SCONCERTANTE

19 Dic 2016 by Giovanni Porcella, 46 Commenti »

Il Genoa col clamoroso e inspiegabile flop col Palermo ha cancellato la stagione fin qui disputata. Cosa è successo dal 3-1 al 3-4 finale? Un black out sconcertante. Simeone strepitoso con due gol, Ninkovic autore di una rete d’autore ma anche tanto Palermo capace di mettere a nudo un Genoa fragile, bloccato, quasi da beneficenza. I rossoblu’ hanno fatto dieci punti con le grandi come Napoli, Juventus, Milan e Fiorentina, mentre in casa hanno racimolato due punti cole le cenerentole Empoli, Pescara e Palermo. Una follia, una pazzia a cui nemmeno il tecnico Juric ha saputo commentare. Oltre alla sconfitta choc ci sono pure le conseguenze. Perin paga caro la sua reazione, Rigoni fuori, Veloso gravemente infortunato si rivedrà fra un mese che vada bene e con un Rincon con le valigie la partita di Torino di giovedì diventa un rebus. Il calendaripo non aiuta perché dopo la sosta ci sarà al Roma al Ferraris. Per questo la mancata vittoria con il Palermo sarà piu’ di un rimpianto per tutto il campionato.

46 Commenti

  1. giorgio says:

    solo una cosa: vergogna!

  2. Piergenoa says:

    Esattamente Giovanni, hai detto bene, un assurdo ed inspiegabile colpo di spugna su tutto ciò che di buono era stato fatto fin qui.
    Sono ancora attonito ed in realtà ancora senza vere parole, dopo l’umiliante spettacolo cui ho assistito ieri sera.
    Una scoppola che servirà ? Me lo auguro, perchè diversamente si può leggere anche come l’orlo del baratro…. non voglio pensarci.
    La formazione per giovedì sera è molto più che un rebus, è un mistero tipo quello delle piramidi o dei templari.
    Questa sembrerebbe la migliore che mi viene in mente:
    Lamanna; Izzo Burdisso Munoz; Laxalt Rincon Fiamozzi Lazovic; Edenilson Simeone Ocampos
    con questi limitatissmi possibili subentri, in caso di necessità:
    Orban
    Gakpè
    Pandev
    E che un pò di c@@o ogni tanto ci assista !
    Sempre Forza Grifo !

  3. Renato Tella says:

    Caro Giovanni,”sconcertante” e’ la parola giusta,voglio sperare che abbia pesato la partita di Giovedi’ con la viola..probabilmente sul 3-1 ad un grapoli di minuti dalla fine c’e’ stato un rilassamento generale credendo(erroneamente) di avere gia’ vinto..questi cali di tensione sono pericolosi perche’ si e’ veramente rivitalizzato un cadavere di squadra.
    sono invece ottimista sulle prossime partite,l’errore non verra’ ripetuto e a Torino sara’ un Genoa vero cosi’ come con la Roma alla ripresaLa nota gioiosa?questo incredibile Simeone che segna con regolarita’ stupefacente..praticamente Pavoletti puo’ anche partire,si riempiranno le casse ed il sostituto e’ gia’ in casa!A torino ci sara’ Lamanna che e’ una sicurezza,penso che bisognera’ giocarsela perche’ il Toro subisce molto in difesa..Speriamo di fare un Buon Natale..Auguri a tutti!

