IL RIMBALZO, LO SFOGO E SIMEONE

30 Gen 2017 by Giovanni Porcella, 63 Commenti »

Toccato il fondo invece di scavare il Genoa rimbalza. A Firenze è andata così. Uno scatto d’orgoglio e un paio di cambi riparatori hanno dato ai rossoblu’ un punto che fa tanto, ma tanto morale. Ma il tecnico Ivan Juric dopo aver visto le streghe si è sfogato. Insomma ha tirato fuori il rospo e ha parlato di fatto che è stato un mese devastante, testuale, per gli infortuni ma pure il mercato. Ora a bocce ferme il Genoa potrebbe anche risalire in classifica visto che di mercato non se ne parlerà piu’ fino a maggio quando finirà la stagione. Saranno tre mesi in cui a parte il derby sul campo accadrà pochino se non seguire e coccolarsi Giovanni Simeone. Complimenti davvero a chi l’ha portato al Genoa. Io non ci credevo, bisogna essere onesti. Preziosi ci ha puntato e ha vinto lui. Dieci gol a 21 anni in serie A con mezzo torneo da giocare non so quanti ne hanno fatti. Cosa vale Simeone? se chiude a 15 o 16 (ora tira anche i rigori) sui trenta li vale tutti. Sarebbe bello costruirgli intorno una squadra, chissà? I tre temi della settimana sono questi. il carattere della squadra si è finalmente visto, Juric ha tirato fuori i denti e il Cholito con le sue prodezze fa di nuovo parlare del Genoa. insomma, si riparte con qualche mal di pancia ma con un minimo di calma in piu’. Sotto col Sassuolo, sti tre punti mancano da troppo tempo.

63 Commenti

  1. Giovanni Conti says:

    Salve Signor Porcella…concordo su molte cose ma riguardo al costruire una squadra attorno a Simeone mi sfugge un sorriso.Arrivato a 15 goals in campionato è già bello che venduto e pace all’anima nostra.Cordiali saluti.

  2. Ste says:

    Nemmeno io ci credevo su Simeone, troppo leggerino ed acerbo. Mi ha fatto parzialmente ricredere, perchè bravissimo ad aver fatto 10 gol alla sua età, ma se lasciato solo la davanti mi sembra ancora troppo fragile per mettersi sulle spalle il peso dell’attacco…
    La partita è stata stranissima e per una volta ci ha sorriso con Juric che azzeccato i cambi. Fuori un Cofie imbarazzante (come fa a giocare tra i professionisti?) dentro un Taarabt che si vede lontano un miglio avere i colpi del gran giocatore… ancora una volta bravo a Pandev che si è fatto trovare pronto in una partita difficilissima.
    Lamanna ancora una volta incerto, non mi da mai sicurezza quel portiere, spero che il prossimo anno sia ceduto. Se fosse stato in forma io avrei puntato sul 33enne Rubinho.
    Ora sotto col Sassuolo, vogliamo 3 punti per scacciare le streghe una volta per tutte.

    P.S. Come dire bravo a Preziosi per Simeone bisogna anche ricordare la caterva di pacchi che hanno preso nel corso degli ultimi anni… mi vengono in mente al volo Gakpè e, Cissokho per dirne due… ce ne sono ancora una caterva.

    P.P.S. Finalmente Juric ha vuotato il sacco, si è stufato anche lui di far parte di questo supermercato…ora passerà dalla parte del nemico come successo con Gasperini.

  3. Mauro says:

    Alla squadra del Grifone daranno la “tessera d’argento”???

  4. Francesco Oreginarossoblu says:

    Come scritto nel blog precedente il portiere è un problema e non di poco conto.Lamanna può solo fare il secondo e lo ha dimostrato.Simeone è una delle tante scommesse alcune vinte ma molte perse dal giocattolaio.Tranquilli che andrà o al milan p all’inter.

    • Giovanni Porcella says:

      L’anno scorso ha fatto benissimo, evidentemente c’era piu’ tensione nella squadra in generale, ora sembrano tutti piu’ molli, compreso il portiere ovviamente

  5. alberto says:

    Su Lamanna i dubbi sorgono. Già a 10 gol la squadra intorno a Simeone è fantacalcio. Se è vero del genero al Milan … non si può sopportare. Neanche nei mercati di gennaio o estivi dei tempi “Preziosi re del mercato”. E dire che ritengo intelligente l’operazione Ocampos, il Genoa non si può permettere di riscattare un giocatore così a 8 ml. Allora cosa lo tieni a fare se per arrivare ad una quotazione del genere dovrebbe fare un girone di ritorno da favola e sarebbe probabilmente il suo massimo?

