MEA CULPA

19 Nov 2006 by Giovanni Porcella, 58 Commenti »

Il Genoa conosce anche la sconfitta con lo Spezia in casa. Non era mai successo, pazienza. Va nella serie “non ci facciamo mancare niente”. Purtroppo i timori di un momento difficile si stanno avverando e le cause sono molteplici. Intanto è achiaro che in difesa non si puo’ rinunciare a Bega e a Criscito allo stesso tempo o a De Rosa e Bega. Due su tre fuori e sono problemi perchè se è vero che il Genoa con tutti in campo aveva perso a Lecce o a Modena e pure vero che a Bergamo e con lo Spezia le topiche di Biasi e compagni sono sotto gli occhi di tutti. Poi a centrocampo Rossi e Milanetto con i loro infortuni risultano menomati e giocano per amor di patria con risultati che sono lontani alle attesse. E in avanti Greco a cui va detto grazie per quanto fatto in due mesi ora si sta scoprendo quanto sia fuori ruolo e che il suo impiego è dovuto al fatto che Gasperini non ha proprio alternative. Se un mese fa tutti urlavano all’idea del mercato, adesso i risultati dicono che questa squadra di un paio di rinforzi, come minimo, ne ha bisogno perchè il Piacenza ha fatto capire che farà altrettanto, senza dimenticare Napoli, Bari, Brescia e Rimini. Persino al Juventus cerca correttivi visto che ha un po’ di infortunati. Penso che in questo torneo così equilibrato non occorra lasciare nulla d’intentato. Il Genoa ce la puo’ fare ma ha bisogno di una rosa un po’ piu’ completa. Calma, sangue freddo, testa sulle spalle. Occorre accettare la sconfitta di sabato perchè a parte una mezz’ora giocata bene mi aspettavo una reazione diversa nel secondo tempo da parte della squadra che mi auguro sia solo un po’ stanca e che certi cali non siano dovuti alla presunzione. Non mi attaccherei all’arbitro perchè non è il caso, ma ad una profonda analisi di quello che non va. So che Gasperini, persona seria e onesta, lo farà come la setssa dirigenza valuterà gli ultimi risultati, ma con la consapevolezza di essere in liena di quanto atteso ad inizio stagione. La classifica è sempre lì, a dire che il Genoa è con le altre. Pazienza, è stata buttata via un’occasione per fare punti pesanti. Mea culpa, e sotto con le partite delal verità con Bologna e Juventus.

Ps: del tifo non parlero’ piu’. Come la penso l’ho già scritto. Attendo gli eventi in silenzio anche se vorrei tornare a giocare in casa in tutti i sensi. 

58 Commenti

  1. Fabio says:

    sulla partita: purtroppo Gasperini non ha i giocatori adatti a soddisfare un modulo che è dispendioso. Si gridava all’eurogenoa i primi tempi ma si dimenticava che il campionato di B è lungo ben 42 partite.E adesso? Mi auguro che a gennaio questi giocatori non debbano essere attaccati alla corrente per avere un po’ di corsa in più

    sul tifo: pienamente d’accordo con quanto hai sempre detto.E anche se sono cose spiacevoli da sentire e vedere, sono la pura verità e fanno arrabbiare perchè la Nord era tutt’altra cosa.

  2. Tony says:

    Ciao Giovanni,può anche darsi che qualche giocatore sia stanco, anche se, francamente, ad una quarto del cammino, la cosa sembra un po’ strana, tuttavia mi chiedo : perchè mister Gasperini non concede un po’ di riposo a quelli che faticano, sostituendoli con qualche “panchinaro”. Possibile che i vari Rossi, Milanetto, Coppola siano insostituibili? Penso che Longo, Stellini, Botta, se impiegati a pieno regime, potrebbero sopperire alle carenze dei colleghi affaticati.Senza parlare di un certo Forestieri…. D’accordo che è giovanissimo, che non bisogna assolutamente bruciarlo, ma, penso, non sarebbe il primo a giocare in una prima squadra a quell’età. Se ben ricordo, Rivera e Mancini avevano la stessa età del nostro asso, quando iniziarono a calcare le scene professionistiche. Non sei d’accordo?

  3. Ruben says:

    Se il mea culpa è riferito a come in due settimane avete creato l’ambientino che avete creato,bravo Giovanni,sono d’accordo con te.
    E mi riferisco non solo a voi,ovvio,ma a tutti i media,specialmente quelli genovesi e liguri.
    Adesso finalmente avete avuto il vostro novembre nero.
    Mi chiedo…ma quando arriverà il Maggio,che so,bianco o rosso o verde,che cosa direte?
    Lo sapevamo che il Genoa sarebbe venuto fuori…
    Il tempo è galantuomo,ma questa volta,se va come deve andare,sul carro dei vincitori non ci salite.
    Promesso.
    Perchè un Genoa vincente e in serie A voi non lo meritate.
    Scusa lo sfogo.
    Con la massima stima.
    Roby
    P.S.Fai bene a lasciar perdere l’argomento tifo.
    Sono cose che si devono smazzare i ragazzi.
    Noi possiamo solo sperare che si torni,bravo Giovanni, a giocare in casa in tutti i sensi.

  4. giovanni.porcella says:

    Mi dispiace, ma sono deluso. Se da un mese questa squadra non vince e segna su calci piazzati, la colpa non puo’ essere di nessuno se non di chi va in campo. Voglio dire che i complimenti e i pena per due mesi e mezzo sono stati fatti e con pieno merito. Ora si prende atto di una situazione diversa. Senza drammatizzare perchè la classifica è sempre buona pero’ prepararsi a migliorare penso sia un esercizio utile prima che passi troppo tempo. Mi auguro che fin da venerdì il Genoa vinca a Bologna per rimettere le cose a posto, ma per farlo serve anche qualche critica bonaria e nel rispetto del lavoro dell’allenatore che è persona serie a e competente. Prendersela con i giornali non serve a niente e poi stavolta proprio non c’è motivo, davvero non c’è. Ieri io ero triste per una sconfitta che non mi aspettavo. L’accetto perchè ci sta, ma occorre cambiare registro. E anche da certe osservazioni, caro Ruben mi aspetto un apporto costruttivo perchè se a novembre siamo a dare la colpa a chi scrive o a chi parla vuol dire che siamo malinconici e grigi. No, nessuno fa drammi, non lo facciano anche i tifosi, ma una bella sveglia serve.

  5. Federico says:

    La partita è stata decisa da due episodi e sapete che vi dico? Questo Genoa mi piace ancora di più. Sissignore, pago questo dazio, perdo in casa con gli Spezzini, ma almeno non mi vedo gare come Genoa Pistoiese 0-0 e Genoa Fidelis Andria 0-0. La squadra costruisce, attacca, e fa partecipare all’azione anche tutta la difesa.
    Il modulo va bene, perchè sarebbe sbagliato se non ci fossero i giocatori adatti, e noi li abbiamo. Che gli altri si difendano non è una novità, ma questo cosa vuol dire? Che sono tutti MAGO HERRERA? Che questo Soda si sia trasformato in Nereo Rocco? No, come ripeto, abbiamo perso per la pochezza di cinismo, e per due episodi, oltre che naturalmente le difficoltà che ci ha creato lo Spezia. Ma sono convinto che presto ci riprenderemo, d’altronde “Novembre nero” è quasi finito no? Le prossime due partite fanno un po’ storia a sè, ma se remiamo tutti dalla stessa parte allora faremo un’altra ottima serie positiva. Forza Genoa!

