PECCATI DI GIOVENTU’

12 Dic 2016 by Giovanni Porcella, 28 Commenti »

E’ stato un buon Genoa quello che ha perso con l’Inter. Juric ha preparato con coraggio la partita e solo alcuni colpevoli peccaio di gioventu’ di Simeone e Ocampos non hanno permesso ai rossoblu’ di dare un’impronta iniziale diversa e forse vincente al match. Invece è stata nebbia bassa perché chi sbaglia paga e neppure i cocci sono i suoi. Così il Genoa archivia amaramente il dossier delle ttrasferte che se includiamo pure il derby ha portato la miseria di un punto nelle ultime gare giocate fuori casa. Cinque ko con Sampdoria, Atalanta, Lazio e Inter un pari a Verona col Chievo. Il trend lontano dal Ferraris è negativo perché dopo i due successi col Crotone e col Bologna sono arrivate delle bocciature. In totale 10 gol subiti e tre fatti. Un po’ poco. Pero’ con l’Inter è difficile essere negativi. Certo la mancata lucidità sotto rete, mettiamoci l’incoscienza dei tentati colpi di tacco invece di qualche piattone da periferia ma piu’ efficace, hanno servito sul piatto una sconfitta ingiusta nella forma purtroppo meno nella sostanza. Ora due partite in casa per risalire. Con Fiorentina e Palermo non si accettano meno di 4 punti altrimenti si scivola nell’anonimato e il Genoa si deve regalare un fine d’anno da protagonista che poi significa stare un po’ piu’ su del tredicesimo posto

28 Commenti

  1. massimo says:

    il calcio e’ fatto di episodi…se noi ce ne mangiamo in quantita’ industriale e anche colpa nostra se perdiamo. speriamo che il presidente si renda conto cosa vuol dire giocare senza pavoletti e senza rincon…. e con veloso o pandev in campo.

  2. Paolo1893 says:

    Ciao Giovanni,
    tutto giusto, la classifica dalla postazione nostra alla parte sinistra è cortissima, basta una vittoria o una sconfitta per spostarsi di qualche postazione.
    Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra ed anche il gioco espresso peccato per gli errori di gioventù.
    Ora abbiamo il bonus con l Viola e la partita col Palermo tra le mura amiche.
    4 punti vanno fatti senza se e senza ma.
    Di Pavoletti si sa niente? Lo rivediamo dopo la sosta ? se non cambia maglia ovviamente.
    Un abbraccio,
    Paolo

    • Giovanni Porcella says:

      A Napoli sono sicuri di aver gia’ preso Pavoletti cominciando dall’accordo col calciatore

      • Paolo1893 says:

        Nel caso spero venga preso un centravanti spero.
        Da 7/8 gol nel girone di ritorno, anche se in questo momento nomi non me ne vengono.
        Forse Lapadula ?
        Il ruolo del centravanti è troppo importante.
        Credo che in società sappiamo come muoversi….spero
        Paolo

        • Ste says:

          Lapadula no di certo, primo perchè è stato uno sgarbo di Pescara e Milan, secondo sta giocando titolare perchè Bacca vuole andare via.

          • Paolo1893 says:

            Qualcuno prenderanno di sicuro, sperando che sia sano e non infortunato ogni 3 x 2.
            Perchè Pavoletti è forte, ci mancherà ma quest’anno ha giocato poco e niente segnando 3 gol.
            Se lo vendono a 18 milioni me ne posso anche stare.