  6. DanieleGenoa says:

    mmmpartita stranissima…primo tempo inguardabile, in cui siamo stati solo bravi e fortunati a non prenderne altri. Poi secondo tempo cominciato come il primo, inguardabili, secondo gol preso e più d una volta vicini loro al 3-0…poi il gol episodico nostro ci ha fatto prendere coraggio. Poi finalmente la squadra ha reagito, di carattere e ha preso un punto fondaentale per il morale, non per la classifica. Tarabbt da fermo ha più qualità degli altri. Ora speriamo si riprenda fisicamente in fretta perchè servirebbe come il pane. Per il resto ho visto portiere in difficoltà, nonostante lo reputi un nuormale n°1, difesa un po in affanno, centrocampo inesistente, Pinilla inesistente e Simeone, che a me non piace perchè non parteicipa al gioco ma lotta come un pazzo su ogni palla e si sbatte e in area poche balle, è letale. Credo comnque che si sia suicidata la fiorentina, ma non me ne può fregar di meno. Bene cosi. Ora non bisogna perdere col Sassuolo. Mi accontento anche di un punto. Ormai credo che neanche la supremazia cttadina verrà raggiunta, quindi sinceramente, a meno che il crotone non inanelli delle vittorie, siamo tranquilli.

  7. Alessandro Maltoni says:

    Caro Giovanni,capisco che siamo in serie A da 11 anni ,che nessun presidente ci era mai riuscito……….ma questa squadra non ha obiettivi e,secondo me il popolo rossoblu non vede l’ora di tifare per una squadra che di viaggiare in alta classifica se lo merita……..Grazie e forza GRIFO!!!!!

    • Giovanni Porcella says:

      Capisco

      • Daniele Genoa says:

        Guarda basterebbe sapere che se vai in Europa la società é contenta di poter pubblicizzare il marchio all estero e di regalare un avventura ai tifosi. Basterebbe che non fosse la società a tarpare le ali alla squadra per NON andare in Europa perché è un impiccio oppure che costringere la squadra a fare le gare della vita in coppa Italia per giocarcela… Basterebbe questo. Non siamo scemi, sappiamo che in questo calcio moderno dobbiamo accontentarci delle briciole come le altre società medie come la nostra, ma se già dalla so ieta non si vuole neppure fare un tentativo o avere la soddisfazione di giocare in Europa passa la voglia una volta raggiunta la salvezza… Basterebbe quello. I tifosi capirebbero anche che ogni anno devi venderne due, basterebbe venderli a prezzi giusti nei tempi giusti, con i sostituti già pronti. Basterebbe poco ma invece la società dei tifosi se ne fotte il cazzo. Scusa il francesismo ma è così. Basta vedere il prezzo dei biglietti…

    • Ste says:

      concordo con Alessandro..la riconoscenza per i tanti anni di serie A si può avere, ci mancherebbe, ma il non avere ogni anno obiettivi se non quello di produrre fruttuose plusvalenze sta cominciando a stufare anche i più inguaribili ottimisti.

    • Paolo1893 says:

      Hai ragione nel dire che ci meritiamo una squadra che viaggi in alta classifica, ma se parli coi tifosi di altre squadre la pensano allo stesso identico modo.
      Le squadre che non hanno obiettivi sono una decina se non più.
      La colpa in tutto questo non è di Preziosi ma della spartizione dei diritti televisivi.
      Se si fa il passo più lungo della gamba si rischia il fallimento, ma non il Genoa tutte le squadre del livello del Genoa.
      E questo lo dico a malincuore ma secondo il mio parere è la realtà.
      Ciao,
      Paolo

  8. Rinaldo says:

    Caro John mi piace la tua vena romantica, costruire la squadra intorno a Simeone, lo meriteresti e lo meriteremmo tutti noi Genoani, proviamo a credere nel miracolo? E allora speriamo ci sia il……closing entro giugno!!! ;-)

  9. giuseppe87 says:

    Sono tornati in tanti, solo uno non torna e aggiungo purtroppo! Senza avercela con Juric che è anche bravo ci mancherebbe. E’ come avere Higuain in squadra e trovarti con Matri che prende il suo posto.

  10. Andrea says:

    Cataldi costo zero (e se ne andrà)
    Hiliemark costo zero (adesso è prestito con obbligo di riscatto e se fa bene già venduto)
    Rubinho costo zero
    Palladino costo quasi zero e cavallo di ritorno senza futuro)
    Taarabt costo zero (fermo da un anno e mezzo) e con riscatto non obbligatorio
    Morosini costo 2 milioni
    Beghetto costo 500.000

    Se a voi sembra una campagna di rafforzamento…..