  6. Danilo says:

    Caro presidente, Non so se non sopporto i genoani mugugnoni, specialmente quelli dell’età dei nostri padri, e allora gli do addosso a prescindere, oppure sono colto da un inguaribile ottimismo. Dopo la sconfitta di Lecce andavo in giro dicendo che questa squadra sarebbe andata dritta in A. Ora continuo a pensarlo anche se ci troviamo contro una schiera di condizioni come al solito avverse. La sfortuna ha ripreso a occuparsi di noi e i signori designatori ci mandano arbitri illustri sconosciuti che fanno gavetta sulla nostra pelle per giunta in un quasi derby. Il signor Celi ha sulla coscienza la sconfitta del Genoa per diversi motivi: il primo e’ sicuramente quello di aver regalato un rigore allo Spezia a seguito di altri due errori: uno colossale: prima del fallo presunto di Sculli, c’era il fallo di mano di Guidetti, l’altro meno decisivo ma ugualmente penoso: L’azione del rigore e’ nata da un fallo forse giusto commesso da Milanetto che e’ stato ammonito. Correva il minuto 43 e lo Spezia fin li era stato preso a pallonate mentre il Genoa era stato preso a calci: risultato il primo giallo era per noi e sul secondo regalo il primo gol era per loro. Assurdo. Se il sig arbitro avesse cominciato ad ammonire i vari Saverini e Giuliani molto prima, forse il loro agonismo sarebbe quasi subito scemato. Una volta esistevano arbitri che quando le partite partivano a calci, estraevano i gialli subito per calmare l’ambiente. Ora si mira a non “rovinare” la partita. Sul rigore non voglio perdermi in chiacchere sterili ma resto dell’opinione che le mani non te le puoi segare. Il secondo tempo ha avuto il classico copione dove chi deve rimediare per forza può prestare il fianco e così e’ stato, poco importa se sia toccato a Biasi imitare il gesto di Stellini a Piacenza. Il nostro rigore era solare (maglia di Longo allungata) e un altro errore dell’arbitro e’ stato l’ennesimo classico delle giacchette nere: voler rimediare al primo errore fatto facendone a iosa. Dopo il rigore a Favore lo Spezia ne ha avuto uno contro (non conta se giusto o sbagliato ma alla prima occasione l’arbitro l’ha dato) e soprattutto ha consumato il giallo nei confronti degli spezzini che comunque lo meritavano ma nè più né meno di quanto lo meritassero nel primo tempo fino all’unica espulsione (non sarebbe stata l’unica se il metro fosse stato da subito lo stesso). Quindi tutto questo per dire quanto l’arbitro abbia influito sul risultato negando poi un altro rigore incredibile al Genoa perché non se l’e’ sentita di darlo (ancora un altro errore). Per il resto (già detto come abbiamo subito il raddoppio…) il Genoa ha giocato alla grande rispetto alle ultime tre gare e ha perso. Gasperini non ha colpe perché di Lopez sembra non fidarsi e lanciare Borghese poteva essere una buona idea ma rischiosa. Il discorso Greco e’ a parte e andrebbe rivisto. Lo abbiamo sfruttato bene nel momento di grazia quando il mister lo ha inventato prima punta e tutti (loro 2 compresi) hanno pensato di aver scoperto l’acqua calda. Ora converrebbe fare ammenda e pensare da parte del buon Giampiero: “ ok, ora lo reinvento giocatore di fascia” ma forse questo pensiero lo ha già sfiorato salvo poi ripensare “si però chi fa il centravanti ?”. Da parte del buon Lupo dovrebbe scaturire spontaneo il dubbio. “visto che non sono mai stato un centravanti puro, non e’ forse il caso che a volte invece di intestardirmi sul pallone e tirare, magari mi decido a passarlo a chi e’ meglio piazzato?” Questo a mio avviso e’ il secondo motivo della sconfitta. Per il resto continuo a pensare che giocando così e avendo la seconda punta capocannoniere della serie B, questa squadra (coi dovuti ritocchi s’intende) può solo migliorare e arrivare laddove tutti speriamo. Non posso essere pessimista cari mugugnoni genoani e Lunedì, quando mi vedete non fatemi di no con la testa come dire “e’ la solita storia” perché allo stadio “mie nu ghe vaddu ciù” e non vi ricordate neppure dove eravate lo scorso anno a quest’ora (forse era la vigilia di Genoa Giulianova) si era nel delirio più totale.

  7. MARIO says:

    Non riesco a capire quale sia il vero Genoa. E’ una considerazione banale ma francamente non trova risposta.
    Non è possibile che ci sia nel giro di poche partite una metamorfosi così sconcertante. Nella partita di ieri, a parte Biasi, che purtoppo per lui, non è un granchè, non si capisce cosa sia accaduto agli altri: L’unico appunto che mi sento di rilevare è che, da sempre, i giocatori vogliono entrare in porta con il fraseggio ed i passaggi. Tirano poco in porta e, spesso perdono l’attimo buono.

  8. Corrado says:

    Sarà che sono cresciuto a pane e Genoa,con mio padre che mi diceva e mi dice tuttora “bisogna che viva a lungo così da vedere la stella del grifone”,ma tutto sommato mi pare che i miei amati rispetto alle ultime gare siano un pò migliorati sotto l’aspetto del gioco,ancora un passetto e ci siamo,non so i motivi della degenerazione del gioco espresso,stanchezza,Novembre nero,avversari che studiano a memoria come gioca il Genoa(le dichiarazioni di Soda a tal proposito mi hanno fatto tenerezza),ma so che finalmente presto potremo ammirare quella squdra,che a me faceva ricordare il calcio totale degli anni 70,era l’Olanda e scusate se é poco ma sognare non fa mai male.Certo che poi avendo poca fortuna tra squalifiche e infortuni é logico che qualcosa si paghi.Al buon Gasp vorrei dirgli “ma magari alcune volte presi da un raptus non si potrebbe anche cercare di essere un pò meno belli e provare a giocare come all’oratorio e buttare la palla a fare in….per ottenere la vittoria ? Detto questo all’ottimo nostro allenatore voglio anche dirgli grazie perchè vedere giocare così il mio amato Genoa mi ha comunque divertito.Vorrei concludere con un auspicio e una provocazione.L’auspicio é quello che il Genoa Venerdì giochi con la stessa voglia di rifarmi che avevo io dopo la gara con lo Spezia,la provocazione é quella di avere visto Serse dalla Ventura ricordare con simpatia e nostalgia(magari anche di tornare) l’anno di Genova……Ciao a tutti e FORZA GENOA

  9. enrico says:

    Innanzitutto esordisco scrivendo, ABBIAMO UNA SFIGA INCREDIBILE! Sabato gli abbiamo presi a pallonate (ben 19 tiri in porta), ma era di quelle partite che se fosse durata anche 3 ore, la palla per noi nn doveva entrare.

    Prendo poi spunto dalle ultime righe di quanto hai postato, Giovanni, per parlare della Dirigenza rossoblù. Perchè ritengo che a questo punto sarebbe necessario che qualche rappresentante o il presidente stesso, facessero chiarezza sugli obiettivi di questo Genoa. Diciamo francamente: noi tifosi – come logico – ci si è un po’ montati la testa, ma io da questa società non ho mai sentito parlare di obiettivo serie A. Si è sempre scelto per un “basso profilo”(cito il sig. Sirianni): niente presentazione ai tifosi, niente proclami trionfalistici. Al limite ho sentito dichiarare dal presidente Preziosi che sarebbe stato già difficile giocarsela per i play off in questo campionato di alto valore generale. E questo in tempi non sospetti, dove al grifo andava tutto fin troppo bene.
    Allo stesso modo sarebbe necessario, come dicevo, un nuovo intervento ufficiale, per placare le contestazioni ed i primi malumori di piazza. Ovvero, dire che questo Genoa lotta per un campionato di alta classifica o di tranquillità, per consolidare un nuovo gruppo ed eventualmente rinforzarlo in vista della seconda parte di campionato o di una prossima stagione da protagonista. Nulla di più – niente capolista, dominatore e altre fantasie…

    Dopo la sconfitta con lo spezia, tanto mi giravano, che son tornato a casa volando :) ma realista che questa squadra poco ha a che fare con l’organico a disposizione di Cosmi (nella promozione che fu).

  10. pietro says:

    Caro Giovanni, d’accordo: questa squadra ha dei difetti (ma lo si sapeva già ad agosto); difetti non così gravi, per fortuna, da non poter essere corretti a gennaio (sperando stavolta di fare le cose per bene).
    Del resto, la classifica attuale (terzi con altre squadre) credo rispecchi esattamente il valore di questa squadra: medio-alto che, ripeto, con tre innesti di qualità può diventare senz’altro solo “alto”.
    Però, permettimi, non ti offendere, ma qualche altra “cosuccia” la voglio proprio dire:
    1)di “novembre nero di Gasperini” avete iniziato a parlarne sin dal pareggio di Verona (il primo piccolo intoppo dopo il periodo d’oro): a volte le “sfighe” basta anche solo evocarle; e con il Genoa, costantemente, ci riuscite benissimo;
    2)di arbitri, invece, parliamone eccome; tutti lo fanno; persino (come al solito) ieri sera un allenatore di un’altra squadra genovese; non vedo quindi perché proprio il Genoa dovrebbe essere così “signore” dall’astenersi: e quello di sabato, in particolare, è stato un arbitraggio semplicemente scandaloso;
    3)capisco che per la vostra emittente La Spezia sia una piazza importante e quindi che dobbiate un pò gratificarla; ma non credo così importante al punto di dovere mortificare quella di Genova genoana che, forse, è più importante ancora. Voglio dire: affermare che lo Spezia ha giocato una grande partita ed il Genoa ha fatto schifo (mi hanno riferito che un vostro opinionista “genoano” ha detto proprio così) mi pare significhi solo farsi gioco della verità (e forse anche dell’intelligenza dei tifosi spezzini stessi).
    Scusa per il piccolo sfogo e ciao

