. Secondo me la Federcalcio devrebbe normare l’eventualità

  29. Francesco Oreginarossoblu says:

    Da domenica prossima deve giocare la primavera

  30. giovanni says:

    juric va’ mandato via ha fallito.

  31. Giuse says:

    Cosa dire dopo il disastro di Pescara.
    Si era capito che Juric aveva grossi problemi con lo spogliatoio e infatti aveva cercato con il ritorno di Palladino anche un amico, ma ha perso Ocampos l’unico giocatore che, molto ad intermittenza, creava qualcosa in attacco.
    Tra vendite e infortuni il Genoa ha perso 5 elementi di qualità del girone di andata.
    I sostituti non si sono integrati o non sembrano all’altezza e 2 non si sono mai visti in campo.
    Capisco le critiche alla dirigenza ma non bisogna neppure illudere la gente.
    Il Genoa ha un grande passato ma ora è semplicemente una società medio piccola e con l’attuale distribuzione del diritti televisivi non ha nessuna possibilità di vincere o giocarsi qualcosa (come del resto le altre 15 squadre che partecipano alla serie A).
    Il Genoa come quasi tutte le società di calcio italiane non produce utili ma solo perdite da ripianare o con denaro fresco o con la vendita dei giocatori migliori.
    Basta vedere i bilanci delle società di calcio.
    La Juve riesce a malapena ad avere un piccolo utile ma solo grazie alle grandi entrate della Coppa dei Campioni e alle plusvalenze del calcio mercato.
    Se ben ricordo il presidente della Roma ha appena immesso altri 80milioni di denaro fresco.
    Con la crisi attuale se il Genoa producesse effettivamente grandi utili ci sarebbero tantissimi pretendenti al suo acquisto (sfortunatamente c’è tanta gente che confonde le plusvalenze della vendita dei giocatori con gli utili).
    La proprietà del Genoa ha in passato speso molto ma ora non vuole o non può più immette altri soldi. La società che controlla il Genoa ha iniziato una politica di risanamento dei suoi conti e con l’ingresso nel suo capitale di un nuovo socio ha detto chiaramente che le controllate per i prossimi anni dovranno camminare con le proprie gambe.
    Per il Genoa è importantissimo mantenere la categoria perché se dovesse retrocedere non avrà denaro da investire per una nuova risalita ( la A garantisce circa 40milioni di fatturato la B circa 6).

    Personalmente ho sempre preferito Gasperini come allenatore sia nei momenti buoni che in quelli pessimi ma lo scorso anno si era capito che non era più gradito da parte di alcuni tifosi…
    Faccio tanti auguri a Mandorlini e spero che sia in grado di conquistare i punti per una salvezza tranquilla.

    No si cada nel ridicolo della contestazione continua che non porta a nulla o nelle proposte del tipo sono indegni di questa maglia quindi mettiamo la primavera.
    Dopo il 5-1 che hanno preso dai pari età dell’Atalanta sarebbero una vera garanzia di divertimento!

Lascia un commento

IL GENOA SECONDO ME VISTO DA VICINO

Se togliamo, ed è quasi impossibile, la vicenda societaria è stato persino un buon ritiro quello del Genoa a Neustift.

IL GENOA SI DOVRA’ SALVARE, PER QUESTO BISOGNA MUOVERSI

Banca Lazaard ha il mandato a vendere il Genoa ma per ora ha avuto solo alcune manifestazioni di interesse ma

TUTTO CAMBI PURCHE’ NULLA CAMBI

Andare avanti con Enrico Preziosi non mi pare che alla fine della fiera sia un dramma. Se guardiamo ai risultati

PREZIOSI, CELLINO E IL SILENZIO

Enrico Preziosi è pronto ad andare avanti. Come nel 2012. Anche allora aveva messo di fatto in vendita la società,

Search

Archivio