    Saluti a tutti i Genoani

    • Paolo1893 says:

      Scusa se mi intrometto ma se è un campagna di rafforzamento si vedrà a fine campionato.
      In questa sessione di mercato nemmeno il Milan ha comprato ma si è fatto prestare i giocatori, questo evince che il momento non è florido per molti.
      Poi il Genoa compra giocatori per fare plusvalenze e cercare di mantenersi potendosi iscrivere al campionato e possibilmente non fallire.
      Quindi Hiliemark una volta riscattato, se richiesto sarà venduto, Morosini e Beghetto che il prox anno sostituirà Laxalt destinato ad andare via, ser giocheranno bene saranno venduti ad un prezzo superiore.
      Simeone il prox anno sarà venduto.
      Purtroppo questo dobbiamo fare per cercare di mantenerci in vita.
      E va già bene che tra i pacchi presi, sono stati trovati molti giocatori che hanno portato plusvalenze altrimenti erano uccelli per diabetici (c@zzi amari :) ).
      -Purtroppo il calcio va in questa direzione e non ci si può fare molto.
      Ciao,
      Paolo

  11. maurigno says:

    Certo che siamo ridotti male. 12 punti di vantaggio sulla terz’ultima , con lo scontro diretto a favore, e non possiamo essere felici . Abbiamo scoperto di avere in casa un giocatore che è sotto gli occhi di tutta Europa. 10 gol in 20 partite ed ha solo 21 anni. E invece di essere felici per questo ragazzo che per noi vuol dire “salvezza” e forse anche “derby di ritorno ” leggo sul web cose molto tristi , sul presidente , sul futuro della società sull’incerto futuro della squadra.
    Ma tutti ‘sti giovani promettenti presi dalla B devono diventare titolari ? io credo di si . E la squadra per l’anno prossimo è già in cantiere. Col Sassuolo 3 punti . Poi proviamo i giovani.

  12. Enrico says:

    In questo momento ci andrei cauto a buttare la croce sui singoli. È chiaro che mancano le distanze giuste, tra e nei reparti. Dato che scarseggia oggettivamente la qualità, se viene meno l’organizzazione e il fiato sono guai, c’era da aspettarselo.
    Perciò: è vero che Cofie ancora una volta ha deluso, ma onestamente non è che Hiljemark avesse fatto molto meglio fino a quel momento (mi sono rimasti in mente due assurde smorzate di petto davanti all’area di rigore, con palla regalata agli attaccanti avversari).
    È vero che Lamanna è parso insicuro, ma non è che con il Munoz di ieri e il solito Orban (peraltro in ripresa) si possano dormire sonni tranquilli…
    È vero che Pinilla ci ha capito poco e non l’ha praticamente mai presa, ma è anche vero che il primo tempo non abbiamo fatto altro che scaraventare mele al porco.

    Speriamo comunque che finisca presto il mercato e soprattutto che si riesca a sfrondare un po’ la rosa, perché onestamente non capisco che cosa restino a fare i Cissokho e i Brivio.

    Enrico

  13. robertogrifo says:

    Primo tempo inquietante, nella ripresa i ragazzi mettono in campo tutto quello che hanno e raddrizzano la partita. Certo che anche i cambi hanno avuto il loro peso, Taarabt ., Pandev e anche Nitcham hanno fatto cambiare marcia a tutta la squadra. Rimane la prova della difesa da bollino rosso.Il primo è un gollonzo, nel secondo la finta di Chiesa fa fare a Izzo una magra figura e anche Munoz non ne esce bene, nel terzo mi sembra che i riflessi di La manna non siano all’ altezza. Mi auguro che il punto porti un po’ di autostima e di serenità, indispensabili per tornare alle belle prestazioni del girone d’andata.
    Anche a me piacerebbe che il prossimo anno si costruisse una squadra intorno a Simeone, ma credo che specialmente nel caso chiudesse il campionato a 17 18 gol, Preziosi non si farà sfuggire l’ occasione di fare un colpaccio…magari, finalmente si raggiungerà il pareggio di bilancio….😊😊😊

  14. Asa says:

    Scusa ma con tutto quello che sai è hai scritto come puoi dire scrivere e pensare che si possa costruire una squadra intorno a un giocatore?
    Questo è venduto sicuro sicuro a Giugno e pare alla Lazio.
    Ti ricordo che abbiamo raggiunto il record con Ocampos….. SEI MESI.

    • Giovanni Porcella says:

      Io ho scritto un’altra cosa….sarebbe bello che ma non con questo sono sicuro che……

      • Asa says:

        … Sarebbe bello costruirgli intorno una squadra, chissà….
        Questi è un copia incolla il chissà presuppone speranza, possibilità, fiducia.
        Tutte cose che purtroppo sappiamo bene essere utopia con questo personaggio.
        Questo signore è persino riuscito a spegnersi l entusiasmo e qualsiasi genoano datato di brutte cose ne ha viste x così.
        Ciao