  4. Ste says:

    Sconfitta strana, molto molto strana… Fare dietrologia non piace mai a nessuno ma i primi 3 gol che abbiamo subito sono da operetta, per non dire da inchiesta. Il primo di Quaison manco Alberto Tomba faceva degli slalom così senza essere sfiorato da nessuno, Goldaniga riesce miracolosamente a colpire di testa in mezzo a due difensori, e Rispoli (si, Rispoli) pur in fuorigioco viene lasciato solo a far quel che vuole…boh…anche Perin non è più lo stesso ultimamente..
    L’ultimo gol lasciamo stare, una squadra sensata non prende quel contropiede con 3 che si presentano soli al limite dell’area….
    Come dice Giovanni il crollo è inspiegabile..infatti.. con l’ultima in classifica sul 3-1 in casa non ricordo rimonte del genere da una banda di scappati di casa come il Palermo, forse che Preziosi abbia voluto fare uno sgarbo a Sebastiani del Pescara con cui è in lite da quest’estate?
    Preziosi che parla di quando dobbiamo fare il salto di qualità non lo facciamo, sarebbe il caso che mettesse la società a posto con la licenza UEFA prima di dire certe cose, perchè a quanto mi risulta anche quest’anno per il momento NON la abbiamo.
    Ntcham per favore torna a Manchester in fretta.
    Juric ha grosse responsabilità perchè se non aveva nessun altro in panchina che Ntcham, d’accordo, ma quando vedi dopo 20 minuti che non ci da in una casa lo sostituisci con Ocampos e Rigoni va al posto di Ntcham e la partita magari non la perdevi. Mi sarei aspettato che in conferenza stampa si prendesse qualche responsabilità su questa sconfitta allucinante.
    Sembrano quelle sconfitte ad hoc per dire Ok il nostro lo abbiamo fatto il campionato è finito a Natale, tanti saluti e giochiamoci il nulla come al solito.
    Pavoletti e Rincon fuori per infortuni finti sono l’ultima stupidata che ci dobbiamo sorbire per paura che si infortunino senza riuscire a venderli.
    Ora come minimo mi aspetterei una prova gagliarda a Torino, ma non ci spero anche perchè il centrocampo è ancora più inesistente di ieri (Rincon sarebbe il caso che almeno un’ultima volta scendesse in campo vista l’emergenza).
    Unica gioia Simeone che mi sta facendo ricredere sulle sue qualità, bravo Gio.
    Ma che delusione………………….

  5. CasarzaRossoblu says:

    Beh che dire,la partita di ieri ha solo confermato che in questo campionato abbiamo ben poco da dire, quindi mi auguro che almeno in coppa italia si provi ad andare avanti il piu’ possibile, anche perche’ rimane l’unica speranza a cui possiamo aggrapparci in queata stagione all’insegna della discontinuita’.
    Infine un pensiero sulla vicenda rincon: a molti e’ sorto piu’ di un dubbio riguardo a questo infortunio, che assomiglia molto di piu’ ad una precauzione per scongiurare eventuali problemi che potrebbero comprettere la sua ormai imminente cessione.Ovviamente non esiste la controprova, ma nel caso in cui questa teoria fosse davvero fondata riterrei la cosa estremamente vergognosa ed oltremodo offensiva soprattutto per i tifosi.
    Auguriamoci in un torino in versione “Babbo Natale”

    • CasarzaRossoblu says:

      *Auguriamoci un torino in versione “Babbo Natale”,perche’ dopo questa bastonata il morale puo’ essere solamente ai minimi storici.
      Forza genoa,sempre!

  6. Giampaolo says:

    eccolo il progetto sportivo : tenere a riposo un tesserato determinante per non rischiare di perdere la sua vendita, simulando non ben identificati fastidi…..questo e’ preziosi…e questo intende per “aziendalismo”…..senza ambizioni , senza obiettivi…questo non e’ sport. Che se ne vada e al piu’ presto…abbiamo una dignita’. E tornare a Pizzighettone non mi spaventa, visto che li’ ci porto’ lui, grazie alle consuete malversazioni.

  7. robertogrifo says:

    Ho sempre pensato essendo genoano di aver visto tutto, ieri sera mi sono dovuto ricredere purtroppo.
    Premesso che sicuramente gli artefici di tanto scempio sono alcuni giocatori, credo che stavolta Juric ha grandi colpe. Prima di tutto una volta che corini ha fatto i suoi cambi, lui ha passivamente guardato la propria squadra annaspare senza tentare con un ultimo cambio di dargli un nuovo assetto.
    Capitolo Nitcham, e’ incomprensibile come un ragazzo con i suoi mezzi fisici e tecnici possa approcciare una partita in un modo così sciatto, senza in alcun modo pensare alla grande occasione che gli si presentava.
    Ancora non mi capacito di quello che e’ successo e il rammarico per l’ occasione persa e’ tanto, anche perché per alcuni minuti ho accarezzato il sogno di un Genoa con le ali spiegate verso traguardi importanti.