  3. Ste says:

    Ieri sera ero davvero soddisfatto della nostra prestazione (e lo sono tuttora), solo rammaricato dello spreco di occasioni che ci siamo divorati davanti ad Handanovic.
    Inter vergognosa che vince grazie a 3 tiri in porta in totale.
    Tentato colpo di tacco a parte, ho visto giudizi intorno al 5,5 per Simeone. Sinceramente invece a me, tacco censurabile a parte, è stata la sua più bella partita. Perchè ha tenuto da solo in scacco la difesa dell’Inter, e l’azione dove in tre non riescono a fermarlo, solo una spallata a tradimento di D’Ambrosio (ma i cartellini gialli li avevi lasciati nello spogliatoio?) lo ha buttato giù, ce lo ha fatto vedere davvero come un bel giocatore per una sera, tenendo in mano un intero reparto.
    Centrocampo abulico, Veloso fa sempre i soliti passaggini orizzontali con effetto che piacciono solo a lui, Rincon continuo a vederlo meno concreto e Rigoni come spesso accade in trasferta sparisce, mentre in casa è devastante.
    Molto bene Lazovic, unico neo l’azione del 2-0 dove non ha fermato Joao Mario con un fallo tattico. Ocampos mi è piaciuto nel primo tempo, non mi sembra si sia mangiato il gol di testa sulla parata di Handanovic. Pandev dalla panchina dà sempre un buon contributo più che dall’inizio. Ninkovic stavolta impalpabile, e a furia di fare sempre il giochino di rientrare sul destro prima o poi ti prendono le misure.
    Ma veniamo a colui che sotto traccia non è mai stato menzionato da nessuna moviola ma che ha pilotato alla grande il match, il Sig. Valeri di Roma.
    Nulla di eclatante, perchè per pilotare non servono rigori scandalosi o giu di li, ma non sanzionare cose evidenti a centrocampo o fermare il gioco a piacere contro il Genoa.
    D’Ambrosio doveva prendere almeno due gialli, il primo per la spallata a Simeone nel primo tempo, il secondo stesso trattamento su Laxalt.
    Al 7′ del primo tempo Ocampos steso al limite da Brozovic, punizione e giallo, ma niente.
    Il primo gol dell’Inter si dice tutti che i 3 giocatori in fuorigioco non danno fastidio a Perin sulla traiettoria, ma allora mettiamo sempre un giocatore sul limite esterno dell’area piccola, così si fa marcare e tiene in gioco tutti, assurdo.
    Izzo in area Inter viene agganciato da Joao Mario e tirato giu col braccio, non evidentissimo ma il rigore poteva starci.
    Sul 2-0 negli ultimi dieci minuti Murillo tira un calcione a Laxalt in area, sarebbe stato rigore e secondo giallo per Murillo già ammonito per fallo su Ocampos.
    Ma la perla avviene negli ultimi minuti di partita. Icardi in fuorigioco fa per disinteressarsi dell’azione, Burdisso sicuro del suo fuorigioco sta per prendere il pallone, quando Icardi decide di partecipare all’azione e prendere il pallone. L’arbitro lascia correre e Burdisso, imbufalito, deve commettere fallo per fermarlo, creando anche una punizione pericolosa. Questo è l’episodio più vergognoso di tutta la partita, che riassume quanto i poteri forti possano fare contro le medie-piccole squadre.
    Arbitraggio S C A N D A L O S O!
    Poi noi abbiamo i nostri demeriti, perchè un’Inter cosi scarsa non si vedeva da tempo, e le occasioni che abbiamo avuto ce le sogneremo a lungo.
    Ora sotto con Viola e Palermo e come ha detto Giovanni meno di 4 punti non si possono accettare.

    Forza ragazzi.
    Forza Grifone.

  4. Ste says:

    Un’ultima cosa, tal Criscitiello sul suo sito scrive “Complimenti al Napoli per aver preso Pavoletti”. Giovanni e’ una boutade o c’è qualcosa di vero?

  5. CasarzaRossoblù says:

    Partita che lascia l’amaro in bocca, contro un’inter che ha dimostrato di essere veramente ben poca cosa e salvata solamente da due giocate individuali e dalla nostra mancanza di cinismo.
    Contro squadre di questa caratura però se non segni almeno una rete sai già di essere sconfitto in partenza, poichè nonostante un gioco veramente penoso ed inesistente possono comunque contare su giocatori capaci di levarti le castagne dal fuoco in qualsiasi momento,proprio come successo ieri.
    Personalmente penso che a livello di prestazione il genoa di ieri non sia nemmeno comparabile a quello mollo e amorfo visto lunedì a verona,poi ovviamente il calcio non è il pugilato e quindi il risultato non rispecchia sempre quello che si è visto sul campo.
    Poi si può dire che siamo una squadra inconcludente,leziosa sotto porta o quello che volete, ma non mi si può dire che ieri la squadra non abbia fatto una prestazione dignitosa e poco assistita dalla fortuna.
    Se questo genere di prestazioni fossero più costanti avremmo sicuramente qualche punto di più in classifica e spero che ciò avvenga già nel doppio turno casalingo che ci aspetta in settimana, dal quale come dice giustamente Giovanni tutti si aspettano almeno 4 punti.
    Quindi niente catastrofismi, affidiamoci all’effetto ferraris e torniamo a remare tutti dalla stessa parte.
    Ultima nota per gli oltre 600 grifoni che ieri hanno “dato il bianco” sugli spalti, a tratti commoventi!
    Forza genoa,sempre!