  11. Fabrizio says:

    Buongiorno a tutti … A riguardo di quello che si dice e si è detto … della squadra, dei giocatori, etc etc…
    Ho visto un genoa preoccupante.. e le domande sorgono spontanee : se ora come ora abbiamo una rosa stanca e menomata dagli infortuni ( perchè non possiamo sperare che i nostri giocatori possano andare avanti di infiltrazioni e rendere al 100% ) ma sopratutto stanchi ho visto più di una volta il genoa arrivare boccheggiando alla fine del primo tempo …….. Adesso si parla di mercato a gennaio come una manosanta ….. ma ci siamo chiesti da quì a gennaio il genoa cosa può fare ? Gente non scherziamo .. i problemi ci sono e sono seri .. è giusto parlarne ma è altrettanto giusto che la società corra ai ripari perchè non è esente da colpe … P.S Qualcuno mi dice perchè adesso si cercano punte in campo che non ci sono e all’inizio campionato tutto andava bene ?????

  12. Tony says:

    Puntuali come le cambiali, ecco arrivare i disfattisti…Dire che il Genoa boccheggia, che la Società non ha programmi, che il Presidente non parla apertamente di serie A mi sembra davvero una bestemmia.Anch’io, in precedenza, ho detto che qualche giocatore sembra affaticato e che, a mio modesto parere, converrebbe, da parte di Gasperini, provare qualche momentanea sostituzione. Ma da qui a dire che tutto va male, che occorre una radicale trasformazione della squadra a Gennaio, beh, questo mi sembra il colmo dei colmi! A meno che, quelli che iniziano a contestare, lo facciano con un preciso scopo (tanto peggio, tanto meglio). Ed io, purtroppo, di questi sedicenti genoani, ne conosco parecchi.

  13. silvio says:

    Piccola riflessione: rispetto all’involuzione di gioco che avevamo avuto a bergamo con l’Albinoleffe, sabato contro lo Spezia abbiamo creato molte palle gol, le più nitide nella prima mezz’ora con Greco (almeno 3), ma anche nel secondo tempo con tre o quattro ottimi interventi di santoni.

    E ora vedo commenti del tipo “Spezia: la vittoria del gruppo”.. chiunque se ne capisca un minimo di calcio ha capito che il genoa sabato è stato semplicemente sfortunato, erchè lo Spezia ha fatto due tiri in porta e due gol.

    Il Genoa avrebbe potuto vincere anche con Rossi e milanetto in camop con le infiltrazioni se Greco avesse messo dentro quei due palloni e Adailton fosse arrivato sul passaggio dello stesso Greco a porta vuota.

    E poi nell’azione del rigore dato allo Spezia, dopo la prima ribattuta di Barasso c’è un netto fallo di mano di Guidetti.. seguito dall’altrettanto netto fallo di Sculli.

    Quindi: non drammatizziamo e continuiamo a giocare con la nostra identità…

    P.S.: Sentire Lino Marmorato a fine partita che dice contro l’arbitro lo trovo veramente inutile… E’ vero poteva ammonire più giocatori dello Spezia all’inizio.. ma anche se la partita fosse durata 10 ore non avremmo vinto perchè la palla non ne avrebbe voluto sapere di entrare…

    CONTINUIAMO COSi’…

    TUTTI A BOLOGNA!!!!

  14. SIMONE says:

    CIAO GIOVANNI,CIAO A TUTTI.
    SICURAMENTE NON E’ UN MOMENTO FACILE PER UNA SERIE DI MOTIVI
    CHE SAPPIAMO.SICURAMENTE LA SQUADRA NON E’ QUELLA DI UN MESE E MEZZO FA, PERO’ LA PARTITA DICE UNA COSA DIVERSA,
    SIAMO STATI PUNITI DA DUE EPISODI CHE HANNO CAMBIATO LA PARTITA IN MODO DRAMMATICO!
    L’ ARBITRO MEDIOCRE CHE HA CONCESSO UN RIGORE GIA’ DUBBIO IN SE ED OLTRETUTTO VIZIATO DA UN CLAMOROSO MANI PRECEDENTE DI GUIDETTI E L’ ERRORE DA TERZA CATEGORIA DI BIASI CHE HA
    DECRETATO LA MAZZATA FINALE SIA DAL PUNTO DI VISTA DEL RISULTATO CHE DA QUELLO PSICOLOGICO.
    DICIAMOLO CHIARAMENTE RISPETTO ALLE PARTITE DI VERONA E BERGAMO IL GENOA HA NETTAMENTE DOMINATO UN MODESTO SPEZIA
    CHE A MIO MODESTO PARERE HA FATTO QUELLO CHE POTEVA E SI E’
    TROVATO NON SA NEMMENO COME (O MEGLIO LO SAPPIAMO) CON 3 PUNTI IN MANO.NON DICO CIO’ PERCHE’ NON SONO OBBIETTIVO
    NEL GIUDIZIO MA PERCHE’ LA NOSTRA GARA E’ STATA FORTEMENTE CONDIZIONATA DA EPISODI.
    LA PARTITA AVREI VOLUTO VEDERLA SULLO 0-0 NEL PRIMO TEMPO.
    COME DOVEVA FINIRE SE CI FOSSE STATO UN ARBITRO DEGNO DI TALE NOME.
    GRAZIE DI NUOVO A TUTTI

  15. emanuele says:

    CIAO..GIOVANNI..MI RIVOLGO A TE.
    Scrivo spesso sul blog..e vi mando mail anche in trasmissione(faccio anche altro..x fortuna..non penso solo al grifo..)Io sono uno di quelli che quando tutti si stropicciavano gli occhi..dicevo che non si poteva durare cosi’ con questo “gruppo”..ribadisco il termine “gruppo”,per me e’ carente in molti punti,e’al massimo da play off(in questo momento,a gennaio..vedremo..)giocavano e torneranno a giocare benissimo ma saranno sempre discontinui.Trovo assurdo disputare il secondo campionato di fila senza centravanti(non ricordo nessuno promosso senza bomber..da..SEMPRE!)l’acquisto di FIGUEROA e’una pagliacciata soprattutto dopo non aver riscattato STELLONE..perche’ cagionevole..Gli unici giocatori di spessore per vincere un campionato di B attualmente in ROSA sono ADAILTON,ROSSI,BEGA e soprattutto DE ROSA,gli altri non sono ancora abbastanza “smaliziati”giocano..sono fantastici a volte(GRECO soprattutto)ma per andare su ci vuole moooltooo di piu’,assurdo non dircelo tra di noi.CHE NE PENSI?…Sul tifo non commento,ma e’ davvero triste,io dopo 11 anni ho abbandonato la nord per i ceffi che ci giravano..probabilmente tanti lo hanno fatto(la parte sana!)ed ecco il risultato!

  16. simple says:

    A Genova il MUGUGNO è un MUST, e poco importa chi sia il destinatario dei nostri mal di pancia. Ciò che è necessario ad ogni GENOANO, e quindi GENOVESE, è individuare l’obiettivo su cio indirizzare i nostri strali. Prendiamone atto tutti, senza però preoccuparsi troppo se si è finiti al centro del mirino, caro Giovanni. Da sempre infatti vige nella nostra mentalità genoana la profonda antipatia per la categoria a cui appartieni e, forse lo ammetterai anche tu, questo avviene perchè storicamente esiste una grande disparità di trattamento tra noi e i ciclisti da parte della stampa locale. A mio parere a questo si deve aggiungere che l’attaccamento smanioso del Genoano alla sua squadra rende il popolo rossoblù molto più attento e inflessibile rispetto ada altri tifosi circa ciò che si legge scritto suo giornali e detto in radio e tv a favore o contro il Vecchio Balordo.
    Anch’io credo che prendersela con la stampa, e/o accusarla di disfattismo, …se non addirittura di stregoneria nera, serva solo a trovare l’oggetto su cui sfogare rabbia e frustrazioni, ma bisogna prendere atto di come un po’ tutto l’ambiente vicino al Genoa (quindi STAMPA in primis assieme a noi tifosi) abbiamo sopravalutato il valore della squadra di Gasperini. Per intenderci meglio, il termine STRATOSFERICO usato da Claudio Onofri dopo le migliori prestazioni di Greco & Co. è stato condiviso e usato da tanti tuoi colleghi e, forse, anche da te. Il leggere ora una riga di “Io l’avevo detto” o “io vi avevo avvertito” (e non mi rivolgo a te in questo caso, ma alla tua categoria) fa aumentare a dismisura la velocità delle nostre …sfere.
    Noi Genoani, come dicevo sopra, siamo attentissimi a ciò che si scrive e si dice circa il Vecchio Balordo, e troppo spesso notiamo che c’è poco equilibrio non solo all’interno del nostro DNA ROSSOBLU’, ma anche negli addetti ai lavori (forse perchè condividono il nostro medesimo DNA?).