    • DanieleGenoa says:

      Concordo. Ad un certo punto Corini ha fatto aggiustamenti tattici e noi siamo andati in difficoltà…e il mister nostro non ha cambiato nulla…infatti si vedeva nonostante il vantaggio che sul piano del gioco faticavamo molto…e infatti è successo…
      Al mister imputo questo gia da tempo, il non fare mai cambi tattici durante la gare, mai cambiamenti….insomma quello prima era tacciato di integralismo ma almeno cambiava difesa a 3 o a 4 a seconda dell’avversario, giocavamo davanti a 3 o a 2 a seconda di situazioni e risultati…qui non ci si schioda dal 3-5-2 o 3-4-4 con rigoni che fa cambiare… mah. Cmq posizione classifica e punti vanno bene. Inutile sparare sul mister. Si farà. Saluti

  8. PieroValleregia says:

    salve
    stasera vado controcorrente; ho contato almeno 13 occasioni da rete del Genoa, contro una, nitida del Palermo, dovevi chiudere il primo tempo sul 3/4-0 e invece finisce 1-1.
    Nella ripresa, torni facile sul 3-1, subisci un goal assurdo su punizione da uno che doveva essere stato espulso (Goldaniga) poi ti annullano una rete valida, il 4-2 e ne danno una buona, il 3-3, in evidente fuorigioco; poi le belinate di Ntcham e Perin.
    Diciamola tutta, se il fallo commesso da tal Goldaniga (pericolosissimo e da arresto), lo avesse fatto un nostro, si beccava, giustamente il rosso diretto…non aggiungo altro
    saluti
    Piero e famiglia

  9. mauro boero says:

    Ciao Giovanni,

    emmo faeto ‘na caza e gh’emmo daeto ‘na minn-a dicevano i nostri vecchi. Detto che l’arbitro al solito non ci ha aiutato, goal del 4-2 annullato ingiustamente e loro pareggio in offside (ma succedera’ una volta che un arbitro si sbagli a nostro favore? Tra l’altro 17 partite 0 rigori a favore…siamo gli unici?), del nostro ce ne abbiamo messo a fiumi. Ieri, l’anno scorso col Carpi, due anni fa con la Roma,. ricordo un 3-4 simile col Bologna nel 2010, ogni anno incorriamo in una partita maledetta. C’e’ solo da sperare che la sconfitta non lasci strascichi.

    FORZA GENOA SEMPRE e BUON NATALE A TUTTI

    Mauro

  10. Enrico says:

    Crollo inspiegabile? A me è sembrato spiegabilissimo: l’ultimo quarto d’ora eravamo cotti, le gambe andavano in automatico, ma il cervello era spento. Forse un po’ di turn over in avvio ci avrebbe dato un po’ di autonomia in più nel finale: Laxalt e Burdisso hanno bisogno di rifiatare, Lazovic all’inizio ha sofferto il fisico di Aleesami, Izzo quando è uscito era paonazzo. Comunque la squadra gioca bene, avremmo potuto fare 4-5 gol anche ieri sera. Sul 3-3 ho dato fondo alle mie riserve di parolacce, al 3-4 sono corso a cercare il defibrillatore, però oggi, a mente fredda, devo dire che fin che la squadra ha tenuto fisicamente ha fatto anche tante cose buone. Sursum corda e forza Genoa!

    Enrico

  11. Andrea says:

    la colpa è principalmente di juric non ha spiegato perché non ha spostato rigori a centrocampo che ncham fosse in difficoltà lo vedeva anche un cieco non capisco perché si ostnini fino in fondo a non fare le mosse giuste come allenatore non legge in corso le partite e questo è un grave limite. Si fissa e non c’è’ verso che modifichi. A sua difesa il fatto che la panchina di brocchi del Genoa non farebbe un campionato dignitoso in serie b.