  15. alberto says:

    nn si fa altro che parlare di Preziosi… 10 anni di A da una parte…plusvalenze, fallimento, meglio la B (!?!?) dall’altra..sembra che il vincere o perdere rappresenti una rivalsa nei confronti di chi la pensa in maniera opposta…una follia..e una menata pazzesca. Nn sono ne pro ne contro Preziosi..sto col Genoa. Costruire intorno al cholito? Commenti scontati..già venduto..vignette..ironia… Si sarebbe bello..ma sai benissimo che se ti arriva uno che gli da 2,5 ml parte…con o senza Preziosi. Lo ha già detto in tutte le salse..salvezza tranquilla l’obiettivo..quante volte lo abbiamo sperato! Certo è criticabile il metodo, ma se l’obiettivo è raggiunto che faccio..lo contesto? Ma siamo così convinti che con un metodo diverso e lo stesso risultato saremmo felici e contenti? Nn credo proprio.. Se l’obiettivo nn mi soddisfa nn parteciperò più..ma se partecipo non me la prendo di certo con Cofie, Lamanna, e altri che nn fanno mancare l’impegno. Scusa lo sfogo..ma oggi siamo diventati bravi in tutto tranne una cosa..fare i tifosi! Sento dire che la TO non contesta…spesso sono d’accordo con loro..a volte no. Un autorevole esponente ha scritto critiche che condivido nei confronti di Preziosi..e ha scritto parole durissime nei confronti di taluni tifosi…e su questo sono particolarmente d’accordo. Ci siamo sempre detti che i Genoani apprezzano la maglia sudata…una volta si. Ora è il turno di Cofie… ha sostituito nelle critiche Veloso che è il genero (!?!?) e nn correva (!!!). La maglia di Cofie a fine partita è sempre da strizzare! Saluti e Forza Genoa.

    • DanieleGenoa says:

      Concordo su Cofie. Si sbatte e corre per tre e recupera 30 palloni a gara. Chiaro che se deve impostare lui ne sbaglia metà…ma non dovrebbe essere lui ad impostare. Lui deve recuperare palloni e passarla al centrocampista a fianco che imposta.
      La maglia lui la suda sempre e tanto mi basta.

  16. LAURA1962 says:

    Buonasera a tutti. Per me Lamanna e’ un buon portiere, lo scorso anno ha fatto bene come in tutte le altre occasioni in cui e’ stato chiamato in causa. In questo momento penso che anche Perin prenderebbe qualche gol di troppo. Comunque dopo la bella reazione di ieri da parte della squadra sono più’ fiduciosa e serena.
    Un plauso a Juric, sempre sincero e diretto nelle sue dichiarazioni. Mi piace.
    Forza Genoa!

  17. Asa says:

    Tanto più che proprio voi sul Vs. Sito dite che vale 30 milioni.
    Pensa come se lo vende, non vede l’ora ragazzi, poi come sempre se vale 30 lo vende alla metà perche siamo alla canna del gas e quindi chi compra lo sa e ti da quello che vuole, tanto sei costretto…..

  18. massimo says:

    che bello per noi genoani sentirsi dire e vedere quanto vale e a chi vendere Simeone…anzi che cercare di trattenerlo almeno un anno in piu’. invece come al solito sara’ il prossimo a partire insieme agli altri che hanno mercato ( izzo, laxalt, perin ) e altri che faranno bene da qua a fine campionato.

  19. bruno says:

    Buongiorno Giovanni e buongiorno a tutti.
    Daccordissimo sul fatto che il popolo genoano non veda l’ora di tifare per una squadra che viaggi in alta classifica ma soprattutto che lotti per qualche obbiettivo. Anche se penso che questo sia il sogno di tutti i tifosi, non solo il nostro. Ma questo quando potrà mai accadere? Chi ci potrà portare a questi traguardi? Quando si parla di estimatori di Preziosi come ad esempio nel mio caso, è un concetto sbagliatissimo. Ciò che fa questo presidente, è sotto gli occhi di tutti. Non è che non lo si veda, anzi!….Il fatto è che a mio parere, visto che nessuno e ribadisco nessun imprenditore serio ha intenzione di investire nel calcio, tantomeno nel Genoa, questo presidente è da considerare il male minore, sempre secondo me. Ribadisco, non il meglio…bensì il male minore! Un altra considerazione…Preziosi è qua dal 2003, se questi ultimi campionati sono considerati piatti e senza stimoli, il prima cos’era!?

  20. Mauro says:

    Caro Giovanni, ormai la tifoseria genoana e’ narcotizzata…ci hanno abituato a credere che chiunque possa o addirittura debba esser ceduto senza fiatare…quindi cosa sogniamo a fare la squadra costruita intorno a Simeone? Vuoi sapere come la penso? Non andra’ al Liverpool per 30 milioni….andra’ alla Roma o all’Inter per 7 milioni subito, il prestito di Scaccabarozzi, i tre/quarti di un magazziniere e altri 4 milioni pagabili nei prossimi 24 anni…..per onorare la solita cambiale che forse un giorno anche voi giornalisti riuscirete a spiegarci a cosa e’ dovuta..cosa c’e’ dietro…ecc. ecc. Noi fiduciosi aspettiamo un sano “giornalismo d’inchiesta”……..

  21. Francesco Oreginarossoblu says:

    Come sei freddo Giovanni.

  22. alberto says:

    Supremazia cittadina? Loro attualmente sono più forti e anche più belli. In prospettiva non c’è confronto a loro vantaggio. Hanno almeno quattro giocatori che devono solo assumere continuità e sono da squadroni. In più l’incredibile Viperetta non disfa la squadra ogni mezzo campionato e, mi dispiace, ma l’esperienza negli allenatori è fondamentale (sono contento per Pioli molto meno predestinato di altri).