  17. serena says:

    Ciao Giovanni ho letto tutti i commenti arrivati al tuo blog e devo dire che un po’ tutti hanno ragione.Sabato tutti eravamo molto amareggiati per la sconfitta per me immeritata con lo Spezia. la differenza tra noi e loro è stata che hanno interpretato la partita come un vero derby mettendo più cattiveria e cuore noi invece abbiamo giocato come se davanti avessimo una squadra qualunque e questo oltre ai soli 2 episodi li ha fatti vincere.Barasso se non sbaglio è stato poco chiamato in causa..Per il resto cerchiamo di avere un po’ di pazienza e aspettare e non essere così negativi e pessimisti…ma se fossimo al posto dei “cugini” cosa sarebbe successo in casa genoa? vorrei chiederlo anche a voi giornalisti…magra consolazione dire che ciò che dicevate del genoa(novembre nero di gasperini ecc) sta accadendo…Io sono fiduciosa anche se un po’ amareggiata ma sono convinta che ci riprenderemo…La Nord sempre peggio..che tristezza…forza genoa un saluti a tutti..Serena

  18. Ruben says:

    Vedo con disappunto che si legge quel che si vuol leggere e che si commenta quel che conviene.
    In fondo fa parte,scusate il gioco di parole,,del gioco delle parti.
    Nessuna frustrazione caro Andre,pensa semmai alle tue di frustrazioni che sono all’onore del mondo,e sarà meglio chiuderla qui,ma se sabato si è perso nessuno ha scritto che la colpa è di Porcella o della stampa.
    Sconfitta straimmeritata,e su questo non ci piove,e atteggiamenti dei media nelle due settimane precedenti al match,che hanno fatto il gioco di chi non aveva nulla da perdere.
    Clima rovente montato ad arte,opinionisti e giornalisti spezzini a far da provocatori e quant’altro.
    Solo questo ho detto e confermo che a parità di squadra con un altro tipo di ambiente,a partire da voi miei cari giornalisti,saliremmo in A sparati.
    Avete cominciato a parlar di crisi al primo pareggio.
    Vi ricorrdo che queesta squadra,pur in flessione e con infortuni e squalifiche a raffica,nelle ultime 4 partite ha costruito almeno 20 palle goal contro le 2 del Verona,una del Crotone,2 del Leffe e una dello spezia.
    Risultato?
    Tre pareggi e una sconfitta.
    Sull’altra sponda si vincono 2 partite in 23 gare di campionato e si sente parlare di miglioramento.
    Giovanni,scusa,ma veramente pensi che io creda che il Signore è morto dal fredddo?
    Poi ci sta anche che abbiamo qualche problema certo,ma siamo seconddi in classifica e con i corrretttivi di Gennaio alle porte c’è solo da essere ottimisti e ringraziare un allenatore che finalmente gioca sul serio per vincere,SEMPRE.
    Detto questo e rispedendo l’annotazione del colore grigio al mittente,ti saluto.
    Con immutata stima

  19. Ruben says:

    Solo per la crronaca…se dai una letta in giro sul web,ti accorgerai,caro Giovanni,che gente come la definisci tu…grigia…beh lasciamo perdere.
    L’allenatore del Genoa dice quello che ho scritto io.
    E quello che pensano migliaia ddi genoani.
    Nelle ultime 4 partite solo un pizzico di imprecisione e di sfortuna,uniti ad un appannamento normale che prima o poi capita a tutti,e 4 arbitri,tre di Bari e uno di Torino(guarda un po’ che combinazione eh Giovanni?)ci hanno impedito di vincere a Verona,con il Crotone e sabato scorso.
    Dimmi Giovanni,ma se sabato,pur tenendo presente che con i se e con i ma non si va da nessuna parte,il primo tempo,basandosi sui fatti,fosse finito 3 a 0 per il Genoa ci sarebbe stato qualcosa da ridire?
    Io dico di no,ma voi siete stati tra i primi a dire che lo spezia ha giocato alla grande.
    Giovanni lo spezia ha giocato a calci i primi 44 minuti,senza uscire,salvo 2 volte, dalla propria metà campo,meritavano almeno 4 cartellini gialli e il primo ammonito è stato Mila.
    La verità Giovanni,la gente vuole la verità.
    E lo spezia,peer verità,ha giocato a calci per un tempo e poi ha finito con un catenaccio degno del 1960.
    Senza contare il gentile regalo di Biasi.
    Onore ai vincitori ci mancherebbe,ma sai che ti dico?
    Che mi tengo il Genoa in crisi e lascio soda lo stratega e gli 11 leoni a spezia,a giocarsi la salvezza.
    Noi,anche in crisi,giochiamo un altro campionato.
    Ma capisco che dovete salvaguardare gli ascolti e allora…grande spezia Genoa in crisi.
    Va bene così,ci si vede a Giugno.
    P.S.Dimenticavo…grandi i ragazzi di walter alfredo…solo gli arbitri ne frenano l’impeto…24 partite ufficiali di campionato 2 vittorie…ma loro non sono mica in crisi,anzi,stanno migliorando…
    Mi pare di essere su scherzi a parte…

  20. marco says:

    CARO GIOVANNI NON SONO ASSOLUTAMENTE D’ACCORDO CON IL SIMPATICO PIRITO CHE SABATO A DEFINITO CHE IL GENOA HA FATTO SCHIFO, PURTROPPO IL RISULTATO E’ DETERMINANTE PER IL GIUDIZIO DELLA PARTITA. RITENGO INOLTRE FONDAMENTALE PER L’ ESITO DELLA PARTITA L’ERRORE SUL FALLO DI MANO CLAMOROSO DEL PRIMO GOAL, DOPO UN TEMPO CREDO DA TUTTI GIUDICATO A SENSO UNICO CON ALMENO 5 PALLE GOAL CLAMOROSE E RITENGO VERAMENTE POCO GIUSTO IL COMMENTO DEL TIFOSO ROCCA FACENDO PASSARE SODA COME L’ARTEFICE DEL GRANDE RISULTATO QUANDO ALLA FINE DEL PRIMO TEMPO POTEVANO GIA’ RITORNARE AL PAESE

  21. nicola giussani says:

    della gradinata non si può o non si deve parlare ma come si fà dopo una partita così?
    vorrei fare una sola considerazione: ci può essere una via di mezzo tra il cantare e gridare senza soluzione di continuità indipendentemente dall’andamento della partita ed il silenzio quasi voluto come durante la partita con lo spezia, “dedicato” ad una squadra ed ad una società (ebbene sì, lo si dica)che perlomeno gioca al calcio come non si vedeva da anni (qualcuno provi a contestarmelo).
    Vorrei dire che ho sentito (anch’io c’ero. . . e sbraitavo)incitare squadre assurde, con giocatori improponibili, allenatori improvvisati e società fantasma.
    TORNIAMO A FARE TIFO senza correnti varie, veti, se e ma.
    F O R Z A G E N O A ! ! !