  12. Bruno says:

    Buonasera Giovanni e a tutti…mi rifaccio a quello che ha detto ieri sera Arnuzzo che reputo un ottimo ed equo opinionista, nonostante la sua fede sia blucerchiata. Il Genoa di ieri è lo stesso che ha battuto juve milan e fiorentina. Come è lo stesso allenatore che ha guidato la squadra. Cerchiamo di non esagerare con le critiche. È stata sicuramente una brutta mazzata, però nn dimentichiamo tutto il resto del campionato. Juric è un giovane allenatore, esordiente in serie A… e come tale mi sembra abbia bisogno di attenuanti ma soprattutto di lavorare tranquillo . Stargli troppo addosso in queste situazioni, sebbene ieri si sia sbagliato tutto, penso lo faccia lavorare più male e faccia di conseguenza il male del nostro Genoa. Forza grifo comunque.

  13. nicola says:

    Che disastro!
    Bisogna però ammettere che era evidente che ieri sera la squadra non ha mai funzionato e già dopo un quarto d’ora del primo tempo – pur in vantaggio – era in debito di ossigeno e di idee e stava permettendo ad un Palermo allo sbando di “prendere campo” e morale, di alzare il baricentro e metterci in difficoltà.
    Persino sul 3 a 1 mi sono reso conto che le cose si stavano mettendo male, e non riesco a capire come non se ne siano accorti l’allenatore e i giocatori di maggior carisma in campo.
    Non era però possibile immaginare di arrivare a perderla, a meno che ….
    Perchè quest’anno di cose “strane” ne sono accadute parecchie: il Milan che viene a Genova e non schiera Abate e Suso, sguarnendo la catena di destra laddove, guardacaso, abbiamo affondato già dal primo goal di Ninkovic; la Fiorentina che lascia fuori i suoi due migliori attaccanti e viene a perdere quasi senza opporre resistenza.
    Noi che ieri, perso Miguel, non solo inseriamo l’immaturo ed indisciplinato Ntcham e consegnamo loro il centrocampo, ma togliamo Laxalt per inserire (a sinistra!) il peggior Edenilson che si sia mai visto.
    Bastava mettersi con un 3 5 2 arretrando Rigoni, avanzando Lazovic e piazzando Edenilson a dx al posto di Ninkovic che, lo sappiamo, non rientra.
    Penso che Juric, mi spiace dirlo, non sia al momento – dal punto di vista prettamente tattico – un allenatore da Genoa: non ha mai azzeccato i cambi in ogni partita sino ad oggi e nei momenti di difficoltà non ha mai saputo dare la svolta con qualche intuizione determinante.
    Questo detto da uno al quale Gasperini non era certo …”simpatico”.
    Ha però sicuramente l’attenuante che l’organico, tolti i 13 /14 di base, è davvero deficitario e di qualità non eccelsa.
    Per cui l’unica cosa positiva della sciagura che davvero ci rovina il natale è pensare che forse la dirigenza dovrà rendersi conto che questo è un organico “povero” e che non può essere privato dei giocatori chiave (Rincon e Pavoletti) senza adeguati e pronti rimpiazzi perché siamo ancora, e saremo di più dopo le prossime tre giornate (Torino, Roma e Cagliari), a rischio.
    Chi conosce la storia del Grifo sa che siamo riusciti in imprese impossibili, per cui dobbiamo cercare di raggiungere quanto prima i fatidici 40 punti che dovrebbero garantire la permanenza in A; perché sono certo che almeno due di quelle in zona retrocessione cominceranno presto a fare punti, magari proprio con noi.
    Lo so, mi materializzo sempre quando le cose non vanno bene, ma è – credetemi – per amore.
    Sempre Forza Grifo

    • DanieleGenoa says:

      Concordo sulla prestazione…io mio fratello e mi padre ce lo dicevamo tutti e tre che si vincevamo per la pochezza del palermo dietro ma si faticava…non capivamo come non lo vedeva l’allenatore o chi per lui…
      Per il resto non credo si rischi nulla quest’anno. E juric è bravo, migliorerà e fara bene. Inutile sperare di più. La società non vuole andare in europa, inutile provarci…quando l ha fatto il precedente mister si è guadagnato l’allontamento per differenza di vedute…

