LA CASSAFORTE

16 Dic 2016 by Giovanni Porcella, 14 Commenti »

Difesa bunker e il fattore Ferraris. Praticamente il Genoa si è costruito la cassaforte. In casa non si passa e le grandi s’inchinano. Anche la Fiorentina va ko e la squadra di Juric, il tecnico ha preparato l’ora di partita con i viola in modo perfetto, ha di nuovo una classifica soddisfacente in attesa peraltro di un altro turno a Marassi contro il fanalino di coda Palermo. Insomma, l’occasione per salire ancora c’è. Da Izzo a Munoz, da Burdisso a Laxalt è lì che il Genoa ha costruito il successo contro i toscani. Il resto lo ha fatto Lazovic, finalmente in gol, senza dimenticare veloso e Cofie, linea mediana che si è ripresa. Il presidente Enrico Preziosi sorride e ora puo’ andare sul mercato molto piu’ sereno. Pavoletti va al Napoli, ma forse non è finita qui. Ma il mercato del Genoa sarà anche improntato ad acquisti importanti e di prospettiva, seppure la partenza del bomber sia sicuramente dolorosa. Ma la squadra va, senza ovviamente mai illudersi e staccare la spina dell’agonismo.

14 Commenti

  1. massimo says:

    come al solito preziosi non mantiene mai la parola data..pavoletti sino a giugno restera’ con noi !!! e in piu’ c’e’ il rischio anche di perdere rincon. mai un anno che puntiamo alla coppa italia o ad arrivare in europa , giusto per dare un contentino a noi tifosi. non li si chiede lo scudetto.

  2. PieroValleregia says:

    salve
    la Fiorentina una grande ? ieri sera è parsa una squadra (posso scriverlo senza censura ?) di “checche” isteriche, sempre a lamentarsi, piangere e buttarsi in terra appena un nostro transitava a dieci metri da uno di loro, sopratutto il “fenomeno” Bernardeschi e quello con i capelli alla “Giorgio Porcaro” (credo tal Sanchez)…
    Ho contato undici occasioni da rete per il Grifo e un paio dei viola…giusto per far tacere chi parla di pareggio come risultato più giusto…
    sorvolando su simulazioni (sempre il “fenomeno” e rigori non dati, sempre tal Sanchez)
    saluti
    Piero e famiglia

  3. CasarzaRossoblù says:

    Oggi izzo è stato deferito per le presunte combine risalenti ai tempi dell’avellino contro modena e reggina, esiste il rischio concreto che il giocatore possa andare in contro ad una lunga squalifica?

  4. Ste says:

    Ma non si era detto che c’era il nulla contro Izzo..ora che stava iniziando a giocare alla grande esce la notizia come una bomba ad orolgeria..
    Bravi i ragazzi per la partita con la Fiorentina… Ottimi 3 punti e ottima grinta…
    E grazie a Sousa per aver schierato una squadra allucinante.
    Male Preziosi e Pavoletti, ancora una volta il Prez ne esce male mediaticamente con le sue solite dichiarazioni di pochi mesi prima smentite facilmente, e il bomber che parlava di dover prendere un colpo in testa per cambiare squadra….

  5. Paolo1893 says:

    Ottima l’ora giocata ieri, la Viola si è dovuta inchinare ad un Genoa che ha vinto la partita meritatamente.
    Sono molto contento del gol di Lazovic e della prestazione del duo in mediana Cofie / Veloso.
    Per quanto riguarda il mercato di Gennaio,
    Sicuramente le partenze di Pavoletti e Rincon sarebbero dolorose se il primo mi garantisse un certo numero di partite e se il venezueliano giocasse ai livello dello scorso anno.
    Piena fiducia nella società perchè sono sicuro che come ogni anno gli eventuali partenti saranno adeguatamente rimpiazzati.
    Ora sotto col Palermo che proprio perchè fanalino di cosa non va per niente sottovalutato.
    Saluti,
    Paolo