  22. Luca91 says:

    RAGAZZI STIAMO TRANQUILLI SIAMO SECONDI………ANDIAMO A BOLOGNA TIFIAMO CN LA JUVE….. A GENNAIO ARRIVERà SICURAMENTE IL GIOCATORE O I GIOCATORI CHE SERVIRANNO E LOTTEREMO COME è DA SEMPRE NEL NOSTRO D.N.A.PER TORNARE IN A!!!!!FORZA ZENA

  23. riccardo says:

    Caro Giovanni,sinceramente non capisco tutta questa voglia di Spezia che aleggia a Primocanale.Ho sentito parlare di”grande squadra”di partita giocata alla grande.Vabbè che chi vince ha sempre ragione,ma gabellare una squadra catenacciara che tira due volte in porta in una partita al Milan di Sacchi, mi sembra francamente troppo.Poi scusami ma finchè a prendermi per il deretano sono i doriani,posso ancora starci.Ma se a sfottermi sono i rappresentanti di una squadra che non ha mai visto la A,che ha uno stadio che al completo tiene come la sola gradinata nord,insomma se vengo sfottuto da chi non esiste,m’incacchio.Per quel che riguarda la squadra credo che il problema siano il portiere ed il centravanti.A gennaio,credo ci si dovrà muovere in questo senso.Però,per favore,niente processi….c’è chi sta peggio!Distinti saluti.Riccardo

  24. simple says:

    Vorrei rivolgermi ad EMANUELE, che ha scritto un post che condivido quasi sino in fondo. Ovvero la sua analisi della rosa genoana è davvero perfetta, così come delle carenze del nostro organico.
    Ma quando invece il discorso passa sulla nostra tifoseria non solo non mi ritrovo più d’accordo, ma trovo davvero tafazziano il suo commento.
    Quelli che Emanuele definisce come CEFFI credo che girino in gradinata da molti anni, giusto?
    Ed allora perchè questi CEFFI non erano così esecrabili quando si comportavano come CEFFI anche contro altri Presidenti, contro altre tifoserie, contro altri giocatori poco attaccati alla maglia ma molto attaccati al portafoglio?
    E magari questi CEFFI dalla doppia personalità, una sorta di moderni Dr.Jeckill e Mr. Hide, diventavano pii portatori di pace e amore quando si sbattevano per raccogliere sangue o portare aiuti umanatira nei paesi dilaniati dalla guerra.
    Il succo è questo: da sempre in Gradinata non esiste educazione civile (i cori ad esempio non sono mai come quelli che si cantano in chiesa), non esiste democrazia (i leader non vengono eletti dal popolo), non esistono mezze misure (o si piange di dolore o si piange di gioia). Queste caratteristiche non sono nate con l’inizio della frattura tra gli Ultrà e Preziosi, ma da sempre chi va in Gradinata sa perfettamente che la partita la si vive in maniera estrema, sia nel bene che nel male.
    Pertanto il fatto che Emanuele abbia abbandonato la Nord è una SUA scelta personale e lecita, anche saggia visto il suo pensiero, ma trovo del tutto ingiusto e strumentale definire ora come CEFFI le stesse persone che da sempre si comportano coerentemente rispetto alla loro mentalità, rispetto al mondo degli stadi, rispetto alla GENOANITA’.

  25. Angelo says:

    Caro Giovanni,adesso finalmente riconosco la mia squadra,
    con tutta la sua sfiga ,che ci accompagna ormai da più di
    mezzo secolo,con pochissime interuzioni(molto rare),Sabato
    avevo veramente paura di perdere ,come se me lo sentissi,
    Non voglio prendermela con nessuno,anche se un po di colpe
    devono essere divise equamente dall’allenatore ai giocatori
    Quello che però non riesco a digereire è il non tifo che
    riusciamo a fare ,siamo veramente penosi ,se prima eravamo la migliore tifoseria,ora siamo scesi all’ultimo posto.
    Io non credo che i tifosi possono fare i miracoli però almeno devono provare a caricare un ambiente che è diventato deleterio,e forse incoraggia la squadra avversaria .Non so per quale motivo siamo arrivati a questo
    punto (lo posso immaginare ma spero di sbagliarmi),sono
    veramente demoralizzato e pessimista.Mi resta solo la fiducia nel Presidente spero che riesca ha fare un altro
    miracolo,dopo tante sofferenze ci vorrebbe proprio.
    Ti saluto Giovanni sei sempre il meglio.FORZA GENOA

  26. guido says:

    Ciao giovanni condivido le tue considerazioni che mi sembrano equilibrate. Sicuramente il Genoa che ho visto con lo Spezia a marassi non è quello che ho visto giocare con il cesena. A me è parso in debito di ossigeno. E se è vero che nel primo tempo nonostante tutto abbiamo creato numerose palle gol, nel secondo tempo non si è vista la reazione giusta. Lo spezia legittimamente ha fatto la sua partita chiudendosi in difesa e sfruttando le ripartenze.
    Occorrono come dici te rinforzi per gennaio e l’importante è cercare di rimanere nel gruppo di testa fino ad allora.
    Sculli è in odore di squalifica. Figueroa e Aurelio sono rotti. Greco non vede la porta come prima anke se ha fatto delle belle giocate.
    Io comunque confido sempre nel ns grande presidente sperando solo che compri una punta di peso e magari un difensore di valore e non faccia Rivoluzioni d’ottobre.
    Sulla nord spero solo che trovi presto i suoi equilibri al suo interno.

    ciao

    In genoa we trust

  27. ale says:

    “ho abbandonato la nord per i ceffi che ci giravano..”
    I ceffi, come li chiami te, sono quelli che hanno organizzato e retto la tua bella nord fino a ieri e che ti fanno fare le gite per l’italia. Rispetto puttana eva!
    ps:LA RICREAZIONE è FINITA!…

  28. giovanni.porcella says:

    Premesso che io dell’altra squadra cittadina su questo blog non ne vorrei parlare, ma siccome qualcuno legittimamente fa notare che i giudizi sarebbero vergognosamente diversi da una squadra all’altra allora faccio notare che per quanto ci riguarda siccome le critiche alla Samp le abbiamo fatte e proseguiamo a farle domenica scorsa Michieli e Pellegrini hanno detto le cose come stavano che la Samp è bruttissima,che ha mortificato i suoi tifosi parlando di gara della svolta che si è ridotta a nemmeno un tiro in porta, che certi esperimenti sono falliti e che se a gennaio la società non compra nessuno la squadra deve guardarsi alle spalle, considerando che senza club penalizzati la Samp sarebbe un pelo sopra la retrocessione. Non mi pare un quadro da compiacenti. O no? Poi se in quel momento qualcuno è sintonizzato su Capri o su qualche altro programma (libero di farlo si capisce) allora per onestà non stia a scrivere cose che non corrispondono al vero. E’ vero invece che si è parlato anche dell’arbitro e ne ha parlato soprattutto Novellino che puo’ dire quello che vuole esattamente come ha fatto Gasperini dopo Spezia che ha parlato di arbitro pure lui. Oggi per esempio il Corriere Mercantile sotto al “grise’” dal titolo PIENA CRISI titola: SAMP, ADESSO E’ ALLARME ROSSO
    e nello’occhiello: A gioco lungo la politica di rafforzamento a costo zero diventa rischiosa. In un fondo c’è scritto: Novellino non è l’unico colpevole. Sempre per curiosità ho dato un occhiata a Repubblica e si parla di “calvario in trasferta” e si fanno vari nomi di mercato per correre ai ripari. Io posso capire, perchè la vivo sulla mia pelle, la frustrazione di tutti per avere perso in casa con lo Spezia: lo ammetto saremmo stati sfigati, non ci è girato niente bene, l’arbitro ha sbagliato nel non vedere il mani di Guidetti, cose che sono state dette e ridette, ma mi girano le balle perchè non ci abbiamo messo quella grinta che mi aspettavo. Spero sia l’ultima volta. Siamo sinceri lo Spezia ha prioprio rubato? Ha fatto quello che doveva fare, secondo me noi non tanto soprattutto nel secondo tempo. Basta, acqua passata, voltiamo pagina e vorrà dire che ci rifaremo nel ritorno. Poi nel mio post che credo sia molto equilibrato e non disfattista come i tifosi del Genoa sono, anzi siamo, ho voluto per primo dire che la classifica resta positiva (ha perso anche il Piacenza e siamo tutti lì), che a Bologna possiamo vincere tranquillamente ma pero’ ci dobbiamo svegliare e dobbiamo essere un po’ meno presuntuosi perchè qualcuno lo è e questa squadra non puo’ permetterselo. E andare sul mercato per rafforzarsi anzi lo scrivo piu’ grande RAFFORZARSI, non mi pare un insulto o un esercizio terroristico. Insomma, stiamo calmini senza perdere quel senso critico onesto e costruttivo che quando scrivevo di Genoa negli anno novanta era permesso e persino simpaticamente utile tanto che andammo persino in Uefa dopo un inizio da infarto. Il problema che da quando abbiamo chiamato Supermario un certo Cvitanovic ho l’idea che per amore della bandiera ci siamo rincretiniti totalmente. Se in un mese facciamo tre punti con ambizioni di promozione, e facciamo bene a crederci perchè ce la possiamo fare, è nostro DOVERE, non raccontare stronzate o cloroformizzare una piazza che se si addormenta come il suo tifo va a fondo. Il Genoa è questo. deve vivere sempre sulla corda e allora ottine risultati. Non appena molliamo i pappafichi mettiamo il culo per terra e allora parliamo di menagrami, streghe, mascotte porta sfiga ecc… che è roba da medioevo. I problemi ci sono, ma il bilancio secondo me resta buono: forza, avanti uniti e convinti di poter proseguire sulla strada tracciata ad agosto che è quella giusta. Giochiamo il calcio migliore della serie B, sissignore ne sono convinto, costa poco pensare che sarà una stagione intensa. A patto che tiriamo fuori gli attributi e mettiamo nel cassetto lo specchio.