  14. massimo says:

    vergognosa sconfitta, ci hanno deriso tutta italia. pavoletti gia’ un ex, rincon lo seguira’ a ruota, ma preziosi non aveva detto basta rivoluzioni ?
    e il brutto e’ che dobbiamo rimpiangere veloso perché chi e’ entrato al posto suo ha fatto peggio, pensavo che fosse impossibile giocare piu’ lenti di veloso.
    solito genoa senza obbiettivi.

  15. Andrea says:

    Caro Giovanni,

    io credo che dietro a questa vergognosa sconfitta ci siano due questioni: 1) Juric ha volutamente dimostrato che a centrocampo siamo un disastro (Ntcham, Veloso, Cofie e Rigoni sono poca cosa per come li vuol far giocare) distruggendo definitivamente la politica di Preziosi che in barba a tutte le promesse si venderà di nuovo mezza squadra per i suoi interessi e non per quelli del grifone. 2) Preziosi ha ormai tessuto la sua tela con Milan, Inter, Juve e Roma promettendo loro i nostri migliori giocatori sia a fine anno sia a Natale se si è già quasi salvi. A noi prestiti e valorizzare i loro scarti o mezzi giocatori che poi ritornano o sono rivenduti. A noi il nulla se non mezzi campionati e false speranze. Anzi direi PRESE IN GIRO. A questo punto come tifoso abbonato da anni che si sente preso in giro dal Sig. cacciapalle non mi resta che una cosa da fare non abbonarmi più e non andare più allo stadio. Saluti

  16. Paolo1893 says:

    Ciao al forum,
    non so se i gol presi ieri sono da ufficio inchiesta o meno, sicuramente presi in modo quanto meno anomalo, anche perchè gol allucinante lo puoi prendere ma 4 in una partita tutti insieme…diciamo che sospettare è peccato ma spesso ci si azzecca.
    Secondo me questo campionato è molto anomalo nel senso che a giocarsi il nulla ci sono più squadre del solito; a a GE l’unica cosa che ci si può giocare è la supremazia cittadina ma giusto per la gloria ed il menaggio da bar.
    Le squadre papabili per la retrocessione sono 4 e già definite, lo scudetto alla Juve, combatteranno un pò per la Champions e quelle che non ci vanno andranno in Europa League, ma le squadre del livello della nostra si giocano appunto il nulla.
    Andare in Europa a patto d’avere la licenza provocherebbe le solite polemiche del tipo cosa ci andiamo a fare che i giocatori spendono energie e ne risente il campionato.
    Insomma interesse per il campionato da elettrocefalogramma piatto.
    Urge tornare a 18 squadre, com’è in previsione, se non 16 per mettere un pò di pepe.
    Un abbraccio,
    Paolo

    • Giovanni Porcella says:

      nel calcio ci sono stati una marea di 4-3 clamorosi. Sono follìe altrimenti tutte le partite razionalmente finirebbero 0-0

  17. agati valmero says:

    juric è presuntuoso bastava stare a posto a centrocampo e ripartire. invece ha continuato a giocare come se fossimo 0a0.Come nel derby ha lasciato la panchina solamente allo scienziato del calcio Corradi che invece di concentrarsi con i giocatori ha riso tutto il tempo del riscaldamento……tanto Corradi sa di essere un fenomeno.Mi dispiace juric è bravo ma pecca di presunzione nel calcio per vincere ci vuole rispetto non fantasie da 1a cat.

    • Paolo1893 says:

      o comunque mettere Nitcham trequartista e Rigoni a fianco di Cofie a centrocampo.
      Non il francese a centrocampo con Cofie.