  6. Mauro says:

    sempre a noi i casini…

  7. Giampaolo says:

    Io mi chiedo se sia una cosa onesta con chi sottoscrive l’abbonamento allo stadio oppure anche per chi segue la squadra in tv (sky e premium non sono gratis)..vedere un Genoa che si trova a 5 punti dal quinto posto, e a Gennaio, invece di rinforzarsi e di credere ad un piazzamento/risarcimento (vedi anno della licenza mancante), smobilita e fa cassa……Io credo che nemmeno un Empoli..o un Chievo, facciano cose simili quando si trovano a meta’ stagione in posizioni interessanti….Penso che sia una questione di ETICA e di RISPETTO…Tu Giovanni cosa ne pensi circa l’ ormai evidente e palese rifiuto di obiettivi sportivi che non siano la semplice salvezza in un campionato ridicolo con 3 o 4 squadre materasso? Perche’ voi giornalisti glissate SEMPRE su questa specie di “farsa” ?

  8. robertogrifo says:

    Ieri e anche domenica la squadra ha dimostrato le sue doti migliori, aggressività in ogni parte del campo, tutti i giocatori a disposizione del compagno in difficoltà e tanta qualità in campo.
    Ora la prossima sfida da vincere e’ dare continuità a questi risultati per continuare a crescere.
    Per quanto riguarda la possibile, anzi ormai probabile cessione di Pavoletti, sin convinto che Preziosi ha già individuato il suo sostituto che sarà sicuramente all’altezza e comunque Simeone con le sue prestazioni sta dimostrando notevoli miglioramenti di partita in partita, segno che sia con i compagni che con il mister si è instaurato un gran bel rapporto.

  9. alberto says:

    Promesse? Ma dai su..è logico che a 28 anni uno voglia andare a guadagnare di più e una società come il genoa cerchi di ottenere il massimo…un mestierante al posto del pavo che si alterni al cholito..un esterno alto di corsa e qualità che tiri in porta..rigo in mediana..intanto le sue incursioni le farà lo stesso…e un investimento su un mediano giovane alla rincon..cercare di recuperare nicham..cofie ottimo rincalzo..se azzecchiamo l’esterno alto ci divertiamo..giochiamocela con la lazio e cerchiamo di arrivare prima di quelli là…lunga vita a burdisso..grandioso..e grandissimo juric!
    Alberto

  10. Bruno says:

    Pienamente daccordo con Paolo…fiducia alla società, primo perche oramai sono anni che si fanno certe vendite di giocatori che fanno arrabbiare i tifosi ma che alla fine vengono sempre rimpiazzati adeguatamente se non addirittura meglio. E questo dimostra la capacità e la competenza dei nostri addetti al mercato. E secondo perche a pegli la coda di imprenditori o magnati che vogliano comperare il Genoa non c è. Ed ultima cosa, prima di mettere in croce presidente e dirigenti io aspetterei la fine del mercato. Che peraltro non è nemmeno ancora comunciato.

  11. Giampaolo says:

    si pero’ attenzione, gente, perche’ se si vuole il calcio moderno, senza piu’ bandiere, con le plusvalenze che vengono prima degli obiettivi sportivi…allora bisognerebbe fare la campagna abbonamenti dopo la campagna acquisti..con solo le partite del girone d’andata..e poi se uno e’ soddisfatto del mercato e di come si sta svolgendo il campionato, allora va a rinnovare l’abbonamento anche per il ritorno…Troppo comodo volere da una parte “passione cieca” e seguito a prescindere…dall’altra non avere obiettivi e dire che il calcio oggi e’ cosi’……..DO UT DES come dicevano i latini…

  12. Mauro says:

    la partita di ieri sera? boh

Lascia un commento

NON CREDO ALLE CONTESTAZIONI

Non credo alle contestazioni. Posso comprendere i tifosi che ne chiedono la prosecuzione, ma non so che senso abbia metterla

ORMAI E’ UNA VIA CRUCIS PENOSA

Chissà se la pausa di campionato porterà consiglio. Certo è che così il Genoa non puo’ andare avanti. Contro il

STAVOLTA IL GENOA HA BISOGNO DI UNA RIVOLUZIONE

Mandorlini perde la sua prima partita da quando allena il Genoa, ma cade su quella sbagliata. Il ko contro la

EFFETTO MANDORLINI

Forse è piu’ psicologo che tattico, ma il Genoa di Mandorlini pur giocando così così ha la testa giusta e

Search

Archivio