  23. Mirko says:

    Simeone, bravo. Godiamocelo un paio di mesi, non di più. Poco prima della fine del torneo cominceranno impietose le voci di mercato che lo accosteranno ad almeno dieci squadre, tra cui alla fine ci sarà quella che se lo prenderà per 15 milioni pagabili in tre anni. Io, a questo punto, se davvero ci fosse volontà di monetizzare, metterei sul giocatore una clausola di 50 milioni. Ma purtroppo credo che il giocatore si stato preso su precisa indicazione di qualcun’altro e li andrà a finire, dopo aver fatto la sua brava stagione di maturazione al Genoa. Come il prosciutto.

    • Mauro says:

      quando hai un progetto sportivo TUO…metti le clausole rescissorie …quando sei un mercante e basta…no.

  24. Paolo says:

    Buongiorno Giovanni.
    Purtroppo Simeone non andrà a 30 milioni perchè non si sa come mai ma si vende in italia e a prezzi bassi… e di certo non gli si fa la squadra intorno… oramai lo sappiamo.
    Altro punto, non bisogna abbassare la guardia, malgrado il nostro pareggio il Crotone ha vinto…
    Infine 11 anni di A, tanta roba, vero, ma Genova ha 600.000 abitanti, contando anche il Doria comunque sono solo 10 le città con più di 300.000. Diciamo che in A dovrebbe essere comunque la nostra dimensione standard.
    Ma a prescindere la cosa che a me da fastidio, e mi ha fatto perdere la voglia di vedere il Genoa, e contando che non mi sono mai lamentato di Preziosi, è che gli accordi presi con le grandi non tengono mai conto delle nostre esigenze. Rincon è partito per non giocare nella Juve… poteva partire un paio di partite dopo (di cui una contro la Roma diretta concorrente Juve)? Si possono fare tutti gli accordi ma senza considerare questo campionato già finito dopo soli 3 mesi… oramai si, è più lungo il calcio mercato che il campionato…

  25. alberto says:

    caro Giovanni siamo in serie a da tanti anni. vero. ma ti sembra serie a questa. se lascia il giocattolaio chi arriva .non mi piace la storia della fondazione credo comunque che stiamo andando verso un altro calcio non più fenomeno popolare ma spettacolo televisivo regolato dalle leggi di mercato non so per quanto tempo reggera lo zoccolo duro dei tifosi hai perfettamente ragione quando hai fatto notare le locandine del secolo di domenica scorsa che non parlavano di genoa e samp

  26. Francesco Oreginarossoblu says:

    Dopo le parole di juric sono certo che non sarà l’allenatore del prossimo campionato.

  27. Rossaeblu says:

    Certo se Preziosi mettesse una bella clausola sulla vendita come fanno tanti suoi colleghi con qualche ambizione ( diciamo 50 mil ), sarebbe un bel segnale per noi , un sintomo di programmazione Sportiva , ed in caso di vendita si metterebbero a posto davvero tanti conti . Invece gia’ si parla di opzione al Milan ( ormai genoa- 2 ) quindi mi aspetto la solita vendita a prezzo da amicone . Ormai sono prevenuta, purtroppo

  28. Francesco Oreginarossoblu says:

    Ho letto proprio ora che Simeone è stato opzionato dal Milan per giugno.Non ho parole.Lo avevo previsto.Ma perché non se ne va quel tizio?Non lo posso ne vedere ne sentire.

    • Ste says:

      Ma ogni cosa che esce sul web la prendete per oro colato? Ma come fa il Milan a opzionare gente che in questo momento non ha i soldi nemmeno per comprare un pallone visto che il Silvio non caccia più un euro e si aspettano i soldi dei cinesi…. Ma leggete bene e cercate di capire le notizie dalle bufale…..

  29. PieroValleregia says:

    …tre punti con il Sassuolo ? mi basta il pari e poi vorrei, tantissimo, vincere a Napoli…
    e vincere pure bene…
    saluti
    Piero e famiglia

  30. DanieleGenoa says:

    Purtoppo all orizzonte non c è nessun compratore, quindi è inutile contestare per mandarlo via. Invece è giusto e sacrosanto essere contrariati per l atteggiamento della società. Rincon voleva andare e va bene ma prima si trova il sostituto. Pavoletti al 30-12 era già a Napoli? Ok allora al 30-12 il sostituto dwve essere a Pegli. Questo gli si chiede. E poi di mettere giù una volta per tutte le cifre. Ad esempio metto cifre non veifocate ma ipotetiche: Ogni anno i costi sono circa 60Mln. I ricavi escluso il calciomercato sono circa 50Mln. Ogni anno servono 10Mln dal mercato. Ok almeno lo sappiamo. I debiti da chiudere sono ancora 40Mln e nei prossimi 2-3 anni contiamo di chiuderli.
    I tifosi vogliono sapere solo questo.
    É mai possibile essere chiari?