  18. LAURA1962 says:

    Per me c’e’ stata grande sottovalutazione dell’avversario, sul 3 a 1 rilassamento totale e credere di averla ormai vinta. Non ho altre spiegazioni.
    Per me fino all’uscita per infortunio di Veloso buona gara, tante occasioni purtroppo non concretizzate. Buono anche l’apporto di Cofie.
    Dopo una serie di errori e dormite incredibili.
    Peccato davvero, con 26 punti e magari un pareggio a Torino, si andava alla sosta a 27 punti.
    Per quanto riguarda Mattia, al quale tutti vogliamo tanto bene, sarebbe meglio che si calmasse un po’. Una giornata sola, e’ andata bene. E meno male che abbiamo Lamanna, degno sostituto.
    Detto questo, sempre e comunque Forza Genoa, sperando che si possa arrivare a vedere una squadra un po’ piu’ equilibrata senza tutti questi alti e bassi.
    Saluti a tutti.

  19. alessandra says:

    Caro Giovanni, perché non avete pubblicato il video con le interviste ai nostri tifosi post partita Genoa-Palermo? Avete messo due video con interviste presto partita e stop.. vorremmo vedere cosa dicono i tifosi all’uscita dallo stadio.
    Grazie!!! E forza Genoa sempre

    • Giovanni Porcella says:

      Le interviste le abbiamo date in onda e messe sul sito, forse sono state tagliate un po’ perché erano molto lunghe, io ero fuori ma le ho viste sul sito, ci sono.

  20. genovaold says:

    Non sono completamente d’accordo. Se pur sconcertante, per come avvenuta, questa sconfitta non può e non deve cancellare una stagione, in fondo puo’ capitare a tutti Juventus compresa che è stata dal Genoa asfaltata. Secondo me la maggiore responsabilità è di Juric che con i cambi, anche se alcuni forzati, ha sbagliato strategia.
    L’espulsione di Perin si puo’ anche giustificare, non ha fatto un atto cosi’ violento tanto si è che ha preso solo una giornata, i nervi possono saltare a tutti e Juric ne sa qualcosa essendo anch’esso stato espulso 2 volte.
    Niente disfattismo, abbiamo una squadra giovane e con elementi interessanti che potranno solo crescere e sono convinto ci daranno ancora soddisfazioni.
    Forza Genoa sempre e comunque.

  21. Ste says:

    Vero anche noi abbiamo umiliato la Juve, ma dalla partita successiva hanno ripreso il loro cammino come se niente fosse. Quelle sono squadre.
    Per cui se andassimo a Torino a fare il nostro dovere, a vincere la partita o per lo meno a giocarcela fino all’ultimo, benissimo, ma sono sicuro che non sarà così, vuoi per defezioni, vuoi per stanchezza, vuoi per basso livello del morale, vuoi per varie ed eventuali.

  22. alberto says:

    Quando una squadra perde in questa maniera da tutte le parti si comincia a tirar fuori l’ufficio inchieste..qui poi siam maestri…rincon poi che fingeva un mal di schiena e preziosi che magari gli ha portato il bustino per dimostrare che non stava in piedi…mah..semplicemente tolti burdisso, rincon e veloso (e due non c’erano), questa squadra ha limiti di personalità e sostanza..e sono adati completamente in barca….per me è tutto qui..e non è poco visto che veloso ne ha per tanto e rincon pare vada…
    Alberto

    • Giovanni Porcella says:

      concordo alberto, c’è abbastanza per salvarsi manca qualcosa per guardare in alto, soprattutto con certe assenze

      • Paolo1893 says:

        Sicuramente è vero che tolti Burdisso Veloso e Rincon la squadra manca di personalità, Veloso e Rincon rappresentano i due titolari di centrocampo, al nostro livello sostituti all’altezza non è facile averli, se ne manca uno una pezza ce la metti, ma se mancano entrambi è molto complessa la cosa.

        Detto questo, non è una giustificazione la rimonta del Palermo in zona cesarini perchè ci siamo portati sul 3-1 dopo l’infortunio di Veloso …a stò giro l’errore principale è stato del mister che doveva arretrare Rigoni a fianco di Cofie e mettere Nitcham dietro le punte.
        Ciao,
        Paolo

      • Giampaolo says:

        si ma Giovanni se non siete voi che lo mettete nell’angolo andando (con inchieste e martellamenti ben fatti) a dimostrare che non si vuole fare il salto sportivo per interessi piu’ o meno loschi….noi tifosi cosa possiamo fare ?