  29. Tony says:

    Serietà e correttezza giornalistica. Caso Figueroa: su un quotidiano genovese si legge questa mattina che il giocatore è tornato regolarmente dall’Argentina e si è gia messo a disposizione dell’allenatore. Su un altro quotidiano è scritta tutt’altra notizia(così mi dicono): il giocatore è tornato effettivamente ma dovrà sottoporsi ad un nuovo intervento al menisco… Ma, per favore, dove sta la verità?

  30. Donbaky says:

    Caro Giovanni,tralasciando il discorso tifo sul quale secondo me ognuno è libero di fare e agire come crede anche se mi dispiace non rivedere una nord esplosiva e trascinante come è sempre stata,volevo rimarcare i concetti espressi da RUBEN (post n°18 e 19 della discussione corrente)che guarda caso combaciano con quelli da me espressi in altra discussione(Momento della verità)del 19 nov ore 18,37.
    Purtroppo non c’è niente da fare,il Genoa da fastidio a troppi e l’assurdo è che non ci sia nessuno del settore dell’informazione (e dico nessuno) che si impunti una sola volta nel prenderne le parti o per lo meno attenuare le critiche nei suoi confronti.
    Io immagino già stasera cosa verrà detto in merito alla “grande” (vorrei sapere dove è stata tutta questa grandezza)prestazione dello spezia e alla “critica”situazione della “mia” (e di tantissimi altri GENOANI VERI)GRANDE SQUADRA.
    Sarà come al solito un prendere di mira tutto ciò che non va
    dicendo che ora a Bologna poi con la Juve e nelle successive trasferte sarà dura e con la situazione “fisicoinfortunisticapsicologicambientaleumorale” che avvolge la squadra fare punti sarà arduo.
    Mi auguro sinceramente che i ragazzi diano uno smacco alle critiche e non diano retta a chi vuole creare solo instabilità; se ci riusciranno già da venerdi bene e se non sarà così pace ,prima o poi i valori vengono fuori.
    Ragazzi DAIIIIIIII!!!
    Tappeve e uege e ane’ a guagnà !!!.
    Sicuramente se assistessi alla trasmissione di stasera mi farei del nervoso quindi menomale che ho il corso di ballo e non ci sono.
    Ti saluto come sempre anche perchè rimani un ottimo professionista anche se ogni tanto (e secondo me te lo puoi permettere)dovresti essere un pò più tifoso…e sappiamo che lo sei.

    Don

  31. Danilo says:

    Caro Ruben, condivido ciò che hai scritto (se rileggi il mio post in cima te ne accorgi)ma sono sicuro che Giovanni soffra quanto noi. Il problema e’ forse che da due anni a questa parte lo Spezia ha troppo spazio in casa nostra. Non credo che nella loro trasmissione che noi non vediamo (gradinata ferrovia) il Genoa abbia altrettanto spazio. E’ chiaro che noi siamo “i rustici” della città mentre gli altri sono le fighette abbottonate e quando qualcosa gli gira storto (e’ da quando il Lens li ha eliminati che non ci capiscono più niente) e’ come se il figlio dei vicini per bene si facesse una canna…non e’ possibile, sarà stato un altro…Insomma, si cerca sempre di mascherare. La verità e’ che il Genoa fa sempre notizia, il doria no, tant’e’ vero che i loro tifosi spesso si lamentano con Giovanni & c. dicendogli che parlano sempre del Genoa.
    E poi, se posso permettermi, lascia perdere Marco Rocca, ti fai del nervoso e basta. Hai detto bene prima: a giugno vedremo…Tanto ben che gli vada fanno 2 anni di B e poi ritornano nell’oblio. Per sempre.

  32. Danilo says:

    Scusami Ruben ma quello che ha scritto a Rocca e’ Roby, mi sembravate la stessa persona…però il consiglio vale lo stesso.:-)

  33. CONDOR says:

    non sono daccordo con Giovanni, a mio parere il genoa ha giocato bene anche con lo spezia ha creato molte palle gol certo pagiamo la mancanza di un centravanti vero (Grieco e’ fortissimo ma non e’ una punta ,come non lo è Adailton)ma macignamo gioco fino al 90° Lo spezia mi e’ sembrata una squadra di onesti manovali del pallone cosi0′ pen pompati dalla società (non capisco il perchà).
    Mi devono spiegare come mai dicono che giocano per la salvezza e Ruggeri da il premio partita alla gara contro il GENOA invece di darlo contro una diretta concorrente
    cosi che gli onesti manovali sono diventati leoni rischiando infortuni e squalifiche da scontarsi contro
    una diretrta concorrente (prossimmo turno il Modena)

    ciao el condor

  34. serena says:

    caro giovanni ho finito ora di leggere tutti i commenti dal mio n.17 e mi gira la testa per tutto quello che si è scritto!!condivido l opinione di ruben(non è la prima volta che sono d accordo con lui).Della partita di sabato non ho più voglia di parlare perchè ripeto l unica cosa che ha fatto vincere lo spezia e l interpretazione che loro hanno dato alla partita: per loro era un derby per noi una partita normale..forse li hanno sbagliato non hanno messo la determinazione e la grinta che serve quando si giocano certe partite..Per quanto riguarda il tifo caro Giovanni ti chiedo ma perchè i “Capi” delle varie tifoserie Brigata Speloncia Ottavio Barbieri ecc non escono allo scoperto e dicono il vero motivo per il quale non c è più tifo nella nord? loro non hanno mai parlato e forse se lo facessero tutti quanti noi tifosi riusceremo a capirci qualcosa…Forse si dovrebbe cominciare ma so che è difficile lasciare fuori dal tifo organizzato la politica che purtroppo c è e c è sempre stata…Non siamo falsi e ipocriti a dire che ciò non è vero e cmq i ceffi ci sono e ci sono sempre stati motivo per cui dopo alcune traferte dell anno scorso in cui mi sono trovata in mezzo a dei casini causati da certi tifosi genoani che pur di non fare la coda per entrare arrivavano e con prepotenza e senza preoccuparsi di chi avevano vicino
    spingevano e andavano contro la polizia…questi di tifosi hanno poco….Ripeto Giovanni facciamo parlare Loro e sentiamo i motivi che hanno da dire tanto questo Presidente rimane e sarebbe meglio per il bene soprattutto del genoa remare tutti dalla stessa parte….ora chiudo e saluto tutti

  35. marco.rocca says:

    “Curva Ferrovia”, non “Gradinata Ferrovia”. Bene, vedo che gli anni di B sono diventati 2 (ben che ci vada). Però stiamo migliorando: fino a venerdì scorso per qualcuno lo Spezia era già tornato in C… dev’essere successo qualcosa, nel frattempo. Grazie come sempre della considerazione e dell’imparziale disamina. E se accettate un consiglio da parte di uno che non parla per puro corporativismo, date un po’ + retta a Giovanni (che il dono dell’obiettività lo possiede e lo adopera) e un po’ meno a Ruben, che mi sembra ultimamente ne stia azzeccando pochine. Saluti
    rocchino

  36. Tony says:

    Se sbaglio, prego qualcuno di correggermi.Mi risulta che gli ultrà dell’OB siano di estrema sinistra, mentre quelli della Brigata Speloncia siano diametralmente opposti! Non penso sia una convivenza facile, anche se, nel nome del Genoa e, soprattutto dello sport, le idee politiche non dovrebbero trovare spazio alcuno. Sarà forse per questo motivo che non si riesce a “compattare” la mitica Nord del mitico Genoa?