  31. alberto says:

    Francesco Oreginarossoblu ha ragione il Prez non è credibile una opzione ad una squadra che non può spendere e non conosce il suo futuro. Sul piano personale approvo la tua ultima frase. Pavoletti, Ocampos e Rincon sono operazioni che hanno una logica e due non si potevano evitare. Con l’ultimo mercato hanno dato ragione al Gasp. Degli acquisti dell’estate 2015 è rimasto solo Lazovic ma anche lui ha i suoi difetti.
    Cari genii calcistici societari la cacciata di Gasp è imperdonabile non tutto il resto!

  32. Andrea says:

    Lamanna Izzo Burdisso Munoz Edenilson Cataldi Veloso Laxalt Palladino Simeone Tarabt

    Questo è quanto…..di più non abbiamo…..non faccio commenti ci salviamo ma la squadra è quella che è…..dobbiamo solo sperare che il marocchino che è un campione metta a posto la testa e dimostri quanto vale e sperare che il cholito continui nella sua crescita….

    Questa è una squadra da salvezza niente di più questa è la dimensione che, con la società che abbiamo, possiamo avere nulla di più.

    Forza Grifone sempre

  33. Mauro says:

    Una volta se non si era contenti dell’operato della societa’ si contestava e si diceva “VATTENE”…adesso ci si sente piu’ maturi e si ragiona da commercialisti dicendo : Ma se va via lui , poi chi viene ? Che e’ il solito ragionamento da “maniman” e non da tifosi. Visto che il Sig. Preziosi dice che i “tifosi devon fare i tifosi”…gli auguro che tornino a fare i tifosi come negli anni 80′ …..Continuo a non capire cosa ci sia “dietro” a questa “tregua” della Nord…….

    • Ste says:

      questo me lo chiedo anche io da tempo, l’anno scorso a contestatre tutto e tutti quando c’erano pochi motivi, quest’anno dopo questo scempio di mercato e squadra sgonfia misteriosamente dopo Palermo silenzio assordante..ah si però la Speloncia è andata a fermare pacificamente l’autobus della squadra. Gentiluomini.
      A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca diceva qualcuno.

  34. Filippo says:

    Scusa Giovanni, visto il tuo ruolo di giornalista potresti far notare al nostro presidente le differenze che ci sono tra ciò che ha detto ieri al Pio e ciò che aveva detto sei mesi fa con i tifosi?
    Mi sembra ci siano delle forti differenze a distanza di poco tempo. Dove sta la verità? Non si può dire: i momenti difficili sono alle spalle, teniamo Rincon perché me lo ha chiesto l’allenatore e poi si vende Rincon e si dice che i momenti difficili andranno avanti sempre, a meno che non arrivino altri.
    E poi: le difficoltà attuali non sono figlie di una politica sbagliata fatta dalla società fino a pochi anni fa? Di chi sono le colpe se oggi la licenza UEFA non possiamo ancora permettercela?
    Lo scoramento attuale della tifoseria deriva dalla poca chiarezza, non dal fatto che si voglia vincere lo scudetto!
    Grazie

    • Filippo says:

      Aggiungo: la dichiarazione di oggi che Simeone lo vede bene al Napoli o alla Juve, riportata sul vostro sito, come se stesse vendendo un tir di gormiti aumenta la sensazione di disagio…

      • PieroValleregia says:

        salve
        io Simeone, come tanti altri transitati al Pio giusto lo spazio di un mattino, lo vedrei bene solo al Genoa.
        Ieri sera con moglie e figlio più grande, ho seguito, come tutti i giovedì, Gradinata Nord e siccome dopo un certo orario la mia connesione telefonica e internet sparisce, quindi non avendo potuto provare a intervenire in diretta, lo faccio da qui.
        Avrei tanto voluto essere in studio e rispondere a dovere alle farneticanti, senza senso e provocatorie affermazioni di tale Cristina Morosini; per questa signora ( o signorina) va tutto bene così e ripete il solito ritornello dei dieci anni, delle plusvalenze e poi, arrampicandosi sugli specchi è arrivata ad affermare che anche la Juventus ha avenduto Tevez, Pogba e Vidal, omettendo (lo ha dimenticato o è in malafede ?) però di dire che una volta venduti questi ha provveduto a rimpiazzarli con Higuain, Pjanic, Rugani e giovani emergenti e che questi (Vidal, Pogba, ecce) non sono stati alla Juve solo sei mesi e, sopratutto, non sono stati venduti per un piatto di lenticchie (per giunta a rate).
        Ha paragonato il Sassuolo al Genoa…ma questa signora (o signorina) per chi tifa ? per il Molassana ? perchè il Molassana può essere paragonato al Sassuolo (anzi, ha sicuremente più tifosi dei neroverdi).
        Non sa questa signora (o signorina) che il Genoa è la prima squadra di calcio italiana e che ha un albo d’oro, se pur datato, di tutto rispetto ? il Sassuolo cosa ha vinto ? la Coppa dei salumici emiliani associati in finale contro Grondola Guinadi ?
        Ci è mancato solo che dicesse che è stato un bene non fare la UEFA (squallida figura in diretta mondiale)
        saluti
        Piero e famiglia
        ps: spero di non essere censurato