    • Piergenoa says:

      Citerei anche Izzo e Munoz, non a caso la difesa e la coppia immediatamente davanti.
      La cui assenza, domenica sera, non a caso ha messo in crisi anche la difesa stessa.
      Per il resto, d’accordissimo e…speremmu ben.
      Sempre Forza Grifo !

  23. Rosa ANGELA says:

    Condivido al massimo con ciò che dice GIOVANNI PORCELLA SPERIAMO BENE

  24. francesco says:

    Una VERGOGNA! Poco importa vincere con Milan, Juve e Viola, se poi si va incontro a queste figuracce dove i tre punti sono il minimo sindacale.
    Come l’anno scorso, Bologna e Carpi, anche quest’anno col Palermo lo stesso film.
    Giocatori troppo leziosi e un allenatore che ha ancora troppo da imparare dal suo maestro.
    Ma ripeto: questa situazione l’ha creata il Prez, che speriamo vogli/possa metterci rimedio.

  25. Ste says:

    Per favore Giovanni modificate l’articolo su Pinilla sul sito.
    “Per il cileno, molto amato dalla Nord perché nemico giurato dell’odiato Gasperini..”
    Non si può leggere una roba del genere. E la gente non vede l’ora di ricamarci. Grazie

    • DanieleGenoa says:

      Non ho visto questo titolo…e se fosse è di una gravità assoluta!!
      Pinilla è andato via perchè non accettava di fare la riserva. Tra l’altro è stato un pirla perchè ha sbottato troppo presto, e se avesse aspettato rimaneva da titolare visto che Matri è andato via perchè il Milan propretaria del cartellino lo ha voluto girare alla lazio.
      Lo stesso accade a Bergamo, ma non da ora. L’anno scorso quando non giocava era sempe a mettere zizzania e lamentarsi che uno come lui non può stare in panca (infatti che carriera…). Ora ovvio che non ci sarà amore con Gasperini, ma Pinilla fa tre partite buone e altre indecenti…lo dice la sua storia…e ora hanno Altri 3 centravanti (Petagna, Pesic e Paloschi infortunato)…e imvece di cercare di meritarsi il posto fa polemica…solito comportamento. Ma daltronde quando va via lo rimpiangono solo i proprietari dei locali notturni…
      Che poi a una certa parte della tifoseria non piaccia Gasperini non è una novità…come non gli piaceva Bagnoli…i due migliori tecnici della storia dal dopoguerra…lro si che se ne intendono…

    • Rinaldo says:

      Pienamente d’accordo Ste!

  26. DanieleGenoa says:

    Tra l’altro ho i miei dubbi che venga a fare la riserva di Simeone…

  27. Bruno says:

    Mah che vincere con juve milan e fiorentina “poco importa” io nn sono daccordo. Importa eccome! Sono cmq grosse soddisfazioni. E vorrei cmq ricordare che si, è vero…juric ha sicuramente ancora molto da imparare, ma quest anno abbiamo molti più punti dell anno scorso nello stesso periodo nonostante un Pavoletti che si è visto ben poco. Io insisto…lasciamo lavorare tranquillamente il mister che la squadra lo segue e si impegna.

  28. Fabrydt says:

    Buongiorno,
    Sassuolo, Inter, Palermo ora Torino mostrare una superiorità di gioco avere svariate occasioni per chiudere le partite e portare a casa 0 punti, sventolando la cosa con una certa soddisfazione come fa Juric, non può più essere una scusante bisogna avere l’onestà di fare outing e dire chiaramente che è un problema.
    Il mercato allo porte con un Pavoletti in uscita e mister X in entrata che credo difficilmente possa essere un valore aggiunto, quasi certa anche l’uscita di Rincon il cui alter ego con la rosa attuale è identificato da Jurc in Ntcham (IMPERDONABILE), spifferi anche su Izzo e Munoz. Un Brivio che non si capisce a chi abbia pestato un callo se anche con un centrocampo ai minimi termini abbia collezionato il ragguardevole minutaggio di 0 sono fattori che mi lasciano perplesso e sarebbe niente ma anche preoccupato, abbiamo lanciato un salvagente al Palermo, l’Empoli sta iniziando a segnare che era l’unico aspetto totalmente deficitario, il bel gioco proposto da Juric seppure non si discute non è più in alcun modo bastevole. Qualche bastonata dai media con scopi propedeutici credo sia necessaria.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  29. carlo says:

    completamente inutile prendere aquilani visto che lo rivenderà subito

  30. carlo says:

    è ora di finirla di scusare sempre il preziosi: apriamo gli occhi gente, ci continua a prendere in giro come vuole, la misura è colma e i suoi crediti finiti da un pezzo, basta preziosi al genoa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  31. LAURA1962 says:

    Ciao Giovanni, mi piacerebbe sapere il tuo parere sulla gestione della cessione di Pavoletti.
    Premessa: l’ho amato da subito, prima per la sua carica di vitalita’ e il suo sorriso contagioso che per le sue imprese sportive. Penso che per molti sia stato e sia cosi’. E gli auguro il meglio.
    Sinceramente pero’ il comportamento dell’ultimo periodo con le varie dichiarazioni di amore verso il Grifone e la famosa frase “se non prendo una botta in testa, a gennaio non me ne vado”, visto come invece sta andando, mi hanno lasciato un po’ di delusione.
    Comprendo benissimo che parta, il Napoli e’ uno squadrone, lui ha gia’ i suoi anni, e’ forse l’ultimo treno per provare a giocare in una “grande, l’ingaggio piu’ alto, il palcoscenico prestigioso….. Tutto fila, nessuno credo potrebbe pretendere la rinuncia a tutto questo.
    Ma non poteva evitare di prenderci per i fondelli? Non sarebbe stato meglio, interpellato, che avesse risposto come fa per esempio spesso Perin “qui sto benissimo, poi nel calcio non si puo’ mai sapere?” Noi tifosi non siamo mica degli allocchi, lo capiamo che a certe proposte non puo’ rinunciare il calciatore e nemmeno una societa’ come la nostra, con le continue difficolta’ di bilancio.
    Spero che non se ne venga fuori con la solita lettera di addio alla “sua casa”. Almeno quello ci sia risparmiato. Lo apprezzerei di piu’ e serberei comunque di lui un bel ricordo.
    Per chiudere positivamente, credo che comunque la societa’ fara’ del suo meglio per dare a Juric un degno sostituto di Pavoletti e di Rincon. Sono fduciosa.
    Ti ringrazio se vorrai darmi il tuo parere.
    Saluti rossoblù a tutti.

  32. Alberto says:

    Non c’entra un granchè, però io continuerò a chiedermi sempre perché in una situazione come quella di Perin, viene punito SOLO chi compie il gesto attivo. Ma buttarsi a terra con le mani sul viso, senza essere stati toccati, non è un gesto ANTISPORTIVO tanto quanto quello del giocatore che lo ha aggredito prima ? mah.

Lascia un commento

IL GENOA SI DOVRA’ SALVARE, PER QUESTO BISOGNA MUOVERSI

Banca Lazaard ha il mandato a vendere il Genoa ma per ora ha avuto solo alcune manifestazioni di interesse ma

TUTTO CAMBI PURCHE’ NULLA CAMBI

Andare avanti con Enrico Preziosi non mi pare che alla fine della fiera sia un dramma. Se guardiamo ai risultati

PREZIOSI, CELLINO E IL SILENZIO

Enrico Preziosi è pronto ad andare avanti. Come nel 2012. Anche allora aveva messo di fatto in vendita la società,

IL GENOA RESTA IN A, PREZIOSI E’ INAFFONDABILE

Una domenica da Genoa vale una salvezza difficile che permette ai rossoblu’ di rimanere in A e di guardare al

Search

Archivio