  6. robertogrifo says:

    Ieri probabilmente ho visto il miglior Genoa in trasferta che ha pagato caro i suoi errori sottoporta e anche qualche decisione arbitrale, fermo restando che se la butti dentro non c’è arbitro che tenga.
    Su Veloso rimango della mia idea e cioè che quando difendiamo,difendiamo in dieci e quando ha la palla tra i piedi raramente ti fa vedere una giocata degna d’essere ricordata, probabilmente perché in debito d’ ossigeno visto il gran correre.

  7. Giampaolo says:

    Chiedo se potete spiegarmi qual’e’ l’utilita’ di questa benedetta PARTE SINISTRA….arrivare nelle 8 ti manda agli ottavi di coppa italia, ma generalmente la coppa italia pare non interessare e comunque 8 piu’ forti ci sono…e non di poco……allora mi chiedo arrivare 10mo oppure 16mo…cosa cambia? per poter dire : Obiettivo centrato? Ma obbiettivo di chi ? di Preziosi che mette in vetrina qualche pezzo? E per noi tifosi?

  8. PieroValleregia says:

    salve
    …nove occasioni da rete contro neanche una, arbitraggio V E R G O G N O S O, nel primo tempo il Genoa ha, a tratti, dominato; nella ripresa troppi errori nelle ripartenze.
    Ci stava stretto il 3-0, torniamo a casa senza un punto.
    con la viola posso andare con i biglietti della partita sospesa ?
    saluti
    Piero e famiglia

  9. Fabrydt says:

    Buongiorno a tutti,
    ero a San Siro, e mi sembrava di essere a Reggio Emilia con il Sassuolo….. Se non segni neanche con le mani e poi prendi gol alla prima occasione i risultati non possono essere che questi. Poi i commenti che si sentono da opinionisti che non hanno visto la partita sono imbarazzanti, Inter concreta cinica …. ma quale Inter???? Nel bene e nel male ha fatto tutto il Genoa, e scusate anche Juric…. già dopo un quarto d’ora l’inutilità di Rigoni era chiara anche ai raccattapalle nel secondo tempo ancor meno lucido si è reso protagonista di tre passaggi illuminanti per le punte dell’Inter facendoli partire con autostrade davanti a loro. Tutti soddisfatti per la prestazione?? Io no… da domenica sera ho smesso di esserlo il beneficio della gioventù o dei meccanismi non ancora oleati è stato esaurito, della prestazione fa parte anche la finalizzazione TRE GIOCATORI LIBERI IN AREA DI RIGORE CHE REITERATAMENTE NON LA BUTTANO DENTRO mi provocano sensazioni ben distanti dalla soddisfazione. Spero che con la Viola e con il Palermo si possa essere soddisfatti del risultato perché la prestazione non fa classifica.
    FORZA VECCHIO BALORDO

  10. Mauro says:

    Devi vendere Pavoletti per fare cassa? Fallo giocare fino alla fine almeno, invece qui secondo me e spero di sbagliarmi, si stà facendo come Perotti.

    • Giampaolo says:

      ma questo dovra’ fare cassa fino al 2050….l’abbiamo capito o no che ci prende per i fondelli ? Lui non rilancera’ mai il Genoa …non puntera’ mai all’Uefa…vuol stare li’…a meta’ classifica…a far plusvalenze e basta…..

    • Paolo1893 says:

      Perotti aveva giocato fino alla fine, infatti, se non sbaglio, aveva giocato l’ultima partita contro la Viola ed in serata dello stesso giorno lo avevano presentato a Roma.