      • Ste says:

        il problema è che si fa sempre intervistare da sta belin di Radio Kiss Kiss che è di Napoli, e cosa vuoi che gli chiedano, del Genoa? Magari gli chiedono se un Simeone lo vedono bene al Napoli.. e per il gioco delle parti lui deve dire cose positive sul Napoli sennò non lo chiamano più.. Non si capisce come mai da sta radio si fa intervistare ogni due per tre mentre a Genova nessuno o quasi riesce ad intervistarlo, boh..

        • DanieleGenoa says:

          Può rispondere semplicemente: “Vedremo, non è detto che debba per forza andar via del genoa, anche perchè in una grande squadra può fare panchina, mentre nel Genoa potrebbe giocare titolare per 2-3 anni. Magari se riusciamo a fare una bella stagione ed andare in Europa Leaugue potrebbe fare anche la gavetta europea con noi…” potrebbe ma visto che a Preziosi non interessa nè andare in europa ne avere un ossatura per qualche anno consecutivo partirà presto…

    • DanieleGenoa says:

      Esattamente…il sapere che anche se fai una stagione ottima non vai in europa è davvero da tagliarsi le palle…ricordo in trasferta a Bergamo due anni fa, si respirava un aria fantastica, squadra che giocava unita e lottava nonostante assenze importanti e mercato di gennaio al solito invasivo, lottava e correva e il pubblico era finalmente di nuovo unito e partecipe…si respirava aria di europa…e qualche giornata dopo la mazzata della licenza…e nonstante tutto la squadra ha lottato fino alla fine arrivando 6°. Ma a che scopo? Immagino che RIncon, Pavoletti, Perin e co avrebbero fatto volentieri la coppa, per migliorarsi e mettersi in mostra, e fare esperienza…ci scoglioniamo noi figurati i giocatori…

  35. Andrea says:

    Preziosi è veramente un elefante in una cristalleria quando parla……dice cose e se le rimangia con la velocità della luce…..è talmente poco trasparente che non si ricorda nemmeno quello che dice a distanza di pochi mesi…..non ha rispetto per nulla e per nessuno, tanto meno per i tifosi…..io non so nemmeno come abbia fatto a riuscire a mettere su la giochi preziosi……troppe cose non tornano…..sono d’accordo con Filippo è giusto che i tifosi tornino a fare i tifosi…..gli ci vorrebbe una contestazione come quella fatta a Fossati e Spinelli altro che!!!

    Forza Grifo

  36. CasarzaRossoblù says:

    I conti si faranno in estate,quando dalle cessioni scontate di simeone e laxalt verrà incassata un cifra compresa fra i 30 e i 40 milioni(o almeno,questa sarebbe la cifra che riuscirebbe ad incassare una società seria). Soldi che in parte( e mi accontenterei già della metà) dovranno per forza essere investiti per via del fatto che la rosa conta almeno una decina/dozzina di elementi over 30 o comunque improponibili sul mercato.
    Anche perchè,facendo due rapidi conti, il valore del parco giocatori si restringerebbe solamente a:
    -Perin
    -Munoz
    -Izzo
    -Biraschi(?)
    -Beghetto
    -Hilijemark
    -Lazovic
    -Morosini
    -Ninkovic( che sta comunque dimostrando di non essere un giocatore da serie a)
    Le cessioni sono vitali per questa società, ormai è risaputo e lo si accetta. Dico solo che bisogna fare molta attenzione a non farsi prendere da un’eccesso di sicurezza/tranquillità,perchè a furia di vendere non vorrei che si rimanesse col cerino in mano…e in questo caso “Zamparini docet”. Nonostante i 60 milioni incassati in due anni da Dybala e Vazquez è arrivato ad un punto di non ritorno,riuscendo nell’impresa di costruire una squadra che forse farebbe fatica anche a qualificarsi per i play-off di serie b…
    Detto questo, lunga vita ai colpi low cost alla Perotti,nella speranza…che non siano tutti dei Gakpè
    Forza Genoa,Sempre!