  37. Luca91 says:

    LA DIVISIONE DELLA NORD è DOVUTA DALLA DIFFERENZA POLITICA TRA LA BRIGATA E L’OTTAVIO BARBIERI E DAL FATTO CHE ENTRAMBI VOGLIONO COMANDARE LA NORD……..IO SONO COMPLETAMENTE CON L’OTTAVIO E SPERO CHE QUELLI DELLA BRIGATA CONTINUINOA FARE TIFO MA SENZA ROVINARE LA CURVA PIù BELLA D’ITALIA COME STANNO FACENDO(DATO KE OGNI SABATO QUANDO VADO ALLO STADIO MI SEMBRA DI ESSERE NELLA GRADINATA SUD…..MA QUELLA DEL DORIA……SPERO CHE TORNI TT COME PRIMA DALLA PARTITA CON LA JUVE!!!!!!!!ROCCA GODITI QUESTO MOMENTO PERKè 50 ANNI PER TORNARE IN B MA UNO PER RETROCEDERE SIETE TROPPO SCARSI ALLA LUNGA SI VEDRà…………………….CIAO E FORZA ZENA

    E LA NORD DELL’OTTAVIO

  38. nicola giussani says:

    a marco rocca vorrei dire in tutta onestà che lo spezia è la squadra peggiore vista a marassi dopo l’arezzo. Detto questo si salverà sicuramente, perchè è squadra di carattere ed ha l’entusiasmo della neopromossa, ma sul piano tecnico e per quanto riguarda il primo tempo di marassi ha subito una piccola lezione di gioco. se il primo tempo finiva 2 a 0 o 3 a 1 o 2 a 1 od ancora 1 a 0, penso che nessun spezzino avesse potuto obbiettare. con amicizia nicola

  39. marco.rocca says:

    Accetto, anche se non la condivido, l’opinione di Nicola, perché espressa con la massima correttezza ed onestà intellettuali. Qualità che non considero un optional. Cordialità

  40. emanuele says:

    PER SIMPLE:
    Intanto un saluto e un ringaziamento per aver letto con attenzione il mio post,mi voglio spiegare meglio sul termine CEFFI usato per indicare personaggi apparsi in questi ultimi anni nella nord,premesso che mi rivolgo in particolare a membri della brigata speloncia(o comunque persone che indossavano le loro maglie)che negli ultimi 2-3anni hanno iniziato ad instaurare,almeno per me,un clima troppo pesante in nord,io mi sono sempre sistemato nel parterre,cantando con gli amici sempre e comunque,bene dall’anno di DE CANIO ho visto picchiare gente a casaccio,insultare ragazzi che si facevano una canna nell’intervallo etc..Non tutti saranno daccordo con me..ma io mi sono sempre riconosciuto nello stile della fossa(cui molti della brigata appartenevano)che seguivo nelle contestazioni e con cui andavo in traferta,per il resto la scelta di cambiare settore e’ solo mia e non cerco consensi,credimi mi e’ venuto il magone quando ho deciso di abbandonare la nord!CIAO SIMPLE!A PRESTO!

  41. simple says:

    Io consiglio A luca91 e a tutti, perchè nel campo internettiano un minimo di esperienza me la sono fatta, di evitare di fare interventi del tipo “quelli sono bianchi e quegli altri blù”, perchè nemmeno i Giudici riescono a garantire, per tutti, la VERITA’… o sbaglio?
    Io non so perchè ma credo che i problemi di divisione tra la nostra tifoseria non siano POLITICI, ma di natura diametralmente diversa. Tramite comunicati ufficiali ogni membro della Tifoseria Organizzata ha detto che c’è necessità di una pausa di riflessione. Questo significa che appena si supereranno certe situazioni che, prendiamone tutti atto, non vogliono essere spiattellate ai 4 venti si saprà chi riempirà il vuoto attuale.
    Certo che in questa situazione si sviluppano floride le più grandi varietà di VOCI INFONDATE (sms, post e mail prive di fondatezza, ma soprattutto di autore visibile). Pertanto noi che andiamo allo stadio dovremmo dare tutti il massimo affinchè sebbene manchi una perfetta coordinazione nel tifo non manchi però l’apporto roboante e potente che da sempre il popolo genoano garantisce alla sua squadra.

    A SERENA vorrei dire che sono certo non mancherà, quando arriverà il momento, un quadro più chiaro della situazione anche se certe persone non andranno a fare passerella in tv. Ci sono persone delegate a comunicare a media determinate cose, come ad esempio Leo Berogno. Leo credo che sappia bene il tipo di situazione che si vive sia nei gruppi ultrà che le ripercussioni di tale momento all’interno di tutta la tifoseria. Se ad oggi non ha detto in radio e tv nulla di nuovo è perchè non c’è nulla di nuovo sotto il sole.

    Infine vorrei dire la mia anche a ROCCHINO, che grazie allo pseudonimo che lui stesso si è affibbiato ci fa capire come sia serio e privo di contorni sentimentali il suo commento su questo blog… Caro ROCCHINO, hai tutti i diritti di goderti questi momentanei 5 minuti di gloria, ma credo che lo sforzo editoriale che Primocanale sta facendo per unire sotto un’unica campana le cose di Liguria lo si aiuti più con l’ironia piritiana che con l’umorismo campanilistico fuori luogo. Lo Spezia ci ha battuto? Beh, forse perchè per una volta ha giocato con la grinta da Grifone!

  42. simple says:

    per EMANUELA.
    Ciao anche a te! Io non sono mai stato un ULTRA’ e quasi sempre le mie posizioni, sia ideologiche che pratiche, sono molto distanti dalle loro. Ma ciò nonostante ho la consapevolezza che già dal termine col quale li definiamo, ma soprattutto si definiscono loro stessi, gli Ultrà vivano la passione per i loro colori in maniera estrema. Per cercare di capire quindi i loro comportamenti bisogna fare lo sforzo di cercare di vedere le cose con i loro occhi, e quindi trarne le conseguenti conclusioni.
    Tra gli Ultrà esistono regole ben precise. Queste regole fanno sì che alcuni eventi siano più devastanti di altri che, a nostro modo di vedere, sono ben più gravi.
    Io ricordo che quando c’era la Fossa, chi nella Nord non cantava si beccava delle aste in testa, altro che pattoni!
    Il coro FOSSA FOSSA VAFF… di dieci anni fa’ per me e forse anche per te era un evento di basso valore, ma per loro ha avuto un effetto letale. I fatti di Neusfit, o come belin si chiama il paesello austriaco, sono una bruttissima pagina per il popolo genoano, ma forse il più grave che potesse accadere al nostro mondo ultrà.
    Chissà poi quanti altri episodi sono accaduti negli ultimi anni di cui non ho conocenza e che magari pesano gravemente sull’OB, sulla BS, sui GAV.
    Io, sebbene come credo anche te, ho visto in maniera molto preoccupata la nascita di nuove realtà all’interno della Gradinata Nord, auspicavo però che alcune componenti storiche del nostro mondo ultrà rossoblù riuscisse a mantenere alcuni equilibri che hanno fatto sì che ogni genoano fosse orgoglioso di non vedere nelle pagine di cronaca nera foto di gente con la sciarpa del Genoa, ma anche di balzare agli onori della cronaca nazionale per splendide iniziative di carattere sociale e solidale.
    Io credo che questa LUNGA PAUSA DI RIFLESSIONE, unita alla DOLOROSA e CIVILE DECISONE DI PASSARE NEI DISTINTI, che non solo tu hai preso, ma anche tanti amici che sedevano vicino a me in Gradinata Nord, probabilmente ridarà i giusti equilibri di cui parlavo sopra. Ma è estremamente dannoso ora infilare il dito nella piaga, additare questo o quello. Che ci piaccia o meno un forte gruppo Ultrà non è sinonimo di violenza: ma ve lo immaginate un futuro Genoa-Milan senza gruppi ultrà rossoblù ad attirare le attenzioni di tutti (milanisti compresi?).

  43. Federico says:

    Ragazzi ma basta prendersela con Marco Rocca cosa ne può lui se abbiamo perso? Tifa per la squadra della sua città ed è contento per la vittoria, punto. Abbiamo giocato bene ma abbiamo perso, non è la prima e non sarà l’ultima che succede! Per le altre considerazioni rimarco il mio post numero 5.

    P.s. Se ci dobbiamo arrabbiare con qualcuno di La Spezia allora prendiamocela con i veri provocatori, io non faccio nomi, ma sicuramente qualcuno di voi avrà letto l’articolo uscito ieri (20/11/06) sull’inserto di un noto giornale a tiratura nazionale. (piccolo indizio: “l’Italia lo è, fondata sul lavoro!”) Marco Rocca non ha mai parlato male del Genoa e non merita queste provocazioni.