  11. Enrico says:

    Sinceramente non capisco l’accanimento di questi ultimi tempi contro Veloso.
    Non è mai stato Iniesta, ma obiettivamente nemmeno sbaglia passaggi in quantità industriale come Cofie o il Rincon delle ultime partite. E gli ho visto anche saper trasformare qualche rilancio difensivo di prima in lanci di 40 metri per far ripartire il contropiede.
    Insomma, il fosforo non gli manca e l’impegno non si può dire che non ce lo metta.
    E poi, scusate, ma se il gioco della squadra è sempre quello, giropalla e apertura sulle fasce per Laxalt e (finalmente!) Lazovic, come si fa a imputargli di fare sempre i soliti passaggi orizzontali?
    Dovrebbe senza dubbio verticalizzare di più, soprattutto con Ocampos e Simeone in campo, ma può anche darsi che sia Juric che gli chieda di fare quel tipo di giocata. Comunque sia mi sembra ingeneroso buttargli la croce addosso in questo momento, a meno che non si voglia parlare di nuora per dire di suocera…

  12. LAURA1962 says:

    Buonasera a tutti.
    Secondo me miglior Genoa visto in trasferta con ottima prestazione soprattutto nel primo tempo.
    Veloso a mio parere ha fatto una buona gara. Mi ripeto, i nostri vanno comunque sostenuti, non facciamo solo commenti negativi, tra l’altro davvero eccessivi verso questo giocatore.
    L’inter sempre a mio parere non ha giocato bene perché il Genoa gliel’ha impedito ma non ho visto una squadra cosi’ inguardabile. Dire questo vuol dire sminuire la prestazione dei nostri.
    I ragazzi davanti, Simeone, Ninkovic, Ocampos, sono giovani, vanno aspettati e ci daranno grandi soddisfazioni.
    Saluti rossoblù a tutti, forza Grifone!

  13. maurigno says:

    Con alcuni amici parlavamo di quei tempi lontani , quando con le “grandi ” si stava 80 minuti in difesa e si faceva qualche contropiede. Nessun rimpianto . Ora abbiamo una squadra che a Marassi é un’ammazzagrandi e in trasferta gioca alla pari con l’Inter. Però non si può esser contenti di questo 2 a zero . Risultato ingiusto e bugiardo.
    Ora a Marassi : arriva un’altra “grande” .

  14. carlo says:

    per cortesia dott. porcella adesso basta “salvare” sempre e comunque preziosi, la misura è colma

  15. Ste says:

    Per Pavoletti facciamoci dare Duvan Zapata dal Napoli, qui a Genova gol mangiato clamoroso lo ho visto proprio bene.

  16. Bruno says:

    Buongiorno a tutti….gli errori a s. Siro a parer mio ci possono anche stare. Quando davanti hai 2 ragazzi Ocampos e Simeone che sicuramente diventeranno fortissimi, ma attualmente hanno poco più di 40 anni in 2. La platea del Meazza ad un giovane con poca esperienza può fare questi scherzi. Ciò che io continuo a non capire è la costante presenza di un giocatore come Veloso. Secondo me oltre ad essere assolutamente inadatto x il campionato italiano, sembra essere un corpo estraneo nel contesto della squadra. Il massimo che gli si vede fare è il passaggio immediato al compagno più vicino. Perennemente al piccolo trotto anche gli ultimi minuti della partita quando sei sotto e dovresti recuperare. In una squadra come la nostra tutta velocità, pressing e ritmo, non ha proprio senso. Sta di fatto che riduce la squadra a giocare sempre in 10 e quando è stato fuori si è vista tuttaltra squadra. Speriamo che a gennaio gli venga trovata una sistemazione adeguata. Dispiace rimarcare queste carenze ma è purtroppo una realtà.

  17. Paolo says:

    Ciao Giovanni. Una cortesia vai a vedere le immagini sky la ripresa da dietro Brozovic nel primo gol, è difficile ma chiara la deviazione dell’uomo dell’ inter in fuorigioco con il piede dx. Ormai è così ma almeno che sia pubblico

  18. Alex says:

    Preziosi se ne deve andare. Punto.

  19. Giampaolo says:

    ora si vende anche Pellegri in eta’ da comunione…ahahahha che “repezzini” che siamo….

Lascia un commento

NON CREDO ALLE CONTESTAZIONI

Non credo alle contestazioni. Posso comprendere i tifosi che ne chiedono la prosecuzione, ma non so che senso abbia metterla

ORMAI E’ UNA VIA CRUCIS PENOSA

Chissà se la pausa di campionato porterà consiglio. Certo è che così il Genoa non puo’ andare avanti. Contro il

STAVOLTA IL GENOA HA BISOGNO DI UNA RIVOLUZIONE

Mandorlini perde la sua prima partita da quando allena il Genoa, ma cade su quella sbagliata. Il ko contro la

EFFETTO MANDORLINI

Forse è piu’ psicologo che tattico, ma il Genoa di Mandorlini pur giocando così così ha la testa giusta e

Search

Archivio