  37. bruno says:

    Buongiorno a tutti, effettivamente anche io che non sono predisposto ad attaccare la società sono rimasto allibito quando ho sentito Simeone contento di essere stato riscattato, affermare di pensare solo al Genoa di non voler perdere la concentrazione, e di essere felice di ciò che gli ha dato il Genoa. Per contro contemporaneamente sentire Preziosi dichiarare di vederlo bene o al Napoli o alla Juve. Incredibile! Quell’uomo ama farsi del male da solo. Però attenzione, io ho letto anche di fare contestazioni da tifosi come una volta. Come si fece con Fossati e Spinelli. E qua io vorrei fare una distinzione. La contestazione a Fossati l’ho vissuta marginalmente in quanto ragazzino, quindi non partecipante, ma era dovuta all’esasperazione dei tifosi per la perenne permanenza in serie B da decenni e decenni, con una squadra fatta sempre di scarti e le apparizioni in A duravano solo il girone d’andata. Alla fine del quale eravamo già retrocessi. Con Spinelli invece l’ho vissuta, ed era una situazione diversa, dopo la coppa UEFA in un paio d’anni ha smembrato la squadra vendendo tutti, finendo in serie B con il solo Skuhravy perchè per ovvi motivi non era richiesto, con squadra e una società alla deriva. La situazione attuale mi sembra un poco diversa, la squadra bene o male tutti gli anni c’è, la società pur con tutti i casini che fanno c’è, ma sopratutto la cosa più importante, la permanenza in A fissa. Ora dato che è stato giustissimamente criticato soprattutto quest’anno, per aver venduto Rincon e Pavoletti senza aver prima preso i degni sostituti, non vorrei che si creasse la stessa situazione anche per il presidente e la società. Cioè farlo andare via senza avere un presidente/proprietario che lo sostituisca degnamente. Garantendo come MINIMO la serie A fissa. Praticamente, ciò che voglio dire è che non vorrei si buttassero via un paio di scarpe con un buco per poi andare scalzi.
    Forza Grifone sempre e comunque.

  38. Francesco Oreginarossoblu says:

    Personalmente ho vissuto tutte le proteste degli anni passati e per un motivo o per l’altro erano giustificate.La possibile contestazione all’attuale presidenza è un’obbligo di chiunque ama i colori più belli del mondo.Vorrei chiedervi:Quanti soldi ha investito nel Genoa?Quanti ne ha ricavati?Fatti i dovuti conti,perchè il Genoa cfc è sempre in passivo?Un’ultima domanda.Vi divertite nel vedere sempre transitare dei giocatori e mai gioire per traguardi raggiungibili?

  39. Enrico says:

    Indipendentemente dal contenuto del messaggio (che condivido), osservo che Skuhravy rimase perché rifiutò un trasferimento al Leeds. Dopo l’infortunio al ginocchio non era più lui, e Spinelli tentò di venderlo in tutti i modi.

    Onestamente non si può dire che Spinelli avesse smembrato la squadra, perché nello spareggio di Firenze col Padova in campo c’erano Torrente, Caricola, Signorini, Ruotolo, Bortolazzi, Onorati e Skhuravy stesso.

    La retrocessione fu dovuta, tra l’altro, a errori tecnici nella programmazione della squadra (vedi acquisti tipo Marcolin e Manicone, tutti bravi giocatori ma con la palla tra i piedi e lentissimi) e all’incapacità di rinnovarla da un punto di vista generazionale, perché molti dei nostri erano ormai a fine carriera.

    In questo senso è possibile che, paradossalmente, proprio la mancata cessione di Skuhravy, che avrebbe portato risorse economiche, abbia avuto effetti devastanti.

    Enrico

    >Con Spinelli invece l’ho vissuta, ed era una situazione diversa, dopo la coppa UEFA in >un paio d’anni ha smembrato la squadra vendendo tutti, finendo in serie B con il solo >Skuhravy perchè per ovvi motivi non era richiesto, con squadra e una società alla deriva.

    • Bruno says:

      Beh dipende dai punti di vista. Per me a partire dalla panchina dove non c era più un certo Bagnoli o non aver più giocatori come Eranio Branco Aguillera Panucci tanto x fare i primi nomi che mi vengono in mente, nn puoi certo sostituirli con Marcolin o Manicone!

  40. Francesco Oreginarossoblu says:

    Se muriel giocasse con noi lo avrebbe già venduto non 1 non 2 ma 3 volte.L’essere non deve mai più venire a Genova.

  41. carlo says:

    checchè se ne dica tutto questo è la conseguenza delle scellerate decisioni di preziosi, quindi, per cortesia, basta scusarlo e basta essere collusi con questo pessimo presidente

Lascia un commento

IL GENOA SI DOVRA’ SALVARE, PER QUESTO BISOGNA MUOVERSI

Banca Lazaard ha il mandato a vendere il Genoa ma per ora ha avuto solo alcune manifestazioni di interesse ma

TUTTO CAMBI PURCHE’ NULLA CAMBI

Andare avanti con Enrico Preziosi non mi pare che alla fine della fiera sia un dramma. Se guardiamo ai risultati

PREZIOSI, CELLINO E IL SILENZIO

Enrico Preziosi è pronto ad andare avanti. Come nel 2012. Anche allora aveva messo di fatto in vendita la società,

IL GENOA RESTA IN A, PREZIOSI E’ INAFFONDABILE

Una domenica da Genoa vale una salvezza difficile che permette ai rossoblu’ di rimanere in A e di guardare al

Search

Archivio