  44. serena says:

    x simple: aspettiamo tutti con trepidazione che passi questa “pausa di riflessione”….ma sinceramente che certi personaggi abbiano bisogno di pause di riflessione per tifare genoa mi fa veramente ridere…sono d accordo con emanuele circa l aria che tirava e tira in gradinata…l anno scorso perchè non d accordo con uno della brigata speloncia circa il Presidente Preziosi un mio amico vicino a me ha rischiato di prendersi degli schiaffoni!!!e queste sono persone che dovrebbero guidare il tifo rossoblu???non scherziamo…allora vuol dire che io come molti preferisco tifare liberamente senza dover essere comandati da certi personaggi..poi cmq rispetto anche ciò che scrive simple…siamo in un paese libero…

  45. ale says:

    Luca91 ma sciaquati la bocca che si e no avrai 15 anni! Cazzo ne sai te ma per favore la politica non centra proprio un beneamato.. sono altri i problemi. Ma ormai è un vizio sparare minchiate tanto per dire o per sentito dire.
    “LA RICREAZIONE ORMAI è FINITA”

  46. Marco says:

    Giovanni, sono daccordo con chi a detto che ultimamente non abbiamo brillato e tra le varie cause c’è l’imprecisione là davanti. Sabato scorso abbiamo pagato dazio con un rigore che è arrivato mentre stavi spingendo e su un rovesciamento di fronte non siamo stati precisi ad allontanare l’azione dalla nostra area di rigore; il secondo è dovuta ad uno svarione in difesa. La squadra tolti questi due errori non avrebbe demeritato visto le palle messe davanti alla porta dello Spezia, ma la nostra voglia di strafare, l’imprecisione e comunque anche la bravura o fortuna degli avversari a fatto sì che il risultato finale arridesse a Soda & Co.
    Per Marco Rocca non ho commenti, ma concordo con il giudizio per il nostro mitico Giovanni; anzi pensadoci bene un commento c’è sino a prima dell’azione che ha portato al rigore vi abbiamo dato una lezione su come si gioca al calcio e che con il senno del poi se avessimo avuto più precisione in fase conclusiva 2 pappine non ve le toglieva nessunno ed allora avremmo commentato un qualcosa di diverso.
    FORZA VECCHIO CUORE ROSSOBLU

  47. Fabri says:

    Caro Giovanni,
    penso che parlare di crisi sia esagerato. E’ vero pero’ che non siamo in un momento brillante. Giochiamo meno bene rispetto all’inizio del campionato, produciamo azioni da goal con meno frequenza di prima e quelle che creiamo non le concretizziamo.Merito anche delle squadre avversarie che ormai conoscono il nostro modulo. E ad ogni partita arriva puntuale la distrazione difensiva che ci costa il goal avversario. Il presidente a gennaio interverrà sul mercato per colmare le lacune della rosa. Alcuni elementi tipo Greco, Milanetto e Rossi ( e non dimentichiamoci dell’assenza di Bega!)non stanno molto bene ma si riprenderanno dai loro infortuni. In questo momento difficile l’importante è non perdere troppi punti nei confronti delle prime e mi sembra che ci stiamo riuscendo. Stiamo calmi. Ci riprenderemo. Niente allarmismi, niente crisi. Con qualche ritocco a gennaio ed una forma fisica piu’ brillante torneremo a volare.
    FORZA GENOA

  48. dobro says:

    x serena:veramente gli unici che pause di riflessione nel tifare Genoa non se ne sono mai presi sono proprio gli ultrà!
    peccato che nella nord ormai siano gli unici a cantare…

  49. Luca91 says:

    ALE SEI VUOI SAPERLO LO SCEMO DI 15 ANNI HA IL PADRE ABBONATO NELLA NORD DA QUNADO HA 10 ANNI E IO SONO ABBONATO DA QUANDO HO 7 ANNI……..SI HO 15 ANNI MA STAI TANQUILLO CHE NE SO PIù DI TE DI SICURO PERKè QUELLI CHE ROVIINANO IL TIFO SONO QUELLI COME TE….

  50. serena says:

    X DOBRO: VERAMENTE SONO STATI LORO A DIRE CHE SI PRENDEVANO UNA PAUSA DI RIFLESSIONE E NON IO…VERAMENTE IO SONO UNA TIFOSA DELLA NORD E TUTTI I SABATI TORNO A CASA SENZA VOCE…E NON HO PIU 20 ANNI…SONO PROPRIO I VENTENNI CHE NON VEDO PIU CANTARE TE LO ASSICURO…CMQ SEMPRE E SOLO FORZA GENOA…SALUTI E BACI A TUTTI SOPRATTUTTO A GIOVANNI PORCELLA…

  51. Federico says:

    Se manca una guida è impossibile cantare in modo affiatato e continuo; la presenza dell’O.B. è fondamentale perchè sono sempre stati loro a tirare la carretta, e se mancano si fanno solo brutte figure.
    Comunque dobbiamo essere tutti dalla stessa parte, perchè questo Genoa merita un grande aiuto!

  52. Luca91 says:

    FEDERICO FINCHè C’è LA BRIGATA LA NORD NN SARà MAI UNITA PURTROPPO……..

  53. emanuele says:

    UN SALUTO A SIMPLE:E’ vero parlare di ultra’ e’ sempre difficile(soprattutto essendo come me “solo”un malato di genoa)condivido tutto quello che dici,chissa’ quanti episodi non conosciamo,pero’ una cosa la voglio dire,una GROSSA BELINATA queste nuove correnti createsi nella nord l’hanno fatta..ed e’ quella di aver CONSIDERATO LA NORD COME LORO PROPRIETA’..questo credo non se lo possa permettere nessuno,riconosco e accetto figure guida ma vedere l’arroganza e la “ricerca della lite”a tutti i costi(con genoani come loro)questo mi e’ molto dispiaciuto,Con la Fossa volavano altro che sberle..ma mi sembravano cose che nascevano sul momento..ultimamente invece mi parevano azioni premeditate,CIAO A TUTTI!!!!!

  54. ale says:

    Si quelli come me luca che si fanno i km per vedere il genoa! Hai ragione noi siamo il male del genoa.
    Noi siamo i colpevoli.
    Ah io ho mio nonno abbonato nella nord dal ’18
    Vale questo??
    Ridicolo
    Saluti….ultras

  55. Luca91 says:

    ALE SE VA BENE FARAI 2 TRASFERTE ALL’ANNO E MI GIOKO LA MANO KE A LECCE NN C’ERI QUINDI LAVATI LA BOKKA PRIMA DI PARLARE CN UN TIFOSO DEL GENOA…….NN CM TE BRAVO SOLO A FARE IL BUFFONE E ROVINARE IL TIFO……..TI FIRMI ULTRAS DE Kè?????????????FIRMATO:BRIGATA ALKOLIKA

  56. ale says:

    Scusami è vero la famosa brigata alkolika come ho fatto a non pensarci! perdonami la prossima volta ci penserò mille volte prima di parlare. Cmq Di trasferte ne ho fatte 6 a parte modena caro il mio luca quindi con questo ho finito.
    PS: vai a fare i compiti che è meglio.
    PPS: ultras non era la firma ma un modo di dire e il fatto che tu non l’abbia capito mi dimostra quanto sei dell’ambiente! Ciao buon proseguimento.

  57. simona says:

    ciao giovanni solo una considerazione che dice tutto ma la partita genoa spezia e’ stata arbitrata da un arbitro neopromosso dalla serie c francamente dice gia’ tutto a quello li’ gli sembrava di essere ancora in c perche’ aveva davanti una squadra come la spezia che e’ l’anticalcio,fallosa e che tira solo calci e pugni sono ingurdabili nn credo che avranno vita lunga in serie b anche perche’ gli arbitri nn sono tutti come cieli ci sono anche i rosetti che ci vedono bene ciao e forza genoa spezia in cccc

  58. Luca91 says:

    TRANQUILLO I COMPITI LI HO GIà FATTI…..DIMOSTRA QUANTO SEI NELL’AMBIENTE IL FATTO CHE NON SAI COSA + LA BRIGATA ALCOOLICA…………ALE VAI A LAVORARE E FORZA ZENA!!CIAO E BUON APPETITO

Lascia un commento

LA RIVOLUZIONE DIFFICILE

Il mercato del Genoa è entrato nel vivo ma, sospendendo qualsiasi giudizio pur avvertendo vitalità, serve ancora molto per dare

ASPETTANDO GODOT, LE SCELTE DIFFICILI DI PREZIOSI

Al Genoa si respira un’aria di attesa e non solo per quanto riguarda il futuro della guida tecnica. A parte

IN SALVO TRA LE SOFFERENZE, PREZIOSI ORA COSA FARA’?

Per il Genoa una salvezza sul filo di lana tra indicibili sofferenze e con molta fortuna che si chiama Handanovic.

GENOA NEL BARATRO, A FIRENZE MATCH DRAMMATICO: MA FORSE BASTA UN PUNTO

Ora serve un miracolo al Genoa o quasi per restare in A. Ma se con la Fiorentina è un match

Search